background preloader

Macchine semplici e organi meccanici-2D

Facebook Twitter

Le macchine semplici. Le sette macchine semplici. La vite. Vite (meccanica) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vite (meccanica)

PIANO INCLINATO, VITE e CUNEO...4 lezione. CONTENUTI: piano inclinato, vite e cuneo STRUMENTI UTILIZZATI: presentazione multimediale (Microsoft PowerPoint), video proiettore LUOGO: laboratorio multimediale DURATA: 2 ore La lezione si svolge nel laboratorio multimediale, dove è disponibile la postazione PC del docente e il videoproiettore necessari alla presentazione dei contenuti della lezione.

PIANO INCLINATO, VITE e CUNEO...4 lezione

Il piano inclinato. Piano inclinato. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Piano inclinato

Rappresentazione di un corpo su un piano inclinato Cenni storici[modifica | modifica wikitesto] Il piano inclinato è stato studiato sin dall'epoca degli egizi, che lo usavano per sovrapporre i pesanti blocchi di pietra uno sull'altro. I contributi più importanti alla sua comprensione sono attribuiti a Giordano Nemorario e Galileo Galilei. In particolare, Galileo Galilei attraverso il piano inclinato riuscì a determinare un valore dell'accelerazione di gravità di poco inferiore al valore reale (9,80665 m/s2), a causa di errori sistematici dovuti all'azione dell'attrito dinamico (dovuto alla rugosità del piano e del corpo in movimento) e dell'attrito viscoso (dovuto alla presenza dell'aria). Altra importante scoperta fatta da Galilei con gli esperimenti sul piano inclinato è la legge di conservazione dell'energia: notò infatti che il moto (in particolare la velocità) della sfera lungo il piano è indipendente dalla massa della sfera stessa.

Detto Dove la massa. PIANO INCLINATO, VITE e CUNEO...4 lezione. Carrucola nell’Enciclopedia Treccani. Varrocchio varrocchio (o verrocchio) Specie di argano, usato nel Medioevo per sollevare gravi pesi; servì talora come macchina bellica per far crollare i sostegni delle gallerie scavate dagli assedianti sotto le mura.

Carrucola nell’Enciclopedia Treccani

Sollevamento sollevamento sport S. pesi Specialità dell’atletica pesante che consiste nel sollevare, con entrambe le mani, una sbarra di acciaio (bilanciere) cui sono aggiunti due dischi di peso variabile. Sono previsti 2 esercizi diversi: lo strappo, in cui si solleva il bilanciere fin sopra alla testa con un gesto unico, e lo slancio, in cui si porta l’attrezzo fino alle spalle e poi si distendono le braccia. Il cuneo. Cuneo (fisica) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cuneo (fisica)

La forza verticale esercitata sul cuneo produce una spinta orizzontale in entrambe le direzioni Il cuneo è una macchina meccanica semplice, applicazione pratica del principio del piano inclinato, usata per separare due oggetti o parti di un oggetto, amplificando la forza applicata trasversalmente al senso del moto di separazione. I cunei sono impiegati nella tecnica per muovere o sollevare oggetti, bloccare parti in posizione, aprire una via in un materiale solido. Esempi di quest'ultimo caso sono la punta del chiodo e l'ascia per spaccare la legna.

I cunei aumentano la forza e stanno alla base dell'idea di tutti gli attrezzi da taglio e per perforare, come i coltelli, gli aghi, gli scalpelli, i chiodi, i bulloni e gli spilli. PIANO INCLINATO, VITE e CUNEO...4 lezione. Cuneo in “Dizionario delle Scienze Fisiche” Dizionario delle Scienze Fisiche (1996) cùneo [Der. del lat. cuneus, prisma a sezione triangolare isoscele di materiale duro, per spaccare legna, pietre, ecc.]

Cuneo in “Dizionario delle Scienze Fisiche”

Nella meteorologia, forma barica sinon. di promontorio. ◆ C. dielettrico: dispositivo, costituito da un c. di materiale dielettrico, che viene inserito in una guida d'onda per adattare l'impedenza di essa a quella di un'altra guida d'onda. ◆ C. meccanico: macchina semplice, costituita da un corpo a forma di cuneo. Supposte la forza attiva F (v. fig.) perpendicolare alla testa AB e la forza resistente R perpendicolare ai fianchi BC e AC, la condizione di equilibrio è F/R=AB/BC; il rapporto AB/BC dà il vantaggio del dispositivo ed è tanto maggiore quanto più acuminato è il cuneo. ◆ C. ottico assorbente: c. tagliato da una lastra di vetro annerito nel volume, che serve a introdurre un'attenuazione variabile della luce che l'attraversa, tanto maggiore quanto maggiore è lo spessore interessato.

Cuneo in Vocabolario. Le leve. I vari tipi di leve. Le leve di primo genere. Le leve di secondo genere. Le leve di terzo genere. Le leve. Le leve sono macchine semplici che consentono di svolgere lavoro con minore energia.

Le leve

Composte da una sbarra appoggiata su un fulcro, si distinguono in tre classi, a seconda della posizione di resistenza, potenza e fulcro. Leva in “Enciclopedia dei ragazzi” Enciclopedia dei ragazzi (2006) di Giuditta Parolini leva Un rimedio alla fatica «Datemi una leva e un punto d’appoggio e solleverò il mondo».

Leva in “Enciclopedia dei ragazzi”

La fune. Fune. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fune

Funi metalliche Tipi di fune[modifica | modifica sorgente] Le varietà, tecnicamente denominate formazioni, di funi in acciaio dipendono dal tipo di impiego al quale esse sono destinate. In base alle necessità specifiche, è possibile incrementare la sezione metallica (diminuendone però la flessibilità) con l'adozione di fili supplementari che riempiono gli spazi vuoti e/o mediante procedimenti di compattazione (i singoli trefoli vengono " compressi " prima della cordatura, che è l'operazione con cui essi vengono avvolti a formare la fune) o martellatura (la fune finita, di diametro leggermente maggiore rispetto a quello finale, viene "compressa").

A seconda del senso di avvolgimento dei trefoli e dei fili, le funi vengono chiamate: La fune illustrata è parallela destra. Esistono vari tipi di fune, tra questi si possono ricordare: Fune in Vocabolario. Le macchine. Definizione di macchina sempilce. Macchina semplice.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Macchina semplice

Tavola sulle macchine semplici dalla Cyclopaedia di Chambers del 1728. È necessario anzitutto studiare le macchine semplici per comprendere macchine più complesse. Una macchina semplice è chiamata così perché non si può scomporre in macchine ancora più elementari. Dal punto di vista storico, le macchine semplici rappresentano le tecnologie più antiche per applicare una forza maggiore della sola forza muscolare, attraverso il principio del guadagno meccanico. Una delle caratteristiche distintive della specie umana è la capacità di fabbricare strumenti con i quali costruirne altri. Macchine semplici - 5-Macchine semplici.pdf.