background preloader

Forme di schiavitù nel tempo_La schiavitù dei neri

Facebook Twitter

Tra tutte le forme di schiavitù che ci sono state in passato e ci sono ancora oggi, ho deciso di trattare la schiavitù e la tratta delle persone di colore, che ha anche uno stampo razzista.

Tratta dei neri spiegazione. Condizioni di vita degli schiavi negli Stati Uniti. Tratta atlantica degli schiavi africani. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tratta atlantica degli schiavi africani

Contratto di acquisto di uno schiavo stipulato a Lima nel 1794 L'espressione tratta atlantica degli schiavi africani si riferisce al commercio di schiavi di origine africana attraverso l'Oceano Atlantico fra il XVI e il XIX secolo. La pratica di deportare schiavi africani verso le Americhe, talvolta con la collaborazione di mercanti locali, fu un elemento fondamentale della nascita e dello sviluppo delle colonie europee prima del Sud e Centroamerica e poi anche del Nordamerica. A causa della tratta e delle sue conseguenze morirono circa 10 milioni di africani e molti altri vennero strappati per sempre alla loro terra; molti afroamericani e africani chiamano questo fenomeno black holocaust oppure olocausto africano o si riferiscono a questo olocausto con il nome maafa (in lingua swahili: «disastro», o "avvenimento terribile", "grande tragedia"[1]. Cause[modifica | modifica wikitesto] Schiavismo in Africa. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Schiavismo in Africa

Trasporto di schiavi in Africa, da una incisione del XIX secolo Lo schiavismo in Africa è un fenomeno le cui origini risalgono all'antichità e che durò fino alla fine del XIX. Allo schiavismo autoctono diffuso nelle antiche civiltà africane come l'Impero di Songhai si aggiunse in un secondo tempo la pratica di catturare schiavi nell'Africa subsahariana per venderli altrove.

Questo commercio avvenne storicamente lungo diverse direttrici: prima attraverso il Sahara verso il Nordafrica, poi dalle coste africane sull'Oceano Indiano verso i paesi arabi e l'oriente, e infine verso le colonie europee nelle Americhe. Afro-America: LA SCHIAVITU’ DEI NERI IN AMERICA. Incominciamo raccontando le origini di questo popolo che venuto dall’Africa è riuscito a costruirsi una propria cultura nel Nuovo Mondo. el XVI secolo, con la colonizzazione dell’America da parte di Cristoforo Colombo, gli Europei cominciarono a deportare nel Nuovo Mondo schiavi prelevati nel continente africano come manodopera per le piantagioni e per le miniere d’argento.

Afro-America: LA SCHIAVITU’ DEI NERI IN AMERICA

Fra il Cinquecento e l’Ottocento Inglesi e Francesi schiavizzarono circa 12 milioni di africani. Gli schiavi viaggiavano nelle navi negriere che venivano riempite all’inverosimile. Qui venivano incatenati, e rimanevano nelle stive per la maggior parte del viaggio, molti non sopravvivevano e alcuni venivano uccisi perché le misere razioni di cibo non erano sufficienti. Le navi salpavano dai porti inglesi cariche di normali mercanzie, che sulle coste dell’ Africa Occidentale venivano scambiate con merce umana procurata dai capi locali.

America Settentrionale (H. La tratta dei neri. La tratta dei neri, ossia il commercio di schiavi africani, iniziò subito dopo la scoperta dell’America, ma assunse dimensioni impressionanti nel XVII/XVIII secolo.

La tratta dei neri

Fin dal Medioevo gli Arabi commerciavano in schiavi africani, che erano destinati all’esercito o agli harem dell’impero ottomano. Fra gl i Europei, i primi mercanti di schiavi neri furono i Portoghesi, presto seguiti da tutti i paesi che avevano colonie in America. Gli schiavi erano impegnati soprattutto nel massacrante lavoro delle miniere e delle piantagioni (di tabacco, canna da zucchero, cacao, caffè, cotone). In un primo momento i coloni provarono a servirsi delle popolazioni indigene dell’America, ma gli Indios erano pochi, indeboliti dalla fame e dalle malattie, e non resistevano alla fatica, Furono impiegati anche degli europei, soprattutto criminali condannati al lavoro forzato, ma anche adulti e bambini rapiti. La tratta degli schiavi - Geostoria. Tratta dei Neri_mappa concettuale. Schiavitù negli Stati Uniti d'America. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Schiavitù negli Stati Uniti d'America

Peter, uno schiavo di Mississippi, 1863, le cui cicatrici sono il risultato della violenza continuata da parte dei responsabili delle piantagioni. Prima della larga diffusione dello schiavismo "proprietario" (in cui chi acquisiva il "bene-schiavo" possedeva non solo lui ma anche la sua discendenza), molto del lavoro nelle colonie era organizzato con gruppi di lavoratori reclutati con il metodo della servitù debitoria. Come venivanoi trattati gli schiavi.

Commercio triangolare cotone. AFRICA - Tratta degli schiavi. Le popolazioni indigene americane erano piuttosto scarse e si assottigliarono sempre di più, dal momento che la presenza di conquistatori europei, apportatori di malattie banali (raffreddori, influenze, ecc), provocò la scomparsa di migliaia di persone, non abituate a queste affezioni, per loro letali.

AFRICA - Tratta degli schiavi

Inoltre gli indigeni erano considerati inadatti al lavoro. I neri dell'Africa, invece, erano molto più robusti e resistenti alla fatica. Alla fine del XVIII secolo. un uomo giovane veniva acquistato per 26 sterline sulla costa occidentale e rivenduto per 40 in America. Gli schiavi sbarcati oltreoceano tra il 1501 e 1888 furono circa 9.475.000.

A iniziare la tratta, cioè la deportazione di centinaia di migliaia di neri verso l'America, furono i portoghesi nel secolo XV, fin dai primi contatti con le popolazioni nere della Guinea e, poco dopo che le tre caravelle di Cristoforo Colombo sbarcarono nel nuovo mondo (12 ottobre 1492), Lisbona diventò un gigantesco mercato di schiavi. Piccoli schiavi. Schiavi. Piccoli schiavi. Schiavitù. Tratta_imm. Tratta dei neri. Terre di schiavi - La tratta degli schiavi - La Storia siamo noi. Tra il 1550 e il 1807 più di 10 milioni di Africani sono stati venduti a mercanti europei senza scrupoli e portati in America a lavorare come schiavi.

Terre di schiavi - La tratta degli schiavi - La Storia siamo noi

A più di mezzo secolo dalla Dichiarazione dei diritti dell'uomo che sancisce la proibizione di qualsiasi forma di schiavitù e a 200 anni dall'abrogazione inglese della tratta atlantica, è tempo di affrontare quel genocidio passato alla storia come la 'tratta degli schiavi'. I più grandi centri di reclutamento di uomini destinati alla schiavitù sono l'Africa subsahariana e occidentale, e in particolare: del Vento (Gambia, Guinea), dei semi (Sierra Leone, Liberia), d'Avorio, dell'Oro (Ghana, Togo), degli Schiavi (Benin, Nigeria, Camerun e Gabon) e infine dell'Angola (Congo, Angola). È da queste terre che gli schiavi venivano portati nel Nuovo Mondo appena scoperto e colonizzato. In realtà, le tratte in Africa si dividono in tre filoni, quello Transahariano, quello Orientale e infine quello Atlantico.

La tratta degli schiavi. L'Africa e la tratta dei neri. Tratta dei neri. Super Quark - La vera storia del pirata Barbanera - "la tratta degli schiavi africani"