background preloader

Competenza digitale

Facebook Twitter

Competenze e Abilità Digitali in forma di "mappa della metropolitana" - G. Marini. Apprendimento significativo mediato dalla tecnologie | Rivista Scuola IaD | B. Bevilacqua 2011. Abstract Le continue e complesse trasformazioni che caratterizzano la “liquidità” della società attuale, generano, rispetto al passato, nuovi valori e stili di vita, che determinano un cambiamento delle modalità conoscitive e comunicative dell’individuo. In questa nuova prospettiva sociale la visione costruttivista del sapere, in particolare quella del costruttivismo socio-culturale, fornisce una risposta affinché l’individuo possa divenire protagonista responsabile della sua crescita personale e sociale, attraverso un impegno durevole per tutto l’arco della vita.

Il modello di apprendimento significativo presentato in questo contributo intende proporsi come una via praticabile nel contesto formativo e scolastico, per promuovere nello studente la competenza intesa come “saper agire, reagire e co-agire pensando”, per aprirsi responsabilmente all’apprendimento del futuro e costruire e co-costruire una cittadinanza consapevole. 1. 2. D. 3. Figura 1. L’individuo, però, non agisce mai da solo. Risks and opportunities of digital technologies in the school. Reflections about planning the teacher’s training | Vayola | Form@re - Open Journal per la formazione in rete. Il file PDF selezionato dovrebbe caricarsi qui, se il tuo web browser ha un plugin per un lettore PDF installato (per esempio, una versione recente di Adobe Acrobat Reader). In alternativa, puoi anche scaricare direttamente il file PDF nel computer, dove puoi aprirlo con un lettore di PDF.

Per scaricare il PDF, clicca sul link Download qui sotto. Se vuoi avere maggiori informazioni su come stampare, salvare e lavorare con i PDF, Highwire Press ha preparato un'utile rassegna di Frequently Asked Questions sui PDF. Schermo intero Schermo ridotto. Scuola 2.0 Gino Roncaglia: educare alla complessità. Antonio Calvani - video: Le tecnologie migliorano davvero l'apprendimento? - IX Convegno Nazionale della SLE (Società Italiana di e-Learning) Med | Home. Connessioni Didattiche. Generazioni Connesse - Safer Internet Centre Italia - Glossario - Competenza digitale. Glossario Il grooming (dall’inglese “groom” - curare, prendersi cura) rappresenta una tecnica di manipolazione psicologica, che gli adulti potenziali abusanti utilizzano online, per indurre i bambini/e o adolescenti a superare le resistenze emotive e instaurare una relazione intima e/o sessualizzata.

Gli adulti interessati sessualmente a bambini/e e adolescenti utilizzano gli strumenti (chat, SMS, social network, ecc) messi a disposizione dalla Rete (ma anche dai cellulari) per entrare in contatto con loro. Il grooming definisce il percorso attraverso il quale gradualmente l’adulto instaura una relazione - che deve connotarsi come sessualizzata - con il/la bambino/a o adolescente. Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero “diario in rete”.

Nel gergo di Internet, un blog è un particolare tipo di sito web in cui i contenuti vengono visualizzati in forma cronologica. La Cittadinanza Digitale si può declinare, secondo i suoi aspetti principali: Fonti: Generazioni Connesse - Safer Internet Centre Italia - Glossario - Curricolo per lo sviluppo della competenza digitale. Glossario Il grooming (dall’inglese “groom” - curare, prendersi cura) rappresenta una tecnica di manipolazione psicologica, che gli adulti potenziali abusanti utilizzano online, per indurre i bambini/e o adolescenti a superare le resistenze emotive e instaurare una relazione intima e/o sessualizzata. Gli adulti interessati sessualmente a bambini/e e adolescenti utilizzano gli strumenti (chat, SMS, social network, ecc) messi a disposizione dalla Rete (ma anche dai cellulari) per entrare in contatto con loro. Il grooming definisce il percorso attraverso il quale gradualmente l’adulto instaura una relazione - che deve connotarsi come sessualizzata - con il/la bambino/a o adolescente.

Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero “diario in rete”. La Cittadinanza Digitale si può declinare, secondo i suoi aspetti principali: Il cyberbullismo (detto anche “bullismo elettronico”) è una forma di prepotenza virtuale attuata attraverso l’uso di internet e delle tecnologie digitali. Fonti: For-Indire - La competenza digitale degli insegnanti. UNESCO - Ict Competency Standards For Teachers.

Educare.it - Il modello TPACK: idee per un approccio misto tra i social media for teaching e la flipped classroom. L’articolo indaga l’enjoyment generato attraverso una didattica attiva e flessibile che si implementa delle risorse tecnologiche oggi disponibili. In particolare si esplora il modello denominato TPACK, capace di generare una conoscenza che ben si modella alla generazione dei nativi digitali. Questo modello didattico punta ad amalgamare tra loro i tre corpi essenziali di conoscenza: il sapere contenutistico, l’assetto pedagogico e la componente tecnologica.

A corredo del lavoro è offerto come proposta di implementazione del modello un approccio misto tra il social media for teaching e la flipped classroom. Introduzione La media education indica quel processo di formazione “nei” media che ha luogo grazie alla connettività diffusa ed al ricorso a processi didattici fondati sulle teorie della costruzione collaborativa e condivisa della conoscenza. Autore:Giuseppe Rago, insegnante negli istituti tecnici, laureato in Scienze dell’educazione e della formazione.

Una mappa per la formazione digitale degli insegnanti – BRICKS. Scarica la versione PDF del lavoro La situazione delle tecnologie nella scuola italiana L’ultima legge sulla scuola (riguardo all’aggettivazione della quale credo debba essere almeno lasciata libertà di giudizio) stabilisce l’ingresso delle competenze digitali tra quelle irrinunciabili per gli studenti, in accordo col piano Scuola Digitale e richiamando quanto già stabilito – ma senza conferire ad esse autonoma dignità – nel profilo degli studenti in uscita dalla scuola dell’obbligo del ministro Fioroni del 2007 (1).

Mettere l’accento su questo aspetto della formazione delle nuove generazioni altro non è che prendere coscienza di un problema già fortemente sentito dalla scuola: la necessità di trasformare le presunte abilità digitali degli studenti in vere e proprie competenze. Purtroppo a ostacolare le intenzioni della nuova legge ci sono almeno due problemi di fondo. Figura 1 – Dati sulla connettività. Figura 2 – Dati sull’incremento del numero di computer per ogni 100 studenti. 1. 2. 3. Fini 18 aprile 2016.ppt. Tecnologie Educative e regia Didattica.

Tecnologie Educative e Regia Didattica Do It YourselfTecnologie dell'Apprendimento e della Conoscenza Lezioni realizzatedal docente NietzscheIntroduzione al pensiero Lezioni realizzatedagli studenti La Rivoluzione Astronomica Il pessimismo di Schopenhauer Sviluppo industrialein Italia Lezioni di filosofia moderna Strumenti per realizzare video lezioni Lezioni degli StudentiRegistrate Video delle Lezionitenute in aula Cartesioil problema del Metodo Cartesioil Dubbio e il Cogito CartesioMorale e Passioni dell'anima Presentazioni degli studentirealizzate per condurre la lezione Cartesiobiografia e metodo Cartesiodio garante verità Cartesiomorale e passioni Utilizzare i video On Line Raccolte diGianfranco Marini raccolte realizzatedagli studenti Video LezioniFilosofia Platonica PearltreesLezioni di filosofia Creare e gestire discussionia partire dai video Creare Video Quizzese video lezioni EdPuzzleVideoturial italianoJessica Redeghieri EducanonVideotutorial italianoAngela Maria Sugliano Verifica Formativae Sommativa.

MARAGLIANO Competenti nel digitale.pdf. FIORINI - Sulla competenza digitale_Padova.pdf. APPrenderò – La scuola verso il futuro | Un blog corale che da voce agli insegnanti che sperimentano metodi e strumenti per una scuola più coinvolgente e autentica. Il racconto e la condivisione di esperienze, per innescare un circolo virtuoso di innovazi. The Institute for Prospective Technological Studies. Authors: Author: Anusca Ferrari Editors: Yves Punie and Barbara N. Brečko EUR Number: JRC83167 Publication date: 8/2013 Abstract This is the final report of the DIGCOMP study. It presents a detailed framework for the development of digital competence of all citizens. The framework is the output of a wide stakeholder consultation. It consists of detailed descriptions of all competences that are necessary to be proficient in digital environments and describes them in terms of knowledge, skills, and attitudes. Documents available Get Adobe Acrobat Reader You will need the Adobe Acrobat reader to view any reports you download.

The 20 Digital Skills Every 21st Century Teacher should Have. By EdTech Team Updated on march 2, 2015 : The original list that was created in 2011 comprised 33 skills , after reviewing it we decided to do some merging and finally ended up with the 20 skills below. The 21st century teacher should be able to : 1- Create and edit digital audio Here are some tools for teachers to develop this skill :Free Audio Tools for Teachers 2- Use Social bookmarking to share resources with and between learners Here are some tools for teachers to develop this skill : A List of Best Bookmarking Websites for Teachers 3- Use blogs and wikis to create online platforms for students Here are some tools for teachers to develop this skill : Great Tools to Create Protected Blogs and Webpages for your Class 4- Exploit digital images for classroom use Here are some tools for teachers to develop this skill :Web Tools to Edit Pictures without Installing any softwareTools to Convert Photos into Cartoons.

Il metodo Bardi – ImparaDigitale | Impara Digitale. Testi di riferimento A breve sarà pubblicata tutta la sperimentazione circa la “scuola scomposta” Argomenti introduttivi Il contesto Perchè una didattica per competenze La didattica per competenze Il nostro metodo si applica a tutti gli ordini di scuole, dall’infanzia alle scuole secondarie di secondo grado, tenendo sempre in considerazione l’evoluzione del percorso educativo dal bambino all’adolescente immesso in un mondo interconnesso in cui le tecnologie sono parte integrante della vita di tutti i giorni; tecnologie che modificano profondamente gli ambienti di apprendimento e le modalità con cui anche i bambini/adolescenti acquisiscono informazioni ed elaborano una costruzione collaborativa di conoscenze. Ambienti di apprendimento. Apprendere ricercando: la fine della didattica nozionistica. La rivoluzione digitale nella scuola si può attuare solo se oltre a Internet e ai tablet, nelle classi, si attueranno da parte degli insegnanti metodologie didattiche nuove, abilitate dalle stesse tecnologie.

Si tratta di mandare in soffitta la vecchia lezione frontale, trasmissiva ed enciclopedica e di rendere attivi gli studenti. Una didattica della scoperta e della ricerca e del resto molto più motivante di uno studio passivo e libresco, sia per gli studenti che per gli insegnanti. Dalla scuola di massa alla scuola del talento della creatività e della tolleranza La transizione al digitale nel mondo della scuola è sempre più veloce. Non sono le tecnologie in sé che cambiano i processi formativi, ma le pratiche concrete e il lavoro degli insegnanti e degli alunni che riscrivono spazi e modi delle strategie di apprendimento, dentro e fuori la scuola. 3 i costi della infrastrutturazione tecnologica sono calati vertiginosamente negli ultimi dieci anni. a Tool Box c Situation-room 3.

La curatela online di contenuti digitali: una nuova possibilità per lo sviluppo della competenza digitale – BRICKS. Cari amici, dunque il web a quale versione è arrivato? Da quasi dieci anni si parla infatti di web 2.0 e ci sono stati accenni a versioni successive, che per la verità per il momento non hanno avuto il medesimo successo L’idea di base del web 2.0, quella che giustificava il “cambio di versione” era il passaggio dalla comunicazione uno-a-molti, caratterizzata dai siti web-vetrina realizzati da professionisti o comunque da esperti informatici, a quella molti-a-molti, un web nel quale tutti possono essere contemporaneamente autori e fruitori.

Si è quindi assistito al proliferare di servizi web di ogni tipo, come blog, wiki, cloud, social network ecc. che certamente hanno consentito e consentono tuttora a moltissimi utenti di essere facilmente autori e di produrre e condividere contenuti, ma hanno anche implicato il conseguente aumento esponenziale delle informazioni disponibili in rete. I due servizi di curatela online più noti sono Scoop.it e Storify. Webinar SED - Le tecnologie per la professione docente - Ceccherelli. Tecnologia e Metodologia. I diritti del nativo digitale. 14 modi intelligenti di utilizzare gli smartphon in classe - da G. Marini.