background preloader

Riforma

Facebook Twitter

Riforma formazione e reclutamento, ecco il testo del decreto. Procedura per abilitati II fascia GI entro febbraio 2018 - Orizzonte Scuola. Pubblichiamo in anteprima la bozza del testo del decreto attuativo della legge n. 107/2015, approvato nella giornata di ieri, 7 aprile 2017, dal Consiglio dei Ministri e relativo al nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado.

Riforma formazione e reclutamento, ecco il testo del decreto. Procedura per abilitati II fascia GI entro febbraio 2018 - Orizzonte Scuola

Parliamo di bozza in attesa della pubblicazione ufficiale in G.U. Reclutamento, 24 CFU per partecipare al concorso 2018: un decreto disciplinerà modalità, costi e settori disciplinari richiesti - Orizzonte Scuola. Il Decreto legislativo 59/17 sulla formazione inziale e il reclutamento del personale docente della scuola secondaria è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 16 maggio 2017.

Reclutamento, 24 CFU per partecipare al concorso 2018: un decreto disciplinerà modalità, costi e settori disciplinari richiesti - Orizzonte Scuola

Nel Decreto è previsto che per accedere ai futuri concorsi occorre possedere, oltre al titolo di studio richiesto, anche 24 CFU nei settori antropo-psico-pedagogici e nelle metodologie didattiche. Non è più richiesta la certificazione del livello B2 in lingua straniera, che sarà verificata in sede di esame orale. Sono esentati dal possesso dei 24 CFU: I docenti abilitati che, a seguito di valutazione di una prova orale non selettiva, saranno inclusi in una graduatoria di merito regionale ad esaurimento finalizzata alle assunzioni in ruolo (dopo l’esaurimento di GAE e concorso 2016).

I docenti con almeno 3 anni di servizio (di almeno 180gg) che potranno partecipare ad una sessione riservata del concorso (con una prova scritta in meno e una riserva di posti) Riforma formazione docenti, il testo in GU: diploma specializzazione dopo primo anno FIT: chi può accedervi. Concorso per docenti in Graduatoria di Istituto. Le fasi - Orizzonte Scuola. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo relativo al nuovo sistema di formazione e reclutamento che prevede , per diventare docenti nella scuola secondaria di I e II grado si deve superare il concorso e poi frequentare e superare il percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (FIT).

Riforma formazione docenti, il testo in GU: diploma specializzazione dopo primo anno FIT: chi può accedervi. Concorso per docenti in Graduatoria di Istituto. Le fasi - Orizzonte Scuola

Il diploma di specializzazione per l’insegnamento secondario o diploma in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica (quest’ultimo per i futuri docenti di sostegno), oltre ad essere necessario per proseguire il percorso FIT, costituisce titolo utile per insegnare nelle scuole secondarie paritarie, sostituendo la vecchia abilitazione. Anche la sola iscrizione al corso di specializzazione permette di insegnare nelle scuole paritarie ma per non più di tre anni dall’immatricolazione. Passati i tre anni è necessario conseguire il diploma. Immissioni in ruolo fase transitoria. Ghizzoni: come funzioneranno, tempi necessariamente lunghi - Orizzonte Scuola. Il nuovo sistema di formazione iniziale e reclutamento per gli insegnanti della scuola secondaria è stato presentato dall’On.

Immissioni in ruolo fase transitoria. Ghizzoni: come funzioneranno, tempi necessariamente lunghi - Orizzonte Scuola

Ghizzoni tramite le pagine di Italia e pubblicato sulla sua pagina personale. Stop a defatiganti precariati. Per accedere alla professione di insegnante di scuola secondaria ci sarà un concorso per accertare le competenze disciplinari e poi, solo per i vincitori, un percorso triennale retribuito di formazione, tirocinio e inserimento progressivo nella professione fino all’assunzione a tempo indeterminato. La fase transitoria – spiega l’On. Ghizzoni, riguarda quattro categrorie di docenti. 1) I docenti delle Graduatorie ad esaurimento 2) i docenti del concorso 2016. Diventare insegnanti nella scuola secondaria: laurea, concorso, FIT triennale. Quanto si guadagnerà, quando si sarà assunti - Orizzonte Scuola.

A parte la fase transitoria per docenti già in possesso di abilitazione e docenti di III fascia delle graduatorie di istituto con 3 anni di servizio, il percorso ordinario per diventare insegnanti prevede un percorso lungo e complesso, che promette di rivoluzionare la formazione iniziale così come concepita adesso.

Diventare insegnanti nella scuola secondaria: laurea, concorso, FIT triennale. Quanto si guadagnerà, quando si sarà assunti - Orizzonte Scuola

Il concorso. Il decreto prevede che i concorsi siano banditi, a partire dal 2018, con cadenza biennale, su tutti i posti vacanti e disponibili. In particolare si prevede che i posti da bandire sono pari a quelli che si prevede si rendano vacanti e disponibili nel terzo e quarto anno scolastico successivi a quello in cui è previsto lo svolgimento delle prove concorsuali (esempio: le prove concorsuali si prevede si svolgano nel 2025 (2024/2025), i posti banditi sono quelli che si prevede si rendano vacanti e disponibili nel 2027/28 e 2028/2029.

Percorso FIT. Immissioni in ruolo, diverse procedure tra GM, GaE e GI: quale sarà l’ordine di priorità? – Orizzonte Scuola. Concorso 2018 una tantum per docenti abilitati secondaria, ma assunzioni solo quando ci saranno i posti. Graduatorie vuote, forse, in dieci anni - Orizzonte Scuola. La fase transitoria prima del nuovo sistema di reclutamento e formazione iniziale prevede la creazione di una graduatoria regionale di merito, riservati ai docenti già in possesso di abilitazione (GaE e II fascia delle graduatorie di istituto).

Concorso 2018 una tantum per docenti abilitati secondaria, ma assunzioni solo quando ci saranno i posti. Graduatorie vuote, forse, in dieci anni - Orizzonte Scuola

L’iscrizione in questa graduatoria avverrà tramite un concorso, che si svolgerà una tantum nel 2018 (dovrà essere bandito entro febbraio 2018). Il concorso prevede una prova orale seguita, quando si verificherà la disponibilità dei posti, da un anno di servizio (terzo anno FIT) con valutazione finale. Il colloquio, ha chiarito il Miur, non ha carattere selettivo e ad esso è attribuito, nell’ambito della valutazione, un valore pari al 40% rispetto ai titoli. Nel decreto è contenuta un’importante novità che salvaguarda i docenti di sostegno che si specializzeranno entro giugno 2018 (quindi chi frequenterà il TFA sostegno III ciclo), i quali potranno partecipare al concorso con riserva. Come avverranno le immissioni in ruolo. Riforma reclutamento, docenti dovranno svolgere sia tirocinio diretto che indiretto. Le modalità e la sua valutazione – Orizzonte Scuola.

Una delle novità introdotte dal decreto sul nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado, attuativo della legge n. 107/2015, è rappresentata dal percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (FIT), dopo il quale si può conseguire l’immissione in ruolo e al quale si accede previo superamento del concorso.

Riforma reclutamento, docenti dovranno svolgere sia tirocinio diretto che indiretto. Le modalità e la sua valutazione – Orizzonte Scuola

Il percorso FIT è selettivo, considerato che gli aspiranti docenti devono superare esami intermedi e finali: al termine del primo anno, per passare al secondo, devono conseguire il diploma di specializzazione per l’insegnamento secondario oppure il diploma in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico (quest’ultimo riguarda i docenti di sostegno); al termine del secondo anno devono superare un ulteriore esame per passare al terzo; al termine di quest’ultimo devono superare l’esame conclusivo dell’interno percorso. Tirocinio diretto Tirocinio indiretto Scarica il testo del decreto. Immissioni in ruolo: chi entrerà prima tra Graduatoria esaurimento, merito, istituto e nuovi abilitati? Ecco le aliquote dal testo di riforma. Fase transitoria fino al 2028 – Orizzonte Scuola. La fase transitoria, delineata nel decreto sul nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado, che accompagnerà l’entrata a regime del citato sistema, prevede misure differenti per le diverse categorie di docenti: inseriti in GaE, abilitati, non abilitati con 3 anni di servizi.

Immissioni in ruolo: chi entrerà prima tra Graduatoria esaurimento, merito, istituto e nuovi abilitati? Ecco le aliquote dal testo di riforma. Fase transitoria fino al 2028 – Orizzonte Scuola

Le misure previste delineano, eccetto che per i docenti delle GaE, due distinte procedure concorsuali: Ai docenti inseriti nelle GaE, invece, è riservato il 50% dei posti annualmente vacanti e disponibili, sino all’esaurimento delle medesime graduatorie. Sino a detto esaurimento il restante 50% andrà suddiviso tra le restanti procedure, compreso il concorso 2016. Quanto si protrarrà la fase transitoria? Quanti posti saranno a disposizione delle summenzionate procedure concorsuali? Nel testo decreto leggiamo che, per i docenti abilitati, la procedura concorsuale dovrà essere bandita entro febbraio 2018. Riforma: dal reclutamento agli esami di stato. 8 schede di approfondimento – Orizzonte Scuola. Il MIUR ha pubblicato le schede di approfondimento dei decreti attuativi della legge 107, la Buona Scuola.

Riforma: dal reclutamento agli esami di stato. 8 schede di approfondimento – Orizzonte Scuola

La scheda mette in luce i punti qualificanti, un breve sunto dei capi, con elencati gli articoli del decreto: all’interno vengono evidenziate parole e frasi chiave. Un lavoro di compendio molto utile per una veloce consultazione dei punti più importanti e delle principali novità della riforma. Questi i decreti e i relativi titoli delle schede: Reclutamento e formazione iniziale.

Graduatorie esaurimento: docenti saranno tutti assunti, vediamo come e quando. Il testo del Decreto approvato – Orizzonte Scuola. Il decreto sulla formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado contiene, com’è noto, un articolo dedicato alla fase transitoria che traghetterà dal vecchio al nuovo sistema, immettendo in ruolo, secondo differenti procedure, i docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, i docenti abilitati e i docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio.

Graduatorie esaurimento: docenti saranno tutti assunti, vediamo come e quando. Il testo del Decreto approvato – Orizzonte Scuola

Per quanto riguarda i docenti delle GaE, la fase suddetta prevede che siano immessi in ruolo, sino all’esaurimento delle medesime, così come previsto dalla legge n. 107/2015. Ai suddetti docenti è riservato annualmente, sino all’esaurimento delle graduatorie, il 50% dei posti vacanti e disponibili, mentre l’altro 50% è destinato: I docenti delle GaE, dunque, saranno assunti, sostanzialmente secondo le precedenti modalità, ossia destinando agli stessi il 50% dei posti annualmente disponibili, sino all’esaurimento delle stesse. Il testo del Decreto come licenziato dal Governo.

Graduatorie d'Istituto - Inserimento in II Fascia 2017. Descrizione: Considerata la prossima pubblicazione del Decreto Ministeriale che aprirà l'inserimento/aggiornamento della propria posizione nelle Graduatorie d'Istituto senza consentire l'inserimento in II Fascia dei docenti in possesso di Diploma accademico di conservatorio o belle arti conseguito entro l'a.s. 2001/02, l'ANIEF cercherà di consentirne l'inserimento attraverso la proposizione di specifico ricorso al TAR del Lazio.

Requisiti: Possono partecipare al ricorso i docenti in possesso di Diploma accademico di conservatorio o belle arti conseguito entro l'a.s. 2001/02 (e che siano in possesso anche di Diploma di scuola secondaria superiore) che vogliano presentare domanda per l'inserimento nella seconda fascia delle Graduatorie d'istituto. Graduatorie ad Esaurimento e Graduatorie d’Istituto: Anief attiva i ricorsi per inserimento/aggiornamento – Orizzonte Scuola. Anief – In vista dell’ imminente aggiornamento delle Graduatorie di istituto e della pubblicazione dell’annuale decreto di scioglimento riserve per le GaE, Anief attiva i ricorsi per l’inserimento degli abilitati e delle categorie escluse.

Considerato, inoltre, che il mancato aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, previsto inizialmente per quest’anno e poi rimandato all’a.s. 2018/19, causa un grave ed ingiustificato danno a chi nelle GaE è già inserito, nella terza fascia o in quella aggiuntiva, in quanto impedisce l’aggiornamento del punteggio e – soprattutto – il diritto al trasferimento della provincia di inserimento, Anief ha deciso di avviare un contenzioso per chi non intende subire questa situazione. Allo stesso modo e per gli stessi motivi, è stato anche attivato un ricorso contro il mancato aggiornamento della I fascia delle graduatorie di circolo e d’istituto. La preadesione va effettuata on line sul portale Anief. Concorso a cattedra, docenti III fascia graduatoria istituto: come faccio a calcolare i 36 mesi per accedere ai posti riservati? Scarica il testo del Decreto – Orizzonte Scuola.

La fase transitoria, contenuta nel decreto sul nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado e rivolta ai docenti della Gae, ai docenti abilitati e a quelli non abilitati con 3 anni di servizio, è ormai realtà, in seguito all’approvazione del citato decreto avvenuta il 7 aprile 2017. Per i docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio, il decreto prevede un concorso riservato, consistente in una prova scritta e una orale, vinto il quale si viene ammessi (con le dovute deroghe relative agli anni di frequenza e ai crediti da acquisire) al percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (FIT).

Superato il percorso FIT si accede al ruolo. Precari III fascia graduatoria istituto, chi e come sarà immesso in ruolo – Orizzonte Scuola. La fase transitoria, che condurrà dal vecchio al nuovo sistema di reclutamento, delineato dal decreto legislativo attuativo della legge n. 107/2015, è ormai realtà con l’approvazione, in data 7 aprile 2017, del citato provvedimento legislativo. Riforma formazione e reclutamento, ecco il testo del decreto. Procedura per abilitati II fascia GI entro febbraio 2018 – Orizzonte Scuola. Riforme, Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori: “Chiusa la farsa dell’ascolto targato Renzi e Fedeli” – Orizzonte Scuola.

“Si è conclusa la farsa dell’ascolto nella versione 2.0 della Ministra Valeria Fedeli – ex Cgil – che nei confronti dei lavoratori precari da oltre 36 mesi non ha mostrato alcuna sensibilità”. Riforme, Mida: oggi è un grande giorno per i docenti di seconda fascia – Orizzonte Scuola. MIDA – “Una notevole iniezione di qualità nella nostra scuola”, è stato il commento del premier Paolo Gentiloni, e il Mida non può che confermare. Il Consiglio dei Ministri di venerdì 7 aprile 2017 ha apposto la sua firma ai Decreti attuativi: finalmente.

Dopo dieci anni di lotta il Mida chiude un ciclo aperto dopo aver ottenuto i corsi abilitanti. Scioperi, manifestazioni, convegni in tutta Italia con migliaia di colleghi coinvolti e un interminabile lavoro sui documenti (per trovare una soluzione equa e condivisa), hanno portato alla realizzazione di un sogno. Confermato concorso 2018. Addio a TFA e PAS, arrivano i FIT per diventare insegnanti, cosa sono – Orizzonte Scuola. I decreti attuativi della legge n. 107/2015 oggi approderanno in Consiglio dei Ministri, dopo i pareri delle competenti commissioni parlamentari. Vi anticipiamo i contenuti. Fase transitoria docenti abilitati, colloquio per ingresso in GM ad esaurimento non selettivo – Orizzonte Scuola. Il Miur, nel pomeriggio di ieri, ha illustrato ai sindacati i testi dei decreti attuativi della legge n. 107/2015, relativamente ai quali il Miur sembra aver accolto le modifiche proposte dalle competenti commissioni parlamentari.

Deleghe 107/2015, Miur: accolte modifiche commissioni parlamentari. Si chiude in settimana Tra le deleghe più attese quella relativa al nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria, che contiene al suo interno la fase transitoria, che accompagnerà l’entrata a regime del nuovo sistema e condurrà all’immissione in ruolo i docenti già abilitati e quelli non abilitati con 36 mesi di servizio. Riforma approvata, le schede dei decreti nuovo reclutamento, sostegno, esami di stato, 0-6, estero, professionali – Orizzonte Scuola.

I decreti approvati oggi riguardano: Fase transitoria docenti abilitati, colloquio per ingresso in GM ad esaurimento non selettivo – Orizzonte Scuola. Assunzioni abilitati II fascia, andranno in una graduatoria regionale: valgono titoli, servizio e prova orale, rimane tirocinio. Non abilitati con 36 mesi servizio concorso speciale – Orizzonte Scuola. La VII Commissione ha dato parere favorevole al decreto attuativo della riforma “Buona scuola” su formazione iniziale e reclutamento. Ecco cosa prevederà la cosiddetta fase transitoria per i docenti già in possesso di abilitazione e i docenti che entro la data che verrà stabilita avranno raggiunto 36 mesi di servizio. Concorso docenti non abilitati 2018: l’incognita dei 36 mesi di servizio, come conteggiarli – Orizzonte Scuola. Concorso docenti non abilitati 2018: l’incognita dei 36 mesi di servizio, come conteggiarli – Orizzonte Scuola. Diventare insegnanti. Abolita l’abilitazione, nasce il FIT – Orizzonte Scuola.

Dopo il voto favorevole delle Commissioni parlamentari, condizionato dall’accoglimento di alcune richieste di modifica, siamo in attesa dell’approvazione definitiva del decreto legislativo da parte del Governo, del nuovo modello di formazione iniziale e reclutamento dei docenti. Un nuovo sistema che – a detta del Partito Democratico che se ne è assunto l’onere della stesura – permetterà di avere finalmente procedure prestabilite, chiare e regolari nel tempo. Per i docenti già in possesso di abilitazione e per chi potrà vantare 36 mesi di servizio alla data di approvazione del decreto, è prevista una fase transitoria per arrivare all’immissione in ruolo. Dunque non ci sarà più la cosiddetta “abilitazione”, quel percorso a pagamento che apriva la strada verso il ruolo. Al ruolo si arriverà gradualmente attraverso un percorso di tirocinio.

Ossia i precari verranno pagati durante la fase di formazione. Reclutamento, Anief: non serve alcuna riforma, basterebbe assumere tutti i precari GaE e GI – Orizzonte Scuola. Comunicato Anief – Addio abilitazione all’insegnamento: con lo schema di decreto legislativo recante il riordino, l’adeguamento e la semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente (Atto n. 377), scompare quel percorso a pagamento che apriva la strada verso il ruolo: all’assunzione in ruolo si arriverà gradualmente attraverso un percorso di tirocinio.

Ossia, i precari verranno pagati durante la fase di formazione. Graduatorie istituto, Bruschi: giusto “correggere torto subito abilitati A077”. Sì al super punteggio – Orizzonte Scuola. Il 24 marzo u.s., abbiamo riferito sullo stato dei lavori di Miur e sindacati sull’aggiornamento delle graduatorie di istituto di II e III Fascia. Graduatorie di istituto docenti: non ci sono ancora date domande, serve decreto classi di concorso.

Graduatorie di istituto docenti: non ci sono ancora date domande, serve decreto classi di concorso. Chi dovrà presentare domanda di nuovo inserimento – Orizzonte Scuola. Riforma reclutamento, fase transitoria: ecco quando si esauriranno le GaE – Orizzonte Scuola. Come si diventerà docenti? La riforma della formazione iniziale e della selezione nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado – Orizzonte Scuola. Docenti abilitati saranno inseriti nella graduatoria regionale entro l’a.s. 2017/18 – Orizzonte Scuola. Assunzioni abilitati II fascia, andranno in una graduatoria regionale: valgono titoli, servizio e prova orale, rimane tirocinio. Non abilitati con 36 mesi servizio concorso speciale – Orizzonte Scuola.

Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo – Orizzonte Scuola. Assunzioni abilitati II fascia, andranno in una graduatoria regionale: valgono titoli, servizio e prova orale, rimane tirocinio. Non abilitati con 36 mesi servizio concorso speciale – Orizzonte Scuola. Concorso scuola docenti 2018: requisiti, titoli, prove. Quanti posti, quali modifiche chieste dalla VII Commissione – Orizzonte Scuola. Assunzioni abilitati II fascia, andranno in una graduatoria regionale: valgono titoli, servizio e prova orale, rimane tirocinio. Non abilitati con 36 mesi servizio concorso speciale – Orizzonte Scuola. Immissioni in ruolo, il nuovo piano pluriennale. Posti anche per abilitati GI II e III fascia, ecco come funzionerà – Orizzonte Scuola. Nuovo sistema di reclutamento, approvato parere VII Commissione. Il testo con la fase transitoria – Orizzonte Scuola.

Assunzioni abilitati II fascia, andranno in una graduatoria regionale: valgono titoli, servizio e prova orale, rimane tirocinio. Non abilitati con 36 mesi servizio concorso speciale – Orizzonte Scuola. Immissioni in ruolo, il nuovo piano pluriennale. Posti anche per abilitati GI II e III fascia, ecco come funzionerà – Orizzonte Scuola. Assunzioni abilitati II fascia, andranno in una graduatoria regionale: valgono titoli, servizio e prova orale, rimane tirocinio. Non abilitati con 36 mesi servizio concorso speciale – Orizzonte Scuola.

Immissioni in ruolo, il nuovo piano pluriennale. Posti anche per abilitati GI II e III fascia, ecco come funzionerà – Orizzonte Scuola. Concorso scuola docenti 2018: requisiti, titoli, prove. Quanti posti, quali modifiche chieste dalla VII Commissione – Orizzonte Scuola. Nuovo sistema di reclutamento, approvato parere VII Commissione. Il testo con la fase transitoria – Orizzonte Scuola.