background preloader

Il futuro della scuola

Il futuro della scuola
Related:  mfesteggianteingbonomoDidattica Multimediale

Tecnologie Educative e regia Didattica Tecnologie Educative e Regia Didattica Do It YourselfTecnologie dell'Apprendimento e della Conoscenza Lezioni realizzatedal docente NietzscheIntroduzione al pensiero Lezioni realizzatedagli studenti La Rivoluzione Astronomica Il pessimismo di Schopenhauer Sviluppo industrialein Italia Lezioni di filosofia moderna Strumenti per realizzare video lezioni Lezioni degli StudentiRegistrate Video delle Lezionitenute in aula Cartesioil problema del Metodo Cartesioil Dubbio e il Cogito CartesioMorale e Passioni dell'anima Presentazioni degli studentirealizzate per condurre la lezione Cartesiobiografia e metodo Cartesiodio garante verità Cartesiomorale e passioni Utilizzare i video On Line Raccolte diGianfranco Marini raccolte realizzatedagli studenti Video LezioniFilosofia Platonica PearltreesLezioni di filosofia Creare e gestire discussionia partire dai video Creare Video Quizzese video lezioni EdPuzzleVideoturial italianoJessica Redeghieri EducanonVideotutorial italianoAngela Maria Sugliano Verifica Formativae Sommativa

Educational Technology and Mobile Learning: The Best Augmented Reality Apps for Teachers May , 2014 Augmented reality is a new technology with some promising potential for education. The basic premise behind augmented reality is the extension of the physical world to include components of the digitally virtual world. According to Drew Minock, Co-Author of Two Guys and Some iPads , augmented reality is : ability to bring the digital world into our physical world. There are actually several iPad apps that teachers can use to improve students learning through the concept augmented reality. 1- Aurasma Aurasma is an augmented reality app that’s changing the way millions of people see and interact with the world. Aurasma allows you to: Aurasma for iPadAurasma for Android Watch this video to learn more how to use Aurasma 2- Layar Scan print materials enhanced with Layar to view rich digital experiences right on top! Some of the features Layar provides to users: See magazines come alive with videos right on the page!

In classe col telefonino: a Caserta un liceo sperimenta il BYOD C’è chi non vuole che i ragazzi adoperino il telefono e il personal computer in classe e c’è chi, come al liceo “Manzoni” di Caserta, ha deciso di risolvere il problema della banda larga e della carenza di strumenti, portando in classe il telefonino e creando un “server di classe” grazie a “Pirate Box”. I ragazzi di questa scuola sono arrivati prima del piano nazionale digitale a realizzare il Byod ovvero bring your own device. Che, tradotto, significa: porta il tuo dispositivo. Al liceo “Manzoni” la sperimentazione è già partita: “Non eravamo riusciti – raccontano gli studenti – ad aderire al progetto Garx che portava la banda ultra-larga nelle scuole e ci siamo chiesti come fare a superare questo problema”. “Per avere i tablet in classe fruibili da tutti – spiegano gli studenti del Manzoni – con wi-fi sono necessari infrastrutture e 100 Mbs simmetrici per poter collegare anche 800 device contemporaneamente.

Next di Repubblica.it A Pescara il mondo dell'innovazione abruzzese nell'anteprima di RepIdee. Dalla ricerca ai droni, le storie degli startupper di G. CEDRONEStartup e rinascita di borghi dimenticati di R. LUNA Dal food ai droni, la regione si scopre sempre più tech di GIAMPAOLO COLLETTILe storie di innovazione degli abruzzesi in giro per il mondo di G. Nella città la prima emittente comunitaria d'Europa. A RNext Pescara Paolo Gorla, ricercatore dell'Istituto di Fisica Nucleare di G. Il progetto Helios si aggiudica lo startup contest del web show condotto da Riccardo Luna di GIOVANNI CEDRONELa fabbrica dell'innovazione di R. L'idea - Businnes plan - FOTO - VIDEO Da Bluewago, piattaforma per le vacanze in barca, a Sceglieresalute.it, per trovare medici e ospedali con un click di GIAMPAOLO COLLETTI Sarà il web, con le condivisioni social degli articoli, a decidere chi mandare alla finalissima dell'8 luglio di G. Il vicepresidente Google ospite nella 10a puntata di Innovation Game Serve un pezzo di ricambio?

MinecraftEDU, la guida pratica per usarlo a scuola L’istituto comprensivo di Tolfa in provincia di Roma è un ottimo esempio di integrazione e sviluppo di progetti innovativi didattici con l’obiettivo di favorire un uso consapevole delle tecnologie digitali. L’utilizzo della tecnologia e la realizzazione di laboratori sperimentali, gli alunni sono più coinvolti e non si distraggono facilmente. Si costruisce qualcosa di nuovo e diverso da bambino a bambino. Alla fine dello scorso anno scolastico, d’accordo con le maestre di questa scuola, abbiamo sperimentato l’utilizzo del videogioco Minecraft nella didattica (di cui era stato parlato qui). Come nasce MinecraftEdu? Il primo ad introdurre Minecraft nella didattica è stato Joel Levin, professore di scienze informatiche a New York, che grazie ai risultati raggiunti in classe, ha deciso di fondare la società TeacherGaming LCC e lanciare MinecraftEdu, la versione ufficiale dell’omonimo videogame per insegnanti e studenti. Il ruolo dei docenti I vantaggi La traduzione della guida inglese

Percorsi per competenze in 4 ebook scaricabili gratis da Loescher Segnalo la possibilità di scaricare gratuitamente 4 ebook dedicati a percorsi per competenze, messi a disposizione da Loescher editore. All'interno troverete da un lato gli indispensabili riferimenti teorici, dall'altro spunti didattici concreti che possono realmente orientare il docente nell'attività in classe. Gli ebook sono suddivisi nelle quatto categorie: Asse dei linguaggi (parlo, leggo scrivo) Asse storico-sociale (quando, dove, perchè) Asse matematico (analizzo, interpreto, risolvo) Asse scientifico-tecnologico (osservo, ipotizzo, comprendo) Autore dei 4 ebook è Federico Batini. Per scaricare il materiale cliccate qui ed andate a fondo pagina. Fonte: LIM e dintorni

Religione e superstizione: un punto di vista non umano Ha fatto di recente il giro dei social media la notizia di uno strano comportamento degli scimpanzé, mai osservato prima e che, secondo alcuni, potrebbe spiegare la nascita della religione negli esseri umani. Ma è proprio cosi? La strana scoperta è stata opera di un team di 80 ricercatori dell’Istituto di antropologia evoluzionistica del Max Plank di Lipsia, in Germania, nell’ambito di un progetto sulla cultura degli scimpanzé. La storia è questa, raccontata nel blog della ricercatrice Laura Kehoe: mentre il gruppo si addentrava nell’intricata e poco esplorata foresta della Guinea Bissau, la guida locale ha puntato ai ricercatori dei segni lasciati su un albero, attribuendone le cause agli scimpanzé. Una fototrappola fu quindi posta sul luogo per due settimane, producendo risultati inaspettati. È la prima volta che si osserva un comportamento simile, e sinora due possibili spiegazioni sono state fornite dai ricercatori.

Read & Write, sintesi vocale gratuita per Google Docs | Fra la via Emilia e il Web (2.0) I Documenti di Google e in generale tutti gli strumenti di produttività di Drive possono essere potenziati grazie ad alcune estensioni o componenti aggiuntivi che permettono di aggiungere delle funzioni che nativamente non sono supportate. Nonostante il numero crescente di estensioni si è sempre sentita la mancanza di una sintesi vocale gratuita anche in italiano. Read & Write di TextHelp da tempo offre questa funzionalità nel browser Chrome, ma con un solo mese di prova gratuita e con il pagamento in seguito di un abbonamento piuttosto oneroso. Ultimamente però dopo alcuni aggiornamenti TextHelp ha deciso di creare due versioni, una base gratuita ed una premium, lasciando la possibilità di continuare ad utilizzare la funzione read aloud anche nella versione base. Per installare l’estensione bisogna cliccare usando Google Chrome su questo link o cercare nel Chrome Store l’applicazione, quindi scegliere aggiungi a chrome. Ricapitolando quindi la versione gratuita di Read & Write:

animatoredigitale.wordpress

Related: