background preloader

Varie

Facebook Twitter

Cos'è la Piattaforma per la programmazione della didattica per competenze, il video. Uno strumento valido per la programmazione della didattica per competenze, oltre alla possibilità di condividere i materiali tra i docenti, suddividendo le risorse per ambiti disciplinare: si tratta di una piattaforma creata per gli insegnanti italiani dalla Fondazione TIM e ImparaDigitale.

Cos'è la Piattaforma per la programmazione della didattica per competenze, il video

Sotto la spinta di migliorare e facilitare la creazione di lezioni sempre più accattivanti per uno studente alla ricerca di nuovi stimoli e motivazione allo studio, il progetto della piattaforma per la programmazione della didattica per competenze si inserisce tra le soluzioni più importanti nel raggiungimento di obiettivi soddisfacenti nell'apprendimento personalizzato.

Piattaforma programmazione didattica per competenze La piattaforma si basa sullo sviluppo interdisciplinare di aree di apprendimento per offrire una mappatura dei percorsi di studio. I test sulla piattaforma Come funziona? 1. 2. 3. Google Drive. Google for Education: Save time and stay connected. Lezione Capovolta - Home. Quizizz. Quale sistema operativo scegliere per il tablet a scuola? - Scuola e Tecnologia. Il pensiero computazionale in pratica. Games in School. Flipped Classroom ... ma con i piedi per tera. Fidenia – Il social learning italiano. Google for Education. Insegnare e apprendere con il podcast.

Questo contributo illustra un’esperienza di innovazione tecnologico-educativa incentrata sull’utilizzo del podcasting e orientata alla promozione dell’integrazione socio-culturale di alunni stranieri.

Insegnare e apprendere con il podcast

L’iniziativa ha coinvolto alunni e insegnanti delle classi terze della scuola media “Ser Lapo Mazzei” di Prato e si è svolta nell’ambito del progetto ENSEMBLE, finanziato dall’Unione Europea e promosso dall’Università di Firenze.Il contributo è stato presentato al convegno del 23 aprile “La scuola nuova nasce dal basso. Esperienze concrete di innovazione educativa”. In calce una presentazione integrativa in PDF. Le tecnologie mobili, come il cellulare o il lettore MP3, sono sempre più diffuse e parallelamente crescono le iniziative di formazione basate sull’utilizzo di questi nuovi dispositivi.

Come avvalersi di queste tecnologie nella didattica formale? Il progetto ENSEMBLE: contesto, obiettivi, struttura ENSEMBLE sta per “European citizeNShip lifElong MoBile Learning”. Figura 1. Kahoot! Come sarà la scuola dei veri Nativi Digitali? Il futuro nella flipped classroom. La flipped classroom è un sistema che, attraverso l’uso delle tecnologie didattiche, inverte il tradizionale schema di insegnamento/apprendimento ed il conseguente rapporto docente/discente.

Come sarà la scuola dei veri Nativi Digitali? Il futuro nella flipped classroom

I materiali didattici vengono caricati all’interno dell’ambiente virtuale per l’apprendimento (alcuni anni fa si chiamava piattaforma di elearning) del “gruppo classe” in forme e linguaggi digitali anche molto differenziati. Per approfondire un contenuto o un tema non si utilizzano più solo testi scritti ma anche, audio, video, simulazioni e materiali disponibili su Internet. Questi materiali possono essere approfonditi dagli studenti da soli o in gruppo “fuori dalla classe” a casa, in biblioteca o in altri luoghi di aggregazione informale. Mentre in classe con l’insegnante i contenuti “appresi” attraverso la tecnologia diventano oggetto di attività cooperative mirare a “mettere in movimento” le conoscenze acquisite. La dinamica del processo didattico si svolge nel modo seguente. Cos'è il "pensiero computazionale": un esempio informale. Lavorare per competenze Videolezione 3.

La “classe capovolta”: un esperimento di apprendimento attivo - Scuola che fa rete. Mai sentito parlare di “flipped classroom”?

La “classe capovolta”: un esperimento di apprendimento attivo - Scuola che fa rete

L’idea è quella, per l’appunto, di “capovolgere” la classe – ovvero invertire il tradizionale schema di insegnamento e apprendimento, facendo dell’aula “non più il luogo di trasmissione delle nozioni ma lo spazio di lavoro e discussione dove si impara ad utilizzarle nel confronto con i pari e con l’insegnante” Paolo Ferri, (professore associato all’Università di Milano-Bicocca, ) Nel contesto della “flipped classroom”, l’insegnante fornisce ai ragazzi tutti i materiali utili all’esplorazione autonoma dell’argomento di studio. Questi possono includere: libri, presentazioni, siti web, video tutorial e simili. I video tutorial, in particolare, rappresentano un mezzo privilegiato per l’apprendimento individuale: dinamici e immediati, sono la chiave del successo di Khan Academy e analoghe piattaforme e-learning. Lezione Capovolta - Home.

Le otto competenze chiave Europee per la cittadinanza by Liborio Cali on Prezi.