background preloader

Coding

Facebook Twitter

Attività complete di coding con Blockly da Ivana Sacchi. Ivana Sacchi ha aggiornato la sua sezione dedicata al coding con Blockly, aggiungendo alcune attività, riorganizzando i menù e segnalando con il colore le attività risolte (solo sessione della pagina).

Attività complete di coding con Blockly da Ivana Sacchi

Si tratta di interi percorsi interattivi utilizzabili tramite browser, anche senza connessione in rete, finalizzati ad introdurre i bambini (con o senza la presenza di adulti) ad attività di coding. Naturalmente possono essere utilizzate anche in aula alla LIM. Come si insegna la robotica ai bambini - Wired. Se gli algoritmi a Scuola uccidono il pensiero analitico – ROARS.

Perché in un compito di analisi matematica gli studenti sono tipicamente in grado di calcolare le derivate ma vanno in crisi di fronte ad un limite?

Se gli algoritmi a Scuola uccidono il pensiero analitico – ROARS

Questo accade perché sempre più spesso vengono addestrati a risolvere i problemi in termini di “pattern matching”. Davanti a un problema si cerca nella memoria un caso simile per poter applicare meccanicamente qualche regola standard. Ma così non si va molto lontano. Per risolvere i veri problemi, anche nella vita di tutti i giorni, quello che serve è il pensiero analitico, non quello meccanico.

Una verità che negli anni recenti è stata offuscata dalla contrapposizione tra conoscenze e competenze, come se fosse possibile essere competenti in qualcosa che non ci conosce a fondo. Link all’articolo completo: Se gli algoritmi a Scuola uccidono il pensiero analitico. Coding - Toolbox - Coding - Toolbox. Il modo più rapido per realizzare le proprie idee è dare istruzioni ai computer e ai tanti oggetti "smart" che aspettano solo di essere programmati per fare cose sempre nuove.

Coding - Toolbox - Coding - Toolbox

La programmazione è una straordinaria palestra per esercitare in modo costruttivo la creatività e sviluppare il pensiero computazionale. Sempre di più si sta diffondendo nelle scuole italiane la pratica del "coding", l'uso intuitivo e interdisciplinare dei principi base della programmazione a supporto della didattica. Rai Cultura racconta il coding a scuola in 20 puntate condotte da Alessandro Bogliolo, coordinatore di Europe Code Week, campagna di alfabetizzazione promossa dalla Commissione Europea per la diffusione del pensiero computazionale.

Insegnanti e alunni iniziano giocando insieme con noti strumenti di coding e finiscono per familiarizzare con i principali elementi della programmazione applicandoli in classe durante le normali attività didattiche. Craft-Ed: un nuovo portale per la didattica della manipolazione dei saperi. La Fondazione UIBI di Lucca è un'autentica fucina di iniziative mirate all'innovazione padagogico-didattica.

Craft-Ed: un nuovo portale per la didattica della manipolazione dei saperi

Ultima in ordine di tempo è Craft-Ed, un portale della didattica che utilizza la manipolazione e l'esplorazione del materiale come strumento privilegiato per l'accesso al sapere. I saperi della pratica, lo sviluppo delle competenze manuali ed operative e la conoscenza saranno dunque il focus attorno al quale ruoteranno i contributi sotto forma di Materiali, Situazioni, Suggestioni (le categorie relative alla tipologia di contenuto) e Fare è pensare, Co-conoscere, Imparare ad imparare, Giocare (le categorie connesse all'identità artigiana) Ampio spazio sarà dedicato all'utilizzo delle tecnologie (tutte, non solo quelle digitali...), unitamente ad una riflessione più strettamente legata alla conoscenza e alla dimensione manuale-operativa di vari saperi. Il tutto "confezionato" in un contenitore dinamico e molto intrigante. Craft-Ed Education by Craft Articoli correlati.

Pinterest. Kubo, il robot danese che insegna il coding ai bambini, vince 100K al Web Summit 2016. La startup danese Kubo, che ha creato un robot educativo per insegnare la programmazione ai bambini, ha vinto 100 mila euro di investimento da parte della società di Venture Capital Portogallo Ventures al Pitch Contest del Web Summit 2016 di Lisbona.

Kubo, il robot danese che insegna il coding ai bambini, vince 100K al Web Summit 2016

Kubo è stata giudicata la migliore azienda fra le 3 che sono salite sul palco per la finale: oltre a Kubo, c’erano SoilTron e PapayaPods. Ad annunciare la vittoria è stata Theresia Gouw, socia fondatrice di Aspect Ventures e membro della giuria, e il co-fondatore del Web Summit, Paddy Cosgrave. Scratch: strumento di programmazione a blocchi - Tecnologie Didattiche. Didattica. Api-robot per migliorare lo sviluppo cognitivo – Orizzonte Scuola. Primo giorno di scuola per ‘e-rob’, il progetto di e-learning per la robotica educativa attivo da oggi in 13 classi delle scuole primarie di Pisa.

