background preloader

Dante On line

Dante On line
Related:  Didattica digitaleDante e la Divina Commedia

Digital Storytelling: Cos’è, come utilizzarlo nella didattica, con quali strumenti si realizza Il Digital Storytelling ovvero la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web apps, webware) consiste nell’organizzare contenuti selezionati dal web in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.). Caratteristiche di questa tipologia comunicativa sono: # il fascino: derivante dal carattere fabulatorio che possiedono le storie, dato che si tratta, fondamentalmente, di racconti; # la ricchezza e varietà di stimoli e significati: derivanti dall’alta densità informativa e dall’amalgama di codici, formati, eventi, personaggi, informazioni, che interagiscono tra loro attraverso molteplici percorsi e diverse relazioni analogiche. # Si tratta quindi di una forma di narrazione particolarmente indicata per forme comunicative come quelle proprie del giornalismo, della politica, del marketing, dell’autobiografia e anche della didattica. 1. 2. 3. 4.1. 4.2.

Leggere Dante | Video ALIGHIERI DANTE - La Divina Commedia di Dante Alighieri: De Sanctis, Petrocchi, Sapegno, Botticelli, Dorè, Stradano ..... La Divina Commedia on line è completa, commentata e soprattutto innovativa. La consultazione di qualsiasi canto prevede la possibilità di cliccare sulla parola prescelta e consultare la nota collegata. E' stato studiato un metodo grazie al quale non è più necessario spostare l'occhio su e giù. Dante Alighieri scrisse La Divina Commedia perchè tutti la potessero leggere... grazie a Luigi Minnaja questo oggi è possibile con un semplice click del mouse! Per ogni canto inoltre è stata inserita la relativa rappresentazione scelta tra quelle realizzate da Botticelli, Dorè, Zuccari, Signorelli, Cimabue, Delacroix, Jager e Blacke. La Divina Commedia consta di più di quattordicimila (esattamente 14.223) endecasillabi, distribuiti in cento canti di oscillante ampiezza (da un minimo di 115 a un massimo di 160 versi), raggruppati in tre cantiche quantitativamente prossime: -l'Inferno composto di 34 canti (il primo è introduttivo all'intero poema), in totale 4720 versi; L'opera. MediaSoft s.r.l.

Pourquoi il faut lire "La Divine Comédie" de Dante "La Divine Comédie" de Dante parle de chacun de nous. Un grand nombre de ses vers sont devenus des proverbes, des maximes morales, des sentences, auxquels nous avons recours pour donner plus de force à nos jugements. Composée au début du XIVe siècle, la Commedia est l'œuvre de Dante la plus célèbre et l'un des plus importants témoignages de la civilisation médiévale. Connue et étudiée dans le monde entier, elle est tenue pour l'un des chefs-d'oeuvre de la littérature. Pendant trois ans, Carlo Ossola en a donné au Collège de France une Lectura Dantis, dans la grande tradition de la proclamation publique, commentée, des vers de Dante qui dure depuis plus de six-cents ans. Victor Hugo, qui connaissait la théorie de l’évolution, a imaginé Dante comme l’exemplaire humain qui conclut le parcours de l’évolution. Un entretien enregistré en avril 2015. Carlo Ossola est titulaire de la Chaire Littératures modernes de l'Europe néolatine.

CreaLibro: un programma per realizzare libri multimediali “Un libro per me” è un progetto di ricerca per l’innovazione tecnologica e didattica nell’uso di nuove tecnologie per l’integrazione scolastica approvato e finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del progetto “Nuove tecnologie e Disabilità”. Il progetto “Un libro per me” intende promuovere l’attività di lettura in bambini e ragazzi che, per deficit nell’area motoria, sensoriale o cognitiva, o per la presenza di un disturbo dell’apprendimento, come ad esempio la dislessia, siano impossibilitati o incontrino difficoltà nel fruire dei tradizionali libri cartacei. L'Istituto Comprensivo Borgoncini Duca di Roma ha partecipato al progetto, realizzando il software Crealibro. Crealibro è un programma aperto che permette di realizzare libri multimediali contenenti testi, immagini, suoni e filmati. In generale, l’insegnate troverà nel Crealibro un duttile strumento per la creazione e l’adattamento di materiali didattici. Scarica Crealibro qui.

leggereDante Verona: Voci Dantesche Licia Landi Drammatizzazione sperimentale realizzata dagli studenti del Liceo Ginnasio "S.Maffei", Verona Durante l’A.S. ‘06-‘07, ho elaborato il progetto “Voci dantesche” con l’intento di realizzare, in via sperimentale, un laboratorio di drammatizzazione della “Divina Commedia”, rivolto, soprattutto, a quegli studenti della mia classe I liceo D che avvertivano il desiderio di avvicinarsi al testo dantesco anche attraverso forme espressive non contemplate nelle lezioni mattutine. All’iniziativa hanno aderito undici studenti che, grazie alla piena comprensione del testo, già raggiunta mediante l’analisi mirata e approfondita in classe, sono riusciti, nei primi due incontri dedicati alla lettura collettiva, a interiorizzare e a memorizzare i passi appositamente selezionati per l’attività laboratoriale. “O Animal grazioso e benigno.” Quanti giorni passati davanti allo specchio a ripetere la parte, cercando di sfiorare il compassionevole candore di Francesca.

Dante Alighieri on the Web Famille Alighieri Un article de Wikipédia, l'encyclopédie libre. Blason des Alighieri (1er type): Parti d'or et de sable, à la fasce d'argent Blason des Alighieri (2e type): D'azur, au demi vol senestre d'or posé en pal Les Alighieri, sont une famille florentine de petite noblesse, devenue célèbre pour avoir donné naissance au poète Dante, auteur de la Divine Comédie. Histoire familiale[modifier | modifier le code] Les Alighieri, dont l'orthographe du nom connut des variantes, et qui avaient comme symbole un écu parti de gueule et d'azur à la fasce centrale d'argent, étaient une branche de la noble famille des Elisei. Son fils, Bellincione Alighieri (it), à partir duquel la famille prit le nom « degli Alighieri », établit sa résidence dans la paroisse de San Martino al Vescovo (it). Dante se maria avec Gemma Donati, dont il eut Jacopo (it), Pietro et Antonia. Bibliographie[modifier | modifier le code] Notes et références[modifier | modifier le code] Liens externes[modifier | modifier le code]

Risorse di didattica digitale | Liceo Scientifico Enrico Medi Esempio di tavola Symbaloo con Great classroom tools LiveBinders: content curation, start page, organizzazione segnalibri; Lino.it: condivisione note, immagini, etc. Qwiki: iPhone app che trasforma immagini e video in un video; Diigo: salva e tagga le tue risorse online / appunti e sottolineatura siti e pdf; Blabberize: trasforma una immagine in immagine parlante; Wordle: creazione word cloud; Lulu: self publishing; Kahoot: quizzes somministrati come in un gioco; ClassTools.Net: molti giochi, strumenti, applicazioni in stile arcade per la classe; Stixy: strumento per la collaborazione online, si tratta di un magazine online web based (da Tecnologie Educative di G. Evernote – Pocket (salva materiali che vuoi consultare più tardi) Delicious (organizza i link) Google Drive (estensione)

Gianfranco Contini Presentazione de Il Fiore Edizione di riferimento: Gianfranco Contini, Il Fiore, in "Enciclopedia Dantesca", II (1970), pp. 895-901 in "Enciclopedia Dantesca", II (1970) Poemetto da alcuni critici attribuito a Dante, mentre la paternità è da altri contrastata. Il codice, pergamenaceo, è attualmente legato di seguito a uno del Roman de la Rose. Il Fiore è una stringata parafrasi, in 232 sonetti, della porzione narrativa del Roman de la Rose, senza distinzione tra la parte di Guillaume de Lorris e la continuazione di Jean de Meung. Se si pensa che la parte di Guillaume de Lorris, (l'equivalente press'a poco dei primi 33 sonetti) è di oltre 4000 versi (octosyllabes, cioè novenari nostri, in distici), e che Jean de Meung ne aggiunge circa 18000, la riduzione operata dal Fiore appare abbastanza energica. Ma nel Fiore c'è di più. Dall'ipotesi alighieriana tuttavia il Castets si ritrae con cautela: dice, e vuol farsi perdonare di aver detto.

Related: