background preloader

ENERGIA IDROELETTRICA 3C

Facebook Twitter

Energia idroelettrica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Energia idroelettrica

Diga ad arco utilizzata per produrre energia elettrica Turbina idroelettrica, tipo Kaplan L’energia idroelettrica è una fonte di energia alternativa e rinnovabile, che sfrutta la trasformazione dell'energia potenziale gravitazionale, posseduta da una certa massa d'acqua ad una certa quota altimetrica, in energia cinetica al superamento di un certo dislivello; tale energia cinetica viene infine trasformata in energia elettrica in una centrale idroelettrica grazie ad un alternatore accoppiato ad una turbina. Storia[modifica | modifica wikitesto] I greci e i romani furono le prime civiltà nel Mondo allora conosciuto, ad utilizzare la potenza dell'acqua, o più precisamente dell'energia cinetica prodotta dal liquido; si deve però specificare che queste due antiche civiltà sfruttarono questo tipo di energia rinnovabile solo per azionare semplici mulini ad acqua per macinare il grano. Vantaggi e svantaggi. Globalmente, l’utilizzo di energia idroelettrica ha soprattutto vantaggi, sebbene anche alcuni svantaggi che potrebbero essere limati.

vantaggi e svantaggi

Scopriamoli in questa pagina. I vantaggi sono numerosi. Per prima cosa, si tratta di una fonte energetica assolutamente pulita e a emissioni zero, anche l’ambiente circostante ad una centrale idroelettrica è generalmente pulito, senza nessuna contaminazione dell’aria. I costi dell’energia così prodotta si mantengono tra i più bassi e la stessa energia può essere prodotta continuamente in modo del tutto naturale. La realizzazione delle dighe adiacenti alle centrali favoriscono il contenimento dell’acqua evitando improvvise inondazioni e regolando il gettito dell’acqua in modo fluido e regolare. Le centrali possono essere tempestivamente attivate o spente nel giro di qualche minuto, con l’apertura e la chiusura delle chiuse idrauliche. Tuttavia anche alcuni svantaggi sono noti. Tutti. Diga.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Diga

Una diga è uno sbarramento artificiale permanente su un corso d'acqua naturale che serve a creare un lago artificiale. A seconda dei materiali impiegati per la costruzione la diga può essere di calcestruzzo (o muratura), in terra, di pietrame o di materiale misto. Gli sbarramenti in calcestruzzo possono essere del tipo a gravità (anche alleggerita), ad arco o di tipologie miste (arco-gravità, volte multiple, ecc.). Si tratta di un'opera importante in fase di progettazione e realizzazione nell'ambito dell'ingegneria civile. Requisiti geologici[modifica | modifica wikitesto] La scelta del tipo di diga dipende essenzialmente dalla forma e dalla geologia della stretta del fiume e dai materiali da costruzione disponibili nelle vicinanze.

Tipi di dighe[modifica | modifica wikitesto] Sistema idroelettrico del piave. Piave- Boite - Maè - Vajont - ProgettoDighe. L'impianto Piave-Boite-Maè-Vajont - ProgettoDighe. L’impianto Piave-Boite-Maè-Vajont è stato pensato per garantire continuità tra gli impianti già esistenti, nell’utilizzazione delle risorse idrauliche del fiume Piave, infatti a monte di tale impianto esistono i serbatoi del Comelico e il serbatoio di Santa Caterina di Auronzo, che sfruttando rispettivamente i fiumi Piave e Ansiei, e consentono lo sfruttamento idroelettrico delle acque tramite la centrale di Pelos, con scarico a quota 683.50m; inoltre a valle è presente la presa degli impianti Piave-S.Croce a Soverzene, a quota 390m.

L'impianto Piave-Boite-Maè-Vajont - ProgettoDighe

Il sistema del Grande Vajont dal sogno alla realtà - Vajont 1963-2013 - Corriere delle Alpi. L Consiglio superiore dei Lavori pubblici si riuniva per la prima approvazione del progetto della Sade.

Il sistema del Grande Vajont dal sogno alla realtà - Vajont 1963-2013 - Corriere delle Alpi

Erano presenti solo 13 membri su 34: mancava il numero legale, il Vajont nacque lo stesso. L’impresa era colossale. La diga del Vajont divenne la più alta del mondo del tipo a doppio arco, ma l’intero sistema ad essa collegato era impressionante. I primi lavori a Pieve di Cadore iniziarono nel 1947, il collaudo avvenne nel 1952. A Valle di Cadore i lavori occuparono il periodo 1949-51. I primi impianti idroelettrici erano già stati costruiti a partire agli inizi del secolo. Le province venete si riunirono in consorzio per gestire in proprio le acque dei fiumi veneti: inspiegabilmente la concessione venne data alla Sade.

Sul Vajont un primo progetto venne presentato nel 1929 da Carlo Semenza per conto della Siv, controllata Sade. Sistema idrografico. Come funziona l'energia idroelettrica? Come Funziona una Centrale Idroelettrica. Energia rinnovabile. Centrale idroelettrica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Centrale idroelettrica

Una centrale idroelettrica è un insieme di opere di ingegneria idraulica posizionate in una certa successione, accoppiate ad una serie di macchinari idonei allo scopo di ottenere la produzione di energia elettrica da masse di acqua in movimento. L'energia prodotta dalle centrali idroelettriche è da classificarsi a tutti gli effetti come energia rinnovabile in quanto, almeno in teoria, l'acqua può essere riutilizzata infinite volte per lo stesso scopo senza subire un processo di depurazione.

Il concetto di rinnovabilità è subordinato alla costanza del volume annuo degli afflussi integrali. Classificazione in base al tipo[modifica | modifica wikitesto] Le centrali si classificano in base a diverse tipologie di impianto: Centrali ad acqua fluente[modifica | modifica wikitesto] Centrali a bacino[modifica | modifica wikitesto] Diga ad arco utilizzata per produrre corrente elettrica. Come nasce una centrale idroelettrica. Centrale idroelettrica.