background preloader

Educational Technology and Mobile Learning: The Best Tools and Apps for Flipped Learning Classroom

Educational Technology and Mobile Learning: The Best Tools and Apps for Flipped Learning Classroom

http://www.educatorstechnology.com/2014/07/the-best-tools-and-apps-for-flipped.html

Related:  Presentare idee - Presentation Tools - Digital Story TellingFLIPPED CLASSROOMweb risorseapp iOSflipper classroom

Digital Storytelling: Cos’è, come utilizzarlo nella didattica, con quali strumenti si realizza Il Digital Storytelling ovvero la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web apps, webware) consiste nell’organizzare contenuti selezionati dal web in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.). Caratteristiche di questa tipologia comunicativa sono: # il fascino: derivante dal carattere fabulatorio che possiedono le storie, dato che si tratta, fondamentalmente, di racconti; # la ricchezza e varietà di stimoli e significati: derivanti dall’alta densità informativa e dall’amalgama di codici, formati, eventi, personaggi, informazioni, che interagiscono tra loro attraverso molteplici percorsi e diverse relazioni analogiche. # Si tratta quindi di una forma di narrazione particolarmente indicata per forme comunicative come quelle proprie del giornalismo, della politica, del marketing, dell’autobiografia e anche della didattica. 1. 2.

Flipping the classroom – Giovanni Bonaiuti Da qualche tempo, in rete, si parla con insistenza di “flipped classroom model”. Il nome è intrigante ed ho pensato valesse la pena provare a capire meglio… Si tratta di una modalità di insegnamento (supportata da tecnologie) in cui si invertono i tempi e i modi di lavoro. Non è tanto la classe ad essere “capovolta” quanto il normale schema di lavoro in classe. Tipicamente, infatti, si ha un primo momento in cui l’insegnante spiega (fa “lezione”) seguito da un secondo momento in cui agli studenti sono assegnati problemi da risolvere tipicamente da svolgere a casa (i “compiti a casa”).

20 siti dove trovare immagini e foto libere da usare Siti migliori in cui trovare immagini e foto libere da usare, con licenza Creative Commons, gratuite e di pubblico dominio Aggiornato il 9.1.15 Così come esistono applicazioni gratuite e altre a pagamento, giochi gratuiti e a pagamento, così esistono anche immagini che possono essere usati da tutti gratuitamente e senza limiti ed altre invece che per il loro uso richiedono il diritto d'autore e un riconoscimento che può essere anche espresso in soldi o almeno in una citazione. Per un progetto online è richiesto quindi di non prendere immagini o foto di altri senza permesso, di non ripubblicarle come se fossero nostre, anche se modificate. In questo articolo vediamo i siti migliori in cui trovare immagini degli ultimi due tipi, quelle libere da usare, con licenza CC o di pubblico dominio. LEGGI PRIMA: Migliori siti visuali per cercare immagini e foto su internet.

Pdf2ePub per iPad, l’app per trasformare in ePub qualsiasi file PDF Uno dei formati di testo più indicati per leggere su iPad è sicuramente l'ePub, il formato scelto da Apple per l'utilizzo nella sua applicazione di lettura iBooks. Effettivamente, al di là dei libri che possiamo acquistare tramite lo store ufficiale, se riusciamo a procurarci un file ePub di qualsiasi tipo, anche reperibile gratuitamente anche in internet, importarlo in iBooks ci restituisce una delle migliori esperienze di lettura possibili. Il problema principale è che i file ePub reperibili su internet sono veramente pochi al confronto con altri formati ben più diffusi come i PDF. La “classe capovolta”: un esperimento di apprendimento attivo - Scuola che fa rete Mai sentito parlare di “flipped classroom”? L’idea è quella, per l’appunto, di “capovolgere” la classe – ovvero invertire il tradizionale schema di insegnamento e apprendimento, facendo dell’aula “non più il luogo di trasmissione delle nozioni ma lo spazio di lavoro e discussione dove si impara ad utilizzarle nel confronto con i pari e con l’insegnante” Paolo Ferri, (professore associato all’Università di Milano-Bicocca, ) Nel contesto della “flipped classroom”, l’insegnante fornisce ai ragazzi tutti i materiali utili all’esplorazione autonoma dell’argomento di studio. Questi possono includere: libri, presentazioni, siti web, video tutorial e simili. I video tutorial, in particolare, rappresentano un mezzo privilegiato per l’apprendimento individuale: dinamici e immediati, sono la chiave del successo di Khan Academy e analoghe piattaforme e-learning.

ExamTime. Una piattaforma gratuita per creare mappe, quiz, flashcards, appunti ExamTime, cosi si chiama la piattaforma didattica di cui vi parlerò oggi. Si tratta di uno strumento utile allo studente, e nello stesso tempo anche al docente. All’interno della stessa piattaforma examtime possiamo realizzare mappe mentali, creare delle flashcard, scrivere degli appunti e realizzare dei quiz, insomma, apposta per creare una lezione interessante ed interattiva. Ai vari servizi di examtime aggiungiamo il fatto che risulta totalmente gratuito.

Tecnologia e didattica per una scuola digitale interattiva e sociale La rivoluzione tecnologica in atto non poteva non interessare la scuola. La scuola e la didattica sono oggi oggetto di profondi cambiamenti legati alla rivoluzione digitale ma anche all'affermarsi di nuove metodologie didattiche e di nuove forme di apprendimento. Cambia il contesto dell'insegnamento in aula, da frontale e nozionistico a interattivo e sociale. Nascono nuove didattiche che favoriscono la creatività, la ricerca e la scoperta, la sperimentazione e la creatività, il coinvolgimento e la motivazione degli studenti, con un nuovo ruolo, tutto da inventare, degli insegnanti. Per approfondimenti sull'uso del tablet in classe potete leggere l'ebook di Carlo Mazzucchelli Tablet a scuola: come cambia la didattica.

I migliori tool per rendere davvero visual il vostro storytelling - Matteo PoglianiMatteo Pogliani Tempo di lettura: 4 min. e 42 sec.Scritto ascoltando: The Doors – Strange Days Si è fatto un enorme parlare del potere evocativo del racconto. Lo storytelling è ormai una pratica diffusa e ampiamente (anche se spesso malamente) utilizzata, una risorsa su cui numerosi brand hanno improntato una consistente parte della loro comunicazione. La forza della storia, della narrazione, un “motore” capace sin dalla notte dei tempi di emozionare la gente (e coinvolgere potenziali clienti). Ma raccontare una storia non significa esclusivamente fermarsi alla parola.

CREARE LEZIONI SU LAVAGNA INTERATTIVA FACILMENTE ESPORTABILI? C’È LENSOO CREATE Vogliamo preparare una lezione accattivante per i nostri alunni, utilizzando una lavagna interattiva su cui scrivere, inserire immagini, forme, pdf, e persino la nostra voce che spiega il tutto? La soluzione, utile anche per creare video lezioni secondo il metodo della flipped classroom, può essere Lensoo Create, app per IOS e Android che, con una semplice e gratuita registrazione, ci permette di avere una lavagna digitale su cui iniziare a lavorare dopo aver scelto “+ new recording”. Possiamo, in tal modo, dare il via alle diverse operazioni consentite (riconoscibili tramite chiare icone poste lateralmente) ovvero: - registrazione della nostra voce - scrittura a mano libera - inserimento di testo digitato tramite tastiera

Classe Capovolta - FC e EAS - Esempi di Flipped In questo spazio sono stati inseriti alcuni esempi di lezioni in modalità flipped sperimentate da alcuni docenti e condivise in rete. di seguito troverete una lezione svolta da me in una classe gweb nel 2012.ESEMPIO DI FLIPPED LESSONSCONTESTO: questa lezione è stata sviluppata con gli alunni della 3^ API settore chimico biologico dell'ISIS Ponti di Gallarate. ARGOMENTO: Spettrofotometria in assorbimento atomico. FASE 1: Ogni ragazzo dovrà accedere al mio sito www.smauro.it, che è libero senza alcun account, per visionare la lezione, generalmente si tratta di un video o di una semplice presentazione multimediale, tutto questo entro una data prestabilita.SMU (Supporto multimediale usato): per questa fase è necessaio disporre di un sito ma va anche bene una piattaforma tipo Moodle o Kairos dove è possibile appendere il materiale da visionare, potrebbe bastare anche un cloud ma con molti limiti di organizzazione dei materiali. (Qr_code_generetor)

Metta – un tool per creare lezioni con video, foto, testo e quiz Metta.io è un tool di storytelling che permette di utilizzare anche materiali presenti online in rete (video, audio, immagini, ecc…) miscelandoli a file presenti nel vostro computer o tablet e al testo che vorrete aggiungere. In poco tempo sperimenterete le opzioni disponibili e creerete la vostra lezione personalizzata. Si possono ottenere video educativi partendo da YouTube e aggiungendo testo e immagini esplicativi. Flipped Classroom: tre strumenti per creare lezioni capovolte Si parla sempre con maggior insistenza di Flipped Classroom, metodologia in cui viene capovolto il normale schema di lavoro in classe che non vede più al centro l'insegnante e la lezione frontale, ma sono gli alunni a costruire collaborativamente i loro percorsi di apprendimento, lavorando su materiali didattici selezionati dal docente-facilitatore. Le tecnologie consentono di utlizzare piattaforme digitali per la gestione della flipped classroom e per creare lezioni capovolte. Ve ne segnalo tre. eduCanon è un servizio gratuito per la creazione di "lezioni capovolte", l'assegnazione di attività e il monitoraggio dei progressi dei vostri studenti.

Dopo l'e-book il Q-Book: parole e immagini aiutano l'apprendimento Dopo l’e-book, arriva il Q-Book. Il problema però è duplice: da un lato l’e-book non ha ancora attecchito completamente in Italia, dall’altro servono, per completare in maniera strategica certe invenzioni tecnologicamente utili solo se c’è uno sbocco operativo, un’alfabetizzazione digitale e quindi una cultura digitale che in Italia non abbiamo, perlomeno non ancora. Ma cos’è, esattamente, questo Q-Book? Si tratta di un sistema di lettura più evoluto dell’e-Book e destinato a fornire grandi funzionalità, soprattutto per studenti e insegnanti. Lo ha ideato una studentessa sudcoreana dell’Università di Trento, Hyeong Kyeong Hwang.

6 app iPad per interagire con gli alunni Oggi vi presento 6 app che vi consentono di utilizzare l'iPad per interagire con i vostri alunni. Con queste applicazioni potrete condurre sondaggi, comunicare e utilizzare giochi didattici. Alcuni di questi strumenti non richiedono agli studenti di possedere un iPad, mentre per altri è necessario che gli alunni utilizzino un computer o un dispositivo mobile per accedere al web, alle e-mail o ai messaggi di testo. 1- PollEverywhere Consente di creare sondaggi aperti o a scelta multipla. Gli studenti rispondono disponendo di un indirizzo URL su qualsiasi dispositivo o computer o con l'invio di un messaggio di testo.

Related:  Flipped and BYOD