background preloader

Sicurezza informatica

Facebook Twitter

Interland: da Google un gioco sulla sicurezza in rete. In Be Internet Awesome potrete approfondire la conoscenza di un progetto Google finalizzato a scoprire ed approfondire alcuni aspetti fondamentali sulla sicurezza in rete.

Interland: da Google un gioco sulla sicurezza in rete

E' stato progettato sotto forma di gioco per aiutare i bambini a navigare sicuri e, almeno per ora, è disponibile solo in lingua inglese. Si chiama Interland ed è un ambiente virtuale rappresentato da diversi luoghi corrispondenti ad aspetti fondamentali per l'educazione alla cittadinanza digitale. App torcia meteo, Report spiega come fanno a spiarci. Una rivelazione tra le righe, in un passaggio di un servizio di Report in onda lunedì 22 maggio su Rai Tre.

App torcia meteo, Report spiega come fanno a spiarci

Nell’ambito del reportage «Sorvegliati speciali», che ha spiegato come fanno le principali società a ottenere i nostri dati personali, Giorgio Mottola ha mostrato come anche le applicazioni più ingenue possono essere utili a captare delle informazioni sulla nostra vita privata. Il progetto, la app. Obiettivi dell'app sono sensibilizzare i bambini e fornire agli adulti gli strumenti per una prima educazione al digitale da trasferire ai giovanissimi, evidenziando al contempo il grande potenziale educativo e sociale di internet.

Il progetto, la app

Infatti è attraverso strumenti concreti che genitori ed educatori possono creare con i bambini un legame di fiducia e reciproco scambio di informazioni. L’app è divisa in 3 sezioni: l’Area Bambini, Area Genitori, Area Educatori. Scopo dell’ Area Bambini è semplificare i concetti di base sull’utilizzo consapevole e sicuro della Rete e dei social network attraverso dei cartoon e dei mini-game, che permettano di apprendere in maniera divertente e di far esperienza dei rischi senza viverli direttamente. Ogni cartoon tratta una tematica relativa alla sicurezza sul web: semplici storie animate dove il bambino può immedesimarsi nel protagonista per comprendere facilmente l’argomento. I contenuti dell’Area Genitori: I contenuti dell’Area Educatori: “Perché mai dovrebbero rubarmi il profilo Facebook?” Per esempio per questa truffa. L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

“Perché mai dovrebbero rubarmi il profilo Facebook?” Per esempio per questa truffa

Ultimo aggiornamento: 2017/04/05 23:15. Quando faccio raccomandazioni di sicurezza su come proteggere gli account sui social network, una delle obiezioni più frequenti che sento è “Ma perché mai qualcuno dovrebbe tentare di rubarmi il profilo Facebook? Un post su Facebook non è mai per i soli ''amici'' Anche se è pubblicato su un profilo ''chiuso''.

Un post su Facebook non è mai per i soli ''amici''

Un post su Facebook non è mai veramente riservato ai soli "amici", anche se è pubblicato in un profilo "chiuso". Se poi si "postano" informazioni su minori l'attenzione deve essere massima. Il principio è stato affermato dal Garante privacy in un provvedimento con il quale ha ordinato a una donna la rimozione dalla propria pagina Facebook di due sentenze, sulla cessazione degli effetti civili del matrimonio, in cui erano riportati delicati aspetti di vita familiare che riguardavano anche la figlia minorenne.

L'Autorità - intervenuta su segnalazione dell'ex marito che lamentava una violazione del diritto alla riservatezza della figlia - ha ritenuto che la divulgazione dei provvedimenti giurisdizionali in questione fosse incompatibile con quanto stabilito dal Codice privacy. Trapelano in rete foto private di Emma Watson e altre attrici - HDblog.it. Nelle scorse hanno iniziato a circolare su Reddit e 4chan le foto private di alcune attrici e celebrità di Hollywood, tra cui Emma Watson, Amanda Seyfried e Jillian Murra.

Trapelano in rete foto private di Emma Watson e altre attrici - HDblog.it

Il contenuto delle immagini varia molto da un caso all'altro: alcune sono esplicite, altre no. Avira lancia il browser Scout. Basato su Chromium, promette sicurezza e privacy online.

Avira lancia il browser Scout

Avira ha presentato Scout, un browser che vuole coniugare l'esperienza dell'azienda in ambito sicurezza con il codice di Chromium, per offrire agli utenti uno strumento gratuito che promette - secondo il produttore - di ridurre drasticamente i rischi rappresentati da malware, malvertising (ovvero pubblicità dannosa) e tracker invadenti. Secondo Avira, Scout fornisce più livelli di sicurezza e privacy senza interrompere l'esperienza di navigazione degli utenti. "Abbiamo riunito una selezione delle migliori funzionalità per la sicurezza e la privacy, eliminato gli elementi di tracking sempre attivi di Chromium e creato un'esperienza online più sicura e privata per gli utenti," afferma Daniel Popa, Product Manager Avira del browser Scout. ABC Sicurezza: Google Dorking. Sicurezza Informatica: ecco come proteggersi da chiavette USB infette.

Ransomware, trojan o e-mail phishing.

Sicurezza Informatica: ecco come proteggersi da chiavette USB infette

Sono vari e diversi i nomi dei malware che ci fanno paura e che stanno minando la nostra sicurezza informatica nell’ultimo periodo. C’è un pericolo però che molti di noi non prevedono, poiché non è presente su Internet. Si tratta dei virus nascosti nelle chiavette USB. Per un cyber criminale prendere possesso di un computer tramite una pennetta USB è uno dei modi più semplici. Il dispositivo infatti, se noi non prendiamo delle precauzioni, accetta di default ogni collegamento USB, anche quello più dannoso per la nostra sicurezza. Attacchi hacker con USB infette. Privacy, ecco alcuni consigli per essere invisibili online - Wired. Manlio Cammarata - Dal gioco delle tre carte (elettroniche) all'inutile SPID. Carta d'identità elettronica, carta nazionale dei servizi, tessera sanitaria.

Manlio Cammarata - Dal gioco delle tre carte (elettroniche) all'inutile SPID

Sono tre (diversi) sistemi che consentono l'identificazione a distanza di un cittadino. Allora a che serve lo SPID? La risposta è semplice: a nulla. Anzi... Lo SPID, si legge nelle FAQ del sito dedicato "è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica. È ransomware senza ricorso. Ultimo aggiornamento: 2017/02/24 18:25.

è ransomware senza ricorso

Sono ancora tanti gli utenti Apple che pensano di non aver bisogno di un antivirus e di poter girare impunemente per Internet perché i loro computer non si possono infettare. In realtà il malware per Mac esiste eccome, ma è abbastanza raro incontrarlo perché i criminali informatici non sono stupidi e quindi concentrano i propri sforzi sul prodotto più diffuso, cioè Windows.

Sicurezza e bambini/adolescenti

Verificare i link sospetti nelle email. (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita) Se vi capita spesso, come capita quasi a tutti, di ricevere mail sospette che contengono inviti a cliccare su link che promettono di darvi un premio o di risolvere un problema con un vostro account sarete probabilmente abituati a riconoscerli e cestinarli subito senza pensarci più. Ma magari vi piacerebbe sapere esattamente cosa si cela dietro questi link. Tutti abbiamo contribuito al più grande attacco alla rete di Internet – Valigia Blu. Social media e servizi di messaggistica istantanea, il nuovo must della navigazione online. Come usarli in tutta sicurezza? Immagine: www.godsavethemarketing.it/ Il concetto di Internet è cambiato molto negli ultimi anni. Prima navigare online significava usare i motori di ricerca, trovare contenuti specifici o leggere i propri siti web di attualità preferiti.

Oggi i social network, i video online e i servizi di messaggistica istantanea rappresentano la principale esperienza online degli utenti, soprattutto per le generazioni più giovani. È bastata una mail per fregare l’account di posta al capo della campagna Clinton. Pochi giorni fa ho raccontato l’epic fail informatico di John Podesta, capo della campagna presidenziale di Hillary Clinton, che si è fatto fregare gli account iCloud e Twitter perché non erano protetti dalla verifica in due passaggi nonostante fosse chiaramente sotto attacco, visto che le sue mail riservate di lavoro erano finite in mano a Wikileaks. Ma come c’erano finite? Ora lo sappiamo, e non è una bella storia. Libri, film e musica digitale: "Compro, ma non è mio" ROMA. Bufera su Yahoo, milioni di email passate a 007 Usa. Sicurezza informatica: quello che le scuole devono sapere – BRICKS.

Università degli Studi di Firenze. 2016 – Settembre – BRICKS. Sicurezza informatica: quello che le scuole devono sapere – BRICKS. Un esempio di lezione sulla sicurezza informatica – BRICKS. Safer Internet Day 2016: una buona occasione per educare alla sicurezza informatica – BRICKS. Docente di Matematica, IIS “A. Da Intesi e Thales firma digitale eIDAS compliant - Tom's Hardware. Hackerato l'account iCloud di Pippa Middleton: 3000 foto in vendita. Truffatore smascherato via Facebook. Le 6 regole d'oro per proteggere le vostre foto di nudo. Rubati sei milioni di username e password conservati in chiaro. Mega-brecce, il passato è il presente. Roma - Le violazioni dei sistemi di servizi rivolti a grandi numeri di utenti continuano a fare notizia, e coinvolgono anche i server italiani di Libero Mail.

Panico per LinkedIn, oltre 100 milioni di password rubate. Dal 2012. Internet of things: c’era una volta l’hacking “etico” – Valigia Blu. Furti di dati personali, ma che male può capitare? Sicuri on line. Le competenze DIGCOMP. Didamatica 2016 - cittadinanza digitale.

Sicurezza e privacy

Impostore apre account Facebook usando la mia mail, ci trovo dentro già delle amicizie. Happy Onlife! Giochiamo? #cyberbullismo #sicurezza #privacy.