background preloader

Media education

Facebook Twitter

2029, l’anno in cui i computer eguaglieranno gli umani. Nella leggenda del Golem alcune lettere scritte sulla fronte danno vita al gigante d’argilla, nei laboratori della Silicon Valley un algoritmo farà di un computer una macchina intelligente.

2029, l’anno in cui i computer eguaglieranno gli umani

I cervelli elettronici sono fatti di miliardi di transistor e permettono calcoli complessi a velocità inimmaginabili solo qualche anno fa, ma il sogno degli scienziati è insegnare loro a pensare. Come gli esseri umani, o meglio. Non sappiamo ancora come nasce un pensiero, così studiare l’intelligenza artificiale è un po’ studiare l’intelligenza umana, comprenderne il funzionamento per replicarne i meccanismi. L’obiettivo di ricercatori e scienziati oggi non è tanto costruire un sistema che abbia l’intelligenza di un uomo adulto, quanto quella di un bambino, con la capacità di imparare e accrescere da solo le sue conoscenze. La rivoluzione digitale.

L'impatto della rivoluzione digitale e delle nuove tecnologie della comunicazione - Novecento.org. Dossier @storia: la storia nell’era digitale, pubblicato sul numero 1, dicembre 2013.

L'impatto della rivoluzione digitale e delle nuove tecnologie della comunicazione - Novecento.org

Relazione sull’intervento di Paolo Ferri “L’impatto della rivoluzione digitale e delle nuove tecnologie della comunicazione sui paradigmi epistemologici e sulle pratiche della didattica e della formazione”. Il digitale, la velocità e il problema della responsabilità: questioni di natura “non tecnica” …come sempre, non sono previsti “tempi di lettura” Velocità vs. riflessione/ responsabilità La “nuova” velocità del digitale, nell’interazione complessa con il fattore umano e il sistema delle relazioni sociali, conserva l’ambivalenza originaria di qualsiasi “fattore” di mutamento e di qualsiasi processo sociale e culturale; un’ambivalenza che, oltre ad essere straordinaria opportunità, mette anche in evidenza i nostri limiti e le nostre inefficienze – a livello personale, organizzativo e sociale – ma, soprattutto, ci lascia poco tempo per la riflessione e l’analisi critica su ciò che accade e, più in generale, su una (iper)complessità che mette a nudo la radicale inadeguatezza dei paradigmi, dei modelli interpretativi, delle culture tradizionali e, ancor di più, dei moderni strumenti di controllo e gestione.

Il digitale, la velocità e il problema della responsabilità: questioni di natura “non tecnica”

AdvancED eleot Classroom Tech Report. Tool 3.2. This tool provides a set of resources to help the Future Classroom Facilitator introduce colleagues (e.g. members of the Core Group formed in Toolset 1) to the concept of 21st Century Skills.

Tool 3.2

There are a number of videos that describe what they are and why they are important. It also introduces the TeamUp tool, designed to support learner collaboration. 1 – 21st Century Skills Roger Blamire, Senior Advisor to European Schoolnet, provides you with an introduction to what is commonly referred to as 21st Century Skills. One way to summarise 21st Century Skills is given below: Thinking skills including: Creativity and innovation – Creating new and worthwhile ideas individually and/or collaboratively and evaluating these ideas in order to improve and develop into useful products/creations. Ways of working and tools for working including: Communication – Confidently and clearly, in various forms and a variety of situations.

Life and social skills including: Il grande equivoco. Ripensare l’educazione (#digitale) per la Società Ipercomplessa. Editore - Modelli pedagogici e pratiche didattiche - Acquista senza spese. Il libro.

Editore - Modelli pedagogici e pratiche didattiche - Acquista senza spese

Calvani-TIC. Cattaneo_articolo_5. Le competenze digitali nella scuola - webinar 2 marzo 2017. Scuola, il paradosso di tanta tecnologia che non fa vera innovazione. Una carrozza senza cavalli.

Scuola, il paradosso di tanta tecnologia che non fa vera innovazione

Utilizzo spesso questa immagine di una delle prime automobili, nelle conferenze alle quale ho occasione di partecipare, ma anche durante gli incontri di formazione relativi al PNSD che sto tenendo in giro per l’Italia. Rappresenta, appunto, una delle prime automobili, anche se a prima vista sembra una carrozza. 'Scelte di classe', la piattaforma gratuita con i film da vedere a scuola. Un tempo durante il monte ore scolastico si sceglieva di vedere un film e nella sala cinematografica della città quando ancora la pellicola era conservata nella “pizza” e i cineplex erano solo nell’immaginario: si passava l’intera mattinata a discutere, a confrontarsi per poi continuare fuori dalla sala.

'Scelte di classe', la piattaforma gratuita con i film da vedere a scuola

A riportare i film a scuola sono la Fondazione Cinema per Roma che con “Alice nella città”, Mymovies e il ministero dell’Istruzione hanno lanciato “Scelte di classe”, la prima piattaforma web che proporrà alle classi di tutt’Italia un archivio di pellicole e un ambiente virtuale didattico per portare il cinema a scuola e le scuole al cinema.

Nativi digitali

#VERSUSTIME - Mondo reale Vs. Mondo virtuale. Internetopoli, alla scoperta della Rete. MEDIA EDUCATION ED ESERCITAZIONI AUDIOVISIVE. Media Education - Sicuri In ReteSicuri In Rete. La Media Education è una prospettiva disciplinare impegnata nella riflessione sui media come oggetto, strumento e spazio del processo educativo, integrando i contributi delle Scienze dell’Educazione e delle Scienze della Comunicazione.

Media Education - Sicuri In ReteSicuri In Rete

La Media Education offre alla scuola l’opportunità di farsi carico dell’impegno pedagogico nei confronti delle nuove tecnologie e di tutti i media in generale. E si basa su un presupposto fondamentale: strumenti mediatici attuali non solo informano e amplificano i fatti, ma propongono valori e modelli di comportamento, nuove modalità di comunicazione, socializzazione e apprendimento.

La Media Education viene messa in pratica sia utilizzando nuovi strumenti multimediali all’interno della didattica (Internet, telefonini, ecc..), che riflettendo su di essi. Home page del sito nazionale del MED. Home. Media education on Flipboard. DA CATFISH A HER. Home » novembre Abstract italiano.

DA CATFISH A HER