background preloader

Energia geotermica 3h

Facebook Twitter

Definizione dell' energia geotermica - enciclopedia. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Definizione dell' energia geotermica - enciclopedia

L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore e può essere considerata una forma di energia alternativa e rinnovabile, se valutata in tempi brevi[1]. Si basa sui principi della geotermia ovvero sullo sfruttamento del calore naturale della Terra (gradiente geotermico) dovuto all'energia termica rilasciata dai processi di decadimento nucleare naturale degli elementi radioattivi quali l'uranio, il torio e il potassio, contenuti naturalmente all'interno della Terra (nucleo, mantello e crosta terrestre).

La prima utilizzazione dell'energia geotermica ,per la produzione di energia elettrica, avvenne il 4 luglio 1904 in Italia per merito del principe Piero Ginori Conti che sperimentò il primo generatore geotermico a Larderello in Toscana preludio delle vere e proprie centrali geotermiche[2]. Possibile e sfruttata anche la cogenerazione. Principio geotermico[modifica | modifica wikitesto] Energia geotermica presentazione - "risorsa" La geotermia è la scienza che studia l’insieme dei fenomeni naturali coinvolti nella produzione e nel trasferimento in superficie di calore accumulato nella crosta terrestre, in profondità.

Energia geotermica presentazione - "risorsa"

L’accumulo di calore nel sottosuolo più profondo è dovuto al calore del mantello terrestre che raggiunge la crosta terrestre attraverso il magma e le acque profonde (che sono anche causa di fenomeni come le eruzioni vulcaniche, le sorgenti termali, i geyser o le fumarole) ; l’accumulo di calore in superficie è principalmente dovuto al Sole. Questo calore “naturale” può essere sfruttato per generare “energia geotermica”. Il calore della terra è fonte di energia rinnovabile inesauribile ed ecologica. I rifornimenti della terra potrebbero coprire il fabbisogno del mondo per 100.000 anni. Per sfruttare il calore della terra è importante individuare le zone dove esso è più concentrato (e economicamente utilizzabile): il serbatoio o “campo” geotermico.

Origine e seconda definizione dell'energia geotermica. Mary H.

Origine e seconda definizione dell'energia geotermica

Dickson and Mario Fanelli Istituto di Geoscienze e Georisorse, CNR , Pisa, Italy Preparato nel Febbraio 2004 Il calore è una forma di energia e, in senso stretto, l’energia geotermica è il calore contenuto nell’interno della Terra. Esso è all’origine di molti fenomeni geologici di scala planetaria. Breve storia della geotermia I vulcani, le sorgenti termali, le fumarole ed altri fenomeni superficiali di questo genere hanno certamente fatto immaginare ai nostri progenitori che alcune parti dell’interno della Terra sono calde. Le prime misure con termometri sono state fatte probabilmente nel 1740 da De Gensanne in una miniera vicino Belfort in Francia (Buffon, 1778).

Per dare un’idea della grandezza dei fenomeni di cui si parla, si può fare riferimento al bilancio termico di Stacey e Loper (1988), nel quale il flusso di calore totale dalla superficie terrestre è valutato 42 x 1012 W (conduzione, convezione e radiazione). Figura 1 Figura 2 “Lagone coperto” a Larderello. Figura 3 Figura 4. Come viene utilizzata e attraverso quali elementi. Energia geotermica, un'altra fonte rinnovabile, che dal centro della Terra ci permette di portare energia nelle nostre case in modo sostenibile.

Come viene utilizzata e attraverso quali elementi

Ecco come fare. Tra le tante forme di energia rinnovabile che possiamo sfruttare dal pianeta Terra, abbiamo l'energia geotermica cioè quell'energia che può essere estratta dal sottosuolo sotto forma di calore. In edilizia questa energia ricavata dal sottosuolo viene scambiata con il terreno e può essere utilizzata sia nella climatizzazione che nel riscaldamento dei locali all'interno delle nostre abitazioni.

Geotermia in Italia. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Geotermia in Italia

Le caratteristiche torri di raffreddamento del vapore a Larderello e le condotte che trasportano il vapore (1961) La Geotermia in Italia ha una lunga storia di sfruttamento del calore naturale terrestre, a causa dell'elevato gradiente geotermico, che caratterizza parte della penisola, in diversi luoghi la presenza di sorgenti naturali ad acqua calda è stata ed è sfruttata dall'uomo e diverse province della penisola sono potenzialmente sfruttabili in maggior misura rispetto al loro attuale utilizzo[1].

L'area di Larderello, in Toscana vicino Pisa, è la regione dove è avvenuta la più antica utilizzazione al mondo, da parte dell'uomo dell'energia geotermica che ha sfruttato le sorgenti naturali almeno dal tempo degli etruschi. Sempre nella medesima area è avvenuta la prima trasformazione di energia geotermica in energia elettrica, trasformazione che avviene tuttora, per quanto la sua produzione copre una frazione della richiesta energetica nazionale. Vantaggi e svantaggi principali. L’energia geotermica è una fonte rinnovabile che nell’ultimo periodo è stata sempre più considerata ed utilizzata all’interno dello scenario energetico nazionale ed internazionale.

Vantaggi e svantaggi principali

Questa innovativa ed efficace energia, infatti, appare come pulita e conveniente, rappresentando per molti una risorsa davvero “green” in grado di produrre grandi benefici sia a livello ambientale che economico. Alla luce di ciò sono sempre più gli studi e le analisi condotte da esperti e tecnici del settore per scoprire la presenza di grandi bacini di energia geotermica reperibili nel territorio per considerarne, poi, il loro effettivo e potenziale sfruttamento. Ma quali sono i concreti vantaggi relativi all’utilizzo dell’energia geotermica? Quali, invece, possibili ed eventuali svantaggi? Proviamo ad esaminare insieme qualche aspetto legato al mondo dell’energia geotermica. I vantaggi...

Che cos'è , da chi fu creata e come funziona l'energia geotermica? L'energia geotermica. Raccolta informazioni.