background preloader

Terata

Facebook Twitter

LA SVEZIA VIETA LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE... - Blondet & Friends. Il 10 maggio il Parlamento svedese ha respinto 7 proposte che avrebbero promosso le vaccinazioni obbligatorie.

LA SVEZIA VIETA LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE... - Blondet & Friends

Il governo svedese ha deciso infatti che le politiche di vaccinazione forzata sono contrarie ai diritti costituzionali dei loro cittadini. La Svezia, invece di aderire alla pressione delle aziende farmaceutiche o delle tattiche spaventose dei media mainstream, ha adottato la decisione di rifiutare l’applicazione della vaccinazione obbligatoria ai suoi cittadini. Infatti, un tale mandato, hanno affermato, violerebbe la Costituzione del paese. Anche altri fattori hanno influenzato questa decisione. 'il mio assurdo colloquio di lavoro con ryanair''. il racconto divertente e agghiacciante - Business.

Il racconto di Sandro Gianni è stato pubblicato sul sito delle Camere del lavoro autonomo e precario (Clap) e fa parte di una rubrica che si occupa di raccogliere le storie sulla precarietà lavorativa dei giovani.

'il mio assurdo colloquio di lavoro con ryanair''. il racconto divertente e agghiacciante - Business

Patologo su vaccini. Canada. Unicef: sì all'eutanasia per i bambini. Maggio 20, 2016 Leone Grotti L’organo ufficiale dell’Onu deputato a «tutelare i bambini» e a garantirne il «diritto a sopravvivere» ha proposto ufficialmente che il diritto di morire venga «esteso ai minori maturi» come i 16enni depressi L’Unicef invoca l’eutanasia per i bambini.

Canada. Unicef: sì all'eutanasia per i bambini

L’organo ufficiale dell’Onu deputato a «tutelare i bambini» fa aperta campagna per la loro uccisione in Canada. Non si tratta di una voce di corridoio o dell’indiscrezione di qualche gola profonda, ma delle parole pronunciate a Ottawa davanti al Parlamento da Marvin Bernstein, avvocato filantropo e Chief Policy Advisor di Unicef Canada. LA CORTE SUPREMA. Lettera della Lesmo al Corriere : le vaccinazioni di massa non sono innocue - Medicina a piccole dosi. Preg.mo Signor Paolo Mieli, Ho letto il Suo editoriale comparso sul “Corriere” del 20 ottobre, dal titolo “Cinque stelle, la malattia pericolosa dei complottisti anti-vaccini” in cui Lei attribuisce a costoro la responsabilità della ondata anti-vaccini che starebbe travolgendo l’Italia e scatenerebbe un’epidemia prossima ventura di malattie come il tetano, la poliomielite, l’epatite B, la difterite e la pertosse.

Lettera della Lesmo al Corriere : le vaccinazioni di massa non sono innocue - Medicina a piccole dosi

Non commento le Sue opinioni politiche, ma non posso tacere sulle affermazioni che riguardano i vaccini, essendo Medico, Specialista in Pediatria e Anestesia e Rianimazione, nonché madre di un ragazzo con la vita rovinata da una reazione avversa alle vaccinazioni anti-infettive eseguite per obbligo di legge. Con tutto il rispetto, l’articolo dimostra quanto profonda sia la disinformazione. Gabriella Maria Lesmo Commenta Sharing is caring! Matrimonio gay: lotta fra laici e clericali. Ads by Ringrazio i colleghi del Corriere della Sera perché il modo con cui hanno dato la notizia della stipula dell’unione civile fra il sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto e il suo compagno Federico (il cognome non è stato comunicato) ha illuminato in maniera decisiva la mia comprensione del fenomeno della istituzionalizzazione dei rapporti affettivi fra persone dello stesso sesso.

Matrimonio gay: lotta fra laici e clericali

Fino a ieri restavo incerto fra le varie ipotesi di spiegazione del perché si voglia imporre all’universo mondo quel grande ossimoro che è il matrimonio omosessuale. Tappa intermedia e necessaria del percorso che conduce all’eliminazione della famiglia tout court, istituzione divenuta obsoleta e non più funzionale alle esigenze di crescita del tasso di profitto dell’economia neocapitalista?

Inevitabile esito dell’egualitarismo e del relativismo impliciti nella visione che della realtà ha l’uomo moderno, cioè l’uomo che non accetta gerarchie e che si detta da sé le proprie norme? 64. Sui legami tra omosessualismo e pedofilismo – Ontologismi. Prima parte: aspetti storici I legami tra omosessualismo* e pedofilismo sono molteplici, chiari ed evidenti.

64. Sui legami tra omosessualismo e pedofilismo – Ontologismi

Il fatto che oggigiorno non se ne possa parlare, pena l’essere immediatamente accusati di omofobia, minacciati di querela, additati come catto-integralisti (quando va bene) è sintomatico. * omosessualismo: non è un sinonimo di “omosessualità” o di “omosessuali”. Non tutti gli omosessuali sono omosessualisti, e men che meno tutti gli omosessualisti sono omosessuali. Obbligo vaccinale e dubbi legittimi. Di Gioia Locati. Di Gioia Locati Dal 2 maggio in parlamento viene discussa la proposta di legge sull’obbligo vaccinale.

Obbligo vaccinale e dubbi legittimi. Di Gioia Locati

In sostanza si vuole ripristinare un decreto del presidente della Repubblica del 1967: senza le vaccinazioni i bambini e i ragazzi non potranno più frequentare le scuole [cliccate qui]. Non è ancora chiaro quante vaccinazioni verranno considerate obbligatorie, quello che è chiaro è che, se passasse questa legge, il diritto all’istruzione verrebbe subordinato al diritto alla prevenzione di infezioni poco frequenti o scomparse.

Se il parlamento votasse per rendere obbligatorie tutte le vaccinazioni del nuovo piano, i bambini faranno 27 fra vaccini e richiami il primo anno; 13 il secondo; 9 a cinque anni e 10 durante l’adolescenza. Dissoluzione matrimonio. En Marche sì, ma dove? « Le vrai luxe de demain sera d’être isolable.

En Marche sì, ma dove?

La vraie liberté ne sera pas d’être relié aux autres, mais le droit de ne pas être branché »[1] Se guardiamo col cuore oltre che con l’intelletto, in fondo, tra marche e marché passa un accento acuto, un’intonazione diversa, una variazione sul tema. Poco più di una settimana fa, per repubblica.it, J. Attali ha detto di Macron, leader del partito En Marche ! De Mari su femminicidio come rieducazione collettiva. Dat, parla Alberto Zangrillo. Aprile 28, 2017 Caterina Giojelli Intervista a Alberto Zangrillo, vate della rianimazione, dopo l’approvazione delle Dat: «Tra l’esecuzione capitale in Arkansas e il suicidio assistito in Svizzera non c’è differenza» Ads by «In 34 anni di lavoro in terapia intensiva non ho mai conosciuto un malato autodeterminato a sospendere le cure», «un malato non può morire di sete o di fame», «tra l’esecuzione capitale stile prigione dell’Arkansas e suicidio assistito nella clinica svizzera non c’è una differenza sostanziale».

Dat, parla Alberto Zangrillo

Cgil, fake news su aborto e ponziopilatismo. E’ così che i sedicenti difensori dei diritti delle donne le usano, ripetendo il solito copione falsificatore.

Cgil, fake news su aborto e ponziopilatismo

All’inizio di marzo i grandi quotidiani nazionali impegnati con l’idea che il fine giustifichi i mezzi nella campagna per l’abolizione dell’obiezione di coscienza, sbattevano, senza alcuna verifica, sulle loro prime pagine l’indignazione per il maltrattamento di una 41enne veneta. La donna denunciava tramite la Cgil 23 ospedali colpevoli di aver ostacolato il suo "diritto" all’aborto. Da qui era scattata l’indagine avviata dall’assessore alla Sanità regionale, Luca Coletto. Conclusione: la vicenda è avvenuta oltre un anno fa; i tempi dettati dalla legge sull’aborto erano stati pienamente rispettati dagli ospedali; la donna ne aveva chiamati solo una decina, senza mai presentarsi di persona, per provare a saltare le tappe stabilite dalla norma cercando di abortire prima del previsto.

Kodokushi, cioè la morte solitaria in Giappone. Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Non è facile diventare un Buddha, ma in Giappone c’è una scorciatoia. Il procedimento si chiama sokushinjobutsu. Significa trasformarsi in un Buddha, lì per lì, nel proprio corpo. Ciò detto, non è facile. La preparazione dura tremila giorni, durante i quali si mantiene una dieta chiamata mokujikigyo – letteralmente “mangiare il legno”. American College of Pediatricians. Updated May 2017 The American College of Pediatricians urges healthcare professionals, educators and legislators to reject all policies that condition children to accept as normal a life of chemical and surgical impersonation of the opposite sex. Dat giusta. La mattanza. Qualche giorno fa, il 10 aprile, Repubblica twittava così: L'ineffabile Pedante non poteva esimersi dal commentare così: In effetti, l'articolo di Repubblica aveva un'impostazione molto meno, anzi, per nulla tendenziosa.

Parlava di "sfida" posta alla sanità dall'aumento dei malati cronici, come potete vedere da questo breve estratto: Ricordiamo al proto che le malattie sono croniche, non corniche. Le condizioni che determinano le malattie croniche sono esattamente quelle che inibiscono le malattie corniche: la mona non vuol pensieri, e quindi chi è stressato tromba di meno in giro (meno patologie "corniche") e si ammala di più (più patologie croniche). A vita di merda, salute di merda. Nessun malato sarà più al sicuro con la legalizzazione delle dat/eutanasia. Di Francesco Farri. Se verranno legalizzate le d.a.t. quando entrate in ospedale con la speranza di sopravvivenza non fatevi il segno della Croce soltanto per affidare a Dio la salute: fatelo anche perché non vi capitino sanitari che, non essendo certi che vogliate curarvi, nel dubbio vi lascino morire per non aver grane E’ ingenuo pensare che la legalizzazione dell’eutanasia sia una questione di diritti civili e di rispetto della libertà dei singoli individui che vogliono morire senza soffrire.

La legalizzazione dell’eutanasia individuale volontaria è solo un passaggio intermedio per forme di eutanasia generalizzate e obbligatorie. Aborto, da reato a dovere sociale il cammino è compiuto. Lei si chiama Ellinor Grimmark ed abitava in Svezia. Nel 2007 iniziò a studiare per diventare ostetrica e nel frattempo fu assunta dall’ospedale della contea di Jönköping. Nel 2013, un anno prima di finire gli studi, informò la clinica che lei era obiettrice di coscienza. Il direttore montò su tutte le furie: “Come puoi anche solo pensare di fare l’ostetrica con queste opinioni? E cosa faresti se una donna che ha avuto un aborto venisse da te sanguinando?». «La aiuterei», rispose. Papilloma, quel che il pansessualismo non dice. E’ sempre più aspro e polemico il dibattito sulle vaccinazioni, che la NBQ sta seguendo cercando di offrire ai propri lettori una informazione ponderata e corretta sull’argomento, lontana quindi dai furori ideologici delle opposte fazioni che si stanno fronteggiando sempre più bellicosamente.

L’ultimo capitolo di questa storia è dell’altro giorno: la trasmissione di RAI 3 Report ha affrontato una vicenda riguardante la vaccinazione contro l’HPV, il Papilloma Virus, un virus a trasmissione sessuale che è responsabile di diversi tipi di tumori. Da qualche anno sono stati messi a punto dei vaccini che vengono praticati nelle preadolescenti e che sono stati definiti “vaccini contro il cancro dell’utero”.

Vedremo più avanti come stanno esattamente le cose. Ma c’è un altro aspetto molto importante su cui è importante fissare l’attenzione. Ma questa vaccinazione anti Papilloma Virus, presentata come “l’unica prevenzione efficace del tumore all’utero”, cos’è realmente? I dati sull'eutanasia che non può avere limiti. E’uno spaccato glaciale quello emerso dagli ultimi dati relativi ai casi di eutanasia nei Paesi Bassi, con numeri che dal 2002 (anno della legalizzazione della morte di Stato) continuano a crescere. Basti pensare che negli ultimi 10 anni l’incremento percentuale è stato del 317 per cento.

Il problema di legalizzare le droghe leggere. Aprile 14, 2017 Alfredo Mantovano. Charlie deve morire: lo Stato condanna a morte i disabili. Accade in Gran Bretagna, precisamente a Londra: i giudici dell'Alta Corte sentenziano che Charlie Gard, un bimbo di soli otto mesi, deve morire. Deve morire contro la volontà dei suoi genitori. Per farci diventare schiavi - Totus tuus network. Dat ai raggi X Dovere di uccidere per tutte le cliniche. Dal diritto di morire al dovere di morire: chiaroscuri e prospettive. Con questo interessante studio sul “diritto di morire”, che pubblichiamo in esclusiva, inizia la collaborazione con questo sito del Dott. Aldo Rocco Vitale, dottore di ricerca in Storia e Teoria generale del diritto alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “Tor Vergata” di Roma.

Quel che sui bambini «libellula» non si dice (o non si spiega bene) Otto validi motivi contro la legge sull’omofobia – Silvana De Mari Community. Il professore emerito di Diritto Penale all’Università Firenze, Ferrando Mantovani, è intervenuto nel dibattito sul ddl Scalfarotto contro l’omofobia, che prevede la reclusione per chi «istiga a commettere o commette atti di discriminazione» fondati sull’omofobia o sulla transfobia. Bimbi Libellula. Caro D'Agostino, sulle Dat non mi rappresenti. "L'Europa impone la teoria gender" (che non c'è). 700 mila firme contro. - Blondet & Friends. La filosofia di Facebook e della Silicon Valley.

