background preloader

Energia nucleare 3h

Facebook Twitter

Che cosa si intende per energia nucleare. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Che cosa si intende per energia nucleare

In ingegneria energetica e fisica nucleare con energia nucleare (detta anche energia atomica), si intendono tutti quei fenomeni in cui si ha produzione di energia in seguito a trasformazioni nei nuclei atomici: tali trasformazioni sono dette "reazioni nucleari"[1]. L'energia nucleare è una forma di energia che deriva da profonde modifiche della struttura stessa della materia. Insieme alle fonti rinnovabili e le fonti fossili, è una fonte di energia primaria, ovvero è presente in natura e non deriva dalla trasformazione di altra forma di energia, ed è considerata una valida energia alternativa ai tradizionali combustibili fossili.

Benché alcuni considerino tale fonte energetica anche come rinnovabile, recentemente la Commissione europea si è espressa affermando che il nucleare non è da considerarsi come rinnovabile.[2]. Storia[modifica | modifica wikitesto] Descrizione[modifica | modifica wikitesto] Energia nucleare in italia. Con il referendum del 12 e 13 giugno 2011 gli italiani si sono espressi nettamente contro il nucleare.

Energia nucleare in italia

In Italia, però, esistono ancora sette siti nucleari. L’8 e il 9 novembre 1987 l’Italia ha detto no all’energia atomica con il primo, storico referendum contro l’energia atomica in Italia. Erano gli anni di Chernobyl e della corsa agli armamenti. Con il referendum del 12 e 13 giugno 2011 è stata ribadita la volontà di non costruire centrali atomiche in Italia, che mandò in fumo i piani atomici del governo di allora. In Italia tuttavia esistono ancora sette siti nucleari noti, ex centrali elettriche e siti di stoccaggio. Quattro ex centrali nucleari Quattro sono le centrali nucleari italiane disattivate che custodiscono materiali radioattivi.

Centrale nucleare di Trino Vercellese, Piemonte Il reattore nucleare da 270 MW di potenza è del tipo PWR. Tre depositi di scorie radioattive Si trovano distribuiti nel territorio italiano, uno al nord, uno al centro e uno al sud. La fissione e la fusione nucleari. A seguito di un processo di trasformazione nucleare vengono liberate grandi quantità di energia (corrispondenti al difetto di massa dei nuclei, secondo l'equazione di Einstein), che possono venire utilizzate per scopi pratici.

La fissione e la fusione nucleari

È ciò che si verifica nella fissione nucleare e nella fusione nucleare. Per fissione nucleare si intende la scissione di un nucleo pesante in due (raramente tre) nuclei più leggeri: la massa del nucleo iniziale è maggiore della somma delle masse dei nuclei più leggeri e la differenza di massa viene liberata come energia. Per fusione nucleare si intende l'unione di due nuclei leggeri, che porti alla formazione di un nucleo più pesante, la cui massa totale è inferiore a quella complessiva dei nuclei originari (anche in questo caso la massa mancante si ritrova trasformata in energia).

Vantaggi e svantaggi dell' energia nucleare. La centrale nucleare viene prodotta attraverso : fissione e la fusione nucleare. Tipologie di reattori usati nelle centrali nucleari. Relazione finale sull'energia nucleare. Medicina nucleare. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Medicina nucleare

Radionuclidi[modifica | modifica wikitesto] Immagini TC e PET sovrapposte Altri radionuclidi gamma-emittenti di comune utilizzo sono: I radionuclidi beta+ emittenti, per lo studio con la metodica PET, sono: Essi decadono in tempi brevi (tempi di dimezzamento nell'ordine di minuti o ore) e necessitano, per il loro ottenimento, di una macchina chiamata ciclotrone (tranne l'ultimo, che si ottiene tramite un generatore simile a quello usato per il tecnezio). Le Apparecchiature[modifica | modifica wikitesto] Acquisizione SPECT mediante gamma camera Le apparecchiature utilizzate per la produzione di immagini (gamma camera e tomografo PET) utilizzano dei cristalli a scintillazione che consentono la visualizzazione della zone di fissazione del radionuclide all'interno dell'organismo.

Mediante acquisizioni tomografiche è inoltre possibile lo studio tridimensionale dell'organo (PET e SPECT). Bomba atomica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bomba atomica

Il fungo atomico, causato da "Fat Man" su Nagasaki, raggiunse i 19 km di altezza, 9 agosto 1945 La bomba atomica ("bomba A" secondo una terminologia originaria) è il nome comune della bomba a fissione nucleare, un ordigno esplosivo la cui energia è prodotta dalla reazione a catena di fissione nucleare (quest'ordigno si è poi evoluto nella "bomba H", la bomba all'idrogeno). Si tratta di un processo di divisione del nucleo atomico di un elemento pesante in due o più frammenti, che può avvenire a "cascata" in alcuni isotopi rari.

Nella bomba atomica avviene in modo "incontrollato", liberando quindi una enorme quantità di energia in un tempo brevissimo. Appartiene al gruppo delle armi nucleari, un insieme che include anche le armi basate sull'altro principio di reazione nucleare, cioè le bombe a fusione nucleare. Descrizione[modifica | modifica wikitesto] Storia[modifica | modifica wikitesto]