background preloader

Articoli altrui sulle mie esperienze

Facebook Twitter

Tablet a scuola, e le aule diventano laboratori informatici. CONEGLIANO - La formazione digitale come innovazione pedagogico-didattica per i docenti ha segnato un'ulteriore tappa nei giorni scorsi nell'istituto "Da Collo" di Conegliano.

Tablet a scuola, e le aule diventano laboratori informatici

Ne abbiamo parlato con il dirigente scolastico Vincenzo Gioffrè, che, sin dall'insediamento in questo istituto l'anno scorso, si è impegnato affinché tutti i docenti possano accompagnare la loro progettualità con i nuovi strumenti informatici. Sin dall'anno scorso l'Istituto ha avviato una collaborazione con la professoressa Anna Rita Vizzari, attualmente responsabile del piano nazionale scuola digitale presso la direzione regionale della Sardegna. Viste da vicino. Dinamiche e criticità dell'innovazione digitale nella didattica... - Calidoni Paolo; Ghiaccio M. Francesca - Libro - Pensa Multimedia - Open learning.

Google Drive e la didattica - Andrea Patassini E Altri. Viste-da-vicino-dinamiche. In Sardegna esempi di Scuola 2.0: didattica hi-tech e niente classi. È aperta da luglio 2015 e nasce dalla ventennale esperienza nel mondo della scuola dell’infanzia della direttrice Enrica Corbia.

In Sardegna esempi di Scuola 2.0: didattica hi-tech e niente classi

Esperienza combinata con le idee di un team di giovani architetti, Fabrizio Pusceddu, Lino Cabras, Silvia Farris e da quelle del figlio Alberto Melis che, sulla scia dei più importanti e riconosciuti indirizzi pedagogici, hanno costruito un ambiente a misura di bambino. Si tratta della cagliaritana UP School. Uno nido di infanzia, una scuola materna ed anche una scuola primaria paritaria dove vengono messe in primo piano la creatività del bimbo ed il suo modo di esprimersi in modo equilibrato.

Alla base c’è un progetto didattico che tiene conto delle più recenti scoperte in campo neuroscientifico, dell’apporto delle nuove tecnologie dell’informazione, dell’importanza del controllo del benessere fisico e psicologico degli allievi che si realizza grazie ai tre assi fondamentali della scuola: spazi, didattica e tecnologie. Spazi. Didattica. Nuove tecnologie. Prezi per la didattica, intervista a Anna Rita Vizzari. Di Andrea Patassini Qualche giorno fa scrutando tra i tweet scopro quello di Anna Rita Vizzari (@latiranna), insegnante di Lettere nella scuola secondaria di primo grado a Sestu (Cagliari) e formatrice dei docenti in corsi di aggiornamento sulla didattica con le tecnologie, qui il suo blog.

Prezi per la didattica, intervista a Anna Rita Vizzari

Mi incuriosisco e decido di dare un’occhiata. Così eccomi su Prezi a interagire con un interessante contenuto didattico dedicato allo studio delle coordinate geografiche. Insediato oggi presso l’ANP il Gruppo di lavoro per la Competenza digitale nel I ciclo - ANP. Si è insediato formalmente oggi 18 marzo 2015, presso la sede ANP a Roma il Gruppo di lavoro per la Competenza digitale nel I ciclo.

Insediato oggi presso l’ANP il Gruppo di lavoro per la Competenza digitale nel I ciclo - ANP

Il gruppo, costituito nell’ambito del progetto"Verso le competenze digitali nel primo ciclo d’istruzione” iniziativa realizzata da ANP col sostegno di Microsoft Italia ha l’obiettivo di predisporre una proposta di "Curricolo per la Competenza digitale” nel primo ciclo di istruzione. Il gruppo di lavoro è costituito da Dirigenti tecnici, Docenti universitari, Dirigenti scolastici, Docenti di scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado, tutti esperti di tecnologie dell’educazione. Intervista Feduf "Mamme e papà digitali" Insegnante di Lettere nella Scuola Secondaria di 1° di Sestu, da anni attua una didattica caratterizzata dalla normalizzazione delle tecnologie e dal BYOD (ogni alunno porta il proprio dispositivo e lo usa nella didattica); attualmente ha il semiesonero dall'insegnamento per fare la tutor coordinatrice nei Tirocini Formativi Attivi all'Università.

Intervista Feduf "Mamme e papà digitali"

È anche formatrice dei docenti in corsi ministeriali e non, autrice di libri e kit multimediali di didattica con le Edizioni Erickson, talvolta docente a contratto in Studi Umanistici all'Università di Cagliari. Cura diversi blog, uno su tutti www.lavagnataquotidiana.org. Sara De Carli, Vita: Il tablet in classe aiuta gli alunni più fragili (06/09/2013) Ha trascorso gli ultimi giorni di agosto (e di ferie) a Bruxelles, per un workshop sulla Future Classroom – adapting pedagogical practice.

Sara De Carli, Vita: Il tablet in classe aiuta gli alunni più fragili (06/09/2013)

Si chiama Anna Rita Vizzari, vive e insegna a Sestu, alle porte di Cagliari, alle medie, tiene il blog Una Lavagnata al Giorno. Tutti gli alunni delle sue due classi, quest’anno, avranno un netbook. Cosa si può già fare in classe grazie alle nuove tecnologie?

Marta Buonadonna, Hitest di Altroconsumo: A scuola il digitale è

Maria Ranieri, Psicologia e scuola: Un tweet per i diritti umani. Francesca Ghiaccio, Tuttoscuola: A Sestu si fa BYOD (pdf) A. Casano LTA, Perché non funzionano i libri digitali a scuola. Di Antonietta Casano Era meglio il cd, lo infilavi nel lettore e lo sfogliavi.

A. Casano LTA, Perché non funzionano i libri digitali a scuola

La grande energia che in quest’anno ho dovuto impiegare per sostenere l’andata a regime del registro elettronico nella mia scuola mi ha portato prepotentemente a riflettere su alcuni aspetti della digitalizzazione che avevo messo a tacere ma stavano lì, in attesa. Fin dai tempi delle mie prime esperienze di docente tecnologicamente modificata mi sono posta una domanda: nello spazio illimitato e reticolare della rete, è più conveniente che la scuola utilizzi ambienti virtuali aperti o chiusi?

Andea Patassini, LTA, Post hit!: Competenze digitali a scuola, tra evangelist e aule di informatica. Di Andrea Patassini Ultimamente il Ministro Giannini ha accennato all’ipotesi degli evangelist in ogni istituto scolastico, ovvero di esperti in materia tecnologica che sappiano promuovere e far conoscere al restante corpo docente le pratiche digitali.

Andea Patassini, LTA, Post hit!: Competenze digitali a scuola, tra evangelist e aule di informatica

La proposta del Ministro è strettamente legata alla necessità evidente di agire sulla formazione degli insegnanti per le competenze digitali. Andea Patassini, LTA, Post hit!: Gli studenti italiani e i compiti a casa, Coding a scuola strumenti e pedagogie, Un’esperienza di coding in classe. Post hit! Competenze digitali per il primo ciclo d’istruzione, Didattica e video storytelling, Il progetto “Cose da prof” Andea Patassini, LTA, Post hit!: Coder Dojo a Cagliari, Stampanti 3D a scuola, Torna il Diario del cattivo papà. Andea Patassini, LTA, Post hit!: Tempo, attenzione e contenuti digitali, Il futuro dell’editoria e gli eBook, App dedicate all’archeologia. Laura Parigi, L'elaborato finale? Che storia! -

Andea Patassini, LTA: Risorse didattiche open a scuola. Roberto Bondi, BYOD Technologies in Italian classrooms. Il BYOD impone di andare oltre le peculiarità dei singoli device e dei relativi sistemi operativi, concentrandosi sulle funzionalità, sulla capacità dei diversi device di interagire sulle stesse basi di condivisione cloud.

Roberto Bondi, BYOD Technologies in Italian classrooms

Cloud dal quale non si prescinde quando si lavora, com'è nel BYOD, con device mobili. Di BYOD molto si è parlato nell'ultimo anno su siti internazionali. INDIRE su GRAMSCI Scuola Digitale – CLASSI 2.0. «Internauti non si nasce, ma si diventa!» Un percorso media-educativo per la scuola secondaria di primo grado (1) 30 settembre 2010| di Maria Ranieri, Facoltà di Scienze della Formazione, Università di Firenze Abstract.

«Internauti non si nasce, ma si diventa!» Un percorso media-educativo per la scuola secondaria di primo grado (1)

Muovendo da un’analisi del concetto di credibilità e delle nuove sfide poste da Internet e dai media digitali rispetto alla valutazione della credibilità dell’informazione online, viene presentata un’esperienza di educazione alla comprensione critica dell’informazione digitale realizzata nella scuola secondaria di primo grado. Programmare giocando: 30 ragazzi presenti al primo "Coder Dojo" all'Open Campus di Tiscali. Articolo Piacenza. Daniele Barca, Innovascuola: intervista e recensioni. PD Scuola: Un nuovo alfabeto per l'Italia: Scuola e tecnologie: cosa ne pensa un'insegnante 2.0? Intervista ad Anna Rita Vizzari, professoressa di Lettere presso l'Istituto di Istruzione Secondaria di 1° Grado "A. Festival 'leggendo metropolitano': il programma completo. Il festival avrà un’anteprima, mercoledì 4 giugno, alle 19.30, al Bastione Santa Croce.

La narrazione tra parole e musica, il titolo dell’incontro fra la scrittrice, poetessa e musicista sudafricana Liesl Jobson e Alessandro Spedicati (Diablo, frontman del gruppo dei Sikitikis). Andrea Mameli, Linguaggio macchina: BYOD Sestu: porta il tuo smartphone in classe e usalo insieme agli altri. Locandina Unione Pinna. Rassegna stampa Istruzione Miami. Francesco Pinna Unione sarda. Francesco Pinna Unione sarda. Scuola possibile, attuale e futuribile Oggi un convegno a Cagliari.