background preloader

Insegnare ad imparare

Facebook Twitter

La nonna di Macron. È sorprendente, ma soltanto un po’, che susciti tanta curiosità Brigitte Trogneux, la moglie di Emmanuel Macron, e non Manette Noguès, la nonna.

La nonna di Macron

Soprattutto se l’interesse è antropologico, il rapporto del nuovo presidente francese con Manette non è meno trascurabile di quello con Brigitte. Racconta Macron che, da bambino, finita scuola, trascorreva ogni pomeriggio dalla nonna a imparare la grammatica, la storia, la geografia, a leggere ad alta voce Molière e Racine, Mauriac e Giono. Conoscere la lingua e le sue regole, il suono e il ritmo, non è un fronzolo da damerini, è la base della struttura di una persona. Vuoi un figlio imprenditore? Devi educarlo così - Linkiesta.it. Visto che il futuro è in mano agli imprenditori, la cosa migliore è preparare i propri figli per diventarlo.

Vuoi un figlio imprenditore? Devi educarlo così - Linkiesta.it

È un problema educativo serio: l’imprenditorialità è una dota che si acquisisce o si ha nel sangue? Secondo alcuni espertoni (ad esempio su Fast Company) è più o meno come una lingua straniera. Si può imparare, ma la si sa bene solo se si comincia da piccoli. E allora, cosa devono fare i genitori che sperano di avere un futuro membro di Confindustria in casa? Non è semplice. Parlare di lavoro La cosa migliore che un genitore può fare con i figli è non escluderli dalla sua attività lavorativa. Insegnare la libertà Tutto questo però non crea l’imprenditore, ma il lavoratore. Spiegare la creatività Ogni genitore dovrà seguire con attenzione tutti gli interessi del figlio, cercando di cogliere le migliori inclinazioni. Metodi didattici Descrizione. Scuolabook Network Guida Insegnante 20131028. Così il metodo Montessori nascondeva in sé le basi dei sistemi operativi digitali di oggi.

Per ergonomia cognitiva intendiamo la scienza che studia come modellare gli oggetti tecnologici (preposti all’elaborazione di informazioni) alla mente dell’uomo: il suo obiettivo è sintonizzare la mente umana alla tecnologia nel migliore dei modi.

Così il metodo Montessori nascondeva in sé le basi dei sistemi operativi digitali di oggi

Per fare questo, studia dapprima il funzionamento della mente dal punto di vista delle funzioni cosiddette cognitive (la memoria, la struttura del linguaggio, i processi di ragionamento, le scorciatoie mentali da noi usate, etc.), quindi cerca di adattarvi la tecnologia al meglio. Un qualsiasi reminder, un’agenda elettronica, vengono incontro ai limiti della mente umana, supportandoci nell’attività del nostro ricordare.

I moderni sistemi operativi che troviamo sui nostri telefoni, che ci aiutano e che noi chiamiamo non a caso «intuitivi», sono pensati e progettati seguendo criteri di questo tipo: devono aiutarci nel nostro pensare, fornendoci scorciatoie e accorgimenti che ci aiutino nel nostro lavoro quotidiano. Alcuni diritti riservati. Dislessia a scuola: quando la tecnologia da aiuto diventa limite? Il 70 per cento degli italiani è analfabeta (legge, guarda, ascolta, ma non capisce) Consumi cannabis? Ci sono 7 cose che devi sapere. Nel 2016 fu presentata una proposta di legge che spingeva in direzione della legalizzazione controllata e della depenalzzazione dei reati connessi alla detenzione e all’uso di cannabis a fini ricreativi.

Consumi cannabis? Ci sono 7 cose che devi sapere

La situazione è in stallo, e il dibattito continua: i vantaggi di un movimento di legge di questo tipo sarebbero innanzitutto economici, come è ben espresso nella proposta di legge presentata. I riferimenti ai possibili danni per la salute fisica e psichica, tuttavia, sono evasivi e non approfonditi, vista la lacuna di evidenze di cui la stessa ricerca scientifica soffre da sempre a proposito di questo punto. Facciamo dunque il punto su tutto ciò che ad oggi si sa sulla cannabis.

POLEMICHE E DISCUSSIONI - Carlo Testi: Compiti ... Responsabilità mezzi di comunicazione. Executive Summary 11.21.16. Stanford researchers find students have trouble judging the credibility of information online. When it comes to evaluating information that flows across social channels or pops up in a Google search, young and otherwise digital-savvy students can easily be duped, finds a new report from researchers at Stanford Graduate School of Education.

Stanford researchers find students have trouble judging the credibility of information online

The report, released this week by the Stanford History Education Group (SHEG), shows a dismaying inability by students to reason about information they see on the Internet, the authors said. Students, for example, had a hard time distinguishing advertisements from news articles or identifying where information came from. "Many people assume that because young people are fluent in social media they are equally perceptive about what they find there," said Professor Sam Wineburg, the lead author of the report and founder of SHEG. "Our work shows the opposite to be true. " The researchers began their work in January 2015, well before the most recent debates over fake news and its influence on the presidential election. Webinar CKBG - Beatrice Ligorio: Apprendimento ...

After watching this, your brain will not be the same. A simple way to break a bad habit. La pratica dell'ascolto. Non siamo più capaci di ascoltare. Ed è un problema che ci fa perdere un sacco di soldi - Linkiesta.it. "A" poteva essere Autorevolezza, Assertività, Audacia.

Non siamo più capaci di ascoltare. Ed è un problema che ci fa perdere un sacco di soldi - Linkiesta.it

Tutte doti certamente di un buon manager. Tassonomia di Bloom. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tassonomia di Bloom

La rosa dell'apprendimento di Bloom La tassonomia di Bloom è uno dei modi di formalizzare le fasi di acquisizione e familiarizzazione con set di informazioni o teorie. È utilizzato in psicologia dell'educazione per definire le fasi dell'apprendimento e costruire il processo educativo.