background preloader

LearningApps - interactive and multimedia learning blocks

https://learningapps.org/

Related:  Quiz - Test - QuestionarimartinapDidattica a distanza: Applicazioni e Strumenti digitaliRISORSE DIDATTICHEcinziaordine

GoFormative: creare esercizi e valutare in tempo reale GoFormative è una piattaforma di testing molto interessante, che permette di creare varie tipologie di attività didattiche e valutare i risultati in tempo reale. I docenti potranno creare esercizi o lezioni multimediali e interattive, sfruttando la possibilità di inserimento di vari contenuti (testi, immagini, video, oggetti da incorporare, lavagne virtuali). La possibilità di costruire proposte di lavoro inserendo inserti multimediali, favoriscono l'utilizzo di Goformative per la didattica capovolta, sia in fase registrazione di lezioni da assegnare a casa, sia per la realizzazione di attività cooperative in classe. Una volta registrati al servizio, occorrerà creare una o più classi virtuali a cui destinare le attività, con la possibilità di monitorare i lavori degli studenti in tempo reale. GoFormative è un’applicazione gratuita se la registrazione avviene a livello personale da parte del docente, mentre diventa a pagamento solamente se a richiederla è un istituto scolastico.

8 strumenti di presentazione online gratuiti Per chi lavora nel mondo accademico, scientifico, della scuola o degli affari l’utilizzo di programmi di presentazione è diventato oggi indispensabile. Oltre ai più noti (tra tutti PowerPoint e Keynote), esistono in rete strumenti gratuiti (quantomeno in parte) e facili da utilizzare che permettono di realizzare presentazioni professionali e allo stesso tempo originali. Presentazioni animate Scopo di una presentazione multimediale è quello di catturare l’interesse del pubblico a cui si rivolge, illustrando in maniera chiara e possibilmente accattivante e coinvolgente un progetto, un’idea, un prodotto, i risultati di una ricerca e via dicendo. Prezi e PowToon sono due presentation tools che assolvono egregiamente a questo scopo. Prezi Prezi è un software di presentazione cloud-based, sviluppato in Flash e disponibile sia nella versione gratuita che a pagamento.

StoryWeaver: lo storytelling per i bambini più piccoli StoryWeaver è una splendida piattaforma per avvicinare i bambini al mondo delle storie, sia da fruitori che da creatori. Il sito ospita già racconti nella varie lingue del mondo (qui trovate quelle in italiano), tutti caratterizzati da una efficace combinazione tra testi e illustrazioni. Ma la parte piu' interessante di StoryWeaver è quella creativa che ci permette di scrivere ed impaginare automaticamente dei veri e propri ebook e che consente dunque di utilizzarlo come uno dei primi strumenti di digital storytelling. Dovrete solo registrarvi al servizio e scegliere la tipologia di storia tra 4 opzioni progressive in termine di quantità di parole da inserire.

Jigsaw, un sistema didattico nuovo per far lavorare gli studenti in gruppo - Oggiscuola Elisabetta Monetti, insegnante e blogger, attraverso un articolo pubblicato sul sito Your Education, ha deciso di condividere con i colleghi un sistema didattico poco convenzionale, ma molto utile nella riuscita di un rapporto buono tra i ragazzi di una classe. La classe, infatti, con il metodo jigsaw ovvero puzzle, si trasforma in un attivissimo gruppo di lavoro. Vediamo, step dopo step, cosa propone l’insegnante. Step 1. La classe viene divisa in gruppi da un minimo di 3 a un massimo 6 membri.

50 risorse web 2.0 per la scuola Con la costante ed inarrestabile presentazione di nuove applicazioni per la didattica si presenta la necessità di aggiornare i vari elenchi di risorse che le Nuove Tecnologie e il web 2.0 mettono a disposizione delle scuole. Ho trovato in rete un'ottima raccolta di siti web 2.0 per la scuola e credo sia utile metterla a disposizione di tutti i lettori del blog. L'elenco è in ordine alfabetico 19 Pencils - il modo più semplice per gli insegnanti per scoprire, condividere e gestire contenuti educativi web-based con gli studenti. E' possibile creare quiz, siti web, percorsi didattici e altro ancora.

Creare quiz interattivi con Wordwall Essa è una piattaforma on line freemium che permette di creare quiz interattivi , esercizi e giochi in 5 minuti. Wordwall presenta una serie di modelli con i quali è possibile creare oggetti didattici interattivi, come ruote, cruciverba, quiz, definizioni, parola mancante, apri la scatola, ecc. Sono presenti 38 diversi template con i quali realizzare oggetti. Nella versione free si possono utilizzare 27 modelli e realizzare 5 oggetti. Tuttavia quest’ultimo limite può essere superato con un piccolo trucchetto, riutilizzando gli oggetti creati dagli altri. Infatti dalla “Comunity” possiamo attingere e fare nostri gli oggetti creati da altri e modificarli adattandoli alle nostre esigenza.

CC Search, il nuovo motore di ricerca per i contenuti senza copyright È stato da pochi giorni annunciato CC Search, il nuovo motore di ricerca per i contenuti senza diritti d’autore di Creative Commons. Tramite questo nuovo strumento, attualmente disponibile in versione beta, gli utenti possono ricercare immagini, video e brani musicali tra i database di Flickr, 500px, YouTube, SoundCloud, Rijksmuseum, New York Public Library, Metropolitan Museum of Art e Europeana. Ad annunciare il lancio di questo nuovo progetto è stato l'amministratore delegato di Creative Commons Ryan Merkely: "È la porta principale per l’universo dei contenuti liberi. Mette insieme i vari database digitali di contenuti liberi da copyright, e dà agli utenti la possibilità di utilizzare un'unica interfaccia".

