background preloader

Migrazioni

Facebook Twitter

La città nuova. La storia del musicista annegato nell'Egeo con il violino tra le braccia commuove il web. Voleva raggiungere il Belgio per iscriversi a una scuola di musica e imparare a suonare alla perfezione il suo violino.

La storia del musicista annegato nell'Egeo con il violino tra le braccia commuove il web

Ong e salvataggi in mare, 11 domande (e risposte) per fare chiarezza - UNHCR. Le operazioni di ricerca e soccorso nel Mare Nostrum continuano a essere al centro del dibattito pubblico.

Ong e salvataggi in mare, 11 domande (e risposte) per fare chiarezza - UNHCR

Abbiamo messo insieme alcune informazioni essenziali per provare a comprendere quanto accade Di Alessandro Lanni (@alessandrolanni) In collaborazione con Si parla molto delle operazioni di salvataggio dei migranti e dei rifugiati in viaggio nel Mediterraneo centrale. In particolare del ruolo svolto dalle ong accusate da alcune parti politiche, alcuni giornali e anche dal procuratore di Catania Carmelo Zuccaro di avere contatti con i trafficanti che in Libia organizzano le partenze verso l’Europa di uomini, donne e bambini.

In mare ci sono i coccodrilli

Donne e cittadinanza. La polizia annulla le nozze della sposa bambina. La ragazzina tolta alla famiglia. "Vogliono farmi sposare un uomo di 10 anni più grande di me.

la polizia annulla le nozze della sposa bambina. La ragazzina tolta alla famiglia

Ho solo 15 anni. Non voglio. Non lo amo. Non lo conosco nemmeno". La drammatica telefonata di Rashida, giovanissima egiziana al numero dell'emergenza infanzia (il 114) suona più o meno così. La polizia del commissariato diretto da Alice Rolando si muove subito e incontra la ragazzina a scuola insieme alla dirigente scolastica. La ragazzina non vuole lasciare la scuola come le ha detto la madre, non vuole che sia quell'uomo a badare a lei mandandola in Egitto a casa della futura suocera.

A distanza di qualche giorno gli agenti del Commissariato sono andati a trovare Rashida in comunità ed hanno potuto verificare che la giovane era felice e serena ed aveva anche ripreso ad andare a scuola accompagnata dagli educatori in quella classe dove aveva trovato la sua salvezza nell'amichetta e compagna di scuola Sofia, dopo aver ascoltato la sua terribile storia, le aveva passato il telefono convincendola a chiedere aiuto. Quelle ragazzine in prima linea di fronte alla sharia casalinga. Di chi è il corpo delle donne?

Quelle ragazzine in prima linea di fronte alla sharia casalinga

Di chi sono i capelli di una bambina? Sì, le domande si ripetono immutabili attraverso il tempo, nei mondi dei maschi intabarrati di sottocultura e ubbie religiose. Ma stavolta una bambina — che le cronache hanno chiamato «Fatima» — almeno una risposta aveva provato a darsela. Immigranti del Sud Italia al Nord Italia - Rai Storia Doc 1970. I migranti riportano la musica popolare per le strade di Roma. “Si era sempre pensato che la musica popolare non ci fosse in città, che fosse una cosa legata al mondo rurale.

I migranti riportano la musica popolare per le strade di Roma

Poi uno comincia a girare per la città e trova musicisti dietro ogni angolo. E questi musicisti sono romeni, senegalesi, nigeriani. Ti accorgi che la musica è tornata ed è stata portata dai cosiddetti forestieri”, dice lo storico Alessandro Portelli. Il progetto Roma forestiera è nato nel 2009 grazie al Circolo Gianni Bosio, un’associazione culturale fondata negli anni settanta. Il suo obiettivo è archiviare, studiare e diffondere la musica dei migranti che vivono in Italia.

Come sostiene Alessandro Portelli, a Roma è in corso una rinascita della musica popolare, soprattutto grazie ai migranti. Il successo di questa esperienza ha portato alla nascita del coro multietnico Romolo Balzani, promosso dalla scuola Iqbal Masih, che si riunisce una volta alla settimana in una scuola romana del quartiere di Torpignattara, e al quale partecipano adulti e bambini.

Quei piccoli comuni rinati grazie ai migranti - HI HERE. Non solo Riace.

Quei piccoli comuni rinati grazie ai migranti - HI HERE

Nell’Italia che invecchia e si spopola di giovani, i migranti in arrivo dal resto del mondo fanno rinascere l’economia locale e salvano dalla rovina piccoli comuni dalla storia millenaria come Lemie e Chiesanuova in Piemonte, Sant’Alessio in Aspromonte in Calabria o Sutera in Sicilia. In che modo un Paese invecchiato, dove le coppie giovani non fanno più di un figlio alla volta, impoverito da dieci anni di crisi economica, spopolato nel suo Meridione e nei suoi borghi storici, può invertire l’inesorabile declino?

Grazie al ritorno dei suoi giovani partiti per andare a cercare una vita migliore altrove, e all’accoglienza di nuovi abitanti giunti da lontano alla ricerca di un luogo pacifico dove ricominciare la propria esistenza. Milano, muore la cartolaia, gli alunni tappezzano di messaggi, fiori e disegni la saracinesca. Marcinelle - Memorie dal sottosuolo. Migranti morti di freddo sui confini chiusi dei Balcani. L'eliminazione invisibile: gelo, marce forzate nei boschi e deportazioni. Come annuncia la polizia di frontiera bulgara, da una autospia post mortem risulta che sono morti di assideramento.

Migranti morti di freddo sui confini chiusi dei Balcani. L'eliminazione invisibile: gelo, marce forzate nei boschi e deportazioni

Solo quattro giorni prima, il 2 gennaio 2017, nella stessa zona, era stata ritrovata la prima vittima della Frontiera 2017 dei Balcani: il corpo di una donna somala, congelata vicino al paese di Ravadinovo. Stremata, secondo il racconto dei 31 compagni di viaggio afghani, pakistani, era stata abandonnata, perché troppo debole per proseguire. Due adolescenti dello stesso gruppo di età 14 e16 anni, sono stati portati in ospedale per inizio congelamento degli arti inferiori. Migranti con rotte, storie e sogni diversi, ma vittima della stessa morte: letteralmente di freddo. Refugees/Migrants Response - Mediterranean - Regional Overview. Emigranti italiani. Storia dell'emigrazione italiana. La migrazione degli italiani in America. Italo americani - diventare Americani 1910-1930 - RAI Storia. 14. L'emigrazione italiana dal 1876 al 1976 - Polenta e Macaroni. Documentario "I primi italiani emigrati negli Stati Uniti" di Luca Martera (2012)

Cento famiglie si tassano per ospitare i profughi. Viaggi da Imparare. Attraverso tre percorsi didattici ti aiuteremo a familiarizzare insieme alla tua classe con le questioni riguardanti la condizione dei rifugiati ed il viaggio che essi devono affrontare per sfuggire a persecuzioni e violenze.

Viaggi da Imparare

Questi percorsi didattici sono pensati per studenti degli istituti secondari di primo e secondo grado, che, guidati da voi insegnanti, potranno intraprendere un viaggio alla scoperta del tema dell’asilo, acquistando una maggiore conoscenza indispensabile per lo sviluppo di un atteggiamento consapevole nei confronti di una tematica così complessa. Durante le varie tappe di questi percorsi avrai modo di approfondire gli aspetti più rilevanti del tema asilo attraverso l’ascolto delle testimonianze dirette di tre rifugiati, e con il supporto di documenti di approfondimento, che rappresentano un utile strumento di partenza per percorsi di ricerca e studio.