Didattica. Api-robot per migliorare lo sviluppo cognitivo – Orizzonte Scuola

Scopo dell’iniziativa, rivolta a 250 bambini tra cui 20 con disabilità/bes, quello di potenziare lo sviluppo cognitivo e socio-relazionale dei più piccoli. ‘E-rob’ è stato messo a punto dall’Irccs Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa) e finanziato dalla fondazione Tim. Questa mattina, per far conoscere il progetto al mondo della scuola e ai genitori, si è svolto un incontro all’Istituto comprensivo Toniolo di Pisa, conclusosi con una dimostrazione pratica a cura delle equipe della Stella Maris e della scuola superiore Sant’Anna.

Per l’occasione sono state utilizzate 50 api-robot, le ‘Bee-bot’, ognuna delle quali dotata di comandi sul dorso che le consentono di muoversi su un percorso, memorizzando fino a 40 disposizioni. Project Blocks, i Lego di Google che insegnano a programmare. La piattaforma è basata su blocchi modulari che si incastrano uno all’altro.

Project Blocks, i Lego di Google che insegnano a programmare

Ognuno ha la sua funzione e assieme formano istruzioni per robot e gadget Pubblicato Metà mattoncini Lego, metà linguaggio di programmazione: si chiama Blocks l’ultimo progetto in lavorazione presso Google, ed è una piattaforma aperta che mira a rendere accessibile il mondo dello sviluppo hardware e software anche ai più piccoli e ai meno esperti. Blockly ovvero il Fratello Maggiore di Scratch. Molti colleghi delle scuole secondarie che in questo periodo si sono avvicinati al coding mi hanno chiesto un “sostituto” di Scratch.

Blockly ovvero il Fratello Maggiore di Scratch

In altri articoli ho già descritto le potenzialità di questo strumento e seppur ritengo che Scratch può comunque essere adattato a contesti (cicli) diversi, in questo breve articolo vi presento Blockly. Ma cosa sono i Blockly Games? I Blockly Games (si accede da qui) sono appunto una serie di giochi educativi (7 in tutto) creati da Google per insegnare la programmazione. Possono essere utilizzati sia dagli alunni che hanno già una buona esperienza con Scratch sia da chi parte da zero. Vediamoli meglio nel dettaglio: Insegnare ai bambini a programmare, mai stato così facile. Osmo Coding è un nuovo gioco interattivo che si propone di insegnare ai bambini il pensiero computazionale mediante l'uso di oggetti fisici.

Insegnare ai bambini a programmare, mai stato così facile

Per chi non lo conoscesse, Osmo è un kit didattico adatto ai bambini da 5 a 12 anni per sviluppare, fra le altre cose, l'intelligenza logico-matematica, imparare a leggere e comporre parole, contare e molto altro. Il kit base è in vendita da un anno e nel tempo si sono aggiunte varie espansioni. Nella maggior parte dei casi è richiesto l'uso di un'app associata a tesserine da disporre sul tavolo per comporre figure e parole, o far di conto. Con Coding si replica il modello introducendo l'insegnamento dei fondamentali della programmazione. Imparare a programmare in 32 ore. La sfida di Mosaicode. Può un laureato in lettere o un impiegato all’improvviso diventare un programmatore?

Imparare a programmare in 32 ore. La sfida di Mosaicode

Secondo Paolo Pastore, Ceo e co-fondatore insieme a Emanuele Spiriti di Mosaicode, si può. E lui ne è la prova vivente. Mosaicode è una startup nata a Milano proprio per rispondere alla necessità di trovare collaboratori in grado di programmare. Organizzano corsi di massimo cinque giorni per insegnare a creare una app o un sito. «Uno studio dell’Unione Europea ci dice che nel 2020 ci sarà un buco di 900mila professionisti. Scratch Blocks: nasce un nuovo linguaggio di programmazione dalla collaborazione tra Google e MIT.

Immagine: Media Lab di MIT (creatore di Scratch) e Google (sviluppatore di Blockly) stanno unendo i loro sforzi per progettare un nuovo linguaggio di programmazione per bambini, interamente grafico. Si chiamerà Scratch Block, per ora disponibile solo in anteprima per gli sviluppatori open source e sono già circa 120 i "smanettoni" che lo stanno testando. DotBot: lo starter kit open source per l’insegnamento del coding e della robotica. Finalmente dopo alcuni mesi di lavoro siamo giunti alla versione definitiva dello starter kit di robotica educativa il nome è: DotBot Questo kit è pensato per essere utilizzato nella didattica, per qualsiasi ordine di scuola, dalle scuole elementari alle superiori ed oltre ed ovviamente per i più piccoli della scuola elementare è necessaria l’assistenza di un adulto.

Ma di cosa si tratta e come è nato questo progetto. Come più volte detto su queste pagine ho sempre avuto il desiderio di costruire un percorso di robotica che partisse dalla stampa 3D di tutti gli elementi del robot per giungere poi alla programmazione e costruire un kit che ogni scuola potesse autoprodursi nel proprio FabLab scolastico… d’altronde non stanno arrivando ulteriori finanziamenti per realizzarli nelle scuole del primo ciclo? Google CS: Un un nuovo sito Google per il codin... Risorse per fare coding a scuola: Google Computer Science Education. Google ha appena lanciato un nuovo sito dedicato al mondo scuola: Google Computer Science Education una collezione di risorse e applicativi gratuiti per ogni livello di scuola che a mio avviso dovrebbe essere presa in seria considerazione da tutti i colleghi che intendono realizzare percorsi di coding con i propri allievi. All’interno troverete programmi di apprendimento e tool noti come: Blockly, Blockly Games, Coder e Pencil Code e proprio su quest’ultimo vi consiglio di consultare le risorse e il manuale che oltre ad essere un libro è uno splendido corso di coding, quindi se necessitate di un percorso didattico già pronto per voi e i vostri allievi Pencil Code può essere una buona soluzione.

Oltre ad imparare l’informatica, è anche possibile utilizzare questo portale per esplorare le opportunità di borse di studio oppure dal link: ‘Access Career Opportunities’ verificare le opportunità di lavoro offerte da Google. Buon lavoro. La matematica con SCRATCH - Scuola e Tecnologia. Il gioco che insegna la programmazione ai bambini. Composto da una console e un mini robot, Cubetto è perfetto fin dai 3 anni Giocare e imparare a programmare in un colpo solo. Questa la missione di Cubetto, giocattolo appena sbarcato su Kickstarter che si propone di introdurre i bambini alla nobile arte della programmazione. Leggi anche: Che cos’è Agar.io, il gioco che compare in House of Cards Ideato dagli italiani di Primo Toys, il set da gioco è composto da un robottino in legno, una consolle con 16 blocchetti colorati per programmarla, una mappa e un libro delle attività che spiega come si gioca.

In pratica, muovendo i blocchetti sulla console si programma il robot e nel mentre si sprona il bambino “alla creatività, al pensiero critico, alla consapevolezza dello spazio e alle capacità comunicative”, come sottolineano gli ideatori Filippo Yacob e Matteo Loglio. Pensato a partire dai tre anni e approvato dagli educatori Montessori, Cubetto può essere usato anche dai non-vedenti e il prezzo parte da 165 dollari. Segui. Codi-Amo: concorso dedicato al pensiero computazionale. Dopo il grande successo dell'iniziativa "Programma il futuro", ecco una nuova opportunità per coinvolgere gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado in un'attività di pensiero computazionale.

Trovo Codiamo dal sito Code.org uno strumento utilissimo per fare coding anche in una scuola secondaria di secondo grado, le attività che sembrano all'inizio semplici e scontate diventano via via sempre più difficili fino a mettere in crisi anche i più esperti paladini della logica computazionale. Provate!!!! – robertaloverme

Si tratta di Codi-Amo, concorso per la realizzazione, attraverso il coding, di giochi e storie utilizzando l’ambiente di programmazione disponibile sulla piattaforma di code.org. Il Piano Nazionale Scuola Digitale invita i docenti a promuovere il pensiero computazionale, come educazione che motiva gli studenti a non restare consumatori passivi di tecnologie e servizi, ma a diventare soggetti consapevoli e protagonisti del loro sviluppo futuro. 27 Ways to Learn to Program Online. Il coding a scuola: un seminario gratuito di Professione Insegnante - Professione insegnante. Nuovo progetto Google - Disney Pixar per avvicinare i bambini al Coding. Di Made whit Code, la piattaforma Google per promuovere attività di coding, avevo già scritto.

