background preloader

MOOC in italiano - Formazione on line - TorinoGiovani

MOOC in italiano - Formazione on line - TorinoGiovani
I MOOC in lingua italiana Le principali piattafome MOOC con corsi in lingua italiana attualmente disponibili sono le seguenti: Coursera L'Università di Roma La Sapienza, partner di Coursera, offre alcuni corsi in lingua italiana. Eduopen Eduopen, progetto realizzato da 14 atenei pubblici italiani in collaborazione col Miur, è un portale italiano di corsi universitari gratuiti e aperti a tutti. Emma EMMA, ovvero "European Multiple MOOC Aggregator", è un progetto coordinato dall'Università degli Studi Federico II di Napoli. Federica.eu Federica.eu è una piattaforma e-learning realizzata dall'Università degli Studi di Napoli Federico II. Iversity Iversity ha appena lanciato il primo MOOC interamente in lingua italiana, dal titolo “All’eterno dal tempo. Khan Academy Khan Academy Italiano è la sezione che raccoglie tutti i corsi in lingua italiana presenti all'interno della piattaforma. Oilproject OpenUpEd I MOOC dell'Università Ca' Foscari sono aperti a tutti, studenti e altri utenti.

http://www.comune.torino.it/infogio/mooc/mooc_lingua_italiana.htm

Related:  OER dove trovarle...Corsi onlineCODING

MOOC, le principali piattaforme Massive Open Online Course - Formazione on line - TorinoGiovani In questa pagina trovate informazioni sulle principali piattaforme che propongono corsi MOOC. La maggior parte dei corsi offerti sono in inglese, è tuttavia possibile trovare corsi in altre lingue. Per corsi specifici sul coding e linguaggi di programmazione, puoi consultare la nostra pagina MOOC sulla programmazione. Se cerchi dei MOOC in italiano consulta la pagina sui MOOC in lingua italiana. Alison DIDASpedia All'evento sopracitato può partecipare, via Internet, chiunque lo desideri. Per partecipare all'evento non è necessaria alcuna preventiva iscrizione. All'Aula Magna si può accedere con qualunque dispositivo connesso ad internet:

Xamarin, Video Corso per creare una APP in Italiano Letto 10 volte | Tempo stimato di lettura: 0 minuti, 43 secondi Con un codice condiviso basato su C#, gli sviluppatori possono usare gli strumenti Xamarin per scrivere applicazioni native Android, iOS e Windows con interfacce utenti native e condividere il codice su diverse piattaforme. Nel febbraio del 2016, Microsoft ha acquistato l’azienda, e dopo qualche mese, ha reso i prodotti Xamarin Studio gratuiti per sviluppatori e studenti. Con Xamarin oggi è possibile sviluppare un’applicazione nativa cross-platform in breve tempo. Scrivendo il codice una sola volta si ha la possibilità di sviluppare un’applicazione che funzioni sulle piattaforme iOS, Android e Windows. Grazie alla collaborazione con Francesco Bonacci, Microsoft Student Partner, è nato un corso in italiano suddiviso in 15 moduli con cui, partendo dalle basi, si impara passo dopo passo a sviluppare una applicazione mobile.

MOOC sulla Commedia di Dante - Università della Svizzera italiana Ultima modifica: 4 febbraio 2016 Vi segnalo un MOOC, corso online gratuito, organizzato a marzo dall’Istituto di studi italiani dell’Università della Svizzera italiana (USI), con la quale HOC-LAB ha collaborato per diversi progetti. Il corso si intitola «All’eterno dal tempo». La Commedia di Dante e si rivolge a tutti i docenti interessati, agli studenti delle scuole superiori o universitari, nonché a tutti gli interessati al tema. Vista la natura introduttiva del MOOC non sono richiesti prerequisiti di accesso.

MOOC, cosa sono i Massive Open Online Course - Formazione on line - TorinoGiovani I MOOC (Massive Open Online Course) sono dei corsi online aperti pensati per una formazione a distanza che coinvolga un numero elevato di utenti. I partecipanti ai corsi provengono da varie aree geografiche del mondo e accedono ai contenuti unicamente online. L'accesso ai corsi è, nella maggior parte dei casi, gratuito e permette anche di accedere ai materiali del corso. Oltre al materiale didattico come video e quiz, i MOOCs forniscono forum interattivi che aiutano a costruire una comunità di studenti e professori ed un ecosistema di apprendimento più ampio. I corsi sono per lo più gratis, il pagamento è a volte necessario per ottenere certificazioni o valutazioni supplementari.

creare mappe Tecnologie Digitali e Tecnologie dell'Apprendimento E' indubbio che da sempre le tecnologie si usano e si debbano usare nella didattica e quelle digitali non possono né devono fare eccezione, altrettanto condivisa è la convinzione che le tecnologie digitali divengano "Tecnologie dell'Apprendimento", solo se e nella misura in cui, siano strumenti nelle "mani" della pedagogia. Il concreto processo di insegnamento e apprendimento muove da scelte educative, didattiche, metodologiche, istituzionali che vanno commisurate e tarate sulla "situazione" concreta, ovvero su quell'insieme di variabili di contesto che esprimo la reale situazione della classe, dell'ambiente di apprendimento, delle esigenze degli studenti, degli obiettivi disciplinari, dei tempi e degli spazi, etc. Anche la scelta e le modalità di impiego delle tecnologie digitali e del Web devono rispondere agli stessi criteri ed essere subordinate ad un disegno educativo e alle variabili situazionali. Tic e Tac

Creare app Android con AppInventor Il recente e veloce sviluppo dei sistemi oprtativi mobile ha consentito di focalizzare l'attenzione soprattutto su come si possono sviluppare semplici applicaizoni per dispositivi mobili. Questi, a differenza del pc, hanno al loro interno un concentrato di tecnologia con sensori ed interattività sino a qualche anno fa inimmaginabili. I due maggiori produttori di sistemi operativi, Apple e Google hanno messo a disposizone gli ambienti di sviluppo adatti alla creazione di app di ogni genere seguendo tutte le fasi di realzizazione della stessa. Ogni ambiente, tuttavia, è un po' ostico da utilizzare e richiede competenze di programmazione di un certo livello. La voglia di realizzare app anche semplici ha spinto il prestigioso MIT di Boston a realizzare una piattaforma intuitiva per la creazione di app per Android direttamente on line via web. Questo soprattutto grazie all'intuitività della scrittura del codice per via dell'uso di un altra invenzione sempre del MIT: scratch.

DSA - Progetto VinDis Colombo Il Progetto "VinDIs" - VINcenre la DISlessia è stato realizzato dal Liceo Classico e Linguistico "C. Colombo" di Genova con la collaborazione dell'ITD-CNR. Scopo del progetto è "fornire ai docenti competenze utili a migliorare il processo di integrazione a favore di alunni con DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento) e BES (Bisogni Educativi Speciali).Ho creato questa playlist per comodità, dato che nel canale Youtube del Progetto VinDis manca una Playlist e avevo la necessità di linkare insieme questi sette video.# Il canale del progetto Vindis si trova a questo indirizzo: Informazioni sul progetto sono reperibili in questo sito: Il Progetto "VinDIs" - VINcenre la DISlessia è stato realizzato dal Liceo Classico e Linguistico "C.

Related: