background preloader

AulaBlog

AulaBlog

http://gianfrancomarini.blogspot.com/

Related:  taddiegoradaellisilvanaITC e didatticavalutare

Next Learning, il meglio della riflessione didattica online – Next Learning Per promuovere il cambiamento secondo i principi della swarm intelligence In occasione del Festival della Didattica Digitale che si terrà a Lucca dal 20 al 25 febbraio, organizzato dalla Fondazione UIBI in collaborazione con la cassa di Risparmio, verrà presentato Next Learning, un luogo per riflettere insieme sulla didattica digitale e non realizzato da un gruppo di insegnanti, che si rivolge ad insegnanti e non ed è aperto al contributo di tutti coloro che che riconoscono la centralità della scuola e della formazione nel promuovere una innovazione inclusiva, una cittadinanza attiva e matura, un nuovo patto sociale, un nuovo umanesimo che superi il dualismo tra le due culture (Piero Dominici docet) Intelligenza dello sciame – Swarm IntelligenceCambiamento è un’altra parola chiave che ha guidato l’iniziativa di Next Learning. Perché le cose non cambiano?

Come creare un archivio condiviso di materiali didattici ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD In un tweet: Costruire un luogo virtuale (sito/cloud) dove catalogare il materiale e le attività svolte in classe utile a tutti i docenti della scuola. Autore: Annamaria Bove – Docente di Lettere e Animatrice Digitale Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo, Nocera inferiore (SA) Destinatari: Docenti Tipologia di scuola a cui è diretto: tutte le scuole di ogni ordine e grado Introduzione Descrizione

Strumenti tecnologici nella didattica STRUMENTI TECNOLOGICIA SERVIZIO DELL'APPRENDIMENTOa cura di Laura Cimetta Altri esempi da Maestro Roberto W.Shakespeare by Laghigna Video Tutorial A.Laghigna Esempio G.Corsaro Esami 3 media I migliori siti italiani che parlano d'innovazione didatticaProf Digitale Penso sia finalmente giunto il momento di mettere insieme in una lista, che spero mi aiuterete ad ampliare ed a tenere aggiornata con le vostre preziose segnalazioni, i migliori siti italiani che parlano d’innovazione didattica, di scuola 2.0, di rivoluzione digitale all’interno delle classi. L’articolo su quelli internazionali ha avuto un discreto successo, ma è ora di cominciare a guardare dentro i nostri confini, perché ci sono risorse meravigliose che aspettano solamente di essere scoperte e condivise. Nell’elenco troverete anche siti che non parlano esclusivamente di scuola, ma anche d’innovazione tout court, perché personalmente ritengo che aprirsi all’esterno, e non essere troppo autoreferenziali, sia un’ottimo modo per andare avanti nel nostro percorso professionale. Rinnovo il mio consiglio: salvate questi siti tra i preferiti o, meglio, sul vostro RSS reader, in modo da consultarli più o meno regolarmente, perché riescono a pubblicare anche diversi articoli al giorno.

Corso di autoformazione sulle competenze digitali Ho capito Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la tua navigazione. Leggi l'informativa Cookie Consent plugin for the EU cookie law Jump to navigation eTwinning Italia Didattica online, i migliori tools a disposizione dei docenti Tentare di innovare e rendere più efficace la didattica tradizionale non è certamente compito facile, eTwinning prova a farlo mettendo a disposizione una piattaforma sociale su cui poter lavorare e condividere materiale, tuttavia è naturale considerare come principale attore di questa sorta di “rivoluzione” del fare scuola è e deve essere soprattutto il docente. Ciò avviene attraverso un cambiamento di approccio, tecniche di insegnamento, ambiente, contesto ma anche, semplicemente, attraverso l’utilizzo di nuovi strumenti a supporto dell’insegnamento. Stiamo parlando dei tools didattici online che, in versione gratuita, possono fornire un importante supporto all’attività quotidiana degli insegnanti, ed in particolare agli eTwinners. Si tratta in sostanza di utilizzare e sfruttare le potenzialità offerte dalle TIC ai fini di ottimizzare e rendere più interattiva e coinvolgente la lezione. Animoto

Formazione ds PNSD e dirigenti scolastici:alcuni pensieri Sintesi dell'intevento di oggi:il PNSD dalla parte del DS Il sapore dell'inclusione:comunicare a tutti E&S© - Software@edscuola.com - Software Didattico LIBROLINK - La Bancarella delle Parole (8-12 anni) Si presenta come una guida alla scoperta degli aspetti fondamentali dell'apprendimento della lingua italiana. LIBROLINK, il gestore della Bancarella, accompagna il navigatore alla scoperta e alla conquista di abilità come SAPER ASCOLTARE, SAPER PARLARE, SAPER LEGGERE, COMUNICARE, COMPORRE, CONOSCERE L'ORTOGRAFIA, LA MORFOLOGIA, LA SINTASSI in modo stimolante e piacevole.

Didattica digitale vs. didattica digitalizzata — Il digitale a scuola Didattica digitale vs. didattica digitalizzata C’è un articolo sul web che sta facendo parlare di sé, a proposito di didattica e tecnologie. Il titolo originale è “Digital vs Digitized Learning”, che in italiano si potrebbe rendere come “apprendimento digitale e digitalizzato”. Qual è la differenza tra questi due approcci didattici? L’infografica a supporto risulta abbastanza chiara: Anche in questo caso, una traduzione adattata alla realtà italiana potrebbe essere la seguente: FET - Orario Scolastico FET è un software che affronta e risolve in modo efficace il problema complesso della creazione di un orario scolastico, calendario di attività che coinvolgono classi (e sottogruppi di classi) suddivise in anni di corso, insegnanti, aule (palestre, laboratori ecc.) e materie. Come ben sanno gli estensori dell'orario nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle universita', si tratta di un compito difficile per la quantità di desiderata, vincoli e preferenze che caratterizzano la sua migliore realizzazione. Il lavoro di Liviu Lalescu è particolarmente meritevole per tre motivi: 1) Il software funziona e fa quello che promette in ottimi tempi. Si adatta bene a tutti (o quasi) gli istituti scolastici italiani e, tipicamente, produce un orario (sempre diverso ogni volta che lo si lancia) in meno di due minuti.

L’Aula del XXI Secolo come Ambiente di Apprendimento La “Scuola” intesa come Spazio Fisico Nel dibattito sulla riforma della scuola viene spesso sottovalutata l’importanza della scuola intesa come “Habitat“, spazio fisico e architettonico in cui ha luogo il processo di insegnamento e apprendimento. L’idea che gli ambienti in cui si svolge l’attività educativa siano come lo Spazio newtoniano “vuoti contenitori” caratterizzati da uniformità e universale omologazione, ha radici antiche nella scuola italiana. Negli altri paesi monitorati dall’OECD, esistono architetti specializzati nello School Design, che lavorano insieme ai rappresentanti di docenti e studenti per creare gli spazi educativi. Ma è davvero irrilevante lo spazio nel quale si svolge la didattica? Può migliorare l’apprendimento scolastico in edifici cadenti e fuori norma? L’ambiente didattico deve essere solo uno scatolone vuoto?

Tecnologie nella didattica Tecnologie nella didatticaa cura di Stella Perrone Utilizzo consapevole della RETE ARTICOLO:Maleducazione digitale WEB 2.0 a scuolaa cura di E. Plickers! – emedialab Credo che tutti noi ci siamo appassionati di fronte ad un Kahoot ben costruito: vedere le domande, dare la propria risposta, aspettare con curiosità prima di scoprire la risposta corretta e poi di vedere la leaderboard, cercando di raggiungere il primo posto! Molti di noi l’hanno anche sperimentata con grande successo (non solo di gradimento, ma anche di risultato) in classe con i propri alunni, con il gradito “effetto collaterale” di avere già la correzione dei test senza passare ore sui compiti. Ma chi non ha una classe 2.0 o non può contare sul BYOD deve per forza rinunciare? La soluzione c’è: è Plickers. Le carte sono liberamente scaricabili dal sito nella versione fino a 40 o fino a 63 studenti, oppure si possono comprare per pochi euro su amazon.

Related: