background preloader

Lezione Capovolta - Esperienze

Lezione Capovolta - Esperienze

La “classe capovolta”: un esperimento di apprendimento attivo - Scuola che fa rete Mai sentito parlare di “flipped classroom”? L’idea è quella, per l’appunto, di “capovolgere” la classe – ovvero invertire il tradizionale schema di insegnamento e apprendimento, facendo dell’aula “non più il luogo di trasmissione delle nozioni ma lo spazio di lavoro e discussione dove si impara ad utilizzarle nel confronto con i pari e con l’insegnante” Paolo Ferri, (professore associato all’Università di Milano-Bicocca, ) Nel contesto della “flipped classroom”, l’insegnante fornisce ai ragazzi tutti i materiali utili all’esplorazione autonoma dell’argomento di studio. Questi possono includere: libri, presentazioni, siti web, video tutorial e simili. È fuori dalle mura scolastiche, quindi, che gli studenti – da soli o in gruppo, e ognuno nel rispetto dei propri tempi – hanno modo di realizzare delle prime esperienze di apprendimento attivo, che verranno poi continuate con compagni e docente in classe.

Schoolapp Abaco: un'applicazione didattica ... Se vi siete stufati del classico - ma pur sempre venerando - abaco, sappiate che nel 2013 è nata una nuova società fondata da Pierluigi Cappadonia e Cristian Molon, chiamata Schoolapp, il cui primo prodotto è una rivisitazione videogiocata del tradizionalissimo, ma immortale, abaco. Fino ad ora la neonata società ha prodotto un'unica app, chiamata Abaco, che attraverso un'interfaccia intuitiva e molto facile da utilizzare cerca di insegnare ai bambini il significato dell'abaco tradizionale. In abaco non troveremo i classici anelletti o palline da infilare lungo guide verticali, bensì dei tronchi che sparano mongolfiere colorate, che si dispongono in altezza l'una sotto l'altra in successione. Nella versione Lite è possibile utilizzare solo 3 delle 5 versioni del gioco:1) Impara l'abaco;2) Trova numero;3) Componi numero; 4) Addizioni; 5) Sottrazioni.

Cosa so dell'ombra? - Benvenuti su piccoli astronomi crescono! Abbiamo richiesto ai bambini di scrivere un testo sull'ombra. Si può optare fra due consegne, una più scientifica, adatta a mettere a fuoco ipotesi sulla natura dell'ombra e ad avviare il percorso sullo "studio fisico" dell'ombra: "Che cosa pensi sia l'ombra?", l'altra, "Che cosa ti fa venire in mente la parola ombra? ", è una consegna che stimola maggiormente la produzione di testi in cui emergono gli aspetti affettivi e fantastici. Noi abbiamo scelto la seconda, perchè ci sembrava più aperta. Inoltre, abbiamo realizzato le seguenti attività. Abbiamo letto i testi prodotti dai bambini e riportato alla lavagna gli argomenti trattati, evidenziando ogni argomento con un colore.

“Flipped classroom”: un’esperienza nella scuola primaria – BRICKS scarica la versione PDF del lavoro Sui muri, a volte, capita di leggere. “Se ci aveste spiegato di meno, avremmo capito di più”. Per quanto possa sembrare paradossale, questa frase scritta dai writer rimanda alla realtà di molte lezioni, incentrate sulla sola trasmissione di conoscenze e non sull’acquisizione di competenze attraverso il learning by doing. Compito del docente, nell’esercizio della libertà di insegnamento, è quello di individuare le metodologie da adottare, compiendo una serie di valutazioni sulla situazione di fatto in cui si trova ad operare e sul tipo di percorso che intende delineare. Ma è possibile utilizzare la didattica capovolta alla primaria? Figura 1 – La home page del sito Flipclass.it. Occorre, prima di tutto, dotarsi di un ambiente virtuale protetto, accessibile solo agli alunni e ai docenti. Non si tratta, quindi, di fornire solo materiale da visionare, ma di costruire delle lezioni interattive e cooperative al cui centro ci siano gli stessi alunni.

