background preloader

Sicurezza ed eventi naturali -3c

Facebook Twitter

L'uomo ha convissuto da sempre con le grandi catastrofi: terribili eruzioni vulcaniche hanno segnato la sua storia e la segnano tuttora; grandi città sono state distrutte in tutte le epoche da colossali incendi o sono state cancellate da eventi sismici di potenza pari solo a quella della bomba atomica.

Eppure, da alcuni anni sembra che queste forze, così come le piogge torrenziali, il vento, i fiumi in piena, si stiano accanendo contro l'uomo come mai era accaduto in passato. È una situazione reale o è solo una nostra suggestione? Che cosa sta succedendo? È vero che la Terra è 'malata', come sostengono in molti, a causa della dissennata politica ambientale dell'uomo? Cosa fare in caso di terremoto. Il terremoto: un fenomeno naturale non prevedibile, che dura molto poco, quasi sempre meno di un minuto.

Cosa fare in caso di terremoto

Il territorio italiano, come ben sapete, è esposto a questo rischio, prepararsi ad affrontare il terremoto è fondamentale, pensateci fin da ora. La sicurezza dipende soprattutto dalla casa in cui abitate. Se è costruita o adattata in modo da resistere al terremoto, non subirà gravi danni e vi proteggerà. Ovunque siate in quel momento, è molto importante mantenere la calma e sapere cosa fare.

Seguire alcune semplici norme di comportamento può salvarvi la vita e salvare la vita di altri. SI STA FACENDO QUALCOSA PER PREVENIRE LE CATASTROFI NATURALI? Calamità naturali? Arriva l'assicurazione obbligatoria. I costi delle calamità naturali sono attestati oggi al 2,9% del Pil.

Calamità naturali? Arriva l'assicurazione obbligatoria

Secondo l’Ocse si dovrebbero incentivare le assicurazioni contro le calamità naturali. Presentato al Senato un ddl che potrebbe renderle obbligatorie in Italia. Per ovviare ai problemi economici derivanti dai sempre più devastanti e frequenti disastri ambientali è stato presentato al Senato il disegno di legge “Istituzione di un’assicurazione obbligatoria contro i rischi derivanti da calamità naturali, nonché di un Fondo per la sicurezza e l’efficienza energetica degli edifici”. L’ENEA fa sapere in un comunicato quali sono stati i punti salienti elencati da Paolo Clemente, responsabile del Laboratorio ENEA “Prevenzione rischi naturali e mitigazione effetti”, che è intervenuto per presentare il DDL. “Gli eventi catastrofici che frequentemente colpiscono il nostro Paese pongono in evidenza la necessità di una più efficace politica di prevenzione di fronte alle calamità naturali.

I cinque punti. PERICOLO: cosa succede se c'è uno tsunami? Passaggi Parte 1 di 4: Prepararsi in Anticipo <img alt="Immagine titolata Survive a Tsunami Step 1" src=" width="728" height="546" class="whcdn">1Conosci il potenziale pericolo in anticipo.

PERICOLO: cosa succede se c'è uno tsunami?

È importante sapere in anticipo se la zona dove vivi è a rischio di tsunami. È probabile che corri qualche rischio se: La tua casa, la scuola o il posto di lavoro sono in una regione costiera, vicino al mare.La casa, la scuola o il posto di lavoro sono a livello del mare o abbastanza bassi e su un terreno pianeggiante o con solo leggeri dislivelli. Se non sai a quale quota sul livello del mare ti trovi, devi informarti.

<img alt="Immagine titolata Survive a Tsunami Step 3" src=" width="728" height="546" class="whcdn">4Sviluppa un piano di evacuazione. Parte 2 di 4: Riconoscere i Segnali Rivelatori di uno Tsunami.

RISCHIO

PREVENZIONE. Purtroppo i terremoti sono eventi che colpiscono sia l’Italia che molti altri stati del mondo dove potreste essere magari in viaggio, come per esempio in Giappone.

PREVENZIONE

Dal momento che prevederli e prevederne l’intensità è molto difficile, se non impossibile, occorre sapere come comportarsi nella sventurata ipotesi in cui ci si dovesse trovare in questa difficile e delicata situazione. In Giappone Se andate in Giappone aspettatevi di sentire almeno un terremoto, un fenomeno che lì è decisamente nella norma.

Assolutamente non fatevi prendere dal panico e semplicemente seguite quello che fanno gli altri giapponesi. Dico questo per evitare che facciate azioni sconsiderate come capitava a me le prime volte in Giappone. Come comportarsi quando si avverte un terremoto A seconda del luogo in cui ci si trova durante l’evento sismico, è bene cercare di restare il più possibile lucidi e adottare semplici ma fondamentali comportamenti adatti all’ambiente circostante.

Case antisismiche

In caso di temporale. 3 Modi per Sopravvivere a un Terremoto. 3 Metodi:Se Sei in un VeicoloSe Sei in un EdificioSe Sei all'Esterno I terremoti sono tra i disastri naturali più distruttivi.

3 Modi per Sopravvivere a un Terremoto

Essi si verificano principalmente nei pressi dei bordi delle placche tettoniche, ma, comunque, possono capitare praticamente ovunque. RSNI - Come difenderci dai terremoti. La soluzione definitiva del problema dei terremoti consisterebbe nell'impedire il loro verificarsi; ma ciò è per ora (e sicuramente per sempre) un obiettivo irraggiungibile poiché le forze in gioco sono immense.

RSNI - Come difenderci dai terremoti

Quale potrebbe essere la soluzione più realistica? La tendenza attuale, anche in Italia, per affrontare questo problema verte su due fronti: la previsione e la prevenzione. L'interesse della popolazione, dovuto anche al grande rilievo che i mezzi di informazione (radio/tv, stampa, ecc.) danno rispetto a notizie di "previsione dei terremoti", è enorme ed accompagnato da comprensibili aspettative.

I meno giovani si ricorderanno della polemica che era giunta anche sugli schermi televisivi italiani quando giro' la "bufala" (e come si puo' definire altrimenti..) che tre scienziati greci erano in grado di prevedere i terremoti (purtroppo grandi sismologi come l'immenso Tazieff contribuirono ad illudere le persone dando credito al metodo VAN). Andate qui per maggiori dettagli. Come gestire il sisma. Terremoto, uno psicologo spiega come gestire la paura - COME GESTIRE. Storia dell'articolo Chiudi Questo articolo è stato pubblicato il 05 giugno 2012 alle ore 07:17.

Terremoto, uno psicologo spiega come gestire la paura - COME GESTIRE

L'Università di Bologna, e precisamente la facoltà di Psicologia, si mobilita per i terremotati emiliani alle prese con l'ansia e l'angoscia provocate da quello che sembra un infinito sciame sismico. E' nato così l'opuscolo "Quando il terremoto continua. Strategie per gestire la paura e lo stress durante lo sciame sismico", autore di questo piccolo prontuario di sopravvivenza è Luca Pietrantoni, professore associato di Psicologia dell'emergenza, disciplina che si occupa proprio di cosa accade alla mente durante eventi catastrofici come quelli che hanno colpito l'Emilia nelle ultime due settimane. Cos'è l'assicurazione contro le calamità naturali? Come funziona e cosa copre la Polizza o Assicurazione nelle calamità nauturali? Con l’intensificarsi della frequenza degli eventi sismici nel nostro Paese, e con le difficoltà che lo Stato incontra in ogni occasione non riuscendo a garantire il rimborso di tutti i danni e/o impiegando anni, a causa di inutili lungaggini burocratiche, per intervenire fattivamente lasciando nel frattempo senza una dimora tanti cittadini, è sempre più facile sentir parlare di Assicurazione contro il Terremoto.

Come funziona e cosa copre la Polizza o Assicurazione nelle calamità nauturali?

Tanto che si è pensato in più di un’occasione di renderla obbligatoria. La garanzia dedicata al Terremoto e/o alle Alluvioni e Inondazioni (Eventi Catastrofali) può essere acquistata con Polizza a se stante o tramite un’Appendice alla Polizza sulla Casa. Ma vediamo insieme quali tipologie di danni copre e quando interviene tale particolare garanzia. Cos'è un'assicurazione\polizza? I disastri naturali. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I disastri naturali

Un disastro naturale è la conseguenza di un pericolo naturale, determinato da particolari fenomeni o ambienti (vulcani, terremoti, inondazioni...) a volte amplificati dall'attività umana. Un fenomeno naturale può quindi trasformarsi in un disastro naturale a seguito della mancanza di un'adeguata gestione delle emergenze, provocando perdite materiali e umane. L’Italia ha il record europeo di calamità naturali, 2007 morti in 50 anni. Terremoto in giappone, crepa. Effetti di un fulmine sul corpo umano. Tempesta.