background preloader

Come creare un archivio condiviso di materiali didattici ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD

Come creare un archivio condiviso di materiali didattici ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD
In un tweet: Costruire un luogo virtuale (sito/cloud) dove catalogare il materiale e le attività svolte in classe utile a tutti i docenti della scuola. Autore: Annamaria Bove – Docente di Lettere e Animatrice Digitale Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo, Nocera inferiore (SA) Destinatari: Docenti Tipologia di scuola a cui è diretto: tutte le scuole di ogni ordine e grado Introduzione Descrizione Questo schoolkit è utile per imparare a costruire un luogo fisico/virtuale (sito/cloud) dove catalogare il materiale che può essere fruito da tutti i docenti della scuola. Raramente in una scuola esiste un centro di raccolta, un repository (archivio), dei materiali utilizzati per le attività svolte in classe, delle buone pratiche e ancora più raramente viene applicato il concetto di “condivisione”. Come procedere 1Scegli gli elementi da condividere Pianificare la scelta è importante per realizzare una migliore catalogazione delle diverse risorse. 3Descrivi i contenuti Materiali utili

http://schoolkit.istruzione.it/schoolkit/creare-un-archivio-condiviso-materiali-didattici/

Related:  grazialocascioradaellisilvanaIPAD, TABLET e DidatticagiuseppecastelleseANIMATORE DIGITALE

Dinner Time, controllo parentale remoto per tablet e smartphone android "E' ora di cena!" Chissà quante volte avete urlato quesa frase per far arrivare i vostri figli a tavola, non ricevendo la minima risposta in quanto totalmente estraniati dal mondo reale, così tanto assorbiti da quello virtuale di smartphone e tablet. Ebbene, se avete dispositivi di questo tipo con su montato android, allora forse vi consiglio di provare Dinner Time, un'applicazione che svolge la funzione di controllo parentale remoto in maniera eccellente e non...invasiva!. Nel senso che permette ai genitori di bloccare e sbloccare tablet/smartphone Android dei loro figli, senza controlli intrusivi, ma completamente a distanza e con impostazioni prescelte.

Pillole 2.0 – Atavist – Seneta.it “Make a story, design it your way, share it.” – “Crea la tua storia, progettala con il tuo stile e condividila.”Atavist è un servizio di Web Publishing, ovvero una piattaforma per la pubblicazione di contenuti multimediali sul web. Può essere considerato come un servizio per la “scrittura digitale” (o Digital storytelling) che accorpa le potenzialità della grafica, interattività e multimedialità. Non a caso Atavist deve la sua fortuna alle seguenti caratteristiche: Approcci didattici per classi eterogenee Le classi, intese come gruppo di alunni, possono essere eterogenee per etnia, stato sociale, capacità cognitive o strategie di apprendimento. E’, quindi, indispensabile utilizzare delle strategie didattiche che consentano a tutti di raggiungere gli obiettivi minimi e, ove possibile, far risaltare le eccellenze. Nel processo educativo didattico, quindi nella crescita sociale/educativa e culturale degli alunni, intervengono più insegnanti che si confrontano per stabilire strategie e comportamenti atti a facilitare sia l’acquisizione di competenze che di comportamenti sociali positivi. Il processo educativo/didattico deve intendersi come inclusivo, non solo in vista di alunni disabili, ma nell’ottica delle differenze e poliedricità di ogni alunno. Il docente inclusivo osserva ogni singolo alunno e stabilisce, in team, le strategie didattiche migliori per far emergere capacità, eccellenze, sostenere e valorizzare ogni singolo alunno.

Il Reportage Giornalistico a scuola Il reportage deve rispettare i seguenti punti: 1) Deve essere realizzato in gruppo (4 persone) e pubblicato su questo sito previa registrazione (www.tackk.com) 2) Deve recare un titolo con sopratitolo e sottotitolo relativo all'argomento scelto (vedi dopo). 3) Deve recare un testo di almeno 1200 e massimo 1500 battute (spazi compresi) 4) Deve recare una immagine significativa di copertina (prima del testo, vedi dopo) 5) Deve recare una documentazione fotografica di almeno 5 scatti (esclusa immagine di copertina) non rielaborati/modificati.

Diventare insegnanti con nuove classi di concorso. Controlla titolo di accesso ai percorsi abilitanti per la scuola secondaria – Orizzonte Scuola Pubblicato il GU il regolamento sulle nuove classi di concorso. Ecco le istruzioni per controllare il proprio titolo di accesso ai percorsi di abilitazione per la scuola secondaria 1. I titoli di accesso ai percorsi abilitanti per l'insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado sono definiti, per ciascuna classe di concorso, nelle Tabelle A e B del presente regolamento. 2. Il possesso dell'abilitazione o dell'idoneita' all'insegnamento in una delle classi di concorso di cui alle Tabelle A e D, allegate al decreto del Ministro della pubblica istruzione 30 gennaio 1998, costituisce titolo per la partecipazione ai concorsi per titoli ed esami relativi alle classi di concorso di cui alla Tabella A, allegata al presente regolamento.

Corso di autoformazione sulle competenze digitali Ho capito Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Leggi l'informativa La flipped classroom non è una moda! Il fatto che ultimamente se ne parli così tanto potrebbe indurre a pensare che si tratti solo di una delle stravaganti tendenze in ambito educativo che di tanto in tanto approdano qui da qualche paese straniero dove – peraltro – il sistema scolastico risulta profondamente diverso dal nostro come altrettanto diversa è la società e le persone che la compongono. Ebbene, questa volta non è così! E’ vero, la flipped classroom viene dall’America, dagli Stati Uniti per la precisione, e l’hanno “inventata” una decina di anni fa due insegnanti di chimica di un liceo del Colorado, Jonathan Bergmann e Aaron Sams.

Giornalino scolastico lez. 1 Eccoci pronti, dopo cinque anni a ripetere l’esperienza del giornalino scolastico… o meglio io ripeto, ma i miei alunni sono alla loro prima esperienza e sono veramente gasatissimi all’idea di pubblicare il loro primo giornale! Ovviamente, come in tutte le cose occorre un periodo di avvicinamento, di studio e riflessione per poi passare alla fase operativa! Queste lezioni vogliono essere una cronaca del nostro percorso. Per prima cosa ho cominciato proponendo loro la lettura di alcuni brani del libro “Esercizi di Stile su Cappucceto Rosso” di David Conati edito da Mela Music. Si tratta di un libro in cui vengono presentati i diversi generi letterari che si studiano a scuola attraverso un unico racconto, quello conosciutissimo da tutti i bambini: Cappuccetto Rosso. L’autore ci presenta lo stesso racconto riscritto ogni volta utilizzando il registro e le regole dei diversi generi letterari, come la poesia o l’articolo di giornale.

Didattica. ANSSAIF, i docenti non sono pronti ad insegnare ai nativi digitali – Orizzonte Scuola ANSSAIF – E’ questa una delle conclusioni raggiunte nel corso di un incontro di studio dei security managers di ANSSAIF e degli esperti di CESTUDIS, Centro Studi Difesa, al cui tavolo di lavoro hanno partecipato imprenditori e dirigenti di organizzazioni private e pubbliche. Da questo tavolo di lavoro è emersa una domanda “forte” di acquisire conoscenze, per essere alla pari e poter guidare le nuove generazioni dei nativi “digitali” (in particolare da parte della scuola e della famiglia), ma ciò che probabilmente non è ancora stato percepito è che la velocità di evoluzione della tecnologia è tale che non ci si può fermare alle nozioni apprese, ma l’aggiornamento deve essere continuo. Dobbiamo renderci conto che viviamo in un mondo saturo di informazioni e dobbiamo imparare a conviverci: anche i giovani vanno preparati in tal senso. Si deve spiegare loro come orientarsi, dove trovare fonti valide d’informazione, come utilizzarle ed interpretarle.

Didattica digitale vs. didattica digitalizzata — Il digitale a scuola Didattica digitale vs. didattica digitalizzata C’è un articolo sul web che sta facendo parlare di sé, a proposito di didattica e tecnologie. Il titolo originale è “Digital vs Digitized Learning”, che in italiano si potrebbe rendere come “apprendimento digitale e digitalizzato”. Qual è la differenza tra questi due approcci didattici? La Rivista – BRICKS I numeri della rivista 2016 | DicembreTema del numero: Animatori Digitali PDF | eBook 2016 | Settembre: Tema del numero: Educare alla sicurezza informatica PDF | eBook2016 | Giugno: Tema del numero: Didattica delle competenze con le TIC PDF | eBook 2016 | Marzo: Tema del numero: Didattica nelle Aule 3.0 PDF | eBook

Related: