background preloader

Paper.li – Be a publisher

Paper.li – Be a publisher

http://paper.li/

Related:  Content curation

Antonio Fini: La curatela online di contenuti digitali – BRICKS Cari amici, dunque il web a quale versione è arrivato? Da quasi dieci anni si parla infatti di web 2.0 e ci sono stati accenni a versioni successive, che per la verità per il momento non hanno avuto il medesimo successo L’idea di base del web 2.0, quella che giustificava il “cambio di versione” era il passaggio dalla comunicazione uno-a-molti, caratterizzata dai siti web-vetrina realizzati da professionisti o comunque da esperti informatici, a quella molti-a-molti, un web nel quale tutti possono essere contemporaneamente autori e fruitori. Si è quindi assistito al proliferare di servizi web di ogni tipo, come blog, wiki, cloud, social network ecc. che certamente hanno consentito e consentono tuttora a moltissimi utenti di essere facilmente autori e di produrre e condividere contenuti, ma hanno anche implicato il conseguente aumento esponenziale delle informazioni disponibili in rete. I due servizi di curatela online più noti sono Scoop.it e Storify.

Come fare un giornale online Sei qui : Idee imprenditoriali > Fare un giornale online Fare un giornale online Molti utenti usano Internet come strumento di informazione e l'idea di aprire un giornale online è venuta a molti. Ma come fare? Social Content Curation: il Nuovo Paradigma del Web Se il primo decennio del nuovo millennio ha visto come novità del web la nascita e lo svilupparsi dei social network, che hanno completamente trasformato il consumo di informazioni, il secondo decennio sarà probabilmente focalizzato su ciò che viene soprannominato social content curation, cioè la selezione, conservazione e archiviazione degli ormai infiniti contenuti digitali, rendendone più facile il loro consumo. Da un certo punto di vista potremmo dire che è l’inizio di un ritorno ad un web arcaico, quello che esisteva prima dei motori di ricerca, in cui il web era catalogato in liste di url e directory divise per comparti. Non più una serie di parole chiave in un motore di ricerca, ma l’esplorazione libera di contenuti raccolti in grandi categorie.

La social organization - parte terza Il Modello delle 6 F Nei due post precedenti dedicati al testo di Bradley e McDonald sulla social organization, abbiamo discusso, nel primo, alcuni dei principi fondamentali su cui essa si basa (in particolare la “mass collaboration”) e, nel secondo, alcuni elementi di natura più operativa relativi alla definizione di una strategia per il lancio e la gestione di social media aziendali. Concludevo questa seconda parte sottolineando come l’adattamento di una strategia 2.0 al contesto organizzativo sia essenziale. Ecco allora che Bradley e Mac Donald propongono un modello (“Six F Model”) per comprendere il grado di maturità della cultura organizzativa rispetto al passaggio da modelli gestionali 1.0 a modelli 2.0 nel momento in cui si intende affrontare la sfida di trasformare l’organizzazione tradizionale in una “social organization”. Follia (Folly) Spesso questo atteggiamento non è palese ma è mascherato: vedi ad esempio i post I 10 alibi del Top Manager ostile all’innovazione 2.0 e HR 2.0?

ZITE Introduzione Ecco un approccio nuovo e interessante alla lettura di notizie: Zite è la Pandora dell’informazione, un servizio che ci propone automaticamente articoli basandoci sui nostri interessi, a prescindere da quale sia la fonte. D’altra parte, che importanza ha il messaggero, in confronto al messaggio? applicazione per documentare l'apprendimento 3 Metodi di Apprendimento che ogni Docente del XXI Secolo dovrebbe conoscere Prendo spunto da un vecchio post pubblicato su Education Technology and Mobile Learning nel marzo del 2013, per proporre alcuni video tutorial che illustrano metodologie di attività cooperative di impostazione costruttivista e basate sull'apprendimento attraverso l'azione o learn by doing. Il post prende in esame tre metodologie didattiche: # Inquiry Based Learning: apprendimento basato sulla ricerca

Come creare un giornalino di classe! align--center Il giornalino di classe o scolastico è un'attività che affascina tutti: alunni e insegnanti. E' molto bello perché è un lavoro di gruppo e perché, oltre a essere molto educativo, stimola la creatività e fa venir fuori lati del carattere di ognuno di noi che ignoravamo. Ci sarà il compagno bravo con le foto che si occuperà dei reportage, la compagna brava in disegno che realizzerà tante immagini e tanti fumetti o l'amica super precisa che controllerà che ogni cosa sia a suo posto.

Digital PR: dall’ascolto alla content strategy Con questo post, lungo e dettagliato, voglio fare una panoramica di cosa sono e a cosa servono le digital PR. Le informazioni utilizzate per creare questa guida provengono da letture di articoli stranieri e webinar a cui ho partecipato nel tempo. Sei pronto? Social analytics e social business. Quando l'ascolto è oro di Diomira Cennamo Quello dell'analisi dei social media è sicuramente uno dei temi dell'anno, cruciale per tutte le organizzazioni che stanno guardando alla loro inevitabile trasformazione in social organization (cfr la parte prima, seconda e terza dell'analisi che è in corso su questo blog). Se ne è parlato giovedì 16 febbraio durante una conferenza virtuale dal titolo “Enterprise 2.0”. Per Dion Hinchcliffe di Dachis Group la social analytics è “l'abilità di individuare segnali partendo dall'ascolto degli ecosistemi sociali e nella capacità di contribuire all'intelligenza collettiva così come di aggregare, estrarre dati e predire conseguenze a partire da questi”.

Contenitori Web - Esempi Blendspace Abbiamo predisposto un esempio misto delle potenzialità di BlendSpace. Non tutti i "contenuti" in esso raccolti saranno presentati durante i corsi, tuttavia è significativo offrire una panoramica ampia delle integrazioni offerte da BlendSpace. Per ciascun "contenuto web" proposto è possibile risalire al nome della web app con la quale sono stati costruiti. Agganci ed inclusione di dropbox e/o google drive implicano la competenza d'uso degli ambienti cloud a cui si riferiscono.

Content curation tipologie La cura dei contenuti è una pratica molto diffusa all’interno di una content strategy e del marketing online più in generale, ma può essere utilizzata nel piccolo anche dagli appassionati che vogliono tenere monitorati specifici argomenti. La necessità di dover cambiare un apparecchio tecnologico, ad esempio, potrebbe farci diventare dei piccoli esperti qualora la nostra ricerca non si limitasse solo al prezzo e ai distributori, ma comprendesse anche le caratteristiche dei singoli componenti, le differenze tra i materiali impiegati, la compatibilità con altri sistemi operati, eccetera. Collezionare informazioni accresce nel tempo le nostre competenze sulla materia rendendoci agli occhi degli altri autorevoli in un determinato settore.

www.remida21.it/giornalino/homegiornalino.html Un giornalino on line è un giornale a tutti gli effetti, realizzato interamente da una redazione individuata fra gli studenti, i docenti e i genitori dei singoli istituti, a cui spetta il compito di coinvolgere tutti coloro che ruotano intorno alle attività della scuola. All'interno del giornalino si troveranno una serie di rubriche e recensioni: dall'attualità agli spettacoli, alla cultura e ancora alle news e agli eventi da segnalare. Le notizie dovranno essere strutturate e pensate per essere fruibili in formato elettronico, complete di grafica e di link attivi nonchè organizzate in modo chiaro e semplice da navigare. Per realizzare un giornalino in formato elettronico occorre semplicemente: avere un collegamento ad Internet usare un software di impaginazione web in HTML avere uno spazio su un provider per le pagine web ReMida21 intende offrire gratuitamente a tutte le scuole interessate all'iniziativa, una serie di servizi, tra cui:

Aumentare follower instagram: guida definitiva alle tecniche avanzate In questo post scoprirai le tecniche avanzate per aumentare i followers su instagram. Non le solite cose, ma bensì strategie professionali, trucchi e risultati di ricerche statistiche. Ti racconterò come influiscono hashtag, filtri, commenti sul numero dei tuoi seguaci e come utilizzare alcuni tool della rete per far crescere il tuo profilo.

Related: