background preloader

Topmarks Education: teaching resources, interactive resources, worksheets, homework, exam and revision help

Topmarks Education: teaching resources, interactive resources, worksheets, homework, exam and revision help

https://www.topmarks.co.uk/

Related:  sabrinadesantisTeacher's LinksRISORSE DIDATTICHECorso BES e didattica innovativaK-12

LA TUA SCUOLA E' INNOVATIVA? VOLA AL MEETING IN OLANDA! Submitted on Tue, July 5, 2016 Sei un dirigente scolastico o un insegnante e ti occupi di innovazione scolastica? Hai seguito con interesse la mappatura dell'innovazione scolastica fatta da Ashoka e la tua scuola si rispecchia nei criteri del programma delle Scuole Changemaker? Matematicando in classe prima. (4) Confine, regione interna e regione esterna con il Capitan Salsasugosa Proseguendo il nostro percorso alla scoperta della matematica, e dopo aver giocato e sperimentato per una settimana intera coi blocchi logici, ci avviciniamo giorno giorno dopo agli insiemi che ci consentiranno di classificare oggetti (a partire dai blocchi logici stessi) in base a caratteristiche comuni. Ma prima di presentare ai bambini gli insiemi predispongo una serie di attività per consolidare i concetti aperto/chiuso, dentro/fuori e acquisire quelli di regione interna/esterna e confini. Queste attività mi serviranno per far comprendere ai bambini come rappresentare al meglio gli insiemi e procedere poi ai concetti logici di appartenenza e non appartenenza. Per affrontare questi argomenti e catturare la loro attenzione ho deciso di sfruttare alcuni brevi racconti, la versatilità della LIM e la palestra della scuola.

3 Modi per Essiccare le Foglie 3 Metodi:Essiccare le Foglie per Lavori di BricolageEssiccare le Erbe o le Foglie di TèRealizzare Scheletri di Foglie Le foglie vengono spesso essiccate per essere usate come decorazioni nei lavori di bricolage, oppure per conservare le erbe d’uso culinario. Ci sono tanti modi per ottenere entrambi i risultati, quindi prenditi il tempo di selezionare le foglie per trovare quelle che siano funzionali al tuo scopo – o ai tuoi scopi. Fortunatamente la maggior parte dei processi comporta l’uso di risorse che sono facilmente reperibili o che puoi trovare in giro per casa.

Materiale per sessioni ABA Raccolta di immagini fotografiche suddivise per categoria e impaginate 6 per foglio, pronte per essere stampate, plastificate e usate furiosamente! Raccolta di fotografie e disegni per imparare semplici abbinamenti come nido/uccellino, calze/scarpe... Dalle più semplici (prima/dopo) alle più complesse. Lettere e numeri di diverso carattere e colore pronti da stampare. Chi Siamo - Unidida Soluzioni per la didattica multimediali UniDida Srl è una giovane società, fondata nel marzo del 2010 dalla partecipazione di diversi soci con competenze miste tecnico-manageriali. L’impresa ha la missione di sfruttare alcuni prodotti tecnologici recentemente resi disponibili sul mercato ed una infrastruttura software sviluppata internamente, per offrire attività didattiche interattive a diverse categorie di utenti, a partire dai bambini dai 3 ai 10 anni per arrivare a tutto l’arco scolastico fino alla formazione professionale.L’idea nasce dalla convinzione che le tecnologie informatiche possano essere un potentissimo strumento per lo stimolo delle capacità cognitive fin dalla più tenera età. Strumenti informatici, che oggi sono percepiti come riservati all’impiego professionale, possono invece essere sfruttati per scopi didattici con efficacia superiore ai metodi formativi tradizionali perché stimolano l’utente nel modo più completo: visivo, acustico, tattile.

UniFI - Laboratorio di Tecnologie dell'educazione - Master - nuova edizione 2016-17 Il Master è istituito presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione e Psicologia dell'Università degli Studi di Firenze, avvalendosi dell'esperienza e della lunga tradizione di ricerca del Laboratorio di tecnologie dell'educazione (LTE).Dopo 12 anni di attività con Master e Corsi di perfezionamento nel campo delle tecnologie di rete e dell'Instructional Design, il Laboratorio ha progettato un nuovo Master: quello di seguito descritto, arrivato alla sua terza edizione. Le competenze sviluppate risultano di particolare rilevanza nel mondo della formazione professionale, della scuola e dell'editoria multimediale, settori attualmente in trasformazione sotto l'impatto del digitale. Il Master si struttura intorno a quattro profili emergenti per il futuro delle tecnologie della formazione: Il Master si svolge completamente a distanza, in modalità e-learning (tranne tirocinio ed esami), attraverso interazioni in webconference e interazioni asincrone. LA DOMANDA DI AMMISSIONE (modulistica)

Guamodì Scuola: Attività collaborative su lavagna virtuale: Stoodle Si tratta di uno strumento eccellente che permette di condividere tra più utenti (potenzialmente tutti gli alunni di una classe o più) la stessa schermata. La cosa primaria da sottolineare è che per utilizzarlo non occorre alcuna registrazione. Una volta entrati nella pagina principale occorre cliccare su "Launch a Classroom", cioè "lancia una classe". A questo punto vi verrà chiesto di inserire il vostro nome (What is your name?): dopo averlo fatto avrete a disposizione un URL da condividere con le persone che intendete far entrare nella vostra "lavagna". Docenti, è in arrivo la formazione obbligatoria: 125 ore in tre anni, 40 in presenza La formazione obbligatoria dei docenti, introdotta con il comma 123 della Legge 107/2015, presto sarà effettiva: sono previste 125 ore da fare ogni triennio. La Flc-Cgil ha realizzato un documento proprio “sull’introduzione alla bozza del Piano Nazionale di Formazione”. Dal documento si evince che si sta attuanto una “pesante intromissione del documento su aspetti tipicamente contrattuale”. Il sindacato guidato da Mimmo Pantaleo riassume, a tal proposito, quanto si sta concordando al ministero dell’Istruzione, anche se gli spazi di manovra per il sindacato appaiono davvero ridotti:

Persone come nuvole - Attraversando Parigi - I Diavoli “C’est Uber, monsieur!” mi dice il tassista portoghese nel centro di Parigi, al mio terzo lamento non costruttivo sulla lentezza, tutta mediterranea, del traffico da giorno di pioggia, e di inizio autunno, fra stazioni cardinalmente disposte e i Campi Elisi. Guardo invidioso, per vari motivi, gli altri che camminano spediti con le loro valigie, con gli ombrelli, le scarpe da lavoro, le trainers e i tacchi alti. A Parigi tutti sembrano più magri, sempre in forma e sempre alla moda. Hanno tutti le gambe più secche degli altri cittadini europei, penso, abbandonandomi ai luoghi comuni. Anche se cerco di fermare il flusso di coscienza sul nascere, analizzando con superficialità le e-mail di lavoro e cercando segnali di vicinanza al luogo di arrivo, mi faccio trasportare in pensieri leggeri: Parigi, i platani gialli e tutte le altre immagini a cui sono familiare.

Related:  Click&CLILeducational materialsResourcesgeneralFor Teachers!Planning Resources