Max More Estropia. Adinolfi Mamme forno e RSU. Boom in Italia dell'aborto «d'emergenza». Si vende una pillola dei «5 giorni dopo» ogni due minuti. Susanna Tamaro: «Utero in affitto, non in mio nome» «Due anni fa le nozze gay in Irlanda, ecco lo stupro culturale che abbiamo subito» 2017. L'orrore della rivoluzione genetica - Roberto Dal Bosco. Gender, è fatta: ora la Giannini quereli i colleghi. No all’aborto uguale tortura. Adinolfi su persecuzione dissidenti anti gay. Umbria, Repubblica Autonoma Gendercratica. Con le Dat a rischio minori e assistiti. Pochi fronzoli: si scrive Dat, si legge eutanasia I pazienti firmeranno la loro condanna a morte.

Pillon Interrog parlamentare su giudice pro gay a commissione adozioni. Nuovi diritti? Imposti nella dimenticanza del diritto. Adinolfi Magistrati da arrestare. Il pittore blasefmo e porno che piace tanto al presidente della Pontificia Accademia per la Vita. Adinolfi Nazisti eccome. Olanda, eutanasia a donna con problemi all'udito. American College of Pediatricians. Eugenia Scabini: «Il dramma è il genitore che non c'è» Stiamo sparendo. E gli stranieri non ci salveranno.

Embrione artificiale, l'uomo che vuole farsi creatore. Dolce morte diversa da eutanasia nazista? Ecco la verità ~ CampariedeMaistre. Suicidio assistito, olandese: «Inghilterra, non farlo» Le Dat, il fine vita e il documento vaticano: "Nascondono l'eutanasia" Thérèse Hargot: la nuova schiavitù della rivoluzione sessuale. Discesa dell'Italiano verso la lampreda. E sua possibile risalita. - Blondet & Friends.

Le falle del ‘vangelo secondo Darwin’ – intervista a F. Fratus – Silvana De Mari Community. Pedofilia nella Chiesa? Lo 0,03% dei preti in tre anni: nessuna “lussuria” La morsa del pensiero unico si stringe: o ti adegui, o rischi sul lavoro. Quando ci sveglieremo? – Ontologismi. BERNANOS CONTRO I ROBOT. OSSIA IL PROGRESSO COME APOCALISSE. - Blondet & Friends. ONU: La libertà di religione "non è assoluta". Va ridotta se si oppone ai LGBT. - Blondet & Friends. Omogenitorialità: seconda parte a cura di Andrea Pinato – Silvana De Mari Community. Il ginecologo abortista ammette la crisi: «ho la nausea, vorrei diventare obiettore» Quante falsità scientifiche nel convegno in Vaticano. Debito povertà e consumismo: ecco cosa ci porta in dono il super ospite vaticano degli aborti forzati.

Maternità surrogata: equivoci della sentenza. IL CAPITALISMO TERMINALE DA' LAVORI DI M. IN BASSO E IN ALTO - Blondet & Friends. «Ripensare la vita umana». La sfida assurda e raccapricciante dell'animalismo radicale. Lo stato della ricerca in materia di violenza domestica. Castagni e ulivi morti - Italia "Terre Gaste"? - Blondet & Friends. L'Onu ci rifila il "poliziotto" della causa Lgbt. Vita e sviluppo In principio c'è la madre. Spagna è ormai gendercrazia: studenti delatori e liste di proscrizione se il prof non applica la legge. Educazione gay di massa. Lo vuole l'Unesco. In morte della famiglia. A Rotterdam propongono il ritorno dell'eugenetica. Uno con una, per sempre. La famiglia come contropotere. Intervista con Fabrice Hadjadj (27/10/2015) Della monade-animale. Vers. 2.0.

La nuova eutanasia 2.0. Il bioeticista in cattedra per obiettare da se' stesso. Il neo-gnosticismo delle teorie di genere. "Ordina un papà": scegli un uomo e fallo sparire. Un eroico dissidente del politicamente corretto. Svezia, igienico obitorio d’Europa – di Roberto Pecchioli. E l’Italia morì. Il grande squilibrio (e gli immigrati non sanano) Il declino dell’impero americano. Da un tipetto così è nata la rivoluzione sessuale. Generazione fiocco di neve.

Se un vescovo mette un suo prete alla gogna. Il giudice plana sulla libertà di educazione: scuola condannata per licenziamento "gay" mai avvenuto.