background preloader

Coding

Facebook Twitter

Accelerated Intro to CS Course: Computational Thinking #1. L’ora di codice senza computer. Transport (EYFS) BUONE PRATICHE: pensiero computazionale & coding lez. 1: imparare a programmare senza computer. Questa estate ho avuto l’occasione di partecipare a un laboratorio di robotica svolto con il LEGO Mindstorms e di avvicinarmi all’uso di Scratch grazie al progetto BYOEG, nato da un’idea del prof.

BUONE PRATICHE: pensiero computazionale & coding lez. 1: imparare a programmare senza computer

Alfonso D’Ambrosio. Immaginate la mia felicità quando ho appreso che il pomeriggio facoltativo con la mia classe combaciava con la disponibilità dell’aula d’informatica!!! La decisione è stata subito presa e così ho proposto un laboratorio sul pensiero computazionale e il coding. I bambini erano molto curiosi di capire quello che volevo proporgli e subito mi hanno comunicato che loro sanno usare benissimo sia il computer che il tablet… così ho chiesto loro se sanno anche come funzionano questi strumenti… è calato il silenzio… In linea con il nostro nome “Laboratorio Interattivo Manuale”, non sono voluta partire direttamente dall’aula d’informatica, perchè voglio che i miei alunni capiscano l’importanza di avere davanti un problema e di dover trovare il modo di risolverlo con le loro sole forze.

Il sito italiano di CodeWeek.EU. 7 giochi per imparare a programmare senza computer. Programmare può essere un gioco divertente, da fare insieme e senza computer.

7 giochi per imparare a programmare senza computer

Perché programmare è prima di tutto un modo di ragionare. Ci spiega come giocare a programmare Raffaele di Imparare Giocando Ecco 7 divertenti giochi e attività per far apprendere a tuo figlio le basi della programmazione informatica senza utilizzare un computer, un tablet o uno smartphone. “Non è passato un secolo dai miei tempi, ma molti secoli. La tecnologia di oggi era impensabile cinquanta-sessant’anni fa. Personalmente sono più che favorevole all’utilizzo della tecnologia da parte dei bambini: per loro è davvero stimolante e per noi genitori offre occasioni d’oro per esplorare insieme ai nostri figli un mondo tutto da scoprire. Tuttavia imparare ad utilizzare la tecnologia non ha nulla a che fare con l’imparare a programmare. “L’informatica non riguarda i computer più di quanto l’astronomia riguardi i telescopi.” Per allenarsi a programmare, allora, non è affatto necessario un computer. 1. 2. 3. 4. 5. 6.

Fai-da-te, Colore e Api. BeeBot. Communication 4 All Resources to Support Inclusion This has opened in a separate window - just exit to return to the ICT page.

BeeBot

Programmable Robot Resource Page! Story Time BeeBot Mat for Little Red Riding Hood (more available soon):click the image to download 15cm x 15cm cards: Number Dots, 0-20, Number Cards, 0-20 and Farm 15cm x 15cm cards: Choose from Weather, Days of the Week, Signs of Spring and Colour Splats Large Antarctic Map marked with 15cm x15cm squares (prints over 24 sheets of A4): click the image to download Castles themed and Woodland Creatures 15cm x15 cm cards: click the images to download. Build Your Own Robot Free Printable. Bee-Bot Markers - Bee-Bot Teaching Resources - BeeBot Resources - Information Technology Resources - Teaching ICT -programmable robot - Computers in Schools - ICT in Schools - IPads in schools. Free Early Years & Primary Teaching Resources (EYFS & KS1) - Part 2. Bee Bot Icon - Free Icons. Storytelling con Scratch.

Di Andrea Patassini Attorno uno strumento come Scratch è possibile costruire tantissime attività differenti tra loro.

Storytelling con Scratch

Solitamente quando ci si approccia ad un’opportunità simile la prima considerazione che emerge è quella del suo (più che valido) contributo ad apprendere i concetti del pensiero computazionale. Ed è vero, l’apporto di Scratch a comprendere il linguaggio per programmare una macchina è immediatamente individuabile ed è, di fatto, l’obiettivo principale nello sviluppo del software. Ma è altrettanto vero che alla base di un’applicazione simile c’è la possibilità di creare contenuti e quindi di avere margini creativi enormi. Insomma, Scratch può essere adottato per scopi differenti e integrato in molteplici attività. Una delle possibilità da esplorare in Scratch è quella dello storytelling: costruire storie attorno un tema specifico per mettere a fuoco alcuni concetti, non appesentire il carico cognitivo e rendere ovviamente più interessante ciò che si sta studiando.

Mi piace: Se sei una azienda tecnologica e cerchi una nuova idea, dovresti chiedere a un bambino o a una bambina (dice una ricerca di Unibz.it) Uno studio indica una nuova strada alle imprese informatiche che sono alla ricerca di idee per rivoluzionare tecnologia e mercato.

Se sei una azienda tecnologica e cerchi una nuova idea, dovresti chiedere a un bambino o a una bambina (dice una ricerca di Unibz.it)

Quale? Chiedere ai bambini: per quanto fantasiosa e all’apparenza strampalata, una loro proposta può rivelarsi un vero e proprio un asso nella manica. È il risultato di una ricerca svolta da un team di informatici della Libera università di Bolzano e pubblicata recentemente sulla rivista scientifica online SAGE Open. Si intitola “In Need of Creative Mobile Service Ideas? Forget Adults and Ask Young Children”.