background preloader

Come funziona l'energia idroelettrica?

Come funziona l'energia idroelettrica?
This video is currently unavailable. Sorry, this video is not available on this device. Video player is too small. Watch Later as __user_name__ as __user_name__ Normal

http://www.youtube.com/watch?v=4YZqAg2ATjE

Related:  acqua-2dEnergia idroelettrica 3cAcqua-Energia-2Dacqua-2cacqua-2D

Mulino ad acqua(wikipedia) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Un mulino ad acqua o mulino idraulico è un impianto destinato ad utilizzare l'energia meccanica prodotta dalla corrente di un corso d'acqua, condotta alla ruota del mulino tramite opportuna canalizzazione. Nelle regioni costiere anche i movimenti di marea sono stati sfruttati per il funzionamento dei mulini ad acqua. Regione Veneto, idroelettrico La Direzione Difesa del Suolo, nell’ambito delle sue funzioni, è responsabile, a partire dal 17 di settembre 2008, del procedimento per il rilascio dell’autorizzazione unica di cui all’art. 12 del D.Lgs 387/2003 relativo agli impianti idroelettrici con capacità di generazione superiore a 100 kW. Risorse utili Form di inserimento dei dati delle centrali idroelettriche. Vai al formProcedura istruttoria per il rilascio all'autorizzazione unica per impianti idroelettrici - Scarica i diagrammi di flusso (file ppt compressi in un file zip, 18Kb)Modulistica per la richiesta di autorizzazione unica per impianti idroelettrici - Scarica gli allegati (file doc compressi in file zip, 155Kb)Modalità di pagamento degli oneri istruttori - Scarica foglio infromativo (file pdf, 8Kb)Normativa utile - Scarica l'elenco ipertestuale delle norme (file pdf 17Kb) Struttura di riferimento

Energia idroelettrica: cos'è e come funziona l'energia idroelettrica L'energia idroelettrica. L'energia idroelettrica è quel tipo di energia che sfrutta la trasformazione dell'energia potenziale gravitazionale (posseduta da masse d'acqua in quota) in energia cinetica nel superamento di un dislivello, la quale energia cinetica viene trasformata, grazie ad un alternatore accoppiato ad una turbina, in energia elettrica. L'energia idroelettrica viene ricavata dal corso di fiumi e di laghi grazie alla creazione di dighe e di condotte forzate. Esistono vari tipi di diga: nelle centrali a salto si sfruttano grandi altezze di caduta disponibili nelle regioni montane. Nelle centrali ad acqua fluente si utilizzano invece grandi masse di acqua fluviale che superano piccoli dislivelli; per far questo però il fiume deve avere una portata considerevole e un regime costante. La produzione di energia idroelettrica può avvenire anche attraverso lo sfruttamento del moto ondoso, delle maree e delle correnti marine.

Energia mareomotrice Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. L'energia mareomotrice è l'energia ricavata dagli spostamenti d'acqua causati dalle maree. Rappresenta una fonte di energia alternativa e rinnovabile. Descrizione[modifica | modifica sorgente] La marea, il ritmico innalzamento e abbassamento del livello del mare provocato dall'azione gravitazionale della luna e del sole, di solito ha un'ampiezza (dislivello tra l’alta marea e la bassa marea) inferiore al metro, ma in alcune zone, per la particolare configurazione del sito, il dislivello può raggiungere valori elevati, interessanti lo sfruttamento e la produzione di energia, ad oggi prevalentemente elettrica.

Giornata Mondiale dell'Acqua 2014: Acqua ed Energia Oggi, 22 marzo, si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 allo scopo di mantenere sempre viva l’attenzione sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici. Obiettivi ribaditi anche durate il recente vertice di Saragozza, svoltosi dal 13 al 16 gennaio 2014, in cui gli Stati membri hanno stabilito i capisaldi in merito al tema della Giornata Mondiale dell’acqua 2014, ossia le relazioni tra “Acqua ed energia”. Gli Obiettivi posti dalle Nazioni Unite per l’edizione 2014 possono dunque essere così sintetizzati.

Energia Idroelettrica(arpav) Gli impianti idroelettrici sfruttano l’energia potenziale meccanica contenuta in una portata di acqua che si trova disponibile ad una certa quota rispetto al livello in cui sono posizionate le turbine. La potenza elettrica che ogni centrale idroelettrica può sviluppare dipende dalla massa d’acqua a disposizione (portata), dal dislivello tra le acque a monte del bacino ed il punto in cui sono poste le turbine, dal rendimento di conversione della macchina elettrica. Il dislivello può variare da alcuni metri (centrale idroelettriche ad acqua fluente) ad alcune centinaia di metri (come nelle centrali idroelettriche a serbatoio). Il Piave e il Cadore Da Cima Gogna il Piave prosegue verso il Medio Cadore lambendo i paesi di Lozzo, Lorenzago, Domegge, Calalzo, ultima fermata della ferrovia. A Rizzios di Calalzo, nel 1878, Angelo Frescura che aveva imparato in Francia, dove era emigrato, a lavorare gli occhiali, impiantò la prima fabbrica del Cadore usando la forza motrice dell’acqua per far muovere i macchinari. L’industria dell’occhiale , oggi fortemente in crisi, divenne la principale attività economica del Cadore, tale da richiamare, negli anni ottanta, pendolari anche da fuori provincia. A Pieve di Cadore, una diga, terminata nel 1951 e alta cinquantacinque metri, blocca il corso del Piave formando il lago di Centro Cadore.

Mulino Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Un mulino (o molino, dal latino molinum derivante da mola[1]), è uno strumento che produce un lavoro meccanico derivato dallo sfruttamento di una forza (prodotta dall'energia elettrica, dal vento, dall'acqua o dalla spinta animale/umana). Tale lavoro meccanico è utilizzato per la macinazione di cereali (per esempio per la produzione di farina) o altre materie prime. Con il termine "mulino" normalmente si intende non solo la macina, bensì l'intero impianto di macinazione, che è composto da più macchine che possiamo riassumere in tre categorie:

Related:  IDROELETTRICOLe dighe-2G