Storytelling e digital storytelling Lo storytelling è una pratica didattica ormai consolidata e considerata efficace ai fini dell'apprendimento perché una storia è più facile da capire e ricordare di una spiegazione, perché usa le stesse strategie che gli esseri umani usano per dare significato a quanto hanno intorno, perché mantiene sullo stesso piano il linguaggio quotidiano e il linguaggio proprio delle discipline. L'utilizzo didattico dello storytelling comprende una prima parte in cui si impara la grammatica delle narrative, e una seconda che prevede la creazione di storie come strumento per lo sviluppo di nuove competenze. Imparare gli elementi delle storie "Il re è morto e poi la regina è morta" è una cronaca, "il re è morto e poi la regina è morta di dolore" è una storia (Forster, 1968). È successo qualcosa: è morta Laura Palmer (serie TV Twin Peaks).

Plickers! – emedialab Credo che tutti noi ci siamo appassionati di fronte ad un Kahoot ben costruito: vedere le domande, dare la propria risposta, aspettare con curiosità prima di scoprire la risposta corretta e poi di vedere la leaderboard, cercando di raggiungere il primo posto! Molti di noi l’hanno anche sperimentata con grande successo (non solo di gradimento, ma anche di risultato) in classe con i propri alunni, con il gradito “effetto collaterale” di avere già la correzione dei test senza passare ore sui compiti. Ma chi non ha una classe 2.0 o non può contare sul BYOD deve per forza rinunciare? Il Papa: le antiche diaconesse, una possibilità da studiare Papa Francesco ha detto di voler riprendere lo studio sul diaconato femminile nella Chiesa primitiva. Ne ha parlato durante l’udienza all’Unione internazionale Superiore generali (Uisg), ricevute in Vaticano. Il tema non è nuovo ed è stato riproposto anche in tempi relativamente recenti. Dopo il netto pronunciamento di Giovanni Paolo II, che in risposta alle aperture anglicane con la lettera «Ordinatio sacerdotalis» (1994) negava categoricamente la possibilità del sacerdozio femminile nella Chiesa cattolica, era stato il cardinale Carlo Maria Martini, a parlare della possibilità di studiare l’istituzione del diaconato per le donne, non menzionata nel documento papale. L’allora arcivescovo di Milano disse: «Nella storia della Chiesa ci sono state le diaconesse, possiamo pensare a questa possibilità». Secondo una tradizione antichissima, il diacono in realtà veniva ordinato «non al sacerdozio, ma al ministero».

Edcite: creare ed assegnare esercizi online Tutti gli utilizzatori di piattaforme per creare attività multimediali da assegnare agli studenti direttamente online come LearningApps, Educaplay, Socrative, Hot Potatoes, Kahoot, ecc., possono aggiungere alla loro raccolta anche Edcite. Si tratta di un sito Web gratuito che consente agli insegnanti di trovare, personalizzare e creare test, esercizi e verifiche di varie tipologie. Gli insegnanti possono infatti creare esercizi utilizzando oltre 60 tipi di domande interattive, che includono domande a scelta multipla, cloze, funzionalità di trascinamento di parti selezionate, grafici, editor di equazioni matematiche, etichettatura delle immagini ed evidenziazione delle risposte nel testo e molto altro ancora.

Tes Teach. Uno strumento per strutturare online lezioni eleganti red - TES Teach ( precedentemente conosciuto come Blendspace, è un applicativo online gratuito che permette di strutturare i contenuti di una lezione in modo elegante rapido ed efficace. L'insegnante dovrà svolgere un lavoro a priori di ricerca e selezione delle risorse multimediali utili sul web, individuando le risorse da utilizzare per lo sviluppo completo della propria lezione sull'argomento scelto. Successivamente, le risorse scelte possono essere organizzate mediante gli strumenti che TES Teach offre. Il momento finale è quello della condivisione, che può essere effettuata utilizzando i principali canali oggi disponibili. Le principali funzioni che sono a disposizione degli utenti sono: “aggiungi testo”, che permette di inserire un testo libero scelto dal docente;“aggiungi quiz”, che consente di creare dei test a risposta multipla;“drop your resource”, che permette l'inserimento di contenuti multimediali, attingendo alle risorse di “Google”, “Youtube”, Dropbox, etc.

C'era una volta un bit... La parola "storytelling" è un tipico esempio di buzzword, termine con cui ci si riferisce a una parola di moda. Si tratta di un fenomeno che caratterizza molti settori dell'esperienza umana: dal marketing alla gestione aziendale, dalla politica alle produzioni massmediali. Spesso il termine storytelling viene utilizzato come un'etichetta per contrassegnare qualsiasi cosa, anche fenomeni che con la narrazione non hanno molto a che fare. La prima questione è quindi chiarire il carattere specifico della comunicazione narrativa e comprenderne la valenza sul piano formativo ed educativo.

Related:  Animatore digitalegiochi didatticiInteractive & Multimedia LearningDal database all'innovazioneInfanzia e primariascuola2015LIMApplicazioni per le lezioni