background preloader

La buona scuola digitale - MIUR

La buona scuola digitale - MIUR
01 marzo 2019 Avviso per partecipazione alla Settimana del PNSD e #FUTURAGENOVA Allegato Regolamento per la partecipazione al concorso #ilmioPNSD Allegato

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/index.shtml

Related:  martinapCompetenze digitali e processi di apprendimentoPNSDCOMPETENZE DIGITALI

Tra BYOD, classi virtuali e classi senza aula: soluzioni innovative per una didattica efficace – BRICKS di Vittoria Paradisi e Paolo Olivieri I.C. Giacomo Leopardi – Saltara (PU) scarica la versione PDF del lavoro Con il Byod prende il via la “rivoluzione digitale”. Allargare l’ambiente di apprendimento e renderlo più flessibile e maggiormente rispondente alle esigenze di alunni e docenti: questo l’obiettivo primario che ha guidato le scelte operate negli ultimi anni dalla nostra scuola, l’I.c. ADV 2020 - Quali opportunità per la scuola? AGENDA DIGITALE DEL VENETO 2020Quali opportunità per la scuola, le nuove professioni e il lavoro? Vicenza 6 marzo 2017, ore 9.30 – 13.00 FABLAB Vicenza c/o Scuola D’Arte e Mestieri, Via Rossini, 60 Vicenza 9.30 Registrazione Partecipanti

Realtà virtuale nella didattica Prima facili passi nella realtà virtuale Se dalla metà degli anni novanta, si è iniziato a parlare di didattica multimediale, con il cosiddetto web 2.0 l’integrazione si è sempre più spinta verso l’interazione, l’ambiente, la comunicazione digitale. Lo stato dell’arte passa da una didattica multimediale decisamente arricchita ed accattivante, ad una didattica multicanale, in grado cioè di usare i diversi canali e codici linguistici e comunicativi, peraltro così usuali ai nostri studenti in contesti extra scolastici. Partirei da un adagio rispetto al quale saremo tutti d’accordo: “Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco”. Se siamo concordi sul fatto che “se faccio capisco” può essere valido anche in un contesto immersivo e simulato, in un modello, in un contesto di realtà virtuale, proviamo a portare questo ulteriore “canale” nella didattica.

Animatori Digitali, mappiamoci! Il 17 dicembre scadranno i termini per la nomina degli Animatori Digitali da parte dei Dirigenti Scolastici di tutte le scuole italiane. Proviamo allora a costruire tutti assieme una mappa nella quale localizzarci? Ovviamente non si tratta di un esercizio di stile, ma un modo per costruire una directory degli Animatori Digitali, e stimolare la collaborazione, la costruzione di reti, lo scambio di esperienze. E’ un’operazione molto semplice. Purtroppo WordPress.com non consente l’embedding di oggetti con codice iframe, perciò non ho potuto incorporare la mappa dinamica, ma sarà sufficiente cliccare sull’immagine statica qui sotto (o cliccate su e potrete aggiungervi facilmente. Per non avere problemi nell’inserimento del vostro segnaposto, seguite le istruzioni che trovate nel breve video tutorial qui sotto.

Che effetto fa l'insegnamento? Cambiare la scuola a partire dalla consapevolezza dei modelli didattici. Dopo le polemiche sollevate dalla “lettera dei 600” ha ancora senso considerare il modello didattico centrato sullo sviluppo delle competenze come il baricentro dell’innovazione didattica? Simone Giusti sui modelli didattici coinvolti nei processi di insegnamento/apprendimento e sui vantaggi che questi modelli producono sugli insegnanti. Agenda Digitale Veneto: per una scuola innovativa Sintesi delle idee e delle proposte emerse dall’incontro del 6 marzo 2017 Quali opportunità per la scuola, le nuove professioni e il lavoro? Inquadramento: Il tema del digitale e delle competenze digitali nella scuola deve essere affrontato nelle sue diverse sfaccettature: dalla formazione degli insegnati, alle metodologie educative innovative, da una didattica centrata sugli ambienti digitali di apprendimento, ad un’offerta formativa innovativa in linea con gli sviluppi e i cambiamenti tecnologici del sistema socio-economico.

8 strumenti di presentazione online gratuiti Per chi lavora nel mondo accademico, scientifico, della scuola o degli affari l’utilizzo di programmi di presentazione è diventato oggi indispensabile. Oltre ai più noti (tra tutti PowerPoint e Keynote), esistono in rete strumenti gratuiti (quantomeno in parte) e facili da utilizzare che permettono di realizzare presentazioni professionali e allo stesso tempo originali. Presentazioni animate Scopo di una presentazione multimediale è quello di catturare l’interesse del pubblico a cui si rivolge, illustrando in maniera chiara e possibilmente accattivante e coinvolgente un progetto, un’idea, un prodotto, i risultati di una ricerca e via dicendo.

Come l'ignoranza sta affossando l'Italia Il Rapporto Istat sulla conoscenza, di recente pubblicazione, assume una particolare importanza perché pone l’attenzione sul fatto che è l’intero ciclo di conoscenza a dover essere sostenuto, pianificato, attuato e quindi misurato. Di conseguenza, per modificare una situazione che vede l’Italia in larga parte sotto le performance medie europee, è necessaria una strategia che si occupi dell’intero ciclo, interessandosi allo stesso tempo e in modo organico di sistema educativo, ricerca, imprese, dal punto di vista della persona e delle sue competenze. È necessario, pertanto, un approccio che non si limiti ad un’osservazione di settore e parziale, ma che punti ad una restituzione effettiva del “valore” della conoscenza.

I migliori siti italiani che parlano d'innovazione didatticaProf Digitale Penso sia finalmente giunto il momento di mettere insieme in una lista, che spero mi aiuterete ad ampliare ed a tenere aggiornata con le vostre preziose segnalazioni, i migliori siti italiani che parlano d’innovazione didattica, di scuola 2.0, di rivoluzione digitale all’interno delle classi. L’articolo su quelli internazionali ha avuto un discreto successo, ma è ora di cominciare a guardare dentro i nostri confini, perché ci sono risorse meravigliose che aspettano solamente di essere scoperte e condivise. Nell’elenco troverete anche siti che non parlano esclusivamente di scuola, ma anche d’innovazione tout court, perché personalmente ritengo che aprirsi all’esterno, e non essere troppo autoreferenziali, sia un’ottimo modo per andare avanti nel nostro percorso professionale.

Related:  PNSD