background preloader

Tecnologia

Facebook Twitter

30 miliardi a chi rottamerà per sempre le password. Inizia l'era della biometria. È un mercato che potrebbe raggiungere il valore di 30 miliardi di dollari entro il 2021. La biometria, le tecnologie per l’autenticazione, dalla lettura delle impronte digitali a quella dell’iride, è uno degli hype del momento, nel quale pullulano soluzioni che fino a qualche anno fa incontravamo solo nei film di fantascienza. Due gli obiettivi: ridurre il rischio di frodi ed eliminare le password dalla vita dell’uomo.

Tante le banche che la testano Le più attive sono le banche asiatiche. Secondo il sito LTP, due istituti finanziari DBS di Singapore e OCBC cinese, hanno annunciato che offriranno il riconoscimento vocale come soluzione per autenticarsi durante le telefonate al customer service. Lo scopo qui è di tagliare il tempo che i clienti trascorrono a telefono per le procedure di autenticazione. Quanto cresce il mercato della biometria La lotta al cybercrime Le password sono in crisi, uno strumento di sicurezza diventato ormai obsoleto. Scenari e trend 1. 2. 3. 4. C'è un nuovo video di Magic Leap, ed è fantastico.

Il concorrente d HoloLens lancia in rete un filmato con una demo delle applicazioni di mixed reality Pubblicato A marzo Magic Leap aveva lanciato in rete un video che mostrava le potenzialità del suo visore. Il filmato era straordinario, peccato fosse stato ritoccato con effetti speciali. A mesi di distanza da quel “quasi fake”, il misterioso avversario di HoloLens arriva con un nuovo video premettendo che questa volta è tutta farina del suo sacco. Leggi anche: Con l’abbonamento Red, YouTube è senza pubblicità Il video, girato negli uffici dell’azienda, mostra un robottino che fluttua sotto una scrivania salutando con un cenno l’utente col visore. Infatti, come ha commentato il presidente dell’azienda Rony Abovitz, “Il dispositivo percepisce in tempo reale lo spazio circostante: in questo modo gli oggetti digitali possono sapere dove si trovano e comportarsi di conseguenza”.

Ancora silenzio invece sulla data di arrivo di Magic Leap. Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Segui. Pulse, la penna digitale che scrive e registra - Galleria. Google Glass si trasforma in traduttore personale con l’acquisizione di Word Lens - FocusTECH.it. Internet delle cose. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. In telecomunicazioni Internet delle cose (o, più propriamente, Internet degli oggetti o IoT, acronimo dell'inglese Internet of Things) è un neologismo riferito all'estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Il suo primo utilizzo ebbe luogo probabilmente nel 1999[1] presso l'Auto-ID Center, un consorzio di ricerca con sede al MIT[2]. Il concetto fu in seguito sviluppato dall'agenzia di ricerca Gartner[3][4][5].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto] L'Internet delle cose è vista come una possibile evoluzione dell'uso della Rete. L'obiettivo dell'internet delle cose è di far sì che il mondo elettronico tracci una mappa di quello reale, dando un'identità elettronica alle cose e ai luoghi dell'ambiente fisico. I campi di applicabilità sono molteplici: dalle applicazioni industriali (processi produttivi), alla logistica e all’infomobilità, fino all'efficienza energetica, all'assistenza remota e alla tutela ambientale.[9] L'acqua diventa vino con la "macchina del miracolo". Costerà 350 euro. PER ORA non si parla di moltiplicazione di pani e di pesci. Ma per trasformare l'acqua in vino potrebbero non esserci più problemi.

Questo almeno quanto dichiarano gli inventori della "Miracle Machine", la macchina del miracolo grande come un frullatore, che attraverso una camera di fermentazione, degli ingredienti e un'applicazione per smartphone e tablet promette di far mutare l'acqua in vino in tre giorni. Il costo "finito" di una bottiglia sarebbe attorno a un euro e mezzo, due dollari, mentre per la varietà e la qualità, si può scegliere. La macchina dei miracoli può produrre diversi tipi di vino, Chardonnay, Cabernet, a seconda degli ingredienti. Il costo di una bottiglia equivalente, secondo gli ideatori, sarebbe attorno ai venti dollari, circa quindici euro.

Come funziona? Cosa beviamo fra tre giorni? » Google mostra per la prima volta Project Ara: tutti i dettagli del progetto spiegati (video) » News Android. Abbiamo già sentito parlare molto di Project Ara, soprattutto negli ultimi giorni in cui Google ha fissato la data per una conferenza con gli sviluppatori dei moduli. Grazie ad un video della conferenza LAUNCH abbiamo modo di sentire il progetto spiegato nei dettagli da Paul Eremenko, ingegnere di Google ATAP. Innanzitutto l’obiettivo di Google è di tenere Ara economico, e per questo motivo le basette, l’unico componente che sarà Google stessa a produrre, verranno vendute a 15 dollari.

Esse contengono solamente una piccola batteria e i componenti necessari per la comunicazione tra i diversi moduli. Lo smartphone base mira ai 50 dollari, con processore di fascia bassa, Wi-Fi, display e batteria. LEGGI ANCHE: Entriamo nei laboratori dove si produce Project Ara Quale dimensione potremo scegliere però? Non vi è nemmeno un ordine preciso con il quale dovrete inserire i moduli: oggi non vi serve la fotocamera? Amazon, consegne con droni in 30 minuti. Scientists Successfully Model a Living Cell with Software. The crucial insight came to me as I leisurely rode my bike home from work. It was Valentine's Day, 2008. While I cruised along, my mind mulled over a problem that had been preoccupying me and others in my field for more than a decade. Was there some way to simulate life—including all the marvelous, mysterious and maddeningly complex biochemistry that makes it work—in software?

A working computer model of living cells, even if it were somewhat sketchy and not quite accurate, would be a fantastically useful tool. Research biologists could try out ideas for experiments before committing time and money to actually do them in the laboratory. Select an option below: Customer Sign In *You must have purchased this issue or have a qualifying subscription to access this content.

Consoles. Phoneblocks.com. Project Ara · dscout. Phonebloks - The next step. Phonebloks non vedrà mai la luce. Vi spiego anche perchè. L’hamburger in provetta. Il professor Mark Post mostra il primo hamburger costruito in laboratorio a Londra, il 5 agosto 2013. (David Parry, Reuters/Contrasto) Oggi a Londra viene presentato e cucinato il primo hamburger costruito in laboratorio. Per crearlo gli scienziati hanno prelevato delle cellule da una mucca e un centro di ricerca nei Paesi Bassi ha trasformato le strisce di dna in una polpetta di carne.

L’hamburger pesa 142 grammi ed è costato 250mila euro. A finanziare il progetto, scrive il Guardian, è stato il cofondatore di Google Sergey Brin. Molti istituti di ricerca usano le cellule staminali per i trapianti, per sostituire muscoli, cartilagine o altre cellule. Ma il professor Mark Post, lo scienziato dell’università di Maastricht responsabile del progetto, vorrebbe usare la stessa tecnica per far crescere i muscoli e il grasso della carne. La polpetta è stata creata mettendo insieme circa 20mila filamenti di proteine, ricavati da cellule staminali di bovini nel laboratorio di Post. Bacon da cellule staminali! Top 10 Inventions Of 2012. Year 2012 saw some great events and inventions around the world. With the end of 2012, a large number of ‘Top 10’ and ‘Best of’ lists began to popup. Well, here is our list of Top 10 Inventions for the year 2012. 10.

Indoor Clouds Berndnaut Smilde, a Dutch developer used temperature, lightning, humidity and fog machine to create real looking white cloud in the center of the room. 9. Building a tractor within 6 days is no more a dream. 8. Black & Decker’s cordless 4v MAX Gyro is the world’s first screwdriver with small microprocessors in it. Popular on the Web. Oculus Rift, la realtà è virtuale ma il mal di mare è reale. I responsabili del progetto Oculus Rift, il celebre visore per la realtà virtuale finanziato tramite Kickstarter, stanno lavorando per risolvere i problemi di nausea e vertigini che potrebbero derivare dall'uso della periferica.

Nate Mitchell, vicepresidente produttivo dell'Oculus Rift, ha ammesso in una recente intervista che l'eliminazione di questi effetti collateral è una delle sfide più grosse affrontate durante lo sviluppo del visore. Uno dei primi concept dell'Oculus Rift Il problema è imputabile a un insieme di fattori che spaziano dalla tecnologia del display a quella del tracking dell'orientamento, passando dal rilevamento della posizione e arrivando fino alla comodità del visore.

Tuttavia uno degli elementi più importanti che causa questo disturbo è di natura software, cioè dei contenuti visualizzati attraverso il visore. Assassin's Creed IV e l'Oculus Rift: un'accoppiata fatale per chi soffre di mal di mare? Salute: arriva il laser-test che ci dirà esattamente quando moriremo, ecco come farlo. Facebook. Glass - Home.

PS4: un perfetto PC da gioco, debutto a ottobre. Playstation 4, ecco come non sarà la console domestica di casa Sony. Storia dell'articolo Chiudi Questo articolo è stato pubblicato il 19 febbraio 2013 alle ore 09:17. Indiscrezioni, rumors, foto truccate, bozzetti, brevetti. A 24 ore dall'evento clou di Sony (ore 1,30 di notte ora italiana) che svelerà a New York la Playstation 4 (nome in codice Orbis), è più facile immaginare come non sarà la nuova macchina da gioco domestica.

Senza dover ricorrere a sofisticate arti divinatorie si può iniziare con il dire che non sarà una console che parte in perdita. Tradotto, di questi tempi è meglio non scommettere tutto sul mercato software. L'hardware e le indiscrezioniI rumors che circolano suggeriscono in ogni caso una architettura Amd a otto core, processore da 1,6 Ghz e una ram da 4GB (la metà di quanto previsto per la nuova Xbox che quasi sicuramente sarà annunciata a giugno di quest'anno) per un potenza complessiva da 1,84 TFLOPS (operazioni in virgola mobile eseguite in un secondo dalla Cpu).

Permalink. OUYA. Android 101 - Introduzione - Il Meglio di Internet. Apple brevetta nuova tecnica per sfruttare energia eolica. Lega Nerd - Socialblog scritto da Nerd. Opinione degli scienziati: la fisica nei videogiochi - Dal punto di vista di uno scienziato - Pagina 4 - Tom's Hardware Mobile.

Dal punto di vista di uno scienziato La scienza deve risolvere questi problemi, e quando lo fa con i computer, ci riesce interamente grazie alla matematica. Ad esempio, per rivestire un muro con una bella superficie e con una luce corretta, la GPU utilizza unità chiamate shader. Il pricipio è quello di applicare un algoritimo ottimizzato che svolga i calcoli corretti in ogni momento, e gli shader oggi fanno un eccellente uso dell'hardware a disposizione. Kenny Erleben, assistente professore al Datalogical Institute di Copenhagen, Danimarca. Kenny Erleben, assistente professore al Datalogical Institute di Copenhagen, Danimarca, sta lavorando sulle animazioni fisiche e sulle simulazioni della creazione di modelli. Dal punto di vista teorico dei ricercatori, e da quello che ha sentito, Erleben afferma che la scheda PhysX non sembra promettente per due principali ragioni. La prima è che gli algoritmi fisici sono chiusi nell'hardware, il che vieta ai programmatori di cambiare gli algoritimi.