background preloader

Time Mapper

Time Mapper

http://timemapper.okfnlabs.org/

Related:  Story mapping e storytellingmap creating toolssalvatorerussoClassroom toolsStoria

Storytelling step by step – PNSD Sardegna (#PNSDsar) – Formazione Animatori D... inCondividi5 (Contributo originale di Anna Rita Vizzari) Le sezioni in cui si articola il presente contributo sono le seguenti (cliccando si approda alle singole sezioni): A) Che cos’è e a che cosa serve lo Storytelling. B) Tipologie di “prodotto” di Storytelling. C) Fasi e step dello Storytelling. REALIZZARE UNA MAPPA Individuare chiaramente il concetto principale (tema centrale); Trascrivere il concetto principale, in alto. Sviluppare il reticolo di concetti, possibilmente dall'alto verso il basso; Porre in evidenza i concetti e le linee più significative; Geografia per le Medie Appunti di geografia per gli studenti delle scuole medie utili per lo studio, i compiti, le verifiche e per fare ricerche scolastiche, relazioni, riassunti, temi e tesine Ordina risultati per: TitoloDescAsc Acque sotterranee (2) Appunto di Geografia sulle acque sotterranee, le quali si suddividono in falde libere e falde confinate. Afghanistan

Schoolzania: social network gratuito per la didattica Il social networking sta monopolizzando l'esperienza digitale di bambini, ragazzi ed adulti. Anche gli alunni più piccoli si trovano oggi a loro agio all'interno di piattaforme sociali come Facebook, Twitter e Google +. Da tempo si stanno affermando strumenti che trasferiscono in ambito scolastico l'utilizzo di questi ambienti digitali sociali attraverso piattaforme che consentono di sfruttare la familiarità degli studenti con le strutture dei Social network a fini educativi e didattici. Uno di questi strumenti e' Schoolzaina, uno spazio educativo digitale unico in cui insegnanti, studenti e genitori comunicano all'interno di una comunità sicura e accogliente, utile per condividere contenuti, compiti, idee e, dunque, per integrare nuove modalità di insegnamento/apprendimento in grado di annullare ogni forma di limite spazio/temporale.

...per non dimenticare- Shoah: Poesie e Pensieri "...per non dimenticare- Shoah: Poesie e Pensieri" è un opuscolo rivolto dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) agli studenti italiani, con la seguente motivazione: "Questa pubblicazione è rivolta ai nostri studenti, affinché non smettano mai di dedicare le loro forze ad approfondire il tema della Shoah. Dobbiamo suscitare la loro curiosità intellettuale, aiutarli a combattere l’indifferenza, promuovere il loro pensiero critico.Far conoscere ai giovani la tragedia che si è consumata nei campi di sterminiosignifica attualizzarne il senso, esortarli a riflettere sul continuo pericolo di unpossibile ritorno di quei sentimenti che hanno portato allo sterminio ebraico.Acquisire coscienza sulla base della conoscenza. Una delle condizioni per apprendere dal passato è conoscerlo.

Storytelling digitale in classe: alcuni spunti e consigli per gli insegnanti Cos’è lo storytelling? E’la capacità di raccontare una storia. Niente di più di semplice, dunque, per gli insegnanti. Tutte le risorse per creare mappe mentali in una mappa! Credo si tratti del più fornito archivio di strumenti per costruire mappe mentali, quello realizzato da Toni Krasnic. La cosa curiosa è che ha usato una mappa per rappresentare tutte le risorse disponibili, optando per mindmeister.com. Per ogni strumento segnalato trovate il link diretto e delle icone che indicano di volta in volta se si tratta di risorse free, web based, collaborative, per mobile. Sono poi indicate specifiche estensioni per Google Chrome e risorse addizionali. Una raccolta da custodire gelosamente nella propria cassetta degli attrezzi!

Inclusività e bisogni educativi speciali Per strutturare un percorso efficace per il potenziamento delle abilità di LETTURA e SCRITTURA, sviluppando efficacemente la competenza FONOLOGICA, è necessario considerare rilevanti alcune attività, come: segmentazione – fusione sillabicariconoscimento sillaba iniziale, finale, intermedia ugualericonoscimento in parole diverse suono iniziale, finale, intermedio ugualeproduzione di parole che iniziano, finiscono, contengono lo stesso suonoelisione di sillaba o fonema iniziale di parolaricerca e produzione di rime, conte e filastrocche Dunque i GIOCHI DIDATTI che di seguito vi proponiamo ricalcano le attività appena menzionate.

Creare immagini interattive con ThingLink L’immagine che vedete alla fine di quest’articolo è molto diversa dalle altre che si trovano su Internet, perché si tratta di un’immagine interattiva. Per molto tempo siamo stati convinti che questo tipo di foto fossero appannaggio di web designers, programmatori, etc. Invece, questa è la dimostrazione che ormai tutti possono creare delle immagini nelle quali inserire, link a pagine web, video, audio o addirittura altre immagini. Si tratta infatti di una mia creazione grazie ad un sito molto utile che si chiama ThingLink. L’iscrizione è gratuita (come sempre basta solo la vostra email) ed in pochi minuti potrete creare qualcosa di simile. IMMAGINI PRIMA GUERRA MONDIALE PRIMA GUERRA MONDIALE - IMMAGINI attenzione sono su un unico file - 100 immagini - quindi attendere con pazienza ! Il Popolo d'Italia, diretto da un giovane Benito Mussolini, annuncia la guerra con titoli che (moltiplicati) ritroveremo poi anche in futuro. "La mobilitazione avviene con entusiasmo" Roma, "Viva la Guerra" Milano, "Viva la guerra" Bologna, "Viva la guerra"

Perchè lo storytelling non serve a vendere ma a insegnare Che Futuro! Raccontiamo storie dall’alba dei tempi. Prima lo facevamo con suoni gutturali e disegni, pittogrammi e ideogrammi, poi con l’alfabeto, in lingua sumerica o in latino, ma lo storytelling è antico quanto la civiltà umana e da sempre ne accompagna lo sviluppo. Pensate alle grotte di Altamira e Lascaux, alle scene di caccia che conservano, pensate agli aedi greci e ai trobadori cortesi, alle cosmogonie dei grandi poemi religiosi e all’epica di viaggio. Ogni storia che raccontano ha al centro dei protagonisti, fatti e vicende esemplari con cui identificarsi o dai quali prendere le distanze. Ogni storia offre enigmi da sciogliere, scelte da prendere, emozioni e memorie. Descritte in una maniera diretta e coinvolgente, le storie ci obbligano a elaborare fatti e contesti, favorendo la comprensione e il ricordo.

Mappe interattive, i dati prendono vita con Metrocosm Storia e geografia sono tra le materie scolastiche in cui è inevitabile imbattersi in un gran numero di statistiche e dati numerici. Visualizzarli graficamente, per esempio in una mappa, può essere d’aiuto per capire il loro vero significato. E se la mappa interattiva è anche animata, allora è ancora meglio! Se state cercando risorse di questo tipo per le vostre lezioni, Metrocosm, che nasce con lo scopo di “analizzare la vita attraverso dati e statistiche”, è un sito da esplorare. Max Galka, che cura il progetto, è sempre scrupoloso nell’indicare le sue fonti.

Storia Facile con le mappe mentali Storia Facile è un ebook scritto da Giorgio Luigi Borghi contenente utili indicazioni per imparare a studiare utilizzando le mappe mentali. Si tratta di una vera e propria guida ad oganizzare i pensieri e a rappresentarli graficamente, iniziando proprio dalle mappe mentali a mano. Il libro è pieno di esempi concreti di mappe disegnate a mano e di indicazioni per la loro costruzione. Nella seconda parte del testo potrete trovare l'intero programma di Storia per i 5 anni di scuola primaria, rappresentato graficamente attraverso le mappe. In questo modo l'ebook diventa prezioso strumento anche per la programmazione educatibva e didattica degli insegnanti

Appunti 2.0, così penna e taccuino diventano hi-tech PRENDERE appunti con carta e penna, come si faceva una volta, dà al cervello umano una marcia in più, aiutando la memoria, la capacità di analisi e il ragionamento. A sostenerlo è uno studio condotto dall'Università di Princeton, pubblicato sulla rivista scientifica Psychological Science secondo cui, chi scrive a mano, tiene allenata la mente molto di più rispetto a chi si è totalmente convertito al digitale. La psicologa Pam Mueller e il suo staff hanno infatti condotto dei test su due gruppi di studenti: gli uni "costretti" a prendere gli appunti di una lezione in maniera tradizionale, gli altri con un laptop. undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined undefined

Related: