background preloader

321 Free Tools for Teachers - Free Educational Technology

https://elearningindustry.com/321-free-tools-for-teachers-free-educational-technology

Related:  annuzzacinziaordinenormafugazzaTeacher tools 2.0

La lentezza e il silenzio in classe Ecco qualcosa che era rimasto in sospeso... Avevo ancora tante cose da darti, tante esperienze da condividere con te e materiali da segnalarti per continuare a casa un lavoro su te stesso e sulla tua classe. Per riuscire a creare e mantenere il giusto clima di tranquillità e collaborazione con i tuoi alunni. E per essere l'educatore, il maestro, l'insegnante, il dirigente e il genitore calmo e centrato che vuoi essere. MOOC, le principali piattaforme Massive Open Online Course - Formazione on line - TorinoGiovani In questa pagina trovate informazioni sulle principali piattaforme che propongono corsi MOOC. La maggior parte dei corsi offerti sono in inglese, è tuttavia possibile trovare corsi in altre lingue. Per corsi specifici sul coding e linguaggi di programmazione, puoi consultare la nostra pagina MOOC sulla programmazione.

Consigli per affrontare comportamenti oppositivi in classe Sono sempre più frequenti gli atteggiamenti oppositivi e provocatori dei bambini a scuola e sempre più spesso ci troviamo ad attuare strategie e metodi che non sempre portano a rasserenare il clima relazionale in classe. Per questo vi invito a leggere il contributo di Enrica Ciullo, Psicologa, specialista in psicodiagnostica, che suggerisce 4 strategie da utilizzare. Si tratta di modalità di relazione che fanno tutte riferimento ad un filo conduttore unico che porta ad una maggiore comprensione dei bambini stessi e al potenziamento dell’autostima. Requisito essenziale per ottenere un significativo miglioramento è l'investimento totale in termini di sostegno ed affetto del docente nei confronti dell'alunno, anche quando i suoi atteggiamenti inducono a reazioni di carattere opposto. "Se gli insegnanti sono positivi e supportivi possono aiutarli a sentirsi bene con loro stessi per il resto della loro vita.

Scuola e tecnologia. Una esperienza con Open Software e codice libero [9] Se sei un/a insegnante e vuoi contribuire alla iniziativa di SoloTablet puoi contattarci a questo indirizzo. Ti verranno inviate le domande utili a comporre l'intervista. Per l'anno scolastico 2014 proponiamo a tutti gli inseganti l'ebook 'Tablet a scuola: come cambia la didattica' scritto scritto da Carlo Mazzucchelli per la collana Technovisions di Delos Digital. Seguiteci anche attraverso la nostra rivista digitale Flipboard dedicata alla scuola. Cosa pensa delle nuove tecnologie e che tipo di relazione intrattiene con esse nella sua vita individuale e professionale?

In che modo la tecnologia può aiutare gli studenti dislessici? Corso gratuito La dislessia non può essere “curata”, ma molti studenti sviluppano strategie efficaci per gestire le operazioni della quotidianità e migliorare l’apprendimento. Tali strategie, il più delle volte passano attraverso le tecnologie informatiche le quali aiutano lo studente dislessico nella lettura, nell’ortografia e nella scrittura grazie all’uso di programmi mirati come i riconoscimenti vocali, software di sintesi vocale e controlli ortografici. Le mappe, le applicazioni per prendere appunti e i calendari interattivi possono invece aiutare l’organizzazione. Vediamo come possono le tecnologie aiutare uno studente dislessico: Software per aiutare nella lettura Molti dislessici sono sensibili al bagliore dello sfondo bianco su una pagina, lavagna o schermo del computer.

Introduzione - di Roberto Bondi - byod Introduzione - di Roberto Bondi Bring Your Own Device. Porta il tuo aggeggio. Quello che hai va (potrebbe andare) bene. Ma allora… ...piccolo passo indietro. 2007/08 o giù di lì. Costruisci lezioni interattive ricche di contenuti multimediali con Versal Creare corsi online suddivisi in sezioni e sottosezioni complete di testo, video, diverse tipologie di esercizi, diagrammi, mappe, slideshow, timeline, espressioni algebriche e tanto altro? La risposta è Versal, un sito la cui registrazione è gratuita e immediata. Il mio consiglio è quello di loggarvi con il vostro account google visto che le lezioni create potrete anche condividerle su “google classroom” (se ce l’avete!). Una volta effettuata la registrazione, si può costruire il primo corso cliccando su “Create new” (in alto a destra): dopo aver inserito il titolo, si può procedere alla creazione delle lezioni, ognuna delle quali può, a sua volta, essere divisa in “sezioni”.

Dopo l'e-book il Q-Book: parole e immagini aiutano l'apprendimento Dopo l’e-book, arriva il Q-Book. Il problema però è duplice: da un lato l’e-book non ha ancora attecchito completamente in Italia, dall’altro servono, per completare in maniera strategica certe invenzioni tecnologicamente utili solo se c’è uno sbocco operativo, un’alfabetizzazione digitale e quindi una cultura digitale che in Italia non abbiamo, perlomeno non ancora. Ma cos’è, esattamente, questo Q-Book? Si tratta di un sistema di lettura più evoluto dell’e-Book e destinato a fornire grandi funzionalità, soprattutto per studenti e insegnanti. Lo ha ideato una studentessa sudcoreana dell’Università di Trento, Hyeong Kyeong Hwang.

Related:  Web 2.0 ToolsMetasitesCursos online 2QUIZ GAME ETC CREATORA-EevabaGames #2Handige toolsA színesebb tanórákértE-Learning Tools