background preloader

Extra

Facebook Twitter

"Aspetta, non scriverlo!". Ecco Rethink, l'app contro il cyberbullismo. Ripensaci!

"Aspetta, non scriverlo!". Ecco Rethink, l'app contro il cyberbullismo

Certe volte, nella vita, basterebbe che qualcuno ci dicesse questa parola per evitarci errori. E’ quello che ha pensato Trisha Prabhu, 15 anni, giovane programmatrice di Rethink, un software anti-bullismo. Rethink riconosce le parole offensive e mostra una finestra che chiede a chi sta scrivendo di “ripensarci”. Può sembrare troppo semplice, eppure funziona. Secondo alcuni studi è sufficiente una semplice domanda come “sei proprio sicuro che vuoi farlo?” Giphy. Corsi di formazione – Guida introduttiva – Per le famiglie – Centro per la sicurezza online – Google. YouTube ha messo a punto una serie di materiali (diapositive, video e questionari) che possono essere utilizzati da insegnanti ed educatori per promuovere la formazione degli studenti delle scuole medie inferiori e superiori a una navigazione sicura e responsabile: guida dell'insegnante, presentazione Corso di navigazione sicura della Polizia delle Comunicazioni per le scuole italiane Google e la Polizia delle Comunicazioni collaborano per la sicurezza in rete e l'uso responsabile delle nuove tecnologie con un progetto formativo rivolto alle scuole medie inferiori e superiori italiane che intende fornire agli studenti, alle loro famiglie e agli insegnanti i principali strumenti conoscitivi e didattici per garantire una navigazione su Internet consapevole e sicura.

Corsi di formazione – Guida introduttiva – Per le famiglie – Centro per la sicurezza online – Google

Il progetto. Guida introduttiva – Per le famiglie – Centro per la sicurezza online – Google. Utilizza la funzione Controllo genitori per filtrare le app per classificazione dei contenuti La funzione Controllo genitori ti consente di limitare i contenuti scaricabili o acquistabili su Google Play.

Guida introduttiva – Per le famiglie – Centro per la sicurezza online – Google

Ti consente quindi di trovare più facilmente contenuti adatti a te e alla tua famiglia. Ulteriori informazioni Apri l'app Play Store sul dispositivo. Tocca l'icona Menu nell'angolo in alto a sinistra. Tocca Controllo genitori. Bambini e sicurezza on line. Genitori avete il parental control? [Tutti i consigli] - CyberbullismoCyberbullismo.

Succede in Inghilterra come nel resto del mondo, Italia compresa.

Bambini e sicurezza on line. Genitori avete il parental control? [Tutti i consigli] - CyberbullismoCyberbullismo

Norme in materia di sicurezza delle soluzioni di rete nella scuola - Scuola e Tecnologia. Chi sono i nativi digitali? Sfatiamo alcuni miti e corriamo ai ripari! Il termine appositamente coniato già denota una generazione nata in un’epoca in cui gli strumenti di comunicazione digitali sono ormai diffusi.

Chi sono i nativi digitali? Sfatiamo alcuni miti e corriamo ai ripari!

Persone che usano abitualmente computer, cellulari, tablet ed altri strumenti tecnologici. La 12enne che si è lanciata nel vuotoAccuse alla preside: sapeva dei bulli. Corso gratuito per Animatore Digitale. DestinatariTutti gli Animatori Digitali sul territorio nazionale.

Corso gratuito per Animatore Digitale

Finalità Alla luce della Legge n. 107/2015 e del nuovo quadro di riferimento del Piano Nazionale Scuola Digitale che all'azione 28 istituisce la figura professionale dell'Animatore Digitale si vuole offrire ai partecipanti l'opportunità di conoscere, analizzare ed approfondire metodologie e strumenti per favorire l'utilizzo delle tecnologie digitali nella didattica attraverso: le buone pratichele risorsele idee ed i progettile letturegli spunti ed ogni altro elemento che consenta di migliorare la professionalità dei docenti e la qualità di apprendimento nell'era della Rete.

Obiettivi Fornire competenze e supporto per progettare attività formative nei propri Istituti e secondo le funzioni dell'Animatore Digitale;far acquisire nozioni ed elementi culturali di innovazione nella didattica;analisi di modelli nazionali ed internazionali;esercitazioni pratiche. Requisiti Modalità. Centro di Ricerca sull'Educazione ai Media all'Informazione e alla Tecnologia. 5 tendenze tech che cambieranno la scuola nel 2016. Social network: i trend da conoscere per il 2016. 30 Paesi al mondo, Italia compresa, racchiusi in 537 slide: il Report di We Are Social DIGITAL IN 2016 contiene dati, analisi e trends utili per comprendere lo stato attuale della frontiera digitale.

Social network: i trend da conoscere per il 2016

Il report, totalmente in inglese (ma esiste anche la versione in italiano), che ogni anno fornisce dati dettagliati e sorprendenti. Fra i primi emersi, su una popolazione mondiale di oltre 7 miliardi di person, quasi la metà fa uso di internet, di cui oltre 2 miliardi utilizzano i social network. Media education, ME - La Comunicazione. 1.

Media education, ME - La Comunicazione

Posizione del problema e concetto di m.e. Nel ‘secolo dei media’ (dal cinema, alla televisione, a Internet) era inevitabile che media ed educazione venissero a confronto. Projection Mapping, Holograms, Interactivity and more as Innovative communication for Retails, Exhibitions, Events. Esperienza immersiva nella tecnologia e nei sensi. Formazione hi-tech per futuri imprenditori. Formazione hi-tech per futuri imprenditori. Competenze informatiche di base? Il ruolo delle Google Apps for Education all’interno della scuola digitale - Google Slides. Repository. TEAM UP IN ENGLISH - Teacher's Resources. Pixar in a Box. SafeShare: video youtube in classe senza pubblicità. Nell'enorme archivio di Youtube troviamo tantissime risorse utili per la didattica.

SafeShare: video youtube in classe senza pubblicità

Usare i filtri internet a scuola per tutelare i minori: ecco perché è importante! La società dell'informazione muta freneticamente ad alta velocità e, come accade da sempre, la scuola difficilmente riesce a reggere il passo anche dal punto di vista della sicurezza.

Usare i filtri internet a scuola per tutelare i minori: ecco perché è importante!

Gli studenti di scuole medie e superiori ormai usano abitualmente i laboratori multimediali, i tablet e ogni altro strumento tecnologico. Gli studenti usano il Web e i social ma pochi hanno conoscenze avanzate delle tecnologie digitali. Staying Human - World Economic Forum Annual Meeting 2016. Look 10 years into the future and make some predictions. Will we have 3D printed cars? Will we have robotic pharmacies, implantable mobile phones, 3D-printed liver transplants?

Will we have machines that read our mind? We are about to witness a Fourth Industrial Revolution, which will impact every aspect of society. Will the world be better for it, or worse? So writes World Economic Forum founder Klaus Schwab in an article on the new technological age. “Computers aren’t competitors,” computer scientist Justine Cassell, “they’re collaborators.” We have to make technology work for us, and not the other way around, adds Jennifer Doudna, a molecular biologist. PRESENTAZIONE - Quando lo Spazio Insegna. Luogo Stoccolma, Svezia Anno di costruzione. Competenza digitale e pensiero computazionale - 2014. Il pensiero computazionale richiede un profondo cambiamento della didattica, da trasmissiva a laboratoriale. La voce di un esperto sull’apprendendimento digitale a scuola, a partire dall’introduzione dell’informatica nei curricula scolastici. Il documento del governo “La Buona Scuola” inverte la rotta del Piano Scuola Digitale; niente più LIM e nativi digitali ma coding e digital makers.

In parallelo il piano MIUR “programma il futuro” invita le scuole, a partire dalla scuola primaria, a cimentarsi con la programmazione. Agenda Digitale Europea. L’Agenda Digitale è stata presentata dalla Commissione Europea nel maggio 2010 con lo scopo di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC o ICT) per favorire l’innovazione, la crescita economica e la competitività. L’obiettivo principale dell’Agenda è ottenere vantaggi socio-economici sostenibili grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili.

MediaMente. Microsoft Internet Explorer Selezionate dal menù a tendina della maschera il nome del programma e il sistema operativo del vostro PC. Fate clic sul pulsante 'Trova' e poi selezionate il link che vi interessa (ancora una volta Internet Explorer) e seguite le istruzioni. Piccolo dizionario della didattica multimediale. L-Z. La didattica multimediale sta entrando nelle nostre classi a tappe forzate.