Segnalo che il sito ospita ora un nuovo progetto, frutto dell'accordo tra Google e Disney Pixar per avvicinare i più giovani alla programmazione, con una particolare attenzione alle bambine. Risorse per l'Ora del Codice: Lightbot, Hopscotch, Run Marco! La prossima settimana sarà celebrata l'Ora del Codice, attività che nasce per diffondere le conoscenze scientifiche di base per la comprensione della società moderna e aiutare i nostri studenti a capire i principi alla base del funzionamento di qualsiasi tipo di sistema, da quello informatico a quello elettrico, chimico, ecc. Dal confinamento simbolico in un ristretto arco temporale, le attività dedicate al Coding e al pensiero computazionale ora sono state inserite all'interno del Piano Nazionale Scuola Digitale e sarà una delle azioni che dovra' promuovere l'Animatore Digitale.

L’ora del codice a scuola: opportunità e idee. Di Andrea Patassini Dal 7 al 13 dicembre si rinnova l’appuntamento con le iniziative proposte nell’ambito della Settimana per l’educazione all’informatica. Evento cardine la cosiddetta Ora del codice, ovvero l’occasione per avvicinare studenti, insegnanti ed educatori ai concetti basilari della programmazione. L’occasione potrebbe essere interessante soprattutto per chi è alle prime armi, per chi è incuriosito dal termine coding contestualizzato nell’ambito didattico ma ancora ne sa poco. Chi? L’Ora del codice fa riferimento a Code.org, un’associazione senza scopo di lucro orientata a promuovere l’informatica nel contesto scolastico.

Coding e Problem Solving. Coding alla primaria: creare giochi con Kodu. Ivana Sacchi e gli esempi di utilizzo di Blockly per il coding in classe. Qualche tempo fa segnalai Blockly Games, come preziosa risorsa per il coding in classe.

BLOCKLY è certamente una buona alternativa al coding in classe per introdurre gradualmente il pensiero computazionale. La mia classe (quarta primaria), ha dimostrato un notevole entusiasmo nello svolgimento di alcuni dei percorsi previsti, utilizzando in parte la LIM ma anche gli otto notebook di cui ho la fortuna di disporre in aula che hanno consentito di far operare gli alunni (16) in gruppi di due. Mi auguro quest’anno di completare tutti i percorsi programmati dalla bravissima Ivana Sacchi. – marialuciaprestianni

Apprendere le basi del coding con Code Kingdoms. Posted on dicembre 5, 2015 by tutor lim. BUONE PRATICHE: pensiero computazionale & coding lez. 4: programmare su carta quadrettata seconda parte. Dopo le lezioni 1, 2 e 3 siamo pronti per concludere il lavoro sulla carta quadrettata. Abbiamo svolto un breve ripasso di quanto fatto in precedenza avviando il nuovo powerpoint* . Ma ha senso fare i compiti di coding? Maple per la programmazione. Coding alle elementari, Tom's programma con i bambini - Si impara e ci si diverte. 10 app per insegnare a programmare ai ragazzi. All you need is code. Coding in classe, da Bruxelles il sito web con le risorse didattiche per prof e studenti.

Programmare con Scratch.

Sicuramente il linguaggio di programmazione attraverso Scratch, o qualsiasi altro software idoneo, può essere di aiuto nell'attività didattica per accrescere le capacità logiche, astrattive e critiche. Penso di utilizzarlo a livello sperimentale in una prima della scuola secondaria di II grado dove insegno. – nunziorusso
Mi sono affacciato per la prima volta al codin durante il corso per A.d., dove ho avuto la possibilità di provare Scratch un software gratuito fondato su un linguaggio di programmazione a blocchi che consente a chiunque di realizzare contenuti digitali interattivi come storie, animazioni, giochi ecc. Con l’inizio del nuovo anno scolastico ho iniziato ha usarlo e ho notato già dal primo approccio come i ragazzi riuscivano giocando a risolvere i problemi con un’estrema facilità. – carape
Insegnando in una scuola secondaria di secondo grado non ho ancora inserito il coding nelle attività da fare svolgere ai miei alunni. Quest'anno introdurrò scratch per s lo viluppo del concetto di algoritmo e dei cicli ripetitivi . Angelina Pagano – angelinapagano
Avendo la fortuna di lavorare con bambini di scuola primaria ho scelto Scratch, perché è la piattaforma attualmente più usata e conosciuta, anche perché è un progetto basato sui concetti di imparare attraverso l’esperienza,appunto, terreno fertile per i più piccoli.. Infatti, il bambino apprende in modo più efficace ciò che egli stesso ha contribuito a costruire. Trovo interessante il fatto che con Scratch è possibile creare i propri progetti, osservare quelli degli altri, condividerli e scambiarsi reciprocamente aiuto e impressioni ed è possibile anche remixare i progetti di altri utenti – patriziam

Made with Code: i progetti di Google per il coding. Il sito italiano di CodeWeek.EU. Il sito italiano di CodeWeek.EU.