background preloader

Essediquadro: Home

Essediquadro: Home

https://sd2.itd.cnr.it/

Related:  tiziana69PAS 2014 - Tecnolgie istruzionestrumentiTecnologia & didatticaRisorse "teoriche e condivisioni" scuola digitale

Rai scuola - come creare lezioni Gentile utente, Per poter usufruire dei servizi offerti all’interno della Community Rai è necessario registrarsi inserendo i dati richiesti nell'apposito form di registrazione, previa lettura e accettazione dell'Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n. 196. Con la registrazione riconosci ed accetti che RAI EDUCATIONAL possa modificare, sospendere, interrompere e disabilitare in qualsiasi momento, anche senza alcun preavviso, il servizio. Informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali"). Ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n.196 recante il Codice in materia di protezione dei dati personali, RAI EDUCATIONAL fornisce l’Informativa riguardante il trattamento degli stessi.

Giù le mani dal Web Insulti in Rete: cinque pietre dello scandalo *SupersizeContenuto forte: è lungo, ma vale la pena (foto: Google) “Ma cosa vale di più, la libertà di internet o la vita di una ragazzina?”. Se lo domandava qualche settimana fa lo scrittore Ferdinando Camon sulla Stampa, sull’onda emotiva del suicidio di un’adolescente insultata su un social network, mettendo una pietra tombale sulla possibilità di un dibattito ragionato in relazione alla rete.

Voki: crea lezioni animate per i tuoi studenti Voki è una risorsa utile per creare lezioni animate tramite voce registrata o file di testo, sia caricandolo che digitandolo. Per usare questa risorsa è necessario registrarsi e fare l'accesso ad ogni utilizzo (la registrazione è necessaria per gli insegnanti, ma non per gli studenti). Voki gira con diverse lingue, compresa la lingua italiana, e per questa ragione è possibile utilizzarlo anche per lezioni in spagnolo, tedesco, inglese ... Come funziona? Inserisci testi o presentazioni di slide. Non c'è limite alla quantità di testo.

Disegniamo una figura geometrica con scratch – Coding e Pensiero computazionale Il disegno assistito e programmato è una delle attività che consentono di applicare bene il pensiero computaizonale. Ciò anche per via del fatto che esso ci da un risultato immediato, visivo e si presta anche a diverse varianti. Ho proposto diverse volte questa attività sia nei corsi per i docenti sia in classe con gli alunni. Bullismo on-line e bullismo off-line: una riflessione sulle prevaricazioni tra pari. A seguito del grande interesse suscitato dall'articolo sul tema del Cyberbulling della Dr.ssa Maritato, facciamo adesso uno zoom sul tema del bullismo. Ad illustrarci comunanze e differenze tra questi due fenomeni, le Dr.sse Alessia Cuccurullo e Gabrilella De Simone, psicologhe del servizio Antidiscriminazione e Cultura delle differenze del Centro Sinapsi dell'Università Federico II, Napoli. Il fenomeno del bullismo, ossia quella forma di prevaricazione che spinge un individuo o un gruppo a manifestare il desiderio di dominio nei confronti di persone più deboli, ha assunto negli ultimi anni connotazioni sempre più specifiche, denotando così le interazioni tra adolescenti in connessione con il loro mondo relazionale.

Software didattici: le pubblicazioni di Giorgio Musilli scaricabili gratuitamente Sono aggiornatissime e disponibili gratuitamente le pubblicazioni dedicate ai software didattici realizzate da Giorgio Musilli, di Didattica.org. La prima, "I software autore per la didattica - Percorsi creativi nella scuola primaria" non è soltanto una voluminosa raccolta (435 pagine) di software per la creazione di oggetti didattici, ma racconta anche la storia dell'introduzione delle nuove tecnologie nella scuola italiana. La seconda, "Grande cassetta degli attrezzi - Materiale open source e freeware per Windows" rappresenta invece un archivio sotto forma di tabella dei vari software di libero utilizzo disponibili per un utilizzo didattico.

creare una lezione aggiungendo testo di commento a un video Una infografica pubblicata l'8 /11/2012 su The Home of content marketing con il titolo Seven steps to the perfect story, in cui sono rappresentati i 7 passaggi principali per costruire una buona storia. La fonte citata dell'infografica è la famosa Rappresentazione visuale di una storia" - Visual Portrait of a Story, proposta da Ohler, J. (2003) che ha rielaborato e adattato lo schema di Dillingham, B. (2001). L'infografica fa riferimento allo schema proposta da Ohler - Dillingham per offrire una rappresentazione semplificata dei passaggi necessari per "costruire" una storia, offrendo una sintesi grafica estremamente utile sia per analizzare una storia che per crearla. Traduzione dell'Infografica La logica dell'infografica è quella di proporre una guida "passo per passo", che propone una serie di "scelte" tramite le quali dare corpo alla storia.

Linux è donna: ecco le ragazze dell'open source VANNO cercate e trovate, portate alla luce, fuori dai monitor dei computer. Ma ci sono. Hanno studiato duramente, spesso più dei rispettivi colleghi, per conquistare uno spazio in settori dominati dagli uomini. E alla fine ce l’hanno fatta, le donne nel mondo della tecnologia. Ad accendere i riflettori sull’universo dell’high tech femminile, stavolta, è il sito americano Business Insider, con una lista dedicata alle quote rosa dell’open source, il codice aperto. Sono nove i nomi scelti dalla famiglia del software libero Linux, per rappresentare le signore che giorno dopo giorno lavorano alla sua costruzione. Una lista di risorse per la #scuoladigitale Come insegnanti utilizzatori di tecnologie digitali per la didattica nelle nostre classi, siamo sempre alla ricerca di nuove risorse per migliorare il nostro lavoro, e rendere sempre più interessante l’apprendimento dei nostri studenti. Le fonti dalle quali ci “approvvigioniamo” sono tantissime, e spesso il rischio è quello di perdersi tra la miriade di siti web, strumenti, piattaforme che vanno sempre più assomigliandosi, e arrivare a soffrire di overflow di informazione. Allo stesso tempo abbiamo il grande bisogno di sistematizzare le risorse che reputiamo più interessanti per poterle recuperare a distanza di tempo, ma anche condividere le nostre scoperte, raccogliere pareri dei colleghi, fornire loro un luogo che possa essere al contempo una “lista della spesa” e uno spazio di discussione e confronto. Siamo tutti già assidui frequentatori della pagina Facebook “Insegnanti 2.0″ nella quale l’attività di condivisione è davvero effervescente e molto stimolante. Mi piace:

Flipped Classroom: tre strumenti per creare lezioni capovolte Si parla sempre con maggior insistenza di Flipped Classroom, metodologia in cui viene capovolto il normale schema di lavoro in classe che non vede più al centro l'insegnante e la lezione frontale, ma sono gli alunni a costruire collaborativamente i loro percorsi di apprendimento, lavorando su materiali didattici selezionati dal docente-facilitatore. Le tecnologie consentono di utlizzare piattaforme digitali per la gestione della flipped classroom e per creare lezioni capovolte. Ve ne segnalo tre. eduCanon è un servizio gratuito per la creazione di "lezioni capovolte", l'assegnazione di attività e il monitoraggio dei progressi dei vostri studenti. EduCanon permette agli insegnanti di creare lezioni utilizzando video YouTube e Vimeo, di creare domande relative ai video, quindi di assegnare compiti agli studenti. Per creare una lezione occorre identificare un argomento e un obiettivo ed operare la ricerca su YouTube e Vimeo all'interno del sito.

Related: