background preloader

Immagini_moda_legge

Facebook Twitter

La Francia vota la legge contro l'anoressia. La Francia batte il mondo 1 a 0.

La Francia vota la legge contro l'anoressia

Il Parlamento della Repubblica ha approvato giovedì la legge anti anoressia. Un pacchetto che impone alle modelle, prima di calcare le passerelle, di essere in possesso di un certificato medico che attesti la loro buona salute e l'assenza di disturbi alimentari. In particolare il medico deve accertare che «lo stato di salute della modella o modello, valutati soprattutto in riferimento all’indice di massa corporeo, sia compatibile con l’esercizio della professione», considerando la morfologia della persona, le percentuali di grasso, la storia alimentare, la regolarità dei cicli mestruali. In caso contrario la sanzione arriva fino a 75mila euro, ma sia la modella che l'agenzia, rischiano anche il carcere, fino a a sei mesi di reclusione. Una stretta non indifferente in un Paese in cui secondo le stime sono malate tra le 30.000 e le 40.000 persone, il 90% delle quali, adolescenti.

Francia, le modelle «obbligate» a un certificato contro l’anoressia e le foto ritoccate dovranno dichiararlo. "Questa foto è ritoccata": in Francia legge contro Photoshop e modelle troppo magre. Alle sfilate con il certificato medico, in Francia una legge anti-anoressia. Vuoi sfilare in passerella?

Alle sfilate con il certificato medico, in Francia una legge anti-anoressia

Allora presenta un certificato medico. E dimostra che non sei affetta da disturbi alimentari. Sarà obbligatorio nei prossimi mesi per tutte le modelle a Parigi, una delle capitali della moda, dopo che i deputati hanno approvato delle norme anti-anoressia, nell’ambito di una legge quadro più ampia sulla sanità. Come sempre, in Francia c’è chi osa lamentarsi e dire che il Governo di Manuel Valls avrebbe dovuto fare ancora di più. Ma, in realtà, le nuove regole sono espressione di un notevole pugno di ferro sul tema. Il certificato medico dovrà provare che «lo stato di salute della modella o modello, valutati soprattutto in riferimento all’indice di massa corporeo, è compatibile con l’esercizio della sua professione». Anoressia, Francia contro le modelle troppo magre: servirà certificato medico per sfilare. E ok photoshop solo se dichiarato.

Una legge anti-anoressia, che interessa da vicino le modelle, è stata appena adottata dal Parlamento francese.

Anoressia, Francia contro le modelle troppo magre: servirà certificato medico per sfilare. E ok photoshop solo se dichiarato

Forse non coraggiosa fino in fondo (già sono scoccate le prime critiche di chi ritiene che bisognava andare oltre) ma in realtà la scelta è stata per il pugno duro: da ora in poi, per fare la mannequin, sarà necessario un certificato medico che attesti l’assenza di disturbi alimentari. Non solo: le riviste che pubblicano fisici magrissimi, ovviamente “rivisti” grazie a photoshop, dovrà indicare che si tratta di una “foto ritoccata”. Cominciamo dalla prima misura. Il certificato medico dovrà provare che “lo stato di salute della modella o modello, valutato soprattutto in riferimento all’indice di massa corporeo, è compatibile con l’esercizio della sua professione”. Francia, le modelle «obbligate» a un certificato contro l’anoressia e le foto ritoccate dovranno dichiararlo.

Anoressia, in Francia le modelle per legge devono presentare il certificato medico per sfilare. I deputati francesi hanno dato il via libera a una legge che vieta al settore moda l'utilizzo di modelle ritenute "eccessivamente magre".

Anoressia, in Francia le modelle per legge devono presentare il certificato medico per sfilare

Le modelle per sfilare dovranno esibire un certificato medico che dichiara la loro salute "compatibile con la pratica della professione". I datori di lavoro che infrangono la legge rischiano fino a sei mesi di carcere e una multa fino a 75mila euro. Una versione precedente del testo individuava un indice di massa corporea minimo per le modelle, ma aveva scatenato le proteste della agenzie. Il testo definitivo lascia ai medici, che dovranno tener conto di peso, età e forma fisica, la decisione sull'adeguatezza delle modelle. La legge francese sulle modelle troppo magre. Venerdì 3 aprile la Camera francese ha approvato un emendamento alla riforma della sanità che impedirà alle agenzie di moda di assumere modelle troppo magre, stabilendo un limite minimo di indice di massa corporea (IMC) da rispettare affinché si possa lavorare nel settore.

La legge francese sulle modelle troppo magre

L’emendamento deve ancora essere approvato dal Senato, ma la legge è già stata molto ripresa dalla stampa internazionale e sta facendo discutere parecchio in Francia. Il parametro minimo da rispettare non è ancora noto perché dovrà essere stabilito dalla Haute Autorité de santé, una commissione indipendente nazionale che si occupa di salute: in precedenza però Olivier Veran, il deputato socialista che ha presentato l’emendamento, aveva detto che le modelle dovranno certificare di avere un indice di massa corporea almeno di almeno 18 (cioè dovranno pesare almeno 55 chili se alte un metro e 75 centimetri). La Francia vota la legge contro l'anoressia. Modelle ritoccate, verità per legge: l'ultima sfida all'anoressia. IN FRANCIA, le modelle "eccessivamente magre" non potranno più sfilare.

Modelle ritoccate, verità per legge: l'ultima sfida all'anoressia

Lo ha deciso il Parlamento, dando il via libera a una legge finalizzata a contrastare il fenomeno dell'anoressia che, proprio in questi ultimi anni, ha coinvolto tra le trentamila e le quarantamila persone. In pratica, tra loro, quasi il 90% sono donne. Un vero e proprio flagello, quindi. Che ha spinto il legislatore a mettere un po' d'ordine nel mondo della moda e delle immagini. Non si tratta più solo di costringere le modelle a esibire un certificato medico che ne attesti lo stato di salute, ma anche di segnalare alle lettrici e ai lettori gli eventuali ritocchi subiti dalle immagini presenti nelle riviste di moda o nelle pubblicità. Nel mondo reale, il corpo ha sempre un "peso" e non è mai "perfetto" o "immateriale". Certo, sono tantissime le ragazze e le donne disposte a sacrificarsi per corrispondere alle aspettative altrui e agli ideali di bellezza e di magrezza sponsorizzati da una certa moda.

Il Parlamento francese ha approvato una legge anti-anoressia. Le modelle d'ora in poi saranno obbligate a un certificato contro la magrezza eccessiva e a dichiarare se le proprie foto siano ritoccatetwitta PARIGI (FRANCIA) - Il Parlamento ha approvato una legge contro l'anoressia delle modelle, intesa, più che altro, a salvaguardare le giovanissime emulatrici.

Il Parlamento francese ha approvato una legge anti-anoressia

Il giro di chiave verrà applicato dalle prossime sfilate parigine e sarà obbligatorio un certificato medico per calcare le passerelle, inoltre ogni foto ritoccata per affinare o ingrossare una silhouette dovrà avere l’esplicita menzione dell’avvenuto foto-ritocco. I media che infrangeranno la regola incapperanno in multe fino a 37mila euro o pari al 30% degli introiti pubblicitari.