Flipped Classroom: tre strumenti per creare lezioni capovolte Si parla sempre con maggior insistenza di Flipped Classroom, metodologia in cui viene capovolto il normale schema di lavoro in classe che non vede più al centro l'insegnante e la lezione frontale, ma sono gli alunni a costruire collaborativamente i loro percorsi di apprendimento, lavorando su materiali didattici selezionati dal docente-facilitatore. Le tecnologie consentono di utlizzare piattaforme digitali per la gestione della flipped classroom e per creare lezioni capovolte. Ve ne segnalo tre. eduCanon è un servizio gratuito per la creazione di "lezioni capovolte", l'assegnazione di attività e il monitoraggio dei progressi dei vostri studenti. Ecco due esempi di utilizzo di eduCanon da Punti e Appunti: Primi insediamenti a San Marino:

Classe Capovolta - FC e EAS - Esempi di Flipped In questo spazio sono stati inseriti alcuni esempi di lezioni in modalità flipped sperimentate da alcuni docenti e condivise in rete. di seguito troverete una lezione svolta da me in una classe gweb nel 2012.ESEMPIO DI FLIPPED LESSONSCONTESTO: questa lezione è stata sviluppata con gli alunni della 3^ API settore chimico biologico dell'ISIS Ponti di Gallarate. ARGOMENTO: Spettrofotometria in assorbimento atomico. FASE 1: Ogni ragazzo dovrà accedere al mio sito www.smauro.it, che è libero senza alcun account, per visionare la lezione, generalmente si tratta di un video o di una semplice presentazione multimediale, tutto questo entro una data prestabilita.SMU (Supporto multimediale usato): per questa fase è necessaio disporre di un sito ma va anche bene una piattaforma tipo Moodle o Kairos dove è possibile appendere il materiale da visionare, potrebbe bastare anche un cloud ma con molti limiti di organizzazione dei materiali. (Qr_code_generetor)

Perché dobbiamo cambiare l’insegnamento della matematica Non solo gli studenti italiani non sono “bravi in matematica”. Anche i ragazzi americani, come scrive sul New York Times Elizabeth Green (autrice del libro “Building a Better Teacher,” in via di pubblicazione presso W. W. Norton), hanno le loro difficoltà, nonostante i ripetuti tentativi fatti per innovare metodi e contenuti dell’insegnamento e raggiungere una competenza matematica di buon livello diffusa su tutto il territorio. Fin dal 2009, sotto l’amministrazione Obama, è stata proposta una Common Core State Standards Initiative che ridefinisce ancora una volta gli standard attesi per i ragazzi fino a 12 anni in lingua e matematica. E’ facile essere d’accordo sul fatto che il modo tradizionale di insegnare la matematica non funziona, né in America né altrove, ma cambiare è difficile. In Giappone, e con modalità diverse anche in Cina, la formazione passa attraverso la discussione e la condivisione tra gli stessi insegnanti dei loro metodi didattici. Credits immagine: via Pixabay

Appunti sulla lavagna: Ancora i testi liberi Da un po' di tempo i bambini della mia seconda dimostrano un interesse spontaneo per la stesura dei testi liberi, soprattutto per l'invenzione di storie fantastiche. Senza che sia io a chiederlo, mi consegnano spesso fogli volanti scritti in stampatello maiuscolo (ma qualcuno anche in corsivo). Si tratta di storie per lo più inventate, scritte in momenti liberi, non organizzati come l'intervallo e i momenti in cui si attende che i compagni abbiano finito un'esercitazione o una verifica. L'attenzione per l'ortografia non è proprio al massimo, ma si nota un certo sforzo di costruire una trama avvincente e originale, che catturi il potenziale lettore. Qualcuno dei più produttivi ha iniziato spontaneamente. Non tutti, naturalmente, scrivono con la stessa frequenza e con la stessa abbondanza, ma si può dire che tutti, in un modo o nell'altro, siano interessati a questo modo informale di esprimersi e comunicare.

Related: