background preloader

Flipnet, la classe capovolta

Flipnet, la classe capovolta

http://flipnet.it/

Related:  IPAD, TABLET e DidatticaDIDATTICA 2.0scuolaflipped classroomFlipped

Né aule né libri, ecco le nuove scuole L'onda silenziosa della classe capovolta Libri addio, a ogni alunno il suo testo De Mauro: "E' ora di sbaraccare il vecchio" La rivoluzione in cinque parole chiave Un movimento partito dal confronto in Rete Si celebrerà da lunedì 5 ottobre la Settimana Europea della Dislessia, iniziativa pensata per aumentare la consapevolezza su questo disturbo specifico dell’apprendimento attraverso incontri ed eventi volti a dissipare la confusione che ancora riguarda questo problema. Non è un problema legato all’intelligenza La dislessia non è un problema di intelligenza: i bambini che ne soffrono non sono quindi più stupidi o più pigri dei loro coetanei. La dislessia, infatti, ostacola la capacità di lettura ed è legata alla difficoltà di individuare le lettere, le sillabe e le parole, anche in assenza di deficit intellettivi o sensoriali. La dislessia, che spesso provoca anche problemi di scrittura, e non è raro si accompagni ad altri disordini, come i disturbi dell’attenzione o la discalculia di cui soffre un dislessico su quattro.

LIM E MATEMATICA: raccolta giochi Le carte da gioco sono un materiale facile da trovare e da utilizzare, quindi perchè non sfruttarle anche per imparare matematica? 1) Alcuni anni fa (a.s.2009-10) le ho utilizzate in classe, stimolata dalla lettura di “Alice nel Paese delle Meraviglie”: abbiamo giocato al “Solitario” e a “LA REGINA ROSSA”, una nostra versione di “Peppa tencia”o “Pedru Nigro”, vedi QUI (postato su Alicemate in classe 3^). Quest’anno sono in classe prima (a.s.2012-13) e non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di utilizzare il bel mazzo di carte giganti per imparare a contare.

Flipped Classroom: tre strumenti per creare lezioni capovolte Si parla sempre con maggior insistenza di Flipped Classroom, metodologia in cui viene capovolto il normale schema di lavoro in classe che non vede più al centro l'insegnante e la lezione frontale, ma sono gli alunni a costruire collaborativamente i loro percorsi di apprendimento, lavorando su materiali didattici selezionati dal docente-facilitatore. Le tecnologie consentono di utlizzare piattaforme digitali per la gestione della flipped classroom e per creare lezioni capovolte. Ve ne segnalo tre. Flipping the classroom – Giovanni Bonaiuti Da qualche tempo, in rete, si parla con insistenza di “flipped classroom model”. Il nome è intrigante ed ho pensato valesse la pena provare a capire meglio… Si tratta di una modalità di insegnamento (supportata da tecnologie) in cui si invertono i tempi e i modi di lavoro. Non è tanto la classe ad essere “capovolta” quanto il normale schema di lavoro in classe. Tipicamente, infatti, si ha un primo momento in cui l’insegnante spiega (fa “lezione”) seguito da un secondo momento in cui agli studenti sono assegnati problemi da risolvere tipicamente da svolgere a casa (i “compiti a casa”). Modello tradizionale Modello “flipped classroom”

La formazione online e blended per la diffusione di pratiche innovative “capovolte” – BRICKS scarica la versione PDF del lavoro Negli ultimi anni sono state condivise numerose esperienze di docenti che per necessità o per voglia di sperimentare nuovi approcci didattici hanno reimpostato il loro modo di insegnare lasciando fuori dal quotidiano contenuti esclusivamente teorici a favore di pratiche esperienziali che mirassero allo sviluppo di competenze in contesti reali. Il confronto in rete su forum e gruppi tematici ha fatto nascere collaborazioni anche tra docenti di discipline ed ordini di scuola differenti con lo scopo di disseminare buone pratiche che potessero essere utili anche ad altri professionisti della didattica. Questo è stato uno dei motivi che ha fatto riunire nell’ associazione Flipnet molti dei docenti che già da quasi un quinquennio applicano la didattica capovolta sperimentando pratiche inclusive in senso lato.

Crea un cruciverba on-line (costruisce un file PDF) Livello di difficoltà selezionato Per favore rivedi le varie opzioni e poi clicca sul tasto per creare il tuo cruciverba! Seleziona la difficoltà del tuo cruciverba. Dopo aver selezionato la difficoltà, sarai in grado di esaminare tutte le opzioni! Cambia la tua impostazione attuale di difficoltà. Se cambi l'impostazione di difficoltà, le opzioni cambieranno sotto al livello selezionato. Questo vale per qualsiasi cambiamento delle impostazioni tu abbia fatto.

La Mente Artificiale La Conoscenza di Piero Scaruffi Altri capitoli del libro | Pagina di scienza cognitiva | Bibliografia ragionata Raccolta di risorse per la classe capovolta (e non solo) Ho trovato online questa raccolta di risorse 3.0 per la Classe Capovolta e credo possa essere molto utile a prescindere dall'adozione di questa specifica metodologia didattica. Si tratta nello specifico di strumenti per collaborare online e trovate, subito dopo il loro nome, il link, la descrizione, eventuali esempi di utilizzo, guide e tutorial con autore. Le varie risorse sono archiviate in relazione alle seguenti categorie: Creazione di siti web, Piattaforme eLearning, Archiviazione e condivisione di materiale, Archiviazione digitale di link, Presentazioni / Storytelling / Scrittura creativa, Cattura schermo / Video / Tutorial / Videoediting, Linee del tempo, Webquest, Infografiche/Grafici, Pubblicazione di Podcast, Creazione di eBook, Questionari e sondaggi, Creazione di fumetti, Gamification, Avatar e modelli 2D e 3D, fotoritocco, Varie, Mappe mentali e concettuali, Ricerca veloce sito (Codice QRcode), Coding / Programmazione, Apprendimento collaborativo, Libri ed eBook utili.

Chimica1Fermi Venire a scuola senza avere letto questi capitoli crea delle difficoltà nella risoluzione dei lavori di gruppo. Al contrario una lettura personale, anche non approfondita, facilita lo svolgimento di ogni attività in classe. Copiare i pdf del libro anche sullo smartphone (per il download del libro in pdf è possibile trovare molto facilmente anche copie pirata scaricate sugli smartphone degli studenti del Fermi).

Related:  didattica capovoltaFlipped Learning