background preloader

Tecnologie Educative - TIC & TAC

Tecnologie Educative - TIC & TAC

http://www.scoop.it/t/aulamagazine

Related:  martinapmanuelatlucmir1960Ebook: writing, composing, reading. Scrivere e leggere e-booksabrinacens

8 strumenti di presentazione online gratuiti Per chi lavora nel mondo accademico, scientifico, della scuola o degli affari l’utilizzo di programmi di presentazione è diventato oggi indispensabile. Oltre ai più noti (tra tutti PowerPoint e Keynote), esistono in rete strumenti gratuiti (quantomeno in parte) e facili da utilizzare che permettono di realizzare presentazioni professionali e allo stesso tempo originali. Presentazioni animate Scopo di una presentazione multimediale è quello di catturare l’interesse del pubblico a cui si rivolge, illustrando in maniera chiara e possibilmente accattivante e coinvolgente un progetto, un’idea, un prodotto, i risultati di una ricerca e via dicendo. Prezi e PowToon sono due presentation tools che assolvono egregiamente a questo scopo.

Come Prendere Appunti con il Metodo Cornell 4 Parti:Preparare i FogliPrendere AppuntiCorreggere e Ampliare gli AppuntiUsare gli Appunti per Studiare Il metodo per prendere appunti Cornell è stato sviluppato dal Dr. Walter Pauk della Cornell University. 3 consigli per far sentire un bambino importante Essere genitore ed allo stesso tempo lavoratore, sappiamo tutti che non è un compito affatto semplice. Spesso ci sentiamo in colpa, pensiamo di trascurare i nostri bimbi, e sappiamo che un bambino deve sentirsi importante nella SUA FAMIGLIA. Il bambino nasce con un’estrema fiducia nella vita e nelle sue possibilità, soltanto che a volte inconsapevolmente l’adulto mina dalle fondamenta questa sicurezza, per esempio quando lo paragona ad altri bimbi (il bambino crede che preferiamo altri a lui e inizia a perdere fiducia). I paragoni lo demoralizzano e lo fanno sentire inadeguato: ogni bambino è unico con i suoi talenti e le sue debolezze.

Compro il carteceo ed ho subito il digitale: il libro su bSmart bSmart, applicazione mobile già conosciuta nel mondo dell’editoria scolastica, ha gettato un bel sasso nello stagno degli acquisti dei libri di testo. Il modello lo conosciamo bene: portiamo la lista al nostro rivenditore di fiducia e dobbiamo armarci di (tanta) pazienza, perché raramente i volumi ordinati arrivano in tempo per l’inizio delle lezioni, lasciando spesso i ragazzi nell’imbarazzo di non poter rispondere di sì all’insegnante quando i primi giorni di scuola pone la fatidica domanda: “Il libro di testo è arrivato a tutti?”. Fortunatamente il digitale arriva dove il classico sistema dell’editoria scolastica non riesce: potete dire addio alle liste cartacee ed i continui viaggi in libreria o in edicola. Sul marketplace di bSmart cercate con un click nell’elenco delle adozioni di tutte le scuole italiane; ordinate in maniera sicura direttamente da computer, e grazie alla partnership con Amazon i libri arrivano in tempi brevi direttamente a casa vostra.

byod Il BYOD impone di andare oltre le peculiarità dei singoli device e dei relativi sistemi operativi, concentrandosi sulle funzionalità, sulla capacità dei diversi device di interagire sulle stesse basi di condivisione cloud. Cloud dal quale non si prescinde quando si lavora, com'è nel BYOD, con device mobili. Di BYOD molto si è parlato nell'ultimo anno su siti internazionali. Anche quando sono fonti italiane a proporlo, come qui Di esperienze italiane non ne sono state documentate molte. CC Search, il nuovo motore di ricerca per i contenuti senza copyright È stato da pochi giorni annunciato CC Search, il nuovo motore di ricerca per i contenuti senza diritti d’autore di Creative Commons. Tramite questo nuovo strumento, attualmente disponibile in versione beta, gli utenti possono ricercare immagini, video e brani musicali tra i database di Flickr, 500px, YouTube, SoundCloud, Rijksmuseum, New York Public Library, Metropolitan Museum of Art e Europeana. Ad annunciare il lancio di questo nuovo progetto è stato l'amministratore delegato di Creative Commons Ryan Merkely: "È la porta principale per l’universo dei contenuti liberi.

Formazione Professione Insegnante: Course categories Skip to main content Collapse all Generale Informatica e didattica Strategie didattiche COOPERATIVE LEARNING Il Cooperative Learning costituisce una specifica metodologia di insegnamento attraverso la quale gli studenti apprendono in piccoli gruppi, aiutandosi reciprocamente e sentendosi corresponsabili del reciproco percorso. L’insegnante assume un ruolo di facilitatore ed organizzatore delle attività, strutturando “ambienti di apprendimento” in cui gli studenti, favoriti da un clima relazionale positivo, trasformano ogni attività di apprendimento in un processo di “problem solving di gruppo”, conseguendo obiettivi la cui realizzazione richiede il contributo personale di tutti. Tali obiettivi possono essere conseguiti se all’interno dei piccoli gruppi di apprendimento gli studenti sviluppano determinate abilità e competenze sociali, intese come un insieme di “abilità interpersonali e di piccolo gruppo indispensabili per sviluppare e mantenere un livello di cooperazione qualitativamente alto” Quali vantaggi presenta? Che cosa rende efficace la cooperazione ?

Google Documenti ora consente di esportare il testo in formato epub Google ha deciso di aggiornare Documenti, il servizio che permette di realizzare file di testo – anche in mobilità – con una piccola ma allo stesso tempo importante novità: è ora possibile esportare i propri file di testo in formato epub, vale a dire il formato utilizzato nel mondo degli e-book e supportato dalla maggior parte degli e-reader. Il maggior vantaggio di un file epub rispetto alla versione PDF risiede nella possibilità di auto-adattamento del testo in base alla dimensione dello schermo; in più sarà possibile per gli utenti andare a modificare la dimensione del testo e vengono accettati file immagini come GIF, JPEG, PNG e SVG. Come detto sopra, inoltre, tali file sono supportati dalla maggior parte degli e-reader disponibili sul mercato, ad eccezione dei Kindle di Amazon (per i quali sarà necessaria una semplice conversione). Nella GIF qui sotto potete vedere come accedere all’opzione, in modo semplice ed intuitivo. Via

Related: