background preloader

Home ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD

Home ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD

http://schoolkit.istruzione.it/

Related:  CODINGgrazialocasciocinziaordinePNSDANIMATORE DIGITALE

Introduzione - ProgrammaIlFuturo.it Corso 1 Il Corso 1 è progettato per essere utilizzato fin dalla prima elementare, ma per la sua semplicità può essere usato con successo come corso introduttivo anche per studenti più grandi. Consente agli studenti di entrare nei meccanismi del pensiero computazionale con uno sforzo iniziale molto basso e di procedere in maniera molto graduale, sviluppando progressivamente capacità di risolvere problemi e di perseverare nella ricerca di soluzioni. Alla fine del corso gli studenti creano i loro giochi o le loro storie, che possono condividere.

Come creare un archivio condiviso di materiali didattici ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD In un tweet: Costruire un luogo virtuale (sito/cloud) dove catalogare il materiale e le attività svolte in classe utile a tutti i docenti della scuola. Autore: Annamaria Bove – Docente di Lettere e Animatrice Digitale Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo, Nocera inferiore (SA) Destinatari: Docenti

Audible arriva in Italia. Ecco gli audiolibri letti da voci celebri DALLA PAROLA scritta a quella orale in una sola app. Audible, nato negli Stati Uniti nel 1995 da un'idea di Donald Katz e poi acquisita da Amazon otto anni fa per 300 milioni di dollari, sbarca in Italia. Da qualche tempo ha mire globali e arriva nel nostro Paese dopo aver toccato l'Inghilterra, l'Australia, la Germania, la Francia e il Giappone. Dal 6 maggio è possibile ascoltare i suoi quindicimila audiolibri dei quali duemila in italiano. Anche se l'apertura ufficiale è per l'11, poche prima quella del Salone del Libro di Torino. Il modello è diverso rispetto a quello adottato negli Stati Uniti dove si comprano i singoli libri.

Piano Nazionale Scuola Digitale, anno secondo: le nuove sfide Il PNSD si avvia ad entrare nel secondo anno di operatività e l’attenzione da parte delle scuole e degli osservatori non sembra essersi attenuata. In positivo, sono ancora ben vive l’aspettativa e la spinta propositiva, ma stanno emergendo anche criticità alle quali è opportuno porre rimedio, possibilmente in tempi brevi. La tempistica di attuazione, ad esempio, oscilla tra accelerazioni (giudicate da taluni eccessive) e ritardi o sovrapposizioni.

CREA IL TUO CODICE! (Italy) Organized by: Valentina Di Domenico Contact email: miolivi60@gmail.com From Monday, October 17, 2016 at 08:00 to Friday, October 21, 2016 at 08:00 Dinner Time, controllo parentale remoto per tablet e smartphone android "E' ora di cena!" Chissà quante volte avete urlato quesa frase per far arrivare i vostri figli a tavola, non ricevendo la minima risposta in quanto totalmente estraniati dal mondo reale, così tanto assorbiti da quello virtuale di smartphone e tablet. Ebbene, se avete dispositivi di questo tipo con su montato android, allora forse vi consiglio di provare Dinner Time, un'applicazione che svolge la funzione di controllo parentale remoto in maniera eccellente e non...invasiva!.

Design Didattico - Instructional Design & Media Education Corso di Formazione su Digital Storytelling, Coop & Peer Learning, Ebook. Magione, Marzo-Aprile 2016 Si organizza corso di formazione gratuito su Digital Storytelling, Coop e Peer Learning, Ebook didattici presso Istituto Omnicomprensivo di Magione (PG), per il personale interno. Eventuali presenze esterne da verificare presso la scuola (contatti: pgmm111007@istruzione.it ) Formazione docenti, si fa sul serio… Ieri la ministra Giannini ha presentato il tanto atteso Piano per la formazione dei docenti, facendo seguito alla Nota ministeriale del 15 settembre scorso che ne anticipava i punti cardine. A una approfondita lettura il documento sembra convincere abbastanza, in primo luogo perché da un lato crea un framework ben definito con l’individuazione sia delle aree prioritarie di formazione che le modalità di attuazione, dall’altro garantisce -e anzi sollecita- alle singole scuole di redigere un proprio piano formativo, sempre triennale, ispirato a quello nazionale ma adatto ai bisogni formativi che ogni istituto avrà cura di individuare coinvolgendo direttamente i propri docenti e che dovrà far parte integrante del PTOF. Di seguito vorrei mettere in evidenza i punti di forza e le criticità che a mio avviso caratterizzano il Piano nazionale 2016-2019, prendendo da esso ampi spunti.

Ode to code Circa 570.000 persone hanno partecipato ai 7.594 eventi Code Week del 2015 – quasi quattro volte di più della precedente edizione. Gli eventi si sono svolti in tutta Europa e oltre, raggiungendo gli Stati Uniti, l’Australia, l’Africa e l’Asia. [traduzione italiana del comunicato ufficiale della Commissione Europea] Code Week – iniziato come un movimento europeo – ha assunto una dimensione globale con l’edizione 2015. Oltre agli stati membri della Comunità Europea, all’Islanda, alla Norvegia, alla Svizzera, all’Albania, alla Macedonia, alla Serbia e alla Turchia, Code Week ha raggiunto l’Australia, la Bielorussia, la Bosnia Erzegovina, la Cina, l’Egitto, la Corea del Sud, la Moldavia, il Marocco, la Russia, Taiwan, la Tunisia, l’Ucraina e gli Stati Uniti. In testa alla classifica dei paesi più attivi troviamo l’Italia (con 2.369 eventi) e la Polonia (2.064 eventi), seguite da Spagna (509), Grecia (305) e Irlanda (236).

Diventare insegnanti con nuove classi di concorso. Controlla titolo di accesso ai percorsi abilitanti per la scuola secondaria – Orizzonte Scuola Pubblicato il GU il regolamento sulle nuove classi di concorso. Ecco le istruzioni per controllare il proprio titolo di accesso ai percorsi di abilitazione per la scuola secondaria 1. I titoli di accesso ai percorsi abilitanti per l'insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado sono definiti, per ciascuna classe di concorso, nelle Tabelle A e B del presente regolamento. 2.

Approcci didattici per classi eterogenee Le classi, intese come gruppo di alunni, possono essere eterogenee per etnia, stato sociale, capacità cognitive o strategie di apprendimento. E’, quindi, indispensabile utilizzare delle strategie didattiche che consentano a tutti di raggiungere gli obiettivi minimi e, ove possibile, far risaltare le eccellenze. Nel processo educativo didattico, quindi nella crescita sociale/educativa e culturale degli alunni, intervengono più insegnanti che si confrontano per stabilire strategie e comportamenti atti a facilitare sia l’acquisizione di competenze che di comportamenti sociali positivi. Il processo educativo/didattico deve intendersi come inclusivo, non solo in vista di alunni disabili, ma nell’ottica delle differenze e poliedricità di ogni alunno. Il docente inclusivo osserva ogni singolo alunno e stabilisce, in team, le strategie didattiche migliori per far emergere capacità, eccellenze, sostenere e valorizzare ogni singolo alunno.

Al via il Piano Nazionale per la formazione degli insegnanti: si punta su lingue e competenze Un investimento di 325 milioni di euro per la formazione degli insegnanti in servizio, che diventa obbligatoria, permanente e personalizzata; la definizione di 9 priorità tematiche tra cui digitale, lingue e prevenzione del disagio giovanile; l’istituzione di una Carta del docente per lo sviluppo professionale degli insegnanti, con un investimento di 1,1 miliardi di euro. Sono questi i cardini principali del Piano Nazionale per la Formazione dei docenti presentato questa mattina al Ministero dell’Istruzione, dove sono intervenuti in un dibattito sull’importanza della crescita professionale degli insegnanti Andreas Schleicher, direttore del Directorate of Education dell’Ocse, Jordan Naidoo, direttore della divisione Education 2030 Support and Coordination dell’Unesco e On Seng Tan, direttore del National Institute of Education di Singapore. Il piano prevede, dunque, un totale di 1,4 miliardi stanziati nel periodo 2016/2019 per la formazione di circa 750 mila docenti di ruolo.

Related: