background preloader

LA CLASSE CAPOVOLTA

Facebook Twitter

Laboratori disciplinari – BRICKS. IC Arcola Ameglia (La Spezia) scarica la versione PDF del lavoro Perché abbiamo scelto di cambiare?

Laboratori disciplinari – BRICKS

Innanzitutto perché senza cambiamento o confronto periodico riteniamo che non si cresca davvero, che non si raggiunga quel miglioramento che solo nel concetto biologico di “evoluzione” trova il suo intimo e perfetto significato. L’esigenza di una svolta o rinnovamento era nell’aria da qualche tempo e l’anno scorso ci siamo trovate al momento giusto nel posto giusto. L’idea dei Laboratori disciplinari di Avanguardie educative ci ha coinvolte e abbiamo ritenuto possibile la sua attuazione nella nostra realtà scolastica. Inoltre da quest’anno la nostra organizzazione oraria sarebbe passata da 6 giorni con 5 ore da 60 minuti a 5 giorni con 6 moduli da 55 minuti. Le fasi di allestimento delle aule e i primi problemi Condivisione aule/docenti. Il digital storytelling a scuola con Adobe Spark. Dettagli Categoria: Italiano Creato: Martedì, 19 Luglio 2016 08:19 Il digital storytelling si sta confermando negli ultimi anni un’attività completa per stimolare la creatività negli studenti, favorire la comunicazione, la gestione ed il racconto delle emozioni, la costruzione di competenze nel campo della scrittura e dell’organizzazione testuale.Uno degli strumenti più completi per lavorare sullo storytelling è senza dubbio Adobe Spark, una web app (ma esiste anche la versione per iPad) gratuita (ci si può iscrivere anche con un account Google) che permette di creare post, pagine web e soprattutto video.E’ in quest’ultimo ambito che Spark facilita enormemente il lavoro dei docenti.Innanzitutto suggerisce allo studente dei format narrativi: Promote an idea.

Il digital storytelling a scuola con Adobe Spark

Manuale docenti. Eas: Episodi di Apprendimento Situati. Didattica dell'italiano con le nuove tecnologie. Genitori connessi. Incontro di presentazione alla cittadinanza Generazione internet e la rivoluzione digitale: la prima Academy a Reggio Emilia.Buone pratiche per diventare genitori consapevoli in un mondo aumentato dalle tecnologie.Incontrarsi per capire, approfondire e tessere i nuovi stili di comunicazione, socializzazione, apprendimento e di gioco che caratterizzano le attuali relazioni.

Genitori connessi

SalutiRaffaella CurioniAssessora a Educazione e Conoscenza del Comune di Reggio Emilia Valeria MontanariAssessora ad Agenda Digitale, Innovazione tecnologica, Trasparenza, Comunicazione e Partecipazione del Comune di Reggio Emilia IntervengonoPaolo FerriProfessore Associato Università degli Studi di Milano Bicocca- Dipartimento di scienze umane. Insegna "Teoria e tecniche dei nuovi media" al corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria.

Usare moodle. Strumenti. Ringrazio la bravissima collega A.P. per la lista dei suggerimenti.

Strumenti

Ne trovate altri sul suo blog. Blog e siti web WordPress.com – Piattaforma per realizzare un blogBlogger – Piattaforma google per realizzare un blogEdublogs – Blogs per la didattica Lesson plans e rubriche di valutazione Learning Designer – Per strutturare una lezione o un moduloLesson Flow – Per integrare i tools multimediali in una lezioneRubistar – Per costruire rubriche di valutazione Mappe concettuali GoConqr (ex Examtime) – Mappe concettuali interattive ma non solo…MindMup – Mappe mentali in collaborazione simultaneaPopplet – Mappe con scritte, disegni o immaginiText2Map – Essenziale ma potente! Archiviazione Presentazioni. 226 381 1 SM. Software Archives ~ Prof Digitale. Repetita didattica. Veniteci a trovare sul nostro portale: iscrivetevi al canale per vedere tutte le nostre videolezioni: questa lezione di Storia: Con l’emergere dei problemi sociali legati all’urbanizzazione, al lavoro di fabbrica, all’emarginazione e alla povertà di intere classi sociali escluse dai benefici dello sviluppo industriale ed economico si creò una nuova forma di proletariato, il cosiddetto “proletariato di fabbrica”, che cominciò a maturare una nuova coscienza di classe e a favorire la formazione di associazioni operaie, che si dedicavano alla cooperazione e al mutuo soccorso tra associati.

Repetita didattica

È su questo terreno sociale che si collocano le idee di Karl Marx e Friedrich Engels, padri del socialismo moderno: ascoltiamo Lavinia Mochi! Nel 1848, a Londra, Marx ed Engels pubblicarono il Manifesto dei comunisti, che li rese gli esponenti di spicco di un nuovo socialismo che univa i fondamenti economici e filosofici con la necessità di una rivoluzione. Gliassistenti Diulisse. 9:14 14:27 13:50 I topi - Duration: 13 minutes. 6:49 Sandokan - Duration: 6 minutes, 49 seconds. 9:28 Moby Dick - Duration: 9 minutes, 28 seconds.

Gliassistenti Diulisse

View all This item has been hidden. Notizie di libri e cultura del Corriere della Sera. «A cosa serve avere tanti libri e librerie se poi non basterebbe una vita intera per leggere solo i titoli?»

Notizie di libri e cultura del Corriere della Sera

: se lo chiedeva già nel V secolo a. C. il filosofo Socrate, che possiamo quindi considerare a buon titolo primo teorico dell’«overload informativo», l’eccesso di informazioni che affligge i nostri tempi. E Socrate fu solo il pioniere, anche il matematico e filosofo Leibniz denunciava l’«orribile massa di libri che continua a crescere», mentre Denis Diderot, padre dell’Enciclopedia, scriveva nel 1755: «Con il passare dei secoli, aumenterà il numero di libri, al punto che possiamo prevedere un tempo in cui imparare dai libri sarà difficile come studiare l’universo». A ricordarci quanto antica sia la questione dell’iper-produzione di sapere è ora lo studioso americano David Weinberger, ricercatore del Berkman Center for Internet and Society di Harvard, nel suo libro, appena uscito negli Stati Uniti, Too big to know.

Chiara Spalatro. Design Didattico. "Sappiamo tutto, capiamo poco": recen... Home - La classe attiva.