background preloader

Progetti tecnologici a scuola per la comunità

Facebook Twitter

Il professor Rivoltella definisce tecnologie di comunità con due significati
Il primo significato è favorire "la sincronizzazione, sul territorio, delle esigenze di varie persone.

La tecnologia "cuce" il territorio, ne rappresenta un tessuto di connessione, libera possibilità".
Il secondo significato è quello di "ricostruire attorno alla tecnologia la comunità favorendo il passaggio da un Welfare digitale a un Welfare comunitario".
#tecnologiedicomunità #welfarecomunitario #tessutidiconnessione. Portale delle tecnologie informatiche - Tecnoteca.it - divulgazione - Si può parlare di "comunità di pratiche online"?

Una volta definito il legame tra comunità di pratica e apprendimento, la prossima domanda a cui rispondere è se si può parlare di comunità di pratica online, visto che il contesto in cui le comunità online nascono e si sviluppano manca di alcuni degli elementi di cui abbiamo parlato prima.

Portale delle tecnologie informatiche - Tecnoteca.it - divulgazione - Si può parlare di "comunità di pratiche online"?

In rete difficilmente si possono condividere esperienze, eccetto quella di comunicare: pertanto, le tre modalità dell’apprendimento (immaginazione, coinvolgimento ed allineamento) devono tutte essere espresse tramite la parola scritta o comunque il linguaggio. Per quanto riguarda l’uso di webcam, è vero che l’apprendimento potrebbe avvalersi, oltre che del linguaggio, anche di dimostrazioni visive, le quali difficilmente potrebbero però riprodurre l’interazione apprendista-esperto che si ha nella realtà e che così importante per acquisire l’expertise; per quanto riguarda poi la realtà virtuale, essa è ancora una tecnologia in fase embrionale e poco diffusa. L'apprendimento non formale: il ruolo delle tecnologie digitali - 2015.

Non solo LIM. Didattica, tecnologie, competenze per una cittadinanza consapevole – BRICKS. Scarica la versione PDF del lavoro Competenza digitale, nuovi ambienti di apprendimento, interattività, classi 2.0, didattica aumentata, accesso alla banda larga, cittadinanza digitale.

Non solo LIM. Didattica, tecnologie, competenze per una cittadinanza consapevole – BRICKS

Digcomp Ferrari Troia. L’Aula del XXI Secolo come Ambiente di Apprendimento. La “Scuola” intesa come Spazio Fisico Nel dibattito sulla riforma della scuola viene spesso sottovalutata l’importanza della scuola intesa come “Habitat“, spazio fisico e architettonico in cui ha luogo il processo di insegnamento e apprendimento.

L’Aula del XXI Secolo come Ambiente di Apprendimento

L’idea che gli ambienti in cui si svolge l’attività educativa siano come lo Spazio newtoniano “vuoti contenitori” caratterizzati da uniformità e universale omologazione, ha radici antiche nella scuola italiana. Negli altri paesi monitorati dall’OECD, esistono architetti specializzati nello School Design, che lavorano insieme ai rappresentanti di docenti e studenti per creare gli spazi educativi.

Digital Skills Framework. Tecnologia in Classe per Costruire Comunità - Edumediacom. Tema Il progetto “Tecnologie in Classe per Costruire Comunità” si è svilupppato sui seguenti temi: competenza digitale, nuovi ambienti di apprendimento, interattività, classi 2.0, didattica aumentata, libro digitale, flipped classroom.

Tecnologia in Classe per Costruire Comunità - Edumediacom

Su questi argomenti sono stati svolti corsi di formazione per insegnanti. Inoltre nel progetto si sono affrontati i temi della sicurezza in internet, del cyberbullismo, della dipendenza, dei social media e nuove come condivisione di contenuti e fonti di apprendimento; su questi temi si sono svolte attività dirette con gli alunni coinvolti (questionario di raccolta di dati e incontri in presenza). Infine si è trattato anche il tema della gestione educativa dei media in famiglia (incontri con genitori). Destinatari. Scuola Valore » Tecnologie nella scuola dell’infanzia. Quale spazio occupano le tecnologie nella scuola dell’infanzia?

Scuola Valore » Tecnologie nella scuola dell’infanzia

Come possono le ICT supportare il lavoro educativo e la didattica con i più piccoli? In questa sezione vi presentiamo 15 buone pratiche che esplorano l’integrazione delle tecnologie digitali nella scuola dell’infanzia partendo dall’esperienza sul campo e dal punto di vista degli insegnanti che le hanno realizzate. Docenti.org. Sapere Coop – Proposte di educazione al consumo consapevole di Coop Alleanza 3.0. CODINF: per una nuova Società della Comunicazione. Pop Economix. Il luogo Lecito. LE.CI.T.O. nasce da una realtà consolidata di azione e di ricerca, diffusa in tutta la provincia di Bergamo, che ha visto crescere e co-operare in questi anni una rete di soggetti nelle scuole e nel territorio attorno ai temi della Cittadinanza, della Legalità, della difesa e della pratica dei principi costituzionali.

Il luogo Lecito

LE.CI.T.O. è: eTwinning - Homepage. eTwinning dai partenariati scolastici allacomunità delle scuole in Europaattraverso le nuove tecnologie e lo sviluppo p.. DSFramework2015. Scaling Community Technology. For the past four years, the Open Technology Institute (OTI) and the Allied Media Projects (AMP) have been working with communities to build wireless mesh networks.

Scaling Community Technology

Mesh is a technology for creating inexpensive local WiFi that allows users to connect their devices directly with each other rather than going through a central hub; unlike a series of wireless hotspots, a local mesh works as a network whether or not it is connected to the Internet. Mesh networks can provide hyper-local tools like neighborhood shout-boxes and local lending libraries, and can keep communities connected even during power or Internet outages. One question we hear all the time from community members, funders, and government representatives is: how do these networks scale? People always seem understandably frustrated with the best answer we can give them: it depends. But it does. Detroit Community Technology Project. DCTP’s mission is to use and develop technology rooted in community needs that strengthens human connections to each other and the planet.

Detroit Community Technology Project