background preloader

Cube Creator

Cube Creator
Summarizing information is an important postreading and prewriting activity that helps students synthesize what they have learned. The interactive Cube Creator offers four options: Bio Cube: This option allows students to develop an outline of a person whose biography or autobiography they have just read; it can also be used before students write their own autobiography. Specific prompts ask students to describe a person's significance, background, and personality. Mystery Cube: Use this option to help your students sort out the clues in their favorite mysteries or develop outlines for their own stories. Among its multiple applications, the Mystery Cube helps students identify mystery elements, practice using vocabulary from this popular genre, and sort and summarize information. Story Cube: In this cube option, students can summarize the key elements in a story, including character, setting, conflict, resolution, and theme. Create-Your-Own Cube: Working on a science unit? back to top

http://www.readwritethink.org/classroom-resources/student-interactives/cube-creator-30850.html

Related:  Didattica a distanza: Applicazioni e Strumenti digitaliFlipped classroom infos2- Boîte à outilsEnglish PrimaryArticoli importanti

StoryWeaver: lo storytelling per i bambini più piccoli StoryWeaver è una splendida piattaforma per avvicinare i bambini al mondo delle storie, sia da fruitori che da creatori. Il sito ospita già racconti nella varie lingue del mondo (qui trovate quelle in italiano), tutti caratterizzati da una efficace combinazione tra testi e illustrazioni. Ma la parte piu' interessante di StoryWeaver è quella creativa che ci permette di scrivere ed impaginare automaticamente dei veri e propri ebook e che consente dunque di utilizzarlo come uno dei primi strumenti di digital storytelling. Dovrete solo registrarvi al servizio e scegliere la tipologia di storia tra 4 opzioni progressive in termine di quantità di parole da inserire.

Le basi pedagogiche di Bruner Argomenti trattati: orientamenti della psicologia americana nel primo 900 - evoluzione - cultura e istruzione - oltre la scuola attiva - basi pedagogiche di Bruner - Caduta del Mito OLTRE LA SCUOLA ATTIVA --> basi pedagogiche di Bruner Nasce la necessità di aggiornare i programmi scolastici. Bruner si pone problemi di natura pedagogica e considera due esigenze: - mettere a punto una strategia didattica capace di andare al di là dell’esperienza immediata (Dewey); - studiare una metodologia capace di andare al di là dell’evoluzione spontanea dello sviluppo mentale (Piaget).

Storytelling e digital storytelling Lo storytelling è una pratica didattica ormai consolidata e considerata efficace ai fini dell'apprendimento perché una storia è più facile da capire e ricordare di una spiegazione, perché usa le stesse strategie che gli esseri umani usano per dare significato a quanto hanno intorno, perché mantiene sullo stesso piano il linguaggio quotidiano e il linguaggio proprio delle discipline. L'utilizzo didattico dello storytelling comprende una prima parte in cui si impara la grammatica delle narrative, e una seconda che prevede la creazione di storie come strumento per lo sviluppo di nuove competenze. Imparare gli elementi delle storie "Il re è morto e poi la regina è morta" è una cronaca, "il re è morto e poi la regina è morta di dolore" è una storia (Forster, 1968). È successo qualcosa: è morta Laura Palmer (serie TV Twin Peaks).

APRENDO – APPRENDO: Lapbook “Anne Frank” Dall’esperienza in classe con gli alunni è nato il lapbook dedicato ad Anne Frank. Per visualizzare la playlist con i videotutorial per realizzare il lapbook step-by-step clicca qui Per stampare la BASE clicca qui Per stampare gli ALLEGATI clicca qui PERCORSO DIDATTICO A CURA DI Astrid Hulsebosch C'era una volta un bit... La parola "storytelling" è un tipico esempio di buzzword, termine con cui ci si riferisce a una parola di moda. Si tratta di un fenomeno che caratterizza molti settori dell'esperienza umana: dal marketing alla gestione aziendale, dalla politica alle produzioni massmediali. Spesso il termine storytelling viene utilizzato come un'etichetta per contrassegnare qualsiasi cosa, anche fenomeni che con la narrazione non hanno molto a che fare. La prima questione è quindi chiarire il carattere specifico della comunicazione narrativa e comprenderne la valenza sul piano formativo ed educativo.

TANGRAM……….non solo un gioco – nonsolomatematica Il Tangram è un antichissimo gioco cinese che all’inizio era conosciuto con lo strano nome “Tch’iao pan” risalente al 740-730 a.C. Il nome significa “Le sette pietre della saggezza”. La leggenda, sull’origine del gioco, narra che un monaco donò ad un suo discepolo un quadrato di porcellana e un pennello, dicendogli di viaggiare e dipingere sulla porcellana le bellezze che avrebbe incontrato nel suo cammino. Il discepolo, emozionato, lasciò cadere il quadrato, che si ruppe in sette pezzi. Nel tentativo di ricomporre il quadrato, formò delle figure interessanti. Capì, da questo, che non aveva più bisogno di viaggiare, perché poteva rappresentare le bellezze del mondo con quei sette pezzi.

Digital Storytelling: Cos’è, come utilizzarlo nella didattica, con quali strumenti si realizza Il Digital Storytelling ovvero la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web apps, webware) consiste nell’organizzare contenuti selezionati dal web in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.). Caratteristiche di questa tipologia comunicativa sono: # il fascino: derivante dal carattere fabulatorio che possiedono le storie, dato che si tratta, fondamentalmente, di racconti; # la ricchezza e varietà di stimoli e significati: derivanti dall’alta densità informativa e dall’amalgama di codici, formati, eventi, personaggi, informazioni, che interagiscono tra loro attraverso molteplici percorsi e diverse relazioni analogiche. # Si tratta quindi di una forma di narrazione particolarmente indicata per forme comunicative come quelle proprie del giornalismo, della politica, del marketing, dell’autobiografia e anche della didattica. 1. 2.

Mettiamo alla prova la competenza digitale con un compito di realtà Come genitori in che modo possiamo essere partner dell’istituzione nel guidare i nostri figli ad acquisire maggiore consapevolezza su cosa si intenda per “competenza digitale”? Su come questa si integri con le altre competenze chiave? Sul livello di competenza raggiunto? Anche noi possiamo affidare loro un compito prendendo in prestito dall’esperienza scolastica il modello del compito di realtà.

Cube creator is used for summarizing story parts. There are four different cubes to choose from each with a different part of a story such as Bio to describe people or characters. Teaching tips This is a fun way to summarize in a more visual manner. You can rotate the cubes to use each side to input information. This is similar to museum box but free. Use to break down the summary of the story into parts this will help a teacher see the part(s) students are not understanding. by k3nolen Sep 28

Related:  Graphic OrganizersVisualization ToolsContent Curation ToolsRecursos Digitales EducativosGames and Miscellaneadigitális élmény 3.0January