background preloader

I Migliori Strumenti Digitali Didattici Presenti Gratuitamente in Rete

I Migliori Strumenti Digitali Didattici Presenti Gratuitamente in Rete
Oggi per rendere l’insegnamento/apprendimento più motivante ed efficace, dal punto di vista metodologico, occorre integrare la didattica con la tecnologia e gli strumenti digitali didattici, prendendo spunto da varie opportunità offerte dalla Rete. Ogni insegnante sa bene che la lezione frontale (nella sua forma tradizionale) può essere una cosa meravigliosa ma anche noiosissima per gli studenti. La lezione tradizionale, nel periodo storico in cui viviamo, non soddisfa le esigenze di coloro che chiamiamo “nativi digitali”, che di digitale hanno, appunto, solo la nomea di essere nati in un contesto sociale, dove si è legati all’utilizzo del tecnologico in tutti i settori del vivere quotidiano. Oggi i ragazzi si ritrovano ad essere vittime del sistema, incapaci di gestire la quantità di informazioni digitali infinite, passando dall’uso ad un abuso non consapevole. Leggi anche: LE MIGLIORI APP PER GLI INSEGNANTI RACCOLTE IN UNA MAPPA Autore articolo Maria Rita Seminerio

http://www.youreduaction.it/migliori-strumenti-digitali-didattici-presenti-gratuitamente-in-rete/

Related:  grazialocascioapp per didatticaANIMATORE DIGITALEICT_DidatticaApp&Game

Kahoot, l'app che trasforma ogni lezione in un quiz a premi Non indossano le cuffie e non hanno davanti un microfono. Ma con l’app Kahoot gli studenti degli Stati Uniti imparano come se fossero in un quiz show. Lo schermo televisivo non c’entra. La competizione avviene tra i banchi di scuola e tutto quello che serve è una connessione internet e un dispositivo sul quale indicare la risposta esatta. Wizer.me: creare diverse tipologie di quiz online Wizer è in assoluto uno dei migliori strumenti per creare diverse tipologie di quiz ed esercizi interattivi online, particolarmente interessante in situazioni di classi capovolte. Una volta registrati gratuitamente al servizio potrete costruire diverse attività, come domande a risposta multipla, domande aperte, Cloze, domande con inserimento di immagini e molto altro ancora. La cosa interessante è la possibilità di inserire, prima dell'esercizio, un video, un testo, un'immgine, un link, che possono essere i contenuti da approfondire prima di svolgere la prova. I quiz possono essere condivisi con gli studenti all'interno di Google classroom, attraverso un semplice link o usando un PIN. I docenti hanno il report dettagliato di tutte le prove degli studenti cliccando su Answers.

Idee per una didattica multimediale BLOG e SITI di DOCENTI Osmosi delle Idee blog gestito da Luvi e Daniele docenti di matematica della secondaria di primo grado , ricchissimo di contributi Matematicamente che contiene lezioni utili per rivedere concetti di matematica (prima erano tutte free, ora non più) e una comoda guida in PDF di Geogebra, saggio di un libro proposto.

Social FaceBook La FanPage del portale. Vai al link App per la didattica? Pichierri: partire dalle esigenze degli studenti e non delle case editrici – Orizzonte Scuola Professoressa Pichierri, nemmeno Apple le sembra all’avanguardia da questo punto di vista? “Secondo il sito ufficiale dell’Apple, a marzo 2017, ci sono oltre 170.000 App per l’istruzione, tutte dedicate al mondo della scuola. Questo numero totale di titoli disponibili, tuttavia, fa riferimento al “contesto mondo” e non tutti sono disponibili in tutti i Paesi. Inoltre, la stessa Apple presenta le notevoli potenzialità dei suoi prodotti per fare lezioni innovative, e mette in risalto le grandi qualità hardware: microfono, video e telecamera di qualità, possibilità di aggiungere effetti sonori, di creare un proprio materiale didattico, di visitare, persino, “le piramidi di Giza, ruotando l’iPad per ammirarle a 360 gradi” nella stessa classe e senza spostarsi. Anche se il problema dell’inglese può essere superato, proviamo a fare un salto alla scoperta delle App per l’istruzione all’interno dell’App Store. Ci racconti quello che sta facendo all’Università Roma Tre.

Il filtro di navigazione open source specifico per le scuole Dschola ha realizzato per le scuole Asso.Dschola, una soluzione firewall Open-Source che trasforma un normale PC in un potente strumento professionale di filtro per la navigazione: Il filtro si aggiorna automaticamente con la blacklist gratuita dell’Università di Tolosa UT1 oppure ultilizza il filtro Open Dns o entrambi i sistemi.Il Firewall si basa su una solida distribuzione OpenBSD open source.Prestazioni eccezionali anche per reti di grandi dimensioni (500-1000 PC e oltre) e per connessioni internet in fibra ottica (10/100/1000Mbit)Compatibile con tutte le reti wireless e diversi sistemi di autenticazione Il filtro Asso.Dschola è completamente gratuito ed è utilizzabile in tutti gli ordini di scuole perché viene preconfigurato per un immediato utilizzo a scuola. Bastano pochi minuti per proteggere tutta la scuola. Lasciare la connessione internet della scuola senza un filtro per i contenuti espone docenti e studenti a inutili rischi.

I migliori siti italiani che parlano d'innovazione didatticaProf Digitale Penso sia finalmente giunto il momento di mettere insieme in una lista, che spero mi aiuterete ad ampliare ed a tenere aggiornata con le vostre preziose segnalazioni, i migliori siti italiani che parlano d’innovazione didattica, di scuola 2.0, di rivoluzione digitale all’interno delle classi. L’articolo su quelli internazionali ha avuto un discreto successo, ma è ora di cominciare a guardare dentro i nostri confini, perché ci sono risorse meravigliose che aspettano solamente di essere scoperte e condivise. Nell’elenco troverete anche siti che non parlano esclusivamente di scuola, ma anche d’innovazione tout court, perché personalmente ritengo che aprirsi all’esterno, e non essere troppo autoreferenziali, sia un’ottimo modo per andare avanti nel nostro percorso professionale. Rinnovo il mio consiglio: salvate questi siti tra i preferiti o, meglio, sul vostro RSS reader, in modo da consultarli più o meno regolarmente, perché riescono a pubblicare anche diversi articoli al giorno.

FOLIO: il futuro delle biblioteche (digitali) è aperto – Liber Liber La difficoltà con cui l’innovazione digitale si estende al mondo delle biblioteche deriva da numerosi fattori. Il primo, sicuramente, dipende dalla fase economica che fa sentire i suoi effetti sui bilanci delle biblioteche, che spesso si trovano a fronteggiare tagli ai servizi, piuttosto che a pianificare il loro ampliamento. La biblioteca digitale ha dei costi, sia in fase di avvio che nella gestione ordinaria, non comprimibili e, soprattutto, diversi modelli economici per la gestione dei servizi al pubblico e del materiale digitale [nota 1]. A ciò si aggiunga il fatto che esistono numerosi progetti di biblioteca in campo nei vari settori, con cui relazionarsi in modo corretto. [nota 2]

Related:  apps x didattica