background preloader

Social bookmarking

Social bookmarking
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il social bookmarking è un servizio basato sul web, dove vengono resi disponibili elenchi di segnalibri (bookmark) creati dagli utenti. Questi elenchi sono liberamente consultabili e condivisibili con gli altri utenti appartenenti alla stessa comunità virtuale. Introduzione[modifica | modifica wikitesto] Cenni storici[modifica | modifica wikitesto] Il concetto di "condivisione in rete dei bookmark" è databile verso la metà del 1999, ma le prime proposte in questo senso furono di breve durata, travolte dalla crisi che investì il comparto dell'alta tecnologia dopo il 2001. Visione d'insieme[modifica | modifica wikitesto] In un sistema di social bookmarking gli utenti registrano un catalogo di risorse Internet ritenute, a vario titolo, utili e stimolanti. La categorizzazione delle risorse avviene per mezzo di "parole chiave" (tag) liberamente e informalmente scelte dall'utente (vedi Folksonomia). Aspetti positivi[modifica | modifica wikitesto]

http://it.wikipedia.org/wiki/Social_bookmarking

Related:  Social Bookmarkingsearch7alessiosolamappe concettuali

Social Bookmarking spiegato da Common Craft Explained by Common Craft Benvenuto a Social Bookmarking spiegato da Common Craft. Sono davvero troppe. Lo sapevi che ci sono oltre 15 miliardi di pagine web? Per operare al meglio, dobbiamo poter selezionare le pagine migliori e salvarle. Puoi scegliere. Puoi usare un bookmark o aggiungere il sito ai preferiti. I siti per scoprire se un lavoro è stato copiato Non c’è niente di peggio che trovare un proprio articolo copiato su qualche altro sito. Senza nemmeno una citazione. Il tempo della ricerca e l’impegno non sono una cosa da trascurare, e il plagio lo fa.

eduCanon, crea quiz collegati a video di YouTube Il mantra di molti esperti d’innovazione didattica è “sfruttate il potenziale dei video di YouTube“. Più facile a dirsi che a farsi, avranno pensato molti di voi. Oggi non è più così, grazie ad un sito che vi consiglio d’inserire subito tra i vostri preferiti: eduCanon. Cinque fasi fondamentali per far acquisire agli studenti le abilità relative al "critical thinking" red - I docenti e gli educatori, tra le varie funzioni da assolvere, hanno una priorità assoluta che consiste nel far sì che gli studenti, al termine del loro percorso scolastico, sviluppino il proprio pensiero critico. Il raggiungimento di tale abilità non è affatto immediato e, se superficialmente pianificato, può indurre delle reazioni sbagliate negli alunni, in quanto si può facilmente scambiare il pensiero critico nella possibilità di sostenere le proprie idee in maniera, nei casi estremi, arrogante e presuntuosa. L'educazione al pensiero critico richiede quindi una precisa programmazione, nonché la preparazione di attività mirate al suo sviluppo e che devono accompagnare lo studente nell'arco di tutto il proprio percorso scolastico. Sviluppare il pensiero critico degli studenti è fondamentale in quanto rappresenta il framework per affrontare tutte le discipline oggetto di studio e le diverse situazioni problematiche che a mano a mano incontreranno nei vari percorsi di vita.

Pearltrees 2.0 in profondità indeepness Certamente il cambiamento della piattaforma 1.0 alla versione 2.0 di Pearltrees a molti non è andata molto giù : la versione 1.0 si distingueva per il fatto che ogni collezione ed ogni collegamento ad essa era organizzata quasi come un albero ed i cerchi. A molti è dispiaciuto che tale piattaforma sia cambiata ,anche se, personalmente credo che sia Pearltrees 1.0 che la 2.0 avrebbero potuto felicemente convivere assieme. NB: per cancellare collezioni ed elementi nella collezione trascinate gli elementi nel cestino.

Programmi per creare mappe concettuali e mentali Se siete bravi a ripetere, anche a pappagallo, ma comunque riuscite e memorizzare frasi e discorsi molto lunghi potreste anche fare a meno di una mappa concettuale. Essa serve principalmente per aiutare coloro che non riescono a creare un discorso che fila liscio e senza intoppi, che non vada fuoritema e che sia in ordine cronologico. L'errore più diffuso quando si ripete all'orale è quello di giungere subito alla conclusione ma non perché il capitolo da ripetere fosse breve bensì perché ci si dimentica di eventi importanti oppure perché l'insegnante ha fatto qualche domanda inerente alla parte finale del testo studiato.

Le mappe di Rosi per la scuola media Le Mappe di Rosi è la denominazione di un'associazione che nasce a Riccione nel febbraio 2013 per volontà di alcuni genitori che da sempre si occupano di didattica personalizzata e di difficoltà scolastica. E' stato realizzato un sito internet nel quale è disponibile gratuitamente materiale didattico su storia, geografia, scienze, letteratura, geometria, lingue ed altro, con l'obiettivo finale di condividere con i lettori, attraverso un semplice download, anni di esperienza diretta nel settore. Articoli correlati

Salva.link: il modo più semplice per creare liste di siti web Se avete la necessità di creare liste di siti web preferiti vi consiglio di utilizzare Salva.link, un nuovo servizio tutto italiano. Registratevi gratuitamente e da quel momento disporrete di uno spazio gratuito nel cloud dove costruire i vostri bookmarks. Il funzionamento è semplicissimo: una volta che trovate un sito web di vostro interesse è sufficiente digitare davanti all'indirizzo URL salva.link/ e avrete salvato quel sito nel vostro elenco di preferiti (ad esempio salva.link/www.robertosconocchini.it). Ma la cosa più interessante è la possibilità di archiviare i vostri indirizzi web per categorie, cosa molto utile per ricercare facilmente un sito web tra tanti archiviati. Una volta create le liste potrete anche spostare successivamente i vostri bookmark da una lista all'altra, cliccando su modifica. Altro aspetto interessante di questo servizio è la possibilità di inserire note rapide ai vostri link, per ricordarvi dei motivi per cui li avete salvati.

Programmi per fare mappe concettuali Organizzare bene le idee è fondamentale per portare a termine un lavoro in maniera efficiente. Qui entrano in gioco i programmi per fare mappe concettuali e mappe mentali che permettono di generare facilmente dei grafici da consultare, modificare e trasferire istantaneamente su vari device. La scelta in questo campo è davvero ampia: ci sono soluzioni professionali per chi è abituato ad usare le mappe concettuali quotidianamente per fini lavorativi, applicazioni gratuite super-intuitive per gli utenti meno esperti e delle soluzioni online per fare tutto direttamente dal browser senza scaricare altri programmi sul PC. Da non sottovalutare, poi, il fattore mobile: ormai sono sempre di più i software per le mappe concettuali che consentono di visualizzare e modificare i propri documenti anche da smartphone e tablet tramite apposite app.

Mappe per la scuola secondaria di secondo grado in un blog Segnalo www.mappe-scolastiche.blogspot.it, un blog curato da Riccardo Brandi dedicato a mappe concettuali, schemi e videolezione per le materie della scuola secondaria di secondo grado. In questa pagina potete trovare le varie risorse presenti, archiviate per disciplina. Consiglio di visionare questo tutorial per scoprire come costruire una mappa concettuale. Articoli correlati

Related:  robiant