background preloader

Energia idroelettrica-3C

Facebook Twitter

Produzione di energia elettrica in Italia. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Produzione di energia elettrica in Italia

Il fabbisogno di energia elettrica è comunque solo una parte dell'intero fabbisogno energetico nazionale dovendo considerare anche i consumi legati ad esempio all'autotrazione, al trasporto marittimo ed aereo, al riscaldamento degli ambienti e a parte della produzione industriale, necessariamente coperti dall'uso diretto dei combustibili fossili, anch'essi in massima parte di provenienza estera.

Consumi, potenza richiesta e potenza installata[modifica | modifica wikitesto] Il grande idroelettrico nel mondo: in arrivo uno “tsunami” da 3700 dighe. Nel mondo 3700 progetti idroelettrici sopra il megawatt sono in costruzione o in fase di studio.

Il grande idroelettrico nel mondo: in arrivo uno “tsunami” da 3700 dighe

Un boom che, oltre che ad un aumento della produzione da fonti rinnovabili, porterà notevoli problemi ambientali e sociali, se non addirittura geopolitici, ma anche impatti sul clima, visto che certi bacini idroelettrici diventano un'importante causa di emissioni di metano. Quando immagina il futuro energetico del mondo, chi crede nelle rinnovabili generalmente pensa a distese di pannelli fotovoltaici, schiere di turbine eoliche che sorgono dalle onde, impianti che trasformano materia organica in biometano e magari ancora più avveniristiche centrali a onde o maree marine. Non certo a gigantesche dighe e centrali idroelettriche. Le nuove dighe sarebbero concentrate soprattutto in Asia sudorientale, America Latina e Africa, ma non mancherebbe un gran numero di impianti più vicini a noi, nei Balcani e in Turchia (vedi grafici sotto, clicca per ingrandire).

Energia idroelettrica: importante per un futuro a basse emissioni. Nel mondo sono in costruzione centinaia di dighe e migliaia sono programmate per la produzione di energia idroelettrica.

Energia idroelettrica: importante per un futuro a basse emissioni

Un’attività che viene portata avanti, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, spesso senza la necessaria attenzione per gli aspetti ambientali, con il risultato di un serio rischio di danni alla biodiversità di acqua dolce. È quanto sostiene uno studio dell’Università di Copenaghen, presentato al Sustainability Science Congress 2014 che si è tenuto nella capitale danese il 22-24 ottobre. L’energia idroelettrica è di gran lunga la principale fonte rinnovabile: soddisfa infatti il 2,5% della domanda mondiale di energia primaria e oltre il 16% di quella elettrica. Per un confronto: tutte le nuove fonti rinnovabili sommate insieme (eolico, solare, geotermico, marina, escluse le biomasse) coprono poco più dell’1% della domanda di energia e il 3% di quella elettrica. Energia idroelettrica: il problema non è la tecnologia, ma l’uso che se ne fa Condividi... Energia idroelettrica, impatto ambientale.

Impatto ambientale La produzione di energia idroelettrica non provoca emissioni gassose o liquide che possano inquinare l'aria o l'acqua.

Energia idroelettrica, impatto ambientale

Gli impianti mini-idroelettrici in molti casi, con la sistemazione idraulica che viene eseguita per la loro realizzazione, portano invece notevoli benefici al corso d'acqua (in particolare la regolazione e regimentazione delle piene sui corpi idrici a regime torrentizio, specie in aree montane ove esista degrado e dissesto del suolo e, quindi, possono contribuire efficacemente alla difesa e salvaguardia del territorio). Impianti Idroelettrici. Impianti idroelettrici tradizionali Impianti ad accumulo o a serbatoio Impianti ad acqua fluente Impianti inseriti in condotte idriche Micro-idroelettrico Piccoli sistemi idroelettrici In genere molti impianti di piccola taglia si trovano in aree montane su corsi d'acqua a regime torrentizio o permanente e l'introduzione del telecontrollo, della telesorveglianza, del telecomando e dell’azionamento consentono di recuperarli ad una piena produttività, risparmiando sui costi del personale di gestione, che in genere si limita alla sola manutenzione ordinaria con semplici operazioni periodiche (ad es. la sostituzione dell'olio per la lubrificazione delle parti).

Impianti Idroelettrici

Acquedotti locali o reti acquedottistiche complesse sistemi idrici ad uso plurimo (potabile, industriale, irriguo, ricreativo, etc.) Come funziona una centrale idroelettrica. Trasmissione di energia elettrica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Trasmissione di energia elettrica

Una linea di trasmissione ad alta tensione su tralicci La trasmissione di energia elettrica è il passaggio intermedio tra la produzione e la distribuzione agli utilizzatori dell'energia elettrica. Essa viene attuata con l'appoggio ad una infrastruttura di rete qual è la rete di trasmissione elettrica a grande distanza ed alta tensione. Le linee a media e bassa tensione fanno invece parte della rete di distribuzione. Mini idroelettrico. La turbina idraulica è il componente più importante di un impianto idroelettrico.

Mini idroelettrico

Ha il compito di convertire l’energia dell’acqua in energia meccanica; questa viene a sua volta trasformata in energia elettrica grazie alla presenza di un generatore. La turbina è composta di due elementi fondamentali: • un organo fisso (il distributore): ha il compito di dirigere e di regolare la portata dell’acqua, verso la girante • un organo mobile (la girante): riceve il getto d’acqua proveniente dal distributore e lo trasforma in energia rotazionale (meccanica) dell’albero motore su cui è installata Dal punto di vista del principio di funzionamento, le piccole turbine non differiscono sostanzialmente da quelle utilizzate nei grandi impianti.

Bacino idrografico. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bacino idrografico

Schematizzazione di un bacino idrografico Animazione del bacino del fiume Latoriţa, Romania. In idrografia il bacino idrografico è l'area topografica (solitamente identificabile in una valle o una pianura), delimitata da uno spartiacque topografico (o orografico o superficiale), di raccolta delle acque che scorrono sulla superficie del suolo confluenti verso un determinato corpo idrico recettore (fiume, lago o mare interno) che dà il nome al bacino stesso (es. "il bacino idrografico del Rio delle Amazzoni"). Lo spartiacque può essere schematizzato con una linea chiusa, nel caso di bacini idrografici montani o collinari, o aperta, nel caso di bacini scolanti direttamente in mare, lago o laguna; il relativo perimetro termina contro la linea di costa.

Definizione[modifica | modifica wikitesto] Se le acque raccolte sono solo quelle dovute alle precipitazioni si parla di bacino imbrifero. Descrizione del bacino[modifica | modifica wikitesto] Altitudine media. Diga del Vajont. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Diga del Vajont

Descrizione[modifica | modifica wikitesto] Di tipo a doppio arco, lo sbarramento è di 261,60 m (tuttora, a più di 50 anni dalla costruzione, è la quinta diga più alta del mondo, la terza ad arco) con un volume di 360.000 m³ e con un bacino di 168,715 milioni di metri cubi. All'epoca della sua costruzione era la diga più alta al mondo.

Diga. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Diga

Una diga è uno sbarramento artificiale permanente su un corso d'acqua naturale che serve a creare un lago artificiale. La centrale idroelettrica immagine. La centrale idroelettrica. Centrale idroelettrica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una centrale idroelettrica è un insieme di opere di ingegneria idraulica posizionate in una certa successione, accoppiate ad una serie di macchinari idonei allo scopo di ottenere la produzione di energia elettrica da masse di acqua in movimento.

L'energia prodotta dalle centrali idroelettriche è da classificarsi a tutti gli effetti come energia rinnovabile in quanto, almeno in teoria, l'acqua può essere riutilizzata infinite volte per lo stesso scopo senza subire un processo di depurazione. Il concetto di rinnovabilità è subordinato alla costanza del volume annuo degli afflussi integrali. Classificazione in base al tipo[modifica | modifica wikitesto] Le centrali si classificano in base a diverse tipologie di impianto: Centrali ad acqua fluente[modifica | modifica wikitesto] Centrali a bacino[modifica | modifica wikitesto] Diga ad arco utilizzata per produrre corrente elettrica. Idroelettrica - Dove si trova. Energia idroelettrica, cos'è, come funziona una centrale e diffusione in Italia. Matteo Carriero 22 gennaio 2015 L’energia idroelettrica è una fonte rinnovabile di grande diffusione nel mondo e di notevole importanza storica in Italia.

Vediamo nel dettaglio cos’è l’energia idroelettrica, come funziona una centrale e quale impatto ha sull’ambiente. Cos’è l’energia idroelettrica? Energia idroelettrica. Il ciclo dell'acqua, determinato dall'evaporazione e dalle precipitazione, mette a disposizione dell'uomo un'importante e utile fonte energetica rinnovabile: l'energia idroelettrica, utilizzata già da migliaia di anni, sin dai greci e dai romani.