background preloader

App per didattica

Facebook Twitter

ClassDojo. Class dojo è un’ app per la gestione del comportamento in classe.

ClassDojo

È disponibile gratuitamente su google play e su app store. Permette agli insegnanti di segnalare i comportamenti negativi ma soprattutto di premiare quelli positivi informando in tempo reale genitori e famiglie (i genitori possono iscriversi ma non è obbligatorio). Class Dojo: uno strumento per la disciplina e favorire la motivazione. Chi l’avrebbe mai detto che la tecnologia un giorno ci avrebbe aiutato a mantenere la disciplina in classe?

Class Dojo: uno strumento per la disciplina e favorire la motivazione.

Ed invece una delle novità più interessanti dell’ultimo anno si chiama Class Dojo e promette di farci ottenere grandi risultati in termini di attenzione e motivazione durante le ore di lezione. Non vi dico certo qualcosa di nuovo se affermo che talvolta il 50% del tempo passato in classe se ne va per mantenere il silenzio, oppure per richiamare Tizio o Caio che si fanno gli affari propri. Minuti preziosi che potrebbero essere spesi in maniera decisamente più proficua. Innovazione didattica: gamification e realtà aumentata anche per insegnare latino e greco - Orizzonte Scuola. Professoressa Cino, si ha l’impressione che la didattica delle lingue classiche sia più restia a esplorare le potenzialità della tecnologia, ma il suo esempio va in direzione contraria; come è nato il suo interesse per la realtà aumentata?

Innovazione didattica: gamification e realtà aumentata anche per insegnare latino e greco - Orizzonte Scuola

“Può anche essere che i docenti di discipline classiche siano più restii di quelli di altre materie ad avvicinarsi alle nuove tecnologie, ma devo dire che sono abbastanza fortunata perché i miei colleghi di dipartimento nel liceo ‘Monti’ sono molti curiosi e desiderosi di sperimentare. Hanno seguito con curiosità ed interesse i vari interventi di formazione che, in qualità di AD, ho predisposto sulle pratiche didattiche innovative e l’integrazione delle ITC.

10 app per gli insegnanti della scuola elementare - Io Mobile. Microsoft consiglia le migliori app Windows 8.1 per studenti e insegnanti - HDblog.it. Il gran numero di tablet Windows 8.1 a basso costo arrivati sul mercato negli ultimi mesi offre a studenti e insegnanti un valido supporto per lo svolgimento delle attività di insegnamento e di apprendimento.

Microsoft consiglia le migliori app Windows 8.1 per studenti e insegnanti - HDblog.it

Prodotti che offrono la possibilità di utilizzare l'ambiente Windows particolari limitazioni, anche sotto il profilo della compatiibilità con le applicazioni x86, ma che possono contare, al tempo stesso, sulle app Modern UI, ottimizzate per l'utilizzo touch. Microsoft ha recentemente elaborato una selezione delle migliori applicazioni dedicate a studenti e insegnanti in possesso di un dispositivo Windows 8.1, tablet in primo luogo, ma anche ibridi e tradizionali PC.

Le passiamo in rassegna a seguire. Si parte con OneNote, app che dovrebbe essere ormai nota a qualsiasi utente che utilizza il sistema operativo Windows (e Windows Phone) - Link per il download (Gratuita) 'nearpod' in Tecnologie Educative - TIC & TAC. BYOD a scuola: teoria ed esempi pratici. Dettagli Categoria: Non categorizzato Creato: Domenica, 23 Agosto 2015 07:04 La scuola sta cambiando velocemente, di pari passo con il mondo reale, modificato dall'invenzione di tecnologie sempre nuove.

BYOD a scuola: teoria ed esempi pratici

Gli studenti, invece sono sempre gli stessi: una volta, annoiati dalla spiegazione monocorde del docente, scarabocchiavano, giocavano, dormivano o leggevano altro, nascondendolo dietro la copertina del manuale. Oggi invece si rivolgono a dispositivi mobili per chattare su Facebook, controllare Twitter o il messaggio su WhatsApp del loro amico. BYOD a scuola: come sfruttare i dispositivi personali in classe. Il BYOD (Bring Your Own Device) è uno dei temi caldi nel mondo della scuola di oggi e continua a raccogliere sempre più consensi.

BYOD a scuola: come sfruttare i dispositivi personali in classe

Voi siete tra i sostenitori di questa soluzione? Oppure credete che acconsentire all’introduzione dei dispositivi personali a scuola possa solo contribuire ad aggiungere elementi di distrazione e accentuare il digital divide tra gli studenti? Nella breve raccolta che segue potrete conoscere l’esperienza di chi ha già adottato questo modello. BYOD: che cosa si intende con questa sigla? Cominciamo innanzitutto con qualche breve premessa sul significato di questa espressione. The Epic BYOD Toolchest (51 Tools You Can Use Now) Creare una lezione per tablet con Nearpod. Dettagli Categoria: Storia Creato: Venerdì, 13 Novembre 2015 14:12. Non solo Quiz: raccolte di applicazioni per la Valutazione Formativa.

Una infografica pubblicata l'8 /11/2012 su The Home of content marketing con il titolo Seven steps to the perfect story, in cui sono rappresentati i 7 passaggi principali per costruire una buona storia.

Non solo Quiz: raccolte di applicazioni per la Valutazione Formativa

La fonte citata dell'infografica è la famosa Rappresentazione visuale di una storia" - Visual Portrait of a Story, proposta da Ohler, J. (2003) che ha rielaborato e adattato lo schema di Dillingham, B. (2001). L'infografica fa riferimento allo schema proposta da Ohler - Dillingham per offrire una rappresentazione semplificata dei passaggi necessari per "costruire" una storia, offrendo una sintesi grafica estremamente utile sia per analizzare una storia che per crearla.

Traduzione dell'Infografica La logica dell'infografica è quella di proporre una guida "passo per passo", che propone una serie di "scelte" tramite le quali dare corpo alla storia. Questi i passaggi: Orizzonte Scuola – La scuola in un click. Tecnologia alla portata di tutti, nessuno escluso… Con poco si può fare molto: Plickers Code Cards, una soluzione low cost – Graeci docent… dal mondo classico all'attualità.

Il caso PLICKERS Code Cards Da un po’ di tempo riflettevo su alcuni aspetti non trascurabili in merito alla fruizione della tecnologia dopo aver fatto lavorare in aula scolastica i miei studenti per l’ennesima volta su attività di tipo edugames didattici (quiz e affini) in modalità byod.

Tecnologia alla portata di tutti, nessuno escluso… Con poco si può fare molto: Plickers Code Cards, una soluzione low cost – Graeci docent… dal mondo classico all'attualità

Scenario tipico che si ripete: Prof.ssa, io ho finito i gigaProf.ssa, io non ho smartphone oggi, è rottoProf.ssa, non può darci la password della rete? Potrei continuare, ma credo che capiti spesso in tante realtà esattamente in questi stessi termini. Va bene: usiamo quello che abbiamo in aula, che non è ambiente particolarmente attrezzato con devices, ma almeno abbiamo 1 PC e LIM in dotazione. PLICKERS per realizzare quizzes a cui rispondere con code card da stampare e plastificare – DIDATTICA E TECNOLOGIE DIGITALI. Fig.2 QuesitiBastano veramente pochi minuti per creare classi e quiz dedicati on line: ricordare che ogni quesito va associato alla classe con lo strumento Queue, come nella fig. 3. fig.3 Associazione quesitiOccorre quindi fare l’installazione dell’App Plickers sul mobile device dell’insegnante (multipiattaforma, da Apple Store o Android Google play) per procedere con l’attività in diretta tramite attivazione dell’opzione Live View nel menu superiore.Ricordare di fare Refresh nell’apposito pulsante in basso nel browser e attivare contestualmente l’App Plickers sul nostro dispositivo mobile da cui manderemo in onda i quesiti che saranno correttamente visualizzati in sincrono sullo schermo LIM o altro: come scelgo il quesito su App Plickers anche su Plickers Web compare quanto prescelto e così via per ogni quesito.

PLICKERS per realizzare quizzes a cui rispondere con code card da stampare e plastificare – DIDATTICA E TECNOLOGIE DIGITALI

Come è evidente, è molto semplice operare in questa modalità e i vantaggi sono numerosi. Di A. Perra. Plickers: una App rivoluzionaria per la classe. Lo sviluppo costante della tecnologia porta sempre più frequentemente nelle classi strumenti digitali che possono rivelarsi molto utili nel supporto alla didattica.

Plickers: una App rivoluzionaria per la classe

Di apprendimento e nuove tecnologie ci siamo occupati spesso in queste pagine di Epale. Oggi vorremmo presentare Plickers, una App che viene dagli Stati Uniti e che sta incontrando interesse anche in Italia. I Migliori Strumenti Digitali Didattici Presenti Gratuitamente in Rete. Oggi per rendere l’insegnamento/apprendimento più motivante ed efficace, dal punto di vista metodologico, occorre integrare la didattica con la tecnologia e gli strumenti digitali didattici, prendendo spunto da varie opportunità offerte dalla Rete.

Ogni insegnante sa bene che la lezione frontale (nella sua forma tradizionale) può essere una cosa meravigliosa ma anche noiosissima per gli studenti. La lezione tradizionale, nel periodo storico in cui viviamo, non soddisfa le esigenze di coloro che chiamiamo “nativi digitali”, che di digitale hanno, appunto, solo la nomea di essere nati in un contesto sociale, dove si è legati all’utilizzo del tecnologico in tutti i settori del vivere quotidiano.

Oggi i ragazzi si ritrovano ad essere vittime del sistema, incapaci di gestire la quantità di informazioni digitali infinite, passando dall’uso ad un abuso non consapevole. Leggi anche: LE MIGLIORI APP PER GLI INSEGNANTI RACCOLTE IN UNA MAPPA. Kahoot, l'app che trasforma ogni lezione in un quiz a premi. Non indossano le cuffie e non hanno davanti un microfono. Ma con l’app Kahoot gli studenti degli Stati Uniti imparano come se fossero in un quiz show. Lo schermo televisivo non c’entra. La competizione avviene tra i banchi di scuola e tutto quello che serve è una connessione internet e un dispositivo sul quale indicare la risposta esatta. App per la didattica? Pichierri: partire dalle esigenze degli studenti e non delle case editrici – Orizzonte Scuola. Professoressa Pichierri, nemmeno Apple le sembra all’avanguardia da questo punto di vista?

“Secondo il sito ufficiale dell’Apple, a marzo 2017, ci sono oltre 170.000 App per l’istruzione, tutte dedicate al mondo della scuola. Questo numero totale di titoli disponibili, tuttavia, fa riferimento al “contesto mondo” e non tutti sono disponibili in tutti i Paesi. Inoltre, la stessa Apple presenta le notevoli potenzialità dei suoi prodotti per fare lezioni innovative, e mette in risalto le grandi qualità hardware: microfono, video e telecamera di qualità, possibilità di aggiungere effetti sonori, di creare un proprio materiale didattico, di visitare, persino, “le piramidi di Giza, ruotando l’iPad per ammirarle a 360 gradi” nella stessa classe e senza spostarsi.

Anche se il problema dell’inglese può essere superato, proviamo a fare un salto alla scoperta delle App per l’istruzione all’interno dell’App Store. Ci racconti quello che sta facendo all’Università Roma Tre. Rientro a scuola: 16 app per maestri, insegnanti e professori.