background preloader

SafeShare.TV

https://safeshare.tv/

Related:  Sicurezza/ protezioneComputer in classstrumenti 2.0strumentiApprendimento cooperativo

Scarica Free Antivirus per PC, Mac e Android Con così tante password da ricordare, potresti decidere di riutilizzare sempre le stesse o di memorizzarle sul tuo browser. Il nuovo Avast password ti fornisce la stessa praticità d'uso, ma con una sicurezza decisamente superiore. Password debole. Come convertire da ePub a PDF e viceversa Gioia e dolori degli ebook, non tutti i lettori sono compatibili con tutti i formati. Ecco come convertirli facilmente online Pubblicato ebook, parliamone: belli, bellissimi, tantissima offerta e prezzi vantaggiosi. Poi, quando si tratta di caricarli in un dispositivo piuttosto che in un altro, casca il palco.

Le Migliori App per gli Insegnanti Raccolte in una Mappa Non è facile integrare la tecnologia in classe e insegnare a utilizzarla in modo consapevole e equilibrato. La tecnologia è una componente sempre presente nella vita dei nostri studenti e si impone come un nuovo paradigma educativo. I discenti di oggi fin da piccoli vivono una vita digitale ricca di esperienze e aspirano ad apprendere agendo in modo innovativo e creativo. Noi docenti siamo chiamati a esaminare i nuovi scenari didattici reali/virtuali e le loro implicazioni, valutandone la loro eventuale utilità nel contesto del processo di apprendimento. I dispositivi mobili regalano l’accesso a un mondo di informazioni da esplorare, interpretare, comunicare e rappresentare che la scuola non può continuare a considerare marginali così come ad ignorare le aspettative degli alunni.

Ecco le 8 migliori piattaforme di e-learning open source Imparare e insegnare con tecnologia e internet si può. Ma serve un buon Learning Management System, meglio se open source per contenere le spese. Sono tante le piattaforme a disposizione. Ognuna cerca di rispondere alle esigenze dei professionisti dell’e-learning. Ecco otto soluzioni disponibili in rete per riuscire ad apprendere online, raccolte da Elearning Industry. Il cookie avvelenato ucciderà blog e siti? Da oggi entra in vigore quella che è stata chiamata “Cookie Law” e che impone a chiunque sia titolare di una pagina web di adeguarsi a una lista incredibile di prescrizioni, relativa alla gestione dei cookie. Non importa se la pagina abbia scopo di lucro o meno e non importa se sia un servizio offerto chiavi in mano da un gestore, tutti si devono adeguare e devono adempiere. L’adempimento si risolve nel fornire una serie d’informazioni sui cookie di terze parti e nel produrre informative a proposito dei cookie che ad esempio si trovano su tutte le pagine di questo blog. Così se c’è incorporato un video di YouTube serve indicare un link alla policy di Youtube, lo stesso vale per i bottoni dei social network e con quanto occasionalmente può finire pubblicato in un sito, sia il video di un network straniero o un servizio di Google. Il non far nulla costa caro, le sanzioni partono da 6.000 euro e una volta comminate serviranno soldi per contestarle. P.s.

classe I B secondaria Maltignano Padlet è una webapp che consente di realizzare, condividere e pubblicare facilmente contenuti multimediali in un wall. Padlet fornisce uno spazio nel quale è possibile caricare e posizionare dove si vuole qualsiasi tipo di file: immagini, link, video, ecc. Si tratta di un servizio web 2.0 che originariamente si chiamava WallWhisher e che ora è stato rinnovato e ha preso il nome di Padlet. I migliori bot di Telegram per l'istruzione e lo studio Conosci Telegram? È un'app di messaggistica molto simile a Whatsapp famosa per la natura open source e sicura, le chat segrete e gli stickers. Da poco ha introdotto tante nuove funzioni tra cui i super gruppi con più di 5000 utenti, i canali e i bot.

Come usare Twitter nella didattica Allora: immagino che molti di voi abbiano sentito parlare di Twitter, se non fosse anche per l’orribile variante verbale “twittare”. Ma a cosa serve? Molti lo confondono con Facebook. Sì, in effetti un punto di contatto c’è, in quanto sia Twitter, sia Facebook sono “social network” ovvero piattaforme virtuali finalizzate a consentire una o più comunicazione tra utenti attraverso la condivisione di materiali (una definizione calzante di “social network” la offre la Treccani online). La differenza sta nel fatto che Twitter non consente di scrivere più di 140 caratteri, obbligando l’utente alla massima sintesi brachilogica, grazie soprattutto ad un uso oculato e mirato delle “parole chiave” (i famosi “hashtag” che, a dire il vero, sono qualcosina più di semplici “parole chiave”… se volete approfondire, cliccate qui).

Come inserire in un Blog su Blogspot un banner per il consenso sull'uso dei cookie Attilio Folliero, Caracas 31/12/2015 A gennaio del 2012, la Commissione Europea ha presentato un nuovo regolamento sulla privacy tendente a sostituire la direttiva in vigore, con efficacia immediata per tutti gli stati membri. In questo nuova direttiva c’è una parte che disciplina l’uso dei cookie. Editor video di YouTube - Guida di YouTube Con l'Editor video puoi: Combinare più video e le immagini che hai caricato per creare un nuovo video. Ritagliare le clip in base a lunghezze personalizzate.

I Migliori Strumenti Digitali Didattici Presenti Gratuitamente in Rete Oggi per rendere l’insegnamento/apprendimento più motivante ed efficace, dal punto di vista metodologico, occorre integrare la didattica con la tecnologia e gli strumenti digitali didattici, prendendo spunto da varie opportunità offerte dalla Rete. Ogni insegnante sa bene che la lezione frontale (nella sua forma tradizionale) può essere una cosa meravigliosa ma anche noiosissima per gli studenti. La lezione tradizionale, nel periodo storico in cui viviamo, non soddisfa le esigenze di coloro che chiamiamo “nativi digitali”, che di digitale hanno, appunto, solo la nomea di essere nati in un contesto sociale, dove si è legati all’utilizzo del tecnologico in tutti i settori del vivere quotidiano.

35 punti per capire tutto sul Piano Nazionale Scuola Digitale Martedì 27 ottobre il ministro dell’istruzione Stefania Giannini ha presentato il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD), un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola approvata quest’anno (legge 107/2015 – La Buona Scuola). Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente (life-long learning) ed estendere il concetto di scuola dal luogo fisico a spazi di apprendimento virtuali. Le azioni previste, (35 punti), sono state già finanziate, attingendo alle risorse messe a disposizione dalla legge La Buona Scuola e dai Fondi strutturali Europei (Pon Istruzione 2014-2020) per un totale di un miliardo di euro. Il Piano sarà attuato da qui al 2020. Abbiamo letto il PNSD per capire quanti soldi verranno spesi sulle singole azioni e come si intende attuarle. Digitale tra i banchi: i numeri

Scoprire chi è connesso alla tua rete wifi e si collega in wireless Le connessione di rete wireless sono sempre più utilizzate perchè sono diventate economiche, facili da installare e da configurare a casa, senza fili di mezzo. L'unico problema delle reti wireless è che esse potrebbero essere "scroccate" ossia rubate da altri vicini di casa o persone che passano sotto casa col cellulare. Diciamo che, chi usa un router wireless per connettersi a internet, potrebbe non essere garantito che lo usi solo lui e che qualcuno non autorizzato non si colleghi usando la stessa connessione. Gli utenti meno esperti a cui è rivolto questo articolo, coloro che non hanno mai messo mano su un router wifi ma ne hanno uno a casa, possono usare un piccolo e facilissimo strumento per scoprire chi è collegato a internet rubando la connessione wifi.

Crea la tua learning-app con TinyTap TinyTap è una piattaforma ed un’app che permette di imparare divertendosi creando le proprie learning-app o giocando con le migliaia esistenti già create dagli altri membri della comunità planetaria. Con i suoi semplici strumenti interattivi (Q&A, lettore, tavole armoniche, puzzle e altro ancora), TinyTap permette a tutti di creare facilmente giochi istruttivi. Può usarlo l’insegnante, lo studente, il genitore, il nonno… chiunque!

Related:  VidéosResources for HyperDocs