background preloader

Applicazioni dsa

Applicazioni dsa

Potenziare lettura e scrittura | Inclusività e bisogni educativi speciali Per strutturare un percorso efficace per il potenziamento delle abilità di LETTURA e SCRITTURA, sviluppando efficacemente la competenza FONOLOGICA, è necessario considerare rilevanti alcune attività, come: segmentazione – fusione sillabicariconoscimento sillaba iniziale, finale, intermedia ugualericonoscimento in parole diverse suono iniziale, finale, intermedio ugualeproduzione di parole che iniziano, finiscono, contengono lo stesso suonoelisione di sillaba o fonema iniziale di parolaricerca e produzione di rime, conte e filastrocche Dunque i GIOCHI DIDATTI che di seguito vi proponiamo ricalcano le attività appena menzionate. Fai clic sull’immagine per iniziare A CACCIA DI LETTERE/Riconoscimento di Foni A CACCIA DI LETTERE/Discriminazione visuo-percettiva (attività utile per recupero e potenziamento della scrittura) Fai clic sull’immagine per iniziare Fai clic sull’immagine per iniziare (attività utile per recupero e potenziamento della lettura) Le attività si articolano in due parti: Mi piace:

999 Libri di Narrativa Gratis da Leggere in Classe È ormai un dato certo che la classica “‘ora di narrativa” è un’attività in netto calo nelle Scuole Italiane. Vuoi per conseguenza alla crisi economica, dove chiedere anche quei 10 euro circa in più oltre l’elenco dei libri di testo significa altro sacrificio per famiglie che non arrivano a fine mese, vuoi per carenza di attenzione che ha portato al propagamento delle spiegazioni delle lezioni, vuoi per scelta dell’insegnante che per motivi propri rinuncia a tale attività, ma alla fine dei conti leggere un libro a scuola è diventata un’attività rara. La conferma viene anche dalle Case Editrici dei più famosi titoli italiani che, oltre ad aver abbassato di un 30% circa il prezzo al pubblico di un volume (si trovano in commercio anche titoli a € 5,00), hanno evidenziato un calo vertiginoso delle vendite di tali libri. Ancor più palese è la totale assenza dei libri di lettura nell’elenco dei libri di testo da acquistare ad inizio anno scolastico. A questo punto, BUONA LETTURA!

Aree tematiche - Disturbi Specifici di Apprendimento Spazio informativo Alunni con bisogni educativi speciali (Bes) - Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica - Chiarimenti - (Nota prot. n. 2563 del 22 novembre 2013) Dettagli Attività di individuazione precoce dei DSA - Firmato dal Ministro della Salute Renato Balduzzi e dal Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Francesco Profumo il decreto per le attività di individuazione precoce dei DSA a scuola. Alunni con bisogni educativi speciali (Bes) - Indicazioni operative concernenti la direttiva ministeriale 27 dicembre 2012 recante "Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica" - (C.M. n. 8 del 6 marzo 2013) Alunni con disabilità. Disposizioni attuative della Legge 8 ottobre 2010, Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico (D.M. 12 luglio 2011)

Grammatica italiana - Il verbo Modi finiti Il presente, oltre ad indicare un'azione o uno stato che si svolge nel momento in cui si parla, può essere usato anche: a) nei proverbi, nelle sentenze e negli aforismi, per indicare che l'azione continua sempre: ad esempio, il sole riscalda la terra; la fortuna aiuta gli audaci; chi va al mulino s'infarina. L'imperfetto indica: a) un'azione o uno stato nella sua durata in rapporto al passato: pioveva quando uscimmo; Giuseppe dormiva quando lo andai a trovare; era già sera, quando rientrammo in casa; b) un'azione ripetuta nel passato (imperfetto "iterativo"): tutti gli anni passavamo l'estate al mare; ogni anno erano rimandati a settembre; c) azioni o stati descrittivi o narrativi: C'era una volta...; una fitta nebbia copriva la vallata. Il passato remoto indica un'azione conclusa, staccata dal presente. Il congiuntivo è il modo che esprime una azione possibile, incerta o desiderata. Il condizionale è il modo dell'incertezza e dell'irrealtà. Modi infiniti (o indefiniti)

dislessia-passodopopasso2 Nella sezione aiuto trovate invece come organizzare lo studio, vari strumenti compensativi, libri digitali ecc. Le mappe che trovate per ogni materia ci sarà sotto la dicitura visualizza, scarica: altre solo visualizza (in questo caso dovete visualizzarle e fare poi download per salvarle sul vostro pc o stamparle)Grazie a insegnanti, genitori, ragazzi e vari gruppi come:Librodiscuola, Tutti a bordo dislessia, Studioinmappe, Strategie di mamma, Mappermapper, Aiutodislessia, Doposcuola e a tutte le scuole e professori che mettono a disposizione in rete videolezioni e mappe. Speriamo che Vi possa essere d'aiuto. Le mappe concettuali di SCUOLAINTERRATIVA sono mappe con video spiegazioni. Aiutateci. Se qualche mappa, sito o video non si vede vi preghiamo di segnalarcelo nella nostra mail dislessia.passodopopasso@gmail.com Se avete mappe create da voi inviarcele sempre alla nostra posta elettronica in formato.jpg Così anche se volete segnalarci nuovi siti e video.

Dove Siamo @ Leonardo da Vinci Inventions - Mostra Leonardo da Vinci L’esposizione delle “Macchine di Leonardo da Vinci” si trova al centro della città, in una delle vie più rinomate di Firenze. La Galleria Michelangiolo, al cui interno vi è la mostra, era punto di incontro dei pittori detti Macchiaioli.L’esposizione che la famiglia Niccolai offre al pubblico è composta da oltre 50 modelli, dei quali molti si possono usare nel loro funzionamento, distribuiti in quattro sale: una grande sala, in cui potete trovare le macchine civili, una dedicata alle macchine del volo, un’altra alle macchine da guerra e la più recente alla collezione dei modelli anatomici.All’interno della mostra è possibile visualizzare, a grande schermo, il documentario sulla vita e le opere di Leonardo.La Galleria è dotata anche di area ristoro, Caffè Michelangiolo, convenzionato con l’ingresso alla mostra e di un bookshop ricco di pubblicazioni e gadget. Esposizione Permanente“LE MACCHINE DI LEONARDO DA VINCI”All’interno della Galleria MichelangioloVia Cavour, 2150129 FirenzeItalia

Piano Educativo Individualizzato (PEI) Il Piano educativo individualizzato (indicato in seguito con il termine P.E.I.), è il documento nel quale vengono descritti gli interventi integrati ed equilibrati tra di loro, predisposti per l'alunno in situazione di handicap, in un determinato periodo di tempo, ai fini della realizzazione del diritto all'educazione e all'istruzione, di cui ai primi quattro commi dell'art. 12 della legge n. 104 del 1992. Il P.E.I. è redatto, ai sensi del comma 5 del predetto art. 12, congiuntamente dagli operatori sanitari individuati dalla ASL (UONPI) e dal personale insegnante curriculare e di sostegno della scuola e, ove presente, con la partecipazione dell'insegnante operatore psico-pedagogico, in collaborazione con i genitori o gli esercenti la potestà parentale dell'alunno. Atto di indirizzo: D.P.R. del 24/02/94, art.4. In sintesi Il P.E.I. è: Contiene finalità e obiettivi didattici itinerari di lavoro tecnologia metodologie, tecniche e verifiche modalità di coinvolgimento della famiglia Tempi

Prenotazione Tour Cenacolo, Tour L'Ultima Cena. ATTENZIONE: per questa data non sono disponibili biglietti prenotabili online per la visita al Cenacolo Vinciano: vi proponiamo quindi un tour che comprende anche la visita al Codice Atlantico e alla Chisa di Santa Maria delle GrazieOrganizzazione Tecnica Zani Viaggi Srl Provided by Zani Viaggi Srl Ora sarai reindirizzato alla pagina di acquisto del tour! Avvertenze & Info: 1. La prenotazione deve essere richiesta con almeno 7 giorni di anticipo. 2. Per tutelare il capolavoro sono ammessi gruppi di 25 persone. ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, il museo confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto, nella stessa data. Politica di cancellazione: UNA VOLTA CONFERMATE, LE PRENOTAZIONI NON SONO MODIFICABILI NE' CANCELLABILI. Gratuito: minori di 18 anni di qualsiasi nazionalità; membri I.C.O.M.

02 DOCENTI (COME AIUTARE ALUNNI DSA, LINEE GUIDA TUTTE LE MATERIE, USO DI LIM, IPAD) - dislessia-passodopopasso2 Search this site 2015 DOTT. DELL'ACQUA MIUR- PDP BES, SOFTWARE GRATUITI, REGISTRAZIONE LEZIONI ECC. — video DISLESSIA Cos'è la dislessia? È un disturbo specifico dell’apprendimento che si rileva in bambini con intelligenza nella norma o brillante, in assenza di problemi neuro-sensoriali e a prescindere dall’ambiente socio-culturale di appartenza. È presente sin dalla nascita, ma si evidenzia solo all’inizio del percorso scolastico: dopo un lasso di tempo “ragionevole”, cioè i primi due anni della scuola primaria, solitamente le abilità di lettoscrittura sono acquisite, ma così non è per i bambini dislessici. Persistono infatti difficoltà oggettive nella lettura, nella scrittura e a volte nel calcolo, difficoltà che sono riconducibili ad una parziale o addirittura mancata AUTOMATIZZAZIONE nella conversione dei segni/simboli in suoni e viceversa. Questa difficoltà può essere più o meno intensa e circoscritta alla lettura, alla scrittura, oppure, sebbene più raramente, al calcolo, ma più spesso investe più ambiti.

Sportello DSA | Servizio di consulenza Erickson sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento — Qual è la diffusione dei DSA in Italia? Secondo i dati della ricerca epidemiologica più recente e aggiornata in Italia, la prevalenza stimata dei DSA, rilevata su una popolazione scolastica del quarto anno della scuola primaria, oscilla tra il 3,1% e il 3,2%. Ciò significa che al termine del primo anno della scuola primaria è possibile aspettarsi che almeno un bambino in ogni classe manifesterà difficoltà significative nell'apprendimento della letto-scrittura.Purtroppo solo l’1% di questi alunni con DSA è riconosciuto con una certificazione diagnostica, mentre il restante 2%, pur manifestando delle difficoltà non è stato identificato come DSA — Quali sono i possibili segnali premonitori di un DSA? Durante la scuola dell’infanzia, alcuni comportamenti e difficoltà in determinate aree possono essere considerati predittori di DSA, per esempio alcune difficoltà nell’orientamento spazio-temporale o nella coordinazione motoria. — È importante l’individuazione precoce dei DSA? No.

Related: