background preloader

The Epic BYOD Toolchest (51 Tools You Can Use Now)

https://www.edutopia.org/blog/the-epic-byod-toolchest-vicki-davis

Related:  app per didatticastrumenti 2.0tecnologiaSchoolBYOD & SOCIAL LEARNING

Creare una lezione per tablet con Nearpod Dettagli Categoria: Storia Creato: Venerdì, 13 Novembre 2015 14:12 Nearpod è un'applicazione (disponibile e consultabile su tablet Android,iPad e PC per condividere contenuti con gli studenti e controllare il flusso della lezione. Gli alunni possono utilizzare Nearpod sui loro dispositivi mobili per ricevere contenuti multimediali o partecipare come protagonisti a divertenti e stimolanti attività e compiti.L'app permette al docente di: StoryDesk: app per iPad tra Prezi e Powerpoint StoryDesk è un'ottima app per iPad per creare presentazioni interattive. L'interfaccia ricca ed intuitiva rende facile e veloce la creazione di presentazioni di qualsiasi dimensione, con una modalità di progettazione e di fruizione che accomuna le migliori caratteristiche di PowerPoint e Prezi. Al centro di StoryDesk potrete trovare una collezione di modelli interattivi associati ad una serie di diverse funzionalità. La versione basic di StoryDesk è gratuita e, una volta registrati, è sufficiente cliccare il pulsante + per creare una nuova presentazione.

Caratteri E Font Per La Scuola Primaria Capita, mentre si cerca altro in rete di imbattersi in qualcosa di interessante, che magari abbiamo cercato a lungo senza trovare nulla di soddisfacente. Ecco oggi mentre girovagavo e leggiucchiavo qua e là per il web mi sono imbattuta in un sito di font che a lungo avevo cercato tempo addietro, con un'intera sezione di font per il mondo della scuola. Spesso occorre preparare schede ed elaborati per gli alunni, adattandole nel grado di difficoltà e nei contenuti. Le proposte sia dei libri che della rete, possono non essere collimanti con quanto abbiamo svolto, ecco allora che sorge la necessità di adattare il materiale. Specialmente: Il referente di istituto per i DSA di Capuano, Storace e Ventriglia - Loescher Editore Chi è il referente di istituto? Quale immagine ci rimanda la descrizione che ne viene fatta dalla normativa? Le Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento, allegate al Decreto Ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011, al punto 6.3, delineano in modo preciso la figura del referente di istituto: “Le funzioni del “referente” sono, in sintesi, riferibili all’ambito della sensibilizzazione ed approfondimento delle tematiche, nonché del supporto ai colleghi direttamente coinvolti nell’applicazione didattica delle proposte. (l'articolo continua nell'allegato)

Progettazione Mappa Concettuale Leggere un articolo di Piero Dominici è come cibarsi di una pietanza che richiede una lunga e laboriosa digestione e, per chi non ha un apparato digerente efficiente e robusto come il mio, c'è sempre il rischio di procurasi un'indigestione se si è troppo frettolosi e ingordi. Mi limito dunque, in questo post, a sottolineare e commentare qualcuna delle tante idee e suggestioni offerte dal suo articolo "Come educare ad una cittadinanza matura e non eterodiretta", comparso il 01/04/2016 su Forum PA, il sito web collegato all'appuntamento che ogni anno si tiene al Palazzo dei Congressi di Roma e che nasce dal tentativo di far dialogare tra loro pubblica amministrazione, imprese, mondo della ricerca e società civile. Educare a una cittadinanza matura e non eterodiretta Cosa intende Dominici con Innovazione Inclusiva?

BYOD a scuola: come sfruttare i dispositivi personali in classe Il BYOD (Bring Your Own Device) è uno dei temi caldi nel mondo della scuola di oggi e continua a raccogliere sempre più consensi. Voi siete tra i sostenitori di questa soluzione? Oppure credete che acconsentire all’introduzione dei dispositivi personali a scuola possa solo contribuire ad aggiungere elementi di distrazione e accentuare il digital divide tra gli studenti? Nella breve raccolta che segue potrete conoscere l’esperienza di chi ha già adottato questo modello.

Apple, con iTunes U la scuola è sull’iPad Con la nuova versione dell’app è possibile creare libri interattivi e multimediali dal tablet della Mela. E c’è anche una funzione per comunicare direttamente con gli insegnanti Apple ha annunciato oggi degli aggiornamenti in iTunes U: a partire dall’8 luglio gli insegnanti che usano l’app iTunes U gratuita potranno, per la prima volta, creare, modificare e gestire interi corsi direttamente sull’iPad. Gli studenti, invece, potranno collaborare in nuovi modi innovativi, ad esempio avviando discussioni di classe e facendo domande direttamente dall’iPad. “L’istruzione è da sempre nel DNA di Apple, e iTunes U è una risorsa inestimabile per insegnanti e studenti,” ha dichiarato Eddy Cue, Senior Vice President Internet Software and Services di Apple. “iTunes U offre una straordinaria selezione di materiali didattici per gli utenti in ogni parte del mondo.

I dieci comandamenti per una presentazione perfetta Ecco la nota dolente di tanta didattica digitale: la presentazione! Sappiamo già come motivare la classe allo studio della storia dell’arte, conosciamo come rendere efficace una lezione ma possiamo rovinare tutto con un pessimo PPT… Qui vorrei dare alcuni suggerimenti per un’impaginazione efficace delle nostre slide. Senza entrare nel campo del graphic design avrei una decina di indicazioni per rendere visivamente accattivante qualsiasi presentazione.

Il curricolo verticale di Italiano e Matematica. Un percorso di costruzione in rete dalla scuola dell’infanzia al biennio della scuola secondaria di secondo grado Marina Mupo - L’istituto Comprensivo “Nicola Nisco Senior”, quale scuola capofila, ha stipulato nel maggio 2010 un Accordo di rete con le scuole di ogni ordine e grado del territorio di S. Giorgio del Sannio e con l’Istituto Comprensivo di Calvi avente ad oggetto la realizzazione di iniziative di formazione e aggiornamento per il personale docente utilizzando le importanti risorse economiche e culturali che il PON “Competenze per lo sviluppo” 2007-2013 offre a tutte le istituzioni scolastiche delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza - di cui la Campania fa parte - per ampliare qualitativamente e quantitativamente l’offerta formativa al fine di recuperare il ritardo in termini di competenze che dette regioni fanno registrare nel confronto con la media dei paesi europei. I percorsi progettati, utilizzando le buone prassi già sperimentate in precedenti progetti realizzati dall’Istituto Comprensivo “Nicola Nisco Senior” si sono prefissi i seguenti obiettivi :

LearningApps: Moduli Interattivi per la Didattica Online – Next Learning Un ambiente per la realizzazione di contenuti interattivi per la didattica online Presentato come un’applicazione web 2.0 a supporto della didattica online e interattiva, LearningApps è un progetto sviluppato dall’Istituto Superiore di Pedagogia PHBern in collaborazione con l’Università di Magonza e L’università di Zittau-Gorlitz. Il progetto fa capo a un’organizzazione non profit denominato LearningApps.org. Il team che ha sviluppato l’applicazione è costituito dai professori: Dr. Michael Hielscher, Prof.

BYOD a scuola: teoria ed esempi pratici Dettagli Categoria: Non categorizzato Creato: Domenica, 23 Agosto 2015 07:04 La scuola sta cambiando velocemente, di pari passo con il mondo reale, modificato dall'invenzione di tecnologie sempre nuove.

Related: