background preloader

ENERGIA IDROELETTRICA III H

Facebook Twitter

Il grande idroelettrico nel mondo: in arrivo uno “tsunami” da 3700 dighe. Nel mondo 3700 progetti idroelettrici sopra il megawatt sono in costruzione o in fase di studio. Un boom che, oltre che ad un aumento della produzione da fonti rinnovabili, porterà notevoli problemi ambientali e sociali, se non addirittura geopolitici, ma anche impatti sul clima, visto che certi bacini idroelettrici diventano un'importante causa di emissioni di metano. Quando immagina il futuro energetico del mondo, chi crede nelle rinnovabili generalmente pensa a distese di pannelli fotovoltaici, schiere di turbine eoliche che sorgono dalle onde, impianti che trasformano materia organica in biometano e magari ancora più avveniristiche centrali a onde o maree marine. Non certo a gigantesche dighe e centrali idroelettriche. Le nuove dighe sarebbero concentrate soprattutto in Asia sudorientale, America Latina e Africa, ma non mancherebbe un gran numero di impianti più vicini a noi, nei Balcani e in Turchia (vedi grafici sotto, clicca per ingrandire).

Vantaggi e svantaggi. Globalmente, l’utilizzo di energia idroelettrica ha soprattutto vantaggi, sebbene anche alcuni svantaggi che potrebbero essere limati. Scopriamoli in questa pagina. I vantaggi sono numerosi. Per prima cosa, si tratta di una fonte energetica assolutamente pulita e a emissioni zero, anche l’ambiente circostante ad una centrale idroelettrica è generalmente pulito, senza nessuna contaminazione dell’aria. I costi dell’energia così prodotta si mantengono tra i più bassi e la stessa energia può essere prodotta continuamente in modo del tutto naturale. Questo perché anche i costi di manutenzione e di funzionamento sono relativamente bassi una volta realizzata la centrale, e la portata stessa della centrale è da due a dieci volte più elevata in confronto ad un impianto a carbone o nucleare.

La realizzazione delle dighe adiacenti alle centrali favoriscono il contenimento dell’acqua evitando improvvise inondazioni e regolando il gettito dell’acqua in modo fluido e regolare. Tuttavia Tutti. Come nasce una centrale idroelettrica. CENTRALI_elettriche. Energia idroelettrica, impatto ambientale. Impatto ambientale La produzione di energia idroelettrica non provoca emissioni gassose o liquide che possano inquinare l'aria o l'acqua. Gli impianti mini-idroelettrici in molti casi, con la sistemazione idraulica che viene eseguita per la loro realizzazione, portano invece notevoli benefici al corso d'acqua (in particolare la regolazione e regimentazione delle piene sui corpi idrici a regime torrentizio, specie in aree montane ove esista degrado e dissesto del suolo e, quindi, possono contribuire efficacemente alla difesa e salvaguardia del territorio).

I grandi impianti idroelettrici a bacino possono presentare qualche problema in più,dal punto di vista dell' inserimento ambientale, e necessitano quindi di opportune valutazioni di impatto ambientale, tese a garantire l'assenza di interferenze con l'ambiente naturale. Inquinamento acusticoL'inquinamento acustico proveniente da una centrale dipende prevalentemente dalle turbine e dagli eventuali meccanismi di moltiplicazione dei giri. Energia_idroelettrica.jpg (JPEG Image, 500 × 339 pixels) Untitled. La centrale idroelettrica trasforma l'energia idraulica di un corso d'acqua, naturale o artificiale, in energia elettrica.

In linea generale lo schema funzionale comprende l’opera di sbarramento, una diga o una traversa , che intercetta il corso d’acqua creando un invaso che può essere un serbatoio, o un bacino, dove viene tenuto un livello pressoché costante dell’acqua. Attraverso opere di adduzione, canali e gallerie di derivazione l’acqua viene poi convogliata in vasche di carico e, mediante condotte forzate, nelle turbine attraverso valvole di immissione (di sicurezza) e organi di regolazione della portata (distributori) secondo la domanda d'energia.

L'acqua, che mette in azione le turbine, ne esce finendo poi nel canale di scarico attraverso il quale viene restituita al fiume. L’alternatore, direttamente collegato alla turbina, viene montato secondo una disposizione ad asse verticale o ad asse orizzontale. Diga del Vajont. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Descrizione[modifica | modifica wikitesto] Di tipo a doppio arco, lo sbarramento è di 261,60 m (tuttora, a più di 50 anni dalla costruzione, è la quinta diga più alta del mondo, la terza ad arco) con un volume di 360.000 m³ e con un bacino di 168,715 milioni di metri cubi. All'epoca della sua costruzione era la diga più alta al mondo. Lo scopo della diga era di fungere da serbatoio di regolazione stagionale per le acque del fiume Piave, del torrente Maè e del torrente Boite, che precedentemente andavano direttamente al bacino della Val Gallina, che alimentava la grande centrale di Soverzene.

Le acque sottratte al loro corso naturale vennero così incanalate dalla diga di Pieve di Cadore (Piave), da quella di Pontesei (Maè) e da quella di Valle di Cadore (Boite) al bacino del Vajont tramite chilometri di tubazioni in cemento armato vibrato e spettacolari ponti-tubo. Disastro del Vajont[modifica | modifica wikitesto] Note[modifica | modifica wikitesto] Vajont. Diga di Assuan. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Coordinate: 23°58′14.12″N 32°52′40.3″E / 23.970589°N 32.877861°E23.970589; 32.877861 (Mappa) Con il termine diga di Assuan - chiamata in in arabo: السد العالي, al-Sadd al-ʿĀlī , "Alta Diga" - si indica la più grande e più moderna delle due dighe sul Nilo che si trovano nei pressi della prima cateratta del Nilo, vicino alla città di Assuan (Aswān), in Egitto. Normalmente ogni anno quando in estate le acque provenienti dall'Etiopia si dirigevano verso la parte bassa del Nilo questo inondava i terreni circostanti lasciando il limo, un sedimento di nutrienti e minerali sul suolo.

Storia della costruzione[modifica | modifica wikitesto] Nel 1898 i britannici iniziarono a costruire una diga nei pressi di Assuan, terminandola nel 1902. La diga di Assuan ripresa dal Memoriale dell'amicizia Egiziano-Sovietico Veduta del lato nord della diga con sullo sfondo il Memoriale dell'amicizia Egiziano-Sovietico La diga di Assuan (foto da satellite NASA) B.P. Diga delle Tre Gole. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La diga delle Tre Gole, denominata anche "Progetto Tre Gole", è una diga per la produzione di energia idroelettrica costruita sul Fiume Azzurro, nella provincia di Hubei in Cina, e rappresenta l'impianto con la maggiore capacità di produzione idroelettrica mai realizzato.

È una centrale idroelettrica a bacino e per far arrivare l'acqua alle turbine sfrutta la pressione dell'acqua dell'intero bacino. Completata il 20 maggio 2006, la diga fa parte di un più vasto complesso ad essa annesso, che è stato interamente ultimato nel 2009. Il progetto è stato fin dal principio contestato dalle associazioni ambientaliste per l'elevato impatto ambientale e per l'elevato numero di persone sfollate. Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto] Il 3 luglio 2012 sono state attivate le ultime turbine[2], portando la centrale a pieno regime, con 32 turbine attive e un potenziale di produzione annua di 104 TWh. Aspetti positivi[modifica | modifica wikitesto] Coordinate: Come funziona una centrale idroelettrica. Visita alle Centrali. Centrali idroelettriche. Centrale idroelettrica.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una centrale idroelettrica è un insieme di opere di ingegneria idraulica posizionate in una certa successione, accoppiate ad una serie di macchinari idonei allo scopo di ottenere la produzione di energia elettrica da masse di acqua in movimento. L'energia prodotta dalle centrali idroelettriche è da classificarsi a tutti gli effetti come energia rinnovabile in quanto, almeno in teoria, l'acqua può essere riutilizzata infinite volte per lo stesso scopo senza subire un processo di depurazione.

Il concetto di rinnovabilità è subordinato alla costanza del volume annuo degli afflussi integrali. Classificazione in base al tipo[modifica | modifica wikitesto] Le centrali si classificano in base a diverse tipologie di impianto: Centrali ad acqua fluente[modifica | modifica wikitesto] Centrali a bacino[modifica | modifica wikitesto] Diga ad arco utilizzata per produrre corrente elettrica Centrali con impianti ad accumulazione[modifica | modifica wikitesto] Diga. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una diga è uno sbarramento artificiale permanente su un corso d'acqua naturale che serve a creare un lago artificiale. A seconda dei materiali impiegati per la costruzione la diga può essere di calcestruzzo (o muratura), in terra, di pietrame o di materiale misto.

Gli sbarramenti in calcestruzzo possono essere del tipo a gravità (anche alleggerita), ad arco o di tipologie miste (arco-gravità, volte multiple, ecc.). Si tratta di un'opera importante in fase di progettazione e realizzazione nell'ambito dell'ingegneria civile. Requisiti geologici[modifica | modifica wikitesto] La scelta del tipo di diga dipende essenzialmente dalla forma e dalla geologia della stretta del fiume e dai materiali da costruzione disponibili nelle vicinanze. Tipi di dighe[modifica | modifica wikitesto] Dighe a gravità[modifica | modifica wikitesto] Sono strutture massicce in calcestruzzo generalmente di geometria semplice. Forze agenti su una diga a gravità dove:

Centrali idroelettriche nel mondo. Mappa-solare-fotovoltaico-italia.png (PNG Image, 1024 × 1400 pixels) - Scaled (71%) Figura 94.png (PNG Image, 457 × 241 pixels)