background preloader

IDEE sui laboratori New media

Facebook Twitter

La curiosità uccide il gatto.

[ San Miniato ] Educazione a… Facebook e Whatsapp: un incontro per genitori e ragazzi. Giovedì 21 Maggio alle 18,30 presso la scuola secondaria di 1° grado dell’Istituto Franco Sacchetti nella sede in Via Rondoni, San Miniato si terrà l’incontro di restituzione ai genitori del progetto New media education, in cui i ragazzi racconteranno ai genitori quanto realizzato all’interno del laboratorio sperimentale.

[ San Miniato ] Educazione a… Facebook e Whatsapp: un incontro per genitori e ragazzi

Il laboratorio sui nuovi media si inserisce nel percorso formativo realizzato a livello zonale nel 2014 NEW MEDIA EDUCATION, (Bando Regionale P.I.G.I. 2014) che ha visto coinvolte 22 persone tra educatori e docenti del territorio, con a seguire laboratori sperimentati all’interno dei servizi di educazione non formale. Il prolungamento del percorso ha coinvolto 5 classi, delle scuole secondarie della zona: Franco Sacchetti di San Miniato, dell’Istituto Michelangelo Buonarroti di Ponte a Egola, Leonardo da Vinci di Castelfranco, e del Liceo Marconi. Fonte: Centro Risorse Educative e Didattiche Valdarno Inferiore. [ San Miniato ] Terminati i laboratori sperimentali sui Nuovi Media in tre istituti del Valdarno Inferiore. Sono giunti a conclusione i laboratori sperimentali sui Nuovi Media che si sono tenuti in tre istituti comprensivi del Valdarno Inferiore – Franco Sacchetti di San Miniato, Michelangelo Buonarroti di Ponte a Egola, Leonardo da Vinci di Castelfranco di sotto – e nel Liceo G.

[ San Miniato ] Terminati i laboratori sperimentali sui Nuovi Media in tre istituti del Valdarno Inferiore

Marconi. I laboratori sono stati realizzati a seguito della formazione svolta a livello zonale nel 2014, NEW MEDIA EDUCATION, con finanziamento della Regione Toscana e della Conferenza zonale per l’Istruzione del Valdarno Inferiore, tramite il Centro di ricerca e documentazione sull’infanzia, La Bottega di Geppetto. La diffusione degli smartphone ad età sempre più basse (prima media, quinta elementare) è tale da rendere indispensabile una maggiore consapevolezza per genitori e studenti dei rischi e delle possibilità connesse con l’uso dei nuovi media.

Storie di ciberbullismo

Anybody can learn. Parents & Teachers. Educator resources. Codecademy Online Tutorials. CoderDojo Athenry: Saturdays, 12-2pm, Gairmscoil Mhuire VEC. Signaler une infraction. Polizia Postale: Internet: rischi e minacce. Quando si può parlare di bullismo. 3-D Printing. Scuola e didattica. Kindle a scuola per una settimana: ecco come è andata - Tom's Hardware Mobile. Salve a tutti i lettori di Tom's Hardware, mi chiamo Adriano, ho 16 anni e sono uno studente di Liceo Scientifico.

Kindle a scuola per una settimana: ecco come è andata - Tom's Hardware Mobile

Qualche settimana fa ho provato a sostituire i libri che avevo con un ebook reader, digitalizzando tutto il cartaceo che avevo, ad eccezione di filosofia, ma questo lo vedremo più avanti. La nostra scuola ha tutte le classi con una lavagna interattiva, utile durante le lezioni e che servirebbe a rigor di logica a modificare il tipo di insegnamento all'interno delle classi per renderlo più digitale.

Kindle Reader e materie di studio Per questa esperienza ho utilizzato un Kindle Paperwhite 2013, edizione solo Wi-Fi, abbinata allo smartphone (un LG Nexus 4) per fornire la connessione durante la lezione nel caso potesse essere utile. Perché un ebook reader? La scelta dell'ebook l'ho fatta principalmente per tre motivi: costo, affaticamento per gli occhi e attenzione a scuola. E-ink versus LCD Disponibilità dei libri digitali I libri da scansire possono anche essere molti.

Kindle a scuola per una settimana: ecco come è andata - Tom's Hardware Mobile. Search Files from Internet, Educational & Library Resources and more with findthatfile.com. Gmail. Storie di ordinario Cyberbullismo 1 - L'amica. Social network: quando ti connetti, connetti anche la testa!

Meglio la seconda ora, seconda opzione, lunedì 23. – luigimangieri

Luca. Signaler une infraction. LUCA DICE.

Mi sembra interessante il lavoro sulla città desiderata. potrebbe essere sviluppata attraverso l'uso di interviste, foto del territorio, etc. un reportage che poi viene pubblicato nella scuola, o con i genitori – luigimangieri

MARCO DICE. Luigi. LUIGI IPOTESI DI LABORATORI.

Interessante articolo su: educare ai social network, apprendere con i social network e formarsi nei social network. Potrebbe aiutarci per degli spunti. – luca_musetti

IPOTESI DI LABORATORI II. IPO. LABORATORI III. IPO. LABORATORI IV. IPO. LABORATORI V. Italiano Medio: intervista a Maccio Capatonda, Ivo Avido, Herbert Ballerina. Cambia.la. Imparare e insegnare con la tecnologia. In arrivo il media educator - Vivere semplice. L’incontro tra tecnologia e scuola non è facile: hanno montato lavagne elettroniche nei corridoi delle scuole materne, hanno dato pc e tablet ad un po’ di istituti e poi?

Imparare e insegnare con la tecnologia. In arrivo il media educator - Vivere semplice

La scuola si adegua velocemente e maldestramente all’arrivo della tecnologia partorendo una didattica 2.0 che poi non è in grado di governare. Questa nuova didattica gli sfugge di mano, data in pasto alle menti facilmente distraibili e altamente creative degli scolari. Come fare? I media ed i loro sostenitori devono chiedersi se offrono realmente un contributo per la formazione o se sono al servizio di interessi particolari, economici e ideologici. Se sono risorse utili devono essere offerti a tutti: e qui tocchiamo l’annoso problema del digital divide. Perchè imparare con il tablet? Insomma, tablet e pc in classe devono dimostrare di poter essere qualcosa di più di un ammodernamento dei metodi didattici e convincerci di non essere un’occasione ludica travestita da nuovo strumento pedagogico.

Posta